Sunteți pe pagina 1din 177

ELEMENTE DE FONETIC I FONOLOGIE

Alfabetul limbii italiene

Alfabetul italian este foarte asemntor celui romnesc. Este format


din 21 de litere.

acca

cu sau qu

bi

erre

ci

elle

esse

di

emme

ti

enne

effe

vi sau vu

gi

pi

zeta

La acestea se mai adaug nc 5 litere de origine strin.

i lunga

cappa

doppia vu

ics

ipsilon sau i greca

Reguli de pronunare
Fiind o limb fonetic, la fel ca i romna, italiana se citete aa cum
se scrie. Exist totui unele particulariti.

Grupurile consonantice:

grupul gn se pronun ca un n muiat urmat de i, ca din spaniol:


bisogno (nevoie), ogni (fiecare), sogno (vis)
Excepie: wagneriano unde gn se pronun ca n romn

grupul gli se pronun muiat:


famiglia (familie), sbaglio (greeal), bottiglia (sticl)
Excepii: negligente, glicerina, ganglio (ganglion)

grupul sce se pronun e:


crescere (a crete), pesce (pete), scelta (alegere)

grupul sci + consoan se pronun i:


piscina, fascino (farmec), nascita (natere)
grupul sci + vocal se pronun (sciaa, sciee, scioo,
sciuu):
lasciare

(a

lsa),

coscienza
2

(contiin),

sciopero

(grev),

asciugamano (prosop)

Grupurile ci, ce, chi, che, gi, ge, ghi, ghe se pronun la fel ca n romn:
cielo (cer), cercare (a cuta), chiaro (clar), scherzo (glum), gioia
(fericire), gelato (ngheat), preghiera (rugciune), spaghetti.

Consoanele de origine strin:

j se pronun i n cuvinte ca: Jugoslavia, Jonio, Jacopo, Juventus,


junior, dar n cuvintele luate cu mprumut din alte limbi strine este
redat prin sunetul specific idiomei respective: jazz, jeans, abat-jour.

k se pronun fie c n cuvinte ca: karate, kamikaze, karma fie che,


respectiv chi: kep (chipiu), karaoke, kimono, kiwi.

w se pronun v: wafer, Wagner, sau ca n limba de origine: whisky,


week-end.

x se pronun cs: xilofono, saxofono, taxi, ex-marito (fost so).

y se pronun i: yoga, yogurt (iaurt), spray.

Alte consoane:

h este ntotdeauna mut, nu se pronun niciodat, fiind doar un semn


grafic. Este ntlnit:
- la nceputul unor cuvinte de origine strin: htel, hambuger,
handicap, hostess (stiuardes);
- la majoritatea formelor de indicativ prezent ale verbului avere (a
3

avea): ho (am), hai (ai), ha (are), hanno (au);


- n unele interjecii: ah! (au!), ahim! (vai de mine!), oh! (hei!),
boh (exprim nesigurana), beh (ei bine!).

q este ntotdeauna urmat de vocala u + vocal i se pronun c:


quasi (aproape), qualcuno (cineva), qualcosa (ceva), quando (cnd)
Observaie: n unele cuvinte q este precedat de c: acqua (ap),
acquario (acvariu). Grupul celor dou consoane se pronun ca un c
mai apsat.

s se pronun diferit n funcie de poziia sa n cuvnt:


se pronun surd [s]:
- n poziie iniial + vocal: sole (soare), sale (sare), salute (sntate),
seta (mtase), Sicilia, Sardegna;
- n poziie iniial + consoanele c, f, p, q, t: scuola (coal), sforzo
(efort), sporco (murdar), squadra (echip), stanco (obosit);
- ntre consoan i vocal: aspettare (a atepta), pensare (a gndi);
- ss intervocalic: essere (a fi), tassa (tax), professoressa (profesoar).
se pronun sonor [z]:
- n poziie iniial + consoanele b, d, g, l, m, n, r, v: sbadigliare ( a
csca), sdraiato (ntins pe spate), sgarbato (nepoliticos), slancio
(elan), smarrito (rtcit), snello (zvelt), sradicato (dezrdcinat),
svenire (a leina);
- s intervocalic: chiesa (biseric), paese (ar), riposo (odihn).

Observaie: S intervocalic se pronun surd n unele regiuni ale Italiei


i n cuvintele compuse sau n cele derivate cu prefix: girasole
(floarea-soarelui), stasera (seara asta), risolvere (a rezolva),
Risorgimento (perioad istoric).

pentru pronunarea lui z nu exist o regul precis. Se recomand


consultarea dicionarului. De obicei, z se pronun:
surd, ca romnesc:
- n interiorul cuvntului, de cele mai multe ori n poziie
intervocalic: grazie (mulumesc), esercizio (exerciiu), lezione
(lecie), giustizia (dreptate), danza (dans);
- n terminaiile anza, -enza: fragranza (parfum), esperienza
(experien);
- n sufixul ezza: bellezza (frumusee), tristezza (tristee);
- azzo, -ezzo, -ozzo: pazzo (nebun), fazzoletto (batist), prezzo (pre),
tozzo (bucat de pine).
sonor [dz]:
- n poziie iniial: zio (unchi), zanzara (nar), zaino (ghiozdan),
zucchero (zahr), zero;
- n interiorul cuvntului: azzurro (azuriu), mezzo (mijloc),
organizzare, orizzonte.

Consoanele duble snt o caracteristic a limbii italiene. Se pronun


prelung, apsat, intens. Respectarea consoanelor duble att n pronunare
ct i n scriere este obligatorie deoarece, adesea, acestea fac distincia
5

ntre dou cuvinte cu sens diferit:


bella (frumoas)

bela (behie)

coppia (pereche)

copia (copie)

ecco (iat)

eco (ecou)

barra (bar)

bara (sicriu)

penna (stilou)

pena (pedeaps)

Observaie: La desprirea n silabe consoanele duble se separ:


son-no (somn), oc-chio (ochi), ar-rab-bia-to (nfuriat)

Vocalele:

a este ntotdeauna deschis, n timp ce i i u snt ntotdeauna nchise.

Cnd snt neaccentuate, e i o snt nchise.

Cnd snt accentuate, e i o snt fie deschise, fie nchise. Aceste


vocale snt marcate cu accent grafic doar n dicionare, manuale sau
gramatici (sunetul nchis cu accent ascuit: , , iar sunetul deschis cu
accent grav: , ) i, uneori, n scrierea curent pentru a diferenia
cuvintele omografe (care au aceeai transcriere grafic).

collga (coleg)

collga (face legtura) btte (lovituri)

btte (butoi)

lgge (citete)

lgge (lege)

clto (cules)

clto (cult)

psca (piersic)

psca (pescuit)

psta (pot)

psta (pus)

rsa (trandafir)

rsa (roas)

mnte (el/ea minte) mnte (minte)

Accentul
n limba italian accentul arat cum trebuie pronunate corect
cuvintele. Este de dou feluri: tonic i grafic.
ntr-un cuvnt format din mai multe silabe, accentul tonic marcheaz
silaba pe a crei vocal cade accentul i care va fi pronunat mai
puternic, cu mai mult energie. Acest accent nu apare n scris. n
dicionare se marcheaz cu ajutorul accentelor grav i ascuit. Un alt mod
de notare este poziionarea unui punct sub vocala accentuat: italino
(italian, limba italian), romno (romn, limba romn).
De cele mai multe ori accentul cade pe penultima silab (parole
piane): mla (mr), bambno (copil), occupazine (ocupaie), natra .
Cnd accentul cade pe antepenultima silab, cuvintele se numesc
sdrucciole: apstrofo, tvola (mas), cpola (cupol).
Bisdrucciole sunt cuvintele al cror accent cade pe antepenultima
silab: desderano (ei doresc), dtemelo (dai-mi-l), chidiglielo (cere-il).
Accentul grafic este obligatoriu n urmtoarele situaii:

atunci cnd accentul cade pe ultima silab (parole tronche): facolt,


universit, citt (ora), caff, quantit (cantitate), piet (mil),
prover (voi ncerca), incontr (ntlni).

n cazul unor cuvinte monosilabice terminate n diftong: pi (mai


mult), gi (deja), gi (jos), ci (asta), pu (el poate).
7

pe unele cuvinte monosilabice pentru a le deosebi de omografele lor:


(este)

e (i)

t (ceai)

te (tine)

s (pe sine)

se (dac)

s (da)

si (se)

d (zi)

di (de)

l (acolo)

la (articol hotrt sau pronume)

l (acolo)

li (pronume)

n (nici)

ne (despre acesta)

d (d)

da (de la, la)

n cazul cuvintelor omografe plurisilabice accentul este necesar


atunci cnd nu ne putem da seama de sens din context:
mbito (mediu, spaiu)

ambto (rvnit)

prncipi (principi)

princpi (nceputuri)

ncora (ancor)

ancra (nc)

sbito (imediat)

subto (suferit)

cmpito (tem, sarcin)

compto (mplinit)

Eliziunea

Eliziunea este cderea vocalei finale neaccentuate a unui cuvnt urmat


de alt cuvnt care ncepe cu vocal. Apostroful ine locul vocalei
suprimate: lo amico lamico (prietenul), dove dov (unde e)
Eliziunea este obligatorie cu:
8

articolele lo i la i prepoziiile articulate: laereo (avionul),

dellarte (al artei), allindietro (n urm), leccezione (excepia),


allaperto (n aer liber), sullopera (despre opera);

adjectivele bello, quello i santo: bellestate (var frumoas),

quelluomo (acel om), santAgostino (Sfntul Augustin);

adjectivele alcuna i nessuna + altra: alcunaltra, nessunaltra (nici

o alta);

particula pronominal i adverbial ci + verbul essere: c (exist),

cerano (existau).
n schimb este facultativ, dar destul de frecvent cu:

adjectivul questo: questanno (acest an), questuomo (acest om);

pronumele lo, la, glielo, gliela, cnd nu exist dubii cu privire la

genul pronumelui elidat: linvito sau lo invito (l invit), glieloffro sau


gliela offro (i-o ofer);

pronumele neaccentuate mi, ti, ci, si, vi, ne: mavvicino (m apropii),

taspettano (te ateapt), salz (se ridic);

adverbul i conjuncia come: com (cum e);

prepoziia di, mai ales n faa lui i: dinverno (pe timp de iarn);

prepoziia da, dar numai n anumite locuiuni: dora in poi (de acum

nainte), daltra parte (pe de alt parte), daltronde (de altfel);

conjuncia anche naintea pronumelor personale: anchio (i eu),

anchessi (i ei).
Observaie: n prezent exist tendina de a evita eliziunea pentru a
conferi independen cuvintelor. De remarcat evitarea eliziunii atunci
cnd articolul nehotrt una este urmat de vocalele e, i, o, u.
una estate, una immagine, una opera, una utopia
9

dar

unamica

Trunchierea
Trunchierea consist n cderea vocalei sau silabei finale neaccentuate
a unui cuvnt cnd acesta este urmat de un alt cuvnt:
Buongiorno, professore / signore! dar
Buongiorno, professor Rossi / signor Rossi!
n trunchierea vocalic consoana care precede vocala trunchiat
trebuie s fie l, m, n sau r: un bel viso (o fa frumoas), ben detto (bine
zis), far soldi (a face bani).
Trunchierea nu se face n faa cuvintelor care ncep cu s + consoan,
z, gn, ps, pn, x i y (bello spettacolo spectacol frumos, grande zaino
rucsac mare, quello yogurt acel iaurt, piccolo schermo ecran mic) i
nici la plural (buon uomo dar buoni uomini).
Trunchierea este obligatorie:

cu adjectivele buono i bene: buon gusto, ben arrivato (bine ai sosit);

cu articolul uno i adjectivele pronominale alcuno, nessuno,


ciascuno: un pane (o pine), alcun problema (nici o problem),
nessun malinteso (nici o nenelegere), ciascun interessato (fiecare
interesat);

cu signore, professore, dottore, ingegnere, cavaliere, frate, suora:


lingegner Paoli, fra Cristoforo, suor Agnese.

cnd verbul la infinitiv este urmat de un pronume neaccentuat sau de


particulele ci sau ne: vedere + lo vederlo (a-l vedea), parlare + ne
parlarne (a vorbi despre asta), andare + ci andarci (a merge
acolo).
10

Trunchierea este posibil:

cu tale i quale: Ti ha cercato un tal Paolo (Te-a cutat un oarecare


Paul), Qual il tuo nome? (Care este numele tu?)

n unele construcii verbale: aver sonno (a-i fi somn), voler bene (a


iubi), son venuto (am venit), esser tornato (a se fi ntors), andar via (a
pleca), saper fare (a ti cum s faci), etc.

n unele expresii cristalizate: amor proprio, fior di soldi (o mulime


de bani), fin qui (pn aici), in fin di vita (la sfritul vieii), in fin dei
conti (la urma urmelor), mal di testa (durere de cap), in particolar
modo (n mod deosebit), etc.
Cum s-a vzut, trunchierea nu se noteaz cu apostrof. Exist totui
unele excepii:
un po (puin), mo (acum), ca (cas), to (ia), be (bine)
La acestea se adaug formele scurte de imperativ ale verbelor andare,

dare, dire, fare, stare, la persoana a II-a singular i anume: va (du-te),


da (d), di (spune), fa (f), sta (stai).

Dublarea sintactic
n limba italian, dublarea sintactic este un fenomen care privete,
ndeosebi, pronunia.
Dublarea este nregistrat i n grafie. Iat unele situaii:

cu sopra-, sovra-, contra-: soprattutto (mai ales), sopravvivere (a


supravieui), sovrapporre (a suprapune), contraddire (a contrazice);

cu s i cos: siffatto (astfel), cosiddetto (aa-zis);


11

cu fra-: frapporre (a interpune);

cu e, o, n: eppure (i totui), oppure (sau), neppure (nici);

cu a, da, su: atterrare (a ateriza), davvero (chiar), supporre (a


presupune);

cu ra-: rattristarsi (a se ntrista);

cu l i pi: laggi (acolo jos), piuttosto (mai degrab)

Observaie: Un tip aparte de dublare sintactic este d-ul eufonic.


Atunci cnd conjuncia e (i), prepoziia a (la) i, mai rar, conjuncia o
(sau) sunt urmate de un cuvnt care ncepe cu vocal, acestea primesc un
d i se transform n ed, ad i, respectiv, od.
bello ed intelligente, ad esempio, dolce od amaro
Se recomand folosirea formelor eufonice doar n cazul ntlmirilor de
tipul e-e (ed venuto i a venit), a-a (ad andare pentru a merge), o-o
(amare od odiare a iubi sau a ur).

12

ELEMENTE DE MORFOLOGIE

ARTICOLUL
Articolul nsoete un substantiv (la macchina, una macchina) sau alte
elemente ale unui grup nominal (la bella macchina, una bella macchina)
determinnd genul i numrul acestora. Spre deosebire de limba romn
unde este ntotdeauna enclitic, alipit la finalul cuvntului, n limba
italian este proclitic, precede substantivul, fiind un cuvnt independent.
n italian exist dou tipuri de articol cu forme proprii: articolul
hotrt

(articolo

determinativo)

articol

nehotrt

(articolo

indeterminativo). La acestea se adaug articolul partitiv (articolo


partitivo).
Articolul hotrt
Articolul hotrt precede un obiect bine definit sau deja cunoscut
asculttorului.
Alegerea unui articol este condiionat de genul, numrul i sunetul
iniial al substantivului ce i urmeaz.
Formele articolului hotrt snt:
singular
masculin
il
l
lo
feminin
la
l

13

plural
i
gli
le

Articolul il cu pluralul i se folosete naintea tuturor substantivelor de


gen masculin care ncep cu o consoan, alta dect s impur, z, ps, pn, gn,
y, x.
il fiore (floarea) i fiori (florile)

il paese (ara) i paesi

il libro (cartea) i libri

il mare (marea) i mari

il cuore (inima) i cuori

il cane (cinele) i cani

il ragazzo (biatul) i ragazzi

il padre (tatl) i padri

il walkman i walkman

il Wrstel i Wrstel

Articolul lo cu pluralul gli se folosete naintea substantivelor


masculine care ncep cu s impur (s + consoan), z, ps, pn, gn, y, x,
semivocalele i i j.
lo svago (distracie) gli svaghi

lo scaffale (raft) gli scaffali

lo zucchero (zahrul) gli zuccheri

lo zio (unchiul) gli zii

lo pseudonimo gli pseudonimi

lo psichiatra gli psichiatri

lo pneumatico (pneul) gli pneumatici lo xilofono gli xilofoni


lo gnocco (gluca) gli gnocchi

lo gnomo (piticul) gli gnomi

lo yogurt (iaurtul) gli yogurt

lo yogin gli yogin

lo iettatore (piaz rea) gli iettatori

lo jugoslavo gli jugoslavi

Articolul l cu pluralul gli precede substantivele masculine care ncep


cu vocal sau cu h.
lamico (prietenul) gli amici

locchio (ochiul) gli occhi

lamore (iubirea) gli amori

lhobby gli hobby

Articolul la cu pluralul le nsoete substantivele feminine care ncep


cu consoan, semivocala i, h i w (cuvinte de origine strin).
14

la casa (casa) le case

la festa (petrecerea) le feste

la testa (capul) le teste

la sedia (scaunul) le sedie

la iena (hiena) le iene

la world music le world music

la ionosfera le ionosfere

la hostess le hostess

Articolul l cu pluralul le se folosete naintea substantivelor feminine


care ncep cu vocal.
lamica (prietena) le amiche

lelica (elicea) le eliche

lisola (insula) le isole

lombra (umbra) le ombre

Atenie!
lamica dar la mia amica

lo straniero dar il bello straniero

Articolul nehotrt
Articolul nehotrt se folosete pentru a introduce n discurs ceva nou
sau pentru a indica un substantiv n mod generic, fr a-l determina.
Formele articolului nehotrt snt:
masculin

feminin

singular
un
uno
un
una
un

plural
dei
degli
delle

Articolul un cu pluralul dei se folosete naintea tuturor substantivelor de


gen masculin care ncep cu o consoan, alta dect s impur, z, ps, pn, gn,
15

y, x.
un gatto (o pisic) dei gatti (nite pisici)

un problema dei problemi

un viaggio (o cltorie) dei viaggi

un nonno (bunic) dei nonni

Articolul uno cu pluralul degli se folosete naintea substantivelor


masculine care ncep cu s impur (s + consoan), z, ps, pn, gn, y, x,
semivocalele i i j.
uno scandalo degli scandali

uno yacht degli yacht

uno spettacolo degli spettacoli

uno zaino degli zaini

Articolul un cu pluralul degli precede substantivele masculine care


ncep cu vocal sau cu h.
un angelo (un nger) degli angeli

un htel degli htel

Articolul una cu pluralul delle nsoete substantivele feminine care


ncep cu consoan, semivocala i, h i w (cuvinte de origine strin).
una ragazza (o fat) delle ragazze una chiave (o cheie) delle chiavi
una canzone (un cntec) delle canzoni una gonna (o fust) delle gonne
Articolul un cu pluralul delle se folosete naintea substantivelor
feminine care ncep cu vocal.
unoca (o gsc) delle oche
Observaie:

unonda (un val) delle onde

n italiana curent sunt acceptate i formele neelidate:


una oca, una onda
n scris, apostroful face diferena ntre un substantiv
16

feminin i unul masculin cu aceeai form pentru ambele genuri la


singular.
un ottimista (un optimist)

unottimista (o optimist)

un artista (un artist)

unartista (o artist)

Pluralul poate fi realizat i cu adjectivele nehotrte:


alcuni (unii), alcune (unele) sau qualche (ctva, civa).
Ho dei buoni amici.
Am nite prieteni buni.

Ho alcuni buoni amici.


Ho qualche buon amico.

Pluralul articolului nehotrt tinde s dispar:


Ho comprato (delle) banane e (delle) arance. (Am cumprat banana
i portocale.)
Atenie!
unamica dar una mia amica

uno straniero dar un bello straniero

Articolul partitiv
Aa cum reiese i din denumire, articolul partitiv arat o parte din
ntreg sau o cantitate nedeterminat, avnd acelai sens cu expresiile: un
po di (un pic de), una certa quantit di (o cantitate oarecare de), un
certo numero di (un anume numr de).
Se formeaz prin unirea prepoziiei di cu articolul hotrt:
singular plural
masculin
del
dei
dell
degli
dello
degli
17

feminin

della
dell

delle
delle

Ho comprato del pane, dellolio, dello zucchero, della panna da


montare, dellacqua naturale e delle patate. (Am cumprat pine,
ulei, zahr, fric, ap plat i cartofi.)
Prepoziiile articulate
Cnd articolul hotrt se unete cu prepoziiile simple di, a, da, in,
su, se formeaz prepoziiile articulate.
Formele prepoziiilor snt:
di
a
da
in
su
con1
per2

il
del
al
dal
nel
sul
col
pel

lo
dello
allo
dallo
nello
sullo
collo
pello

l
dell
all
dall
nell
sull
coll
pell

la
della
alla
dalla
nella
sulla
colla
pella

i
dei
ai
dai
nei
sui
coi
pei

gli
degli
agli
dagli
negli
sugli
cogli
pegli

le
delle
alle
dalle
nelle
sulle
colle
pelle

1. n limba scris i n vorbirea ngrijit predomin formele desprite i


anume: con il, con lo... Se mai ntlnesc ns i formele coi i col.
n limba vorbit informal se prefer formele unite: cogli, colle...
Dove vai?
Vado in discoteca colle amiche.
2. n italiana curent nu se mai folosesc formele articulate ale prepoziiei
per, acestea se mai ntlnesc doar n textele literare vechi.

Formele articulate ale prepoziia di folosesc, mai ales, la redarea ideii


18

de apartenen (a cui?), ajut la realizarea genitivului. Mai pot


specifica argumentul unei discuii.
il numero di telefono dello (di + lo) zio (numrul de telefon al unchiului)
il voto dello (di + lo) studente (nota studentului)
Parliamo dei (di + i) libri letti. (Vorbim despre crile citite)

n form articulat, prepoziia a indic direcia sau ajut la


construirea complementului indirect n dativ (cui?).
Questanno vado al (a + il) mare. (Anul acesta merg la mare)
Do il regalo ai (a + i) genitori. (Dau cadoul prinilor)

Prepoziia da arat, n general, proveniena, direcia (+ persoane) i


complementul de agent (diateza pasiv).
Sono appena ritornata dallo (da + lo) spettacolo. (Tocmai m-am
ntors de la spectacol)
Vado dalla (da + la) mia amica Doriana. (M duc la prietena mea
Doriana)
Lesercizio stato risolto dal (da + il) mio compagno di banco.
(Exerciiul a fost rezolvat de colegul meu de banc)

Prepoziia in arat locul.


Il telefonino nello (in + lo) zainetto. (Celularul este n ghiozdan)
I soldi sono nella (in + la) tasca. (Banii snt n buzunar)

Prepoziia su indic locul i, de asemenea, argumentul.


I piatti sono sulla (su + la) tavola. (Farfuriile snt pe mas)
Atenie!

Salgo (su + l) sullautobus. (M urc n autobuz)


Leggo sul (su + il) giornale. (Citesc n ziar)

Sto guardando un documentario (su + l) sullarte del Rinascimento.


19

(M uit la un documentar despre arta Renaterii)

SUBSTANTIVUL
Substantivele (il nome) pot denumi tot ceea ce exist n realitate sau n
imaginaie: obiecte, fiine, idei, concepte, plante, animale, stri fizice i
psihice, aciuni, evenimente, fenomene ale naturii, etc.

Genul substantivelor

Substantivele limbii italiene snt fie masculine, fie feminine.


n unele cazuri exist o coresponden ntre genul natural i cel
gramatical, n altele atribuirea genului este convenional.
Genul substantivelor care nu poate fi dedus logic, se poate afla din
dicionar sau se va nva prin practic.
Nici raportarea la limba romn nu este ntotdeauna de ajutor, genul
multor substantive italiene nu coincide cu cel al substantivelor romne.
Un exemplu: n romn substantivul floare este de genul feminin, dar
echivalentul italian, fiore, este de genul masculin.
Exist, totui, dou repere: terminaia sau sensul substantivului.
A. Stabilirea genului dup terminaie:
Snt masculine substantivele care au terminaia:
terminaie

exemplu

20

excepie

terminaie

-o

exemplu
lalbero (copacul), lo scherzo (gluma), il

la mano (mna), la

freddo (frigul), il binario (linia de tren),

foto (fotografia), la

il tempo (timpul, vremea), il ritratto

radio (radioul), la

(portretul) , lo specchio (oglinda)

biro (pixul)

lautobus, lalbum, lo sport, il gas, il

la gang (grup,

consoan tram (tramvaiul), il film, il tennis, il


pullman (autocarul), il computer
ma, -ta

excepie

il problema, il sistema, il clima, il


programma, il dramma, il poema

band), la holding
(corporaie)
la trama (intrig),
la matita (creion),
la ferita (ran)

il calore (cldura), il dolore (durerea),


ore

lonore (onoarea), il favore (favoarea),


il terrore (teroarea), lo stupore (uimirea)
il doganiere (vameul), il portiere

ere

(portarul), il bicchiere (paharul), il


cameriere (chelnerul)
il mattone (crmida), il sapone

one

(spunul), il padrone (stpnul), il

la canzone (cntecul)

dormiglione (somnorosul)
ile

il campanile (clopotul),il fucile (puca),


il vigile (gardian), il cortile (curtea)
lanimale, il locale, lo scaffale (raftul),

ale

lospedale (spitalul), il tribunale, il


segnale (semnalul), il viale (bulevardul),
lo stivale (cizma)
21

la capitale, la
morale, la finale, la
spirale

Snt feminine substantivele care au terminaia:


terminaie

exemple
la terra (pmntul), la via (strada),

la lettera (scrisoarea, litera), la


donna (femeia), lanima (sufletul),
la gioia (fericirea)

excepii
il collega (colegul),
il papa, il monarca,
il duca, il vaglia
(coletul), il boia
(clul)

la ragione, la questione, la regione, il rione, il


ione

aggine,
-igine,
-uggine

la lezione, lazione, lopinione, la

medaglione, il

riunione

padiglione

la sfacciataggine (neruinarea), la
vertigine (ameeala), la ruggine, la
testardaggine (ncpnarea), la
stupidaggine (prostia)
la serata, la durata, laranciata

ata

(sucul de portocale), la gomitata


(lovitura cu cotul)

la sintesi, la crisi, la parentesi, la

il brindisi (toastul),

oasi, lipotesi, la tesi, lanalisi

il d (ziua), lalibi

luniversit, la facolt, la citt


t, -t

(oraul), la bont, lonest, la civilt


(civilizaia), la giovent (tineretul),
la virt, la velocit (viteza)

Desinene comune ambelor genuri:


22

terminaie

exemple
- il paese (ara), il latte (laptele), il mare (marea), il
padre (tatl), il piacere (plcerea), il nome (prenumele),
il cognome (numele de familie), il mobile, lo stile

- la carne, la merce (marfa), la sete, la madre (mama),


larte, la chiave (cheia), la rete (reeaua)
- il/la nipote (nepotul, nepoata), il/la giovane (tnrul, a), il/la testimone (martorul, -a)

ista
iatra
ta
cida
ante

il/la pianista, il/la turista, lautista (oferul, -ia), il/la


ciclista, lanalista, il/la sistemista
lodontoiatra (dentist), il/la pediatra
lastronauta, latleta, il/la patriota, il/la pilota
lomicida, il/la matricida, il/la suicida
il/la cantante, il/la mendicante (ceretorul, -toarea), il/la
negoziante (comerciantul, -a)
- il presente, lingrediente

ente

- la patente (permisul de conducere), la sorgente (izvorul)


- il/la mittente (expeditorul, -toarea), il/la parente (ruda),
lutente (utilizatorul, -toarea)

parole
tronche
aggettivi
sostantivati

il caff, il marted (marea), il bamb, il caucci

il/la colpevole (vinovatul, -a), il/la milanese, il/la torinese

B. Stabilirea genului dup sens:


Snt masculine:
23

fiinele de sex masculin: il padre, il figlio, il medico, il leone (leul)


Excepii: la guida (ghidul), la spia (spionul)

lunile anului: gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno,


luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre

zilele sptmnii: luned, marted, mercoled, gioved, venerd, sabato


Excepie: la domenica

copacii: labete (bradul), il tiglio (mrul), il ciliegio (cireul),


lalbicocco (caisul), il pero (prul), il melo (mrul)
Excepii: la quercia (stejarul), la palma (palmierul)

punctele cardinale: il nord = il settentrione, il sud = il mezzogiorno =


il meridione, lovest = loccidente = il ponente, lest = loriente = il
levante

lacurile, fluviile, mrile, oceanele: il Garda, il Como, il Danubio, il


Tamigi, il Po, il Tevere, lArno, il Mediterraneo (il Tirreno, lo Ionio,
lAdriatico, lEgeo), il Mar Nero, il Pacifico
Excepie: la Senna

munii: il Vesuvio, i Perinei, il Monte Bianco, i Carpazi, gli Apennini,


gli Abruzzi, lo Stromboli
Excepii: le Alpi, le Dolomiti, le Ande, lEtna

Snt feminine:

fiinele de sex feminin: la madre, la gallina (gina), la sarta


(croitoreasa)
Excepii: il soprano, il mezzosoprano

fructele: la mela (mrul), luliva (mslina), la pesca (piersica), la


nocciola (aluna), la noce (nuca)
24

Excepii: il fico (smochina), il limone (lmia), il dattero (curmala)

rile, continentele: lAmerica, la Romania, la Francia, lItalia,


lInghliterra, la Svizzera, la Spagna, la Grecia, la Cina
Excepii: il Belgio, il Brasile, il Giappone, il Canad, lEgitto

regiunile: la Liguria, lUmbria, la Toscana, la Moldavia, la Dobrugia


Excepii: il Piemonte, il Lazio, il Veneto

insulele: la Sicilia, la Sardegna, la Corsica


Excepie: il Madagscar

oraele: la Napoli, la Palermo, la Bucarest, la Roma, la Torino


Excepie: il Cairo

tiinele, disciplinele: la filosofia, la filologia, la chimica, la


cibernetica, la grammatica, la sintassi
Excepia: il diritto

noiunile abstracte: la pace, la paura (frica), la giustizia (dreptatea)

Observaii:
1. Substantivele care desemneaz fiine au, de obicei, forme pentru
ambele genuri:
- complet diverse: luomo / la donna, il marito (soul) / la moglie
(soia), il bue / la vacca, il dio (zeul) / la dea (zeia)
- desinene diverse: il gatto / la gatta, il cavallo / la cavalla, lorso /
lorsa, il consigliere / la consigliera
2. Unele substantive au o singur form pentru ambele genuri: il topo
(oarecele), lo scarafaggio (gndac), il serpente (arpele), il cigno
(lebda); la pantera, la mosca, la lucertola (oprla), la rondine
(rndunica), la talpa (crti), la rana (broasca), la vespa (viespea), la
25

zanzara (narul)
Pentru a le preciza genul, se adaug maschio sau femmina: il topo
(maschio) / il topo femmina, la pantera maschio / la pantera
(femmina)
3. Substantive cu acceai form dar neles diferit n funcie de gen:
il fine (scopul)

la fine (sfritul)

il radio (radium)

la radio (radioul)

il boa (arpele boa)

la boa (geamandura)

il camerata (camaradul)

la camerata (dormitorul comun)

4. False feminine:
il collo (gtul)

la colla (lipiciul)

il fosso (anul)

la fossa (groapa)

il tappo (dop)

la tappa (etapa)

il busto (bustul)

la busta (plicul)

il mento (barba)

la menta (menta)

il costo (costul)

la costa (coasta)

il pianto (plnsul)

la pianta (planta, plan, talpa)

il colpo (lovitura)

la colpa (vina)

lo scalo (escala)

la scala (scara)

il porto (portul)

la porta (ua)

il tasso (bursucul, nicovala)

la tassa (taxa)

il panno (estura, haina)

la panna (smntna, frica)

il baleno (fulgerul)

la balena

il manico (mnerul)

la manica (mneca)

il pizzo (dantela, ciocul)

la pizza

il modo (felul, modul)

la moda
26

il mostro (monstrul)

la mostra (expoziia)

il testo (textul)

la testa (capul)

Formarea femininului
masculin feminin
-o, -e,
-i

-a

essa

a
o,
e
tore

il bambino la bambina, il signore la signora,


Giovanni - Giovanna
lavvocato lavocatessa, il medico la

o,
e,

exemple

medichessa*, lo studente la studentessa, il


professore la professoressa, il leone la leonessa
il duca la duchessa, il poeta la poetessa

ina
trice

il gallo (coco) la gallina, il re la regina, leroe


leroina, Giuseppe Giuseppina
lattore lattrice, lo scrittore la scrittrice, il
direttore la direttrice

Particulariti:
il difensore (aprtor) la difenditrice, il possessore la posseditrice
* Forma medichessa este neuzual. Chiar dac profesia este exercitat de
o femeie se folosete forma de masculin la care se adaug donna sau
signora: donna medico sau signora medico. Analog: donna sindaco sau
signora sindaco, donna poliziotto, donna soldato etc.

27

Numrul substantivelor
Pluralul substantivelor masculine
singular

plural

exemple
il popolo i popoli, lo spazio gli spazi, il reddito
(venit) i redditi, linvito (invitaia) gli inviti; il
fiume i fiumi, il ponte i ponti, lattore gli

o,
-e,
-a,

attori; il dramma i drammi, il poeta i poeti; il


turista i turisti, il regista i registi
Particulariti: luomo (omul, brbatul) gli

-ista

uomini, il bue (boul) i buoi, il riso (rsul) le


risa
il viaggio i viaggi (cltorie), il desiderio
(dorina) i desideri, lo studio (studiu, birou) gli
studi, il raggio (raza) i raggi, lufficio gli uffici,
io (i neaccentuat)

il bacio i baci
i

Excepii: il paio (perechea) le paia, il centinaio


(aproximativ o sut) le centinaia, il migliaio
(aproximativ o mie) le migliaia, il miglio (mila
unitate de msur) le miglia
Particularitate: il tempio (templul) i templi
lo zio gli zii, il pendo (pant) i pendii, loblo

io (i
accentuat)

ii

(uitarea) gli oblii, il frusco (fonet) i fruscii, il


mormoro i mormorii
Excepie: il dio (zeul) gli dei

28

consoan

il gioco i giochi, il banco i banchi, il cuoco

(buctarul) i cuochi, il vigliacco (laul) i

co, go
i
cuvinte
bisilabice

vigliacchi, il fico i fichi, il trucco (machiajul,


chi,

mecheria) i trucchi, laffresco (fresca) gli

ghi

affreschi; il luogo i luoghi, lago (acul) gli


aghi, lalbergo gli alberghi, il fungo (ciuperca)

terminate

i funghi, il lago i laghi

Excepii: il greco i greci, il porco i porci

-co, -go

lamico gli amici, il nemico (duman) i nemici,


il medico i medici, lequivoco gli equivoci; lo
psicologo gli psicologi, larcheologo gli
archeologi, lasparago (sparanghel) gli
asparagi, il filologo i filologi
Excepii: lubriaco (beivul) gli ubriachi, il
carico (ncrctura) i carichi, il rammarico
vocal
+
co, go

ci,
gi

(regretul) i rammarichi, lincarico (nsrcinarea)


gli incarichi; il catalogo i cataloghi, il dialogo
i dialoghi, lepilogo gli epiloghi, il monologo
i monologhi, il prologo i prologhi
Particulariti: lo stomaco gli stomaci/stomachi, il
traffico i traffici/traffichi, lintonaco (tencuiala)
gli intonaci/intonachi, il farmaco (medicamentul)
i farmaci/farmaci, lesofago gli esofagi/esofaghi,
il sarcofago i sarcofagi/sarcofaghi, il chirurgo i
chirurgi/chirurghi

29

ca,

chi,

ga

ghi

il collega i colleghi, il monarca i monarchi, il


patriarca i patriarchi
Excepie: il belga i belgi

Pluralul substantivelor feminine


singular

plural

exemple
la rosa le rose, lisola le isole, la borsa

(geanta) le borse, la parola (cuvntul) le


parole, lanima le anime

i sau
invariabile

ca,

che,

ga

ghe

la mano le mani
la foto le foto, lauto le auto
Particularitate: la eco (ecoul) gli echi
lamica le amiche, la cuoca (buctreasa)
le cuoche, loca (gsca) le oche, la riga
(rndul, linia) le righe
la mancia (baciul) le mance, la pancia
(burta) le pance, la roccia (stnca) le
rocce, la traccia (urma) le tracce, la

consoan
+
cia, gia

ce, ge

spiaggia (plaja) le spiagge, la pioggia


(ploaia) le piogge
Particulariti: la provincia le province /
provincie, la denuncia (denunul) le
denunce / denuncie

30

la camicia (cmaa) le camicie, laudacia


(ndrzneala) le audacie, lefficacia
(eficacitatea) le efficacie, la bugia
(minciuna) le bugie, la nostalgia le

vocal
+

cie, gie

nostalgie, la farmacia le farmacie, la


magia le magie

cia, gia

Particulariti: la valigia (valiza) le


valigie/ valige, la ciliegia (cireaa) le
ciliegie/ciliege
la luce (lumina) le luci, la nipote le
e

nipoti, la rondine le rondini, la fronte le


fronti, la parte le parti
la specie le specie, lantitesi le antitesi,
la citt le citt

ie, i,
parole
tronche

invariabile

Excepie: la moglie le mogli


Particularitate: la superficie le superfici/
superficie

Pluralul substantivelor compuse


Substantivele compuse se formeaz, de obicei, prin unirea a dou. La
plural numai unul sau ambele elemente componente i schimb
terminaia.
1. Al doilea element i schimb terminaia:

substantiv + substantiv: larcobaleno (curcubeul) gli arcobaleni,

31

la madreperla (soica de perle) le madreperle, la banconota le


banconote, il terremoto (cutremurul) i terremoti
Particularitate: il pescecane (rechinul) i pescecani / i pescicane
Excepii: il crocevia (intersecia) i crocevia, il cruciverba (cuvintele
ncruciate) i cruciverba

adjectiv + substantiv: laltoparlante (difuzorul) gli altoparlanti, il


mezzogiorno (amiaza) i mezzogiorni, il francobollo (timbrul) i
francobollo, il bassorilievo (basorelieful) i bassorilievi
Excepie: la mezzaluna (semiluna) le mezzelune

adverb / prepoziie + substantiv: lantipasto (aperitivul) gli


antipasti, il malfattore (rufctorul) i malfattori, il dopopranzo
(dup-amiaza) i dopopranzi, il soprabito (pardesiul) i soprabiti, il
soprannome (porecla) i soprannomi, il sottopassaggio
Particulariti: il doposcuola (meditaii la sfritul orelor) i
doposcuola, il fuoricorso i fuoricorso, il senzatetto (persoan fr
locuin) i senzatetto

adjectiv + adjectiv / verb: il pianoforte i pianoforti, il sordomuto


i sordomuti, il belvedere (terasa) i belvedere, il chiaroscuro
(alternana de lumini i umbre) i chiaroscuri

verb + substantiv la singular masculin: il battibecco (altercaie) i


battibecchi, il passaporto i passaporti, il grattacielo (zgrie norii)
i grattacieli il parafulmine (paratrznetul) i parafulmini

substantiv + prepoziie + substantiv: la messinscena (punerea n


scen) le messinscene
Excepie: il ficodindia (fruct de nopal) i fichidindia
Particularitate: il pomodoro (roia) i pomodori / i pomidoro
32

[dialectal] / i pomidori [popular]


2. Ambele elemente i schimb terminaia:

substantiv + adjectiv: la cassaforte (seiful) le casseforti, la


terracotta le terrecotte
Excepie: il palcoscenico (scena) i palcoscenici

3. Substantivele compuse rmn invariabile:

verb + substantiv la plural: laccendisigari (brichet) gli


accendisigari, lattaccapanni (cuierul) gli attaccapanni, lo
stuzzicadenti (scobitoarea) gli stuzzicadenti, il paracadute
(parauta) i paracadute

verb + substantiv feminin la singular: il bucaneve (ghiocelul) i


bucaneve, laspirapolvere (aspiratorul) gli aspirapolvere, il
portacenere (scrumiera) i portacenere

verb + verb / adverb: il lasciapassare (permis de liber trecere) i


lasciapassare, il saliscendi (clana) i saliscendi, il dormiveglia
(dormitare) i dormiveglia

4. Substantivele compuse cu capo:

primul element i schimb terminaia: il capoufficio (eful de


birou) i capiufficio, il capocattedra i capicattedra, il caposquadra
(eful de echip) i capisquadra, il capofamiglia i capifamiglia, il
capolista i capilista
Atenie: n cazul substantivelor forma de feminin rmne invariabil la
plural: la caposquadra le caposquadra

al doilea element i schimb terminaia: il capogiro (ameeala) i


capogiri, il capoverso (paragraful) i capoversi, il capolavoro
33

(capodopera) i capolavori, il capolista i capoliste

ambele elemente i schimb terminaia: il capotecnico (ef de


serviciu tehnic) i capitecnici

dou forme de plural: il capoluogo (capitala unei provincii) i


capoluoghi/i capiluoghi, il capotreno (eful de tren) i capotreni/i
capitreni, il capocuoco (buctarul ef) i capocuochi/icapicuochi.

Substantive invariabile
Snt invariabile substantivele care au aceeai form la singular i la
plural.

substantivele care se termin cu i: la tesi le tesi, lanalisi le


analisi, il brindisi i brindisi, la diagnosi le diagnosi

substantivele care se termin cu ie: la specie le specie, la serie le


serie, la carie le carie

substantivele masculine cu desinena a: il boia i boia, il sosia i


sosia, il cinema i cinema, il vaglia i vaglia

cuvintele trunchiate: il fal (focul de tabr) i fal, il caff i caff,


lattivit le attivit, luniversit le universit

cunvintele care se termin cu consoan: lo sport gli sport, lo stop


gli stop, lo yacht gli yacht, il golf i golf, lalbum gli album

cuvintele monosilabice: la gru (macaraua, cocorul) le gru, il re i


re, il d i d, il t (ceaiul) i t

substantivele abreviate de origine strin: la foto le foto, lauto le


auto, la moto le moto
34

substantivele compuse dintr-un verb i un substantiv la plurale: il/i


portalettere (pota), il/i saliscendi (clan).

Substantive cu dou forme de plural


Snt substantivele masculine care la singular se termin n o i care
au la plural dou forme: una masculin terminat n i (de obicei cu sens
figurat) i una feminin terminat n a (de obicei cu sens propriu).
Cele mai comune snt:

il braccio

i bracci (braele de scaun, de ru)


le braccia (braele omului)

il dito

i diti (degetele ca unitate de msur)


le dita (toate degetele minii)

il ciglio

i cigli (marginile fig.)


le ciglia (genele)

il labbro

i labbri (marginile unei rni, ale unui an)


le labbra (buzele)

il muro

i muri (zidurile unei case)


le mura (zidurile unei ceti, unui ora)

il filo

i fili (firele)
le fila (firele fig., complotul)

il lenzuolo

i lenzuoli (cearafurile considerate individual)


le lenzuola (aternutul)

il grido

i gridi (strigtele de animale)


le grida (strigtele omului)

35

lurlo

gli urli (urletele de animale)


le urla (urletele omului)

losso

gli ossi (oasele)


le ossa (osatura omului)

il fondamento

i fondamenti (bazele fig.: unei tiine)


le fondamenta (temeliile unei cldiri)

il gesto

i gesti (gesturile)
le gesta (fapte eroice)

36

ADJECTIVUL
Adjectivele limbii italiene se mpart n dou categorii: adjective
calificative (aggettivi qualificativi) i adjective determinative sau
pronominale (aggettivi determinativi / pronominali).

Adjectivele calificative
Adjectivele calificative specific una sau multe caliti ale
substantivului pe care-l nsoete.
Femininul i pluralul adjectivelor
n funcie de numrul desinenelor pe care le pot avea, adjectivele pot
fi mprite n patru:

singular
masculin

plural
feminin

masculin

feminin

buono

buona

buoni

buone

4 desinene:

vuoto (gol)

vuota

vuoti

vuote

-o, -a, -i, -e

onesto (cinstit)

onesta

onesti

oneste

piccolo (mic)

piccola

piccoli

piccole

37

3 desinene:
-a, -i, -e

ottimista

ottimisti

ottimiste

entusiasta

entusiasti

entusiaste

altruista

altruisti

altruiste

egoista

egoisti

egosite

ipocrita

ipocriti

ipocrite

giovane (tnr)

giovani

2 desinene:

intelligente

intelligenti

-e, -i

forte (puternic)

forti

grande (mare)

grandi

invariabile

dispari (impar), dabbene (cumsecade), blu (albastru)

Snt invariabile:

pari, dispari i impari: quatro un numero pari; tre e sette sono


numeri dispari; stiamo assistendo a una lotta impari;

Unele adjective care indic o culoare, amaranto (purpuriu), lilla,


rosa, viola: due automobili amaranto, alcuni confetti rosa.
Adjectivele marrone i arancione pot avea i plural n i: Prendo i
pantaloni marrone (sau marroni). Adjectivele compuse substantiv
(culoarea) + substantiv (termenul de comparaie) snt de obicei
invariabile: verde bottiglia, giallo ocra, rosso fuoco: una ragazza
dagli occhi verde smeraldo, mi piacciono le automobili rosso fuoco;

alte categorii gramaticale folosite ocazional ca adjective: locuiuni


adverbiale: dabbene, perbene, dappoco, ammodo (delle persone
dabbene, dei vicini di casa ammodo) i infinitivul avvenire (i secoli
avvenire).

adjectivul arrosto (fript): questa rosticceria prepara degli ottimi polli


38

arrosto;

adjectivele care se termin cu vocal accentuat i adjectivele de


origine strin care se termin cu o consoan: magliette (bluzie) blu,
tradizioni ind, ragazze snob, locali chic.

Unele adjective au form dubl:


-

inodore / inodoro, insapore / insaporo (au acelai sens);

fine (sens figurat: rafinat, elegant) sau fino (uz literar: subtil).

Observaie: n general, pluralul adjectivelor se formeaz dup aceleai


reguli ca i pluralul substantivelor (romantico romantici, bianco
bianchi = albi, serio seri, nato natii, saggia sagge = nelepte)
Femininul i pluralul adjectivelor compuse:

la adjectivele formate din adjectiv + adjectiv se modific desinena


celui de-al doilea termen: la maglia biancoceleste le maglie
biancocelesti, lo scambio italo-rumeno gli scambi italo-rumeni.

adjectivele formate cu prefixul anti- snt, n general, variabile


(antiarereo/a/i/e, anticlericale/I).
Excepie: anticarie, antiacido, antifurto, antinebbia (dispozitiv
anticea)

Acordul adjectivelor
Adjectul se acord ntotdeauna cu adjectivul pe care-l determin: le
39

belle serate estive, una lunga giornata


n cazul n care adjectivul determin mai multe substantive intervin
unele reguli de acord:

Dac substantivele snt de gen masculin, adjectivul va fi la masculin:


un cane e un gatto neri.

Dac substantivele snt de gen feminin, adjectivul va fi la feminin:


una maglietta e una gonna bianche.

Dac substantivele au genuri diferite, adjectivul va fi la masculin:


una valigia e uno zaino grigi.
Observaie: snt situaii n care acordul se face cu substantivul cel mai
apropiat: un cestino di lamponi e fragoline freschissime (un coule cu
zmeur i fragi foarte proaspete).

Poziia adjectivelor
n italian, adjectivul calificativ poate sta att nainte ct i dup
substantivul la care se refer. n general adjectivul care preced
substantivul are funcie descriptiv, cel care l urmeaz funcie restrictiv.
Andr ad abitare nella vecchia casa dei nonni. (M voi duce s
locuiesc n vechea cas a bunicilor)
Andr ad abitare per qualche tempo nella casa vecchia. (M voi duce
s locuiesc pentru ctva timp n casa veche)
De cele mai multe ori, totui, adjectivul este aezat dup substantiv.
Iat unele situaii:
40

cnd se insist asupra calitii substantivului: un sole abbagliante (un


soare orbitor), una ragazza simpatica, uno sguardo intelligente (o
privire inteligent)

cnd adjectivul este exprimat prin participiu prezent sau trecut: un


invito allettante (o invitaie atractiv), una chiesa restaurata

cnd adjectivul este urmat de un complement:

cnd adjectivul este derivat cu sufixe: una stanza piccolina (o camer


micu).

Precede substantivul n urmtoarele situaii:

cnd adjectivul are funcie de epitet: la nota scrittrice (binecunoscuta


scriitoare), una bella notizia (o veste bun), una splendida giornata

cnd adjectivul face parte dintr-o expresie: la bella vita (viaa


comod), il gentil sesso (sexul slab), lonorata societ (mafia), il
Nuovo Mondo (continentul american), ad alta voce, ad alto volume,
di buon gusto, di cattivo gusto, a buon mercato (ieftin) .

Adesea

poziionarea

naintea

substantivului

presupune

folosirea

adjectivului n sens figurat.


sens figurat

sens propriu

alto

un alto magistrato (important)

un magistrato alto (nalt)

grosso

un grosso scrittore (important)

uno scrittore grosso (gras)

vecchio

un vecchio amico (vechi)

un amico vecchio (btrn)

buono

un buon medico (bun)

un medico buono (sufletist)

certo

avere certe informazioni (nite)

informazioni certe (sigure)

conoscere diverse persone

conoscere persone diverse

(multe)

(diferite)

diverso

41

Atenie:

alta / bassa pressione presiune mare / mic


pressione alta / bassa tensiune mare / mic

Observaii:

cnd adjectivul bello precede un substantiv i adapteaz formele dup


modelul articolului hotrt.
il paese

bel paese

lo spettacolo

bello spettacolo

lamico

bellamico

i momenti

bei momenti

gli scherzi

begli scherzi

gli occhi

begli occhi

la ragazza

bella ragazza

lesperienza

bellesperienza

le cose

belle cose

le occasioni

belle occasioni

La fel se comport i adjectivul demonstrativ quello.

i adjectivele buono i grande sufer modificri cnd snt aezate


naintea unui substantiv. Acestea urmeaz modelul articolului
nehotrt:

ular

sing

buono
+
substantiv

grande

s + cons., z,

buono spettacolo

grande schermo

ps, pn, gn, y, x

buono psichiatra

grande psichiatra

42

masculin

buon divertimento!
consoan

(distraie plcut!)
buon viaggio

granduomo

buon amico

grandingegno

buona notizia

gran fatica

buona giornata

gran pazzia

buonanima*

grandanima

buonaria

grandoccasione

s + cons., z,

buoni gnocchi

grandi sportivi

ps, pn, gn, y, x

buoni yogurt

grandi studiosi

consoan

buoni compagni

gran signori

buoni orologi

granduomini

(ceasuri bune)

grandi artisti

buone scelte

gran donne

(alegeri bune)

grandi scoperte

consoan

substantiv
feminin

+
substantiv
plural

masculin

vocal

vocal
consoan

substantiv
feminin

gran talento

buon albergo

vocal

gran problema

vocal

buone amiche

grandofferte
grandi imprese

* Tendina limbii italiene actuale este evitarea elidrii vocalei a la


feminin singular: buona anima, buona iniziativa.

Gradele de comparaie ale adjectivului


A. Pozitiv forma de baz a adjectivului, cea care apare n dicionare
43

Marco alto. (Marco e nalt) Andrea bello. (Andrea e frumos)

B. Comparativ
1. de superioritate (maidect):
- pi

+ di:

Paolo pi intelligente di Marco.

+ che:

Paolo pi intelligente che studioso.

+ adjectiv

Observaie:
Se folosete prepoziia di atunci cnd al doilea termen de comparaie
este exprimat prin substantiv (Il libro pi interessante del film), prin
pronume (E pi elegante di te) sau prin adverb (Sono pi allegra di
prima Snt mai bucuroas dect nainte).
Se folosete prepoziia che atunci cnd al doilea termen de comparaie
este exprimat prin substantiv sau pronume precedate de prepoziie (Laura
pi gentile con Maria che con Alessia, Laura pi gentile con te che
con me), cnd se compar verbe sau adverbe (E pi facile parlare che
scrivere, E pi bravo ora che prima) sau cnd se compar dou adjective
care se refer la acelai substantiv (Sei piuttosto simpatica che bella).
2. de inferioritate (mai puin dect):
- meno

+ di:

Paolo meno intelligente di Marco.

+ che:

Paolo meno intelligente che studioso.

+ adjectiv

3. de egalitate (la fel de ca):

44

- tanto

+ quanto: Paolo tanto intelligente quanto Marco.


+ adjectiv
+ come:

- cos

Paolo cos intelligente come studioso.

Ocazional, tanto poate lipsi: Paolo intelligente quanto Marco.

C. Superlativ
1. Relativ
a. de superioritate (cel maidin / dintre):
articol
hotrt

+ pi

+adjectiv + di:

Lui il pi bravo (della classe).

Observaii:
Dac al doilea termen de comparaie este la plural, acesta poate fi
introdus i de tra / fra: E il pi alto fra i suoi amici.
Cnd al doilea termen este echivalent cu tutti (toi), poate lipsi, fiind
subneles: E il pi immaginativo.
Substantivul la care se refer adjectivul poate fi pus nainte sau dup
adjectiv:
Questa la pi bella foto dellalbum.
Questa la foto pi bella dellalbum.
b. de inferioritate (cel mai puin din / dintre):
articol
hotrt

+ meno

+adjectiv

+ di:

45

Lui il meno bravo (della classe).

2. Absolut (foarte):
Exist mai multe moduri de a forma superlativul absolut.

Prin adugarea sufixului issimo: buono buonissimo, felice


felicissimo, bello bellissimo
Excepii:
celebre (celebru)

celeberrimo

acre (acru)

acerrimo

misero (srccios, mizer)

miserrimo

integro (integru)

integerrimo

salubre (sntos)

saluberrimo

benefico (binefctor)

beneficentissimo

magnifico (mre)

magnificentissimo

benevolo (binevoitor)

benevolentissimo

munifico (generos)

munificentissimo

ampio (vast)

ampissimo / amplissimo

aspro (aspru)

asprissimo / asperrimo

Regula de formare a superlativului absolut se poate aplica i la unele


substantive

sau

adverbe:

amicissimi,

augurissimi,

finalissima,

occasionissima, affarissimo, daccordissimo.


Particulariti:
-

unele adjective care se termin n eo, -io i uo (fulmineo,


ricattatorio, ingenuo ecc.) pentru a reda ideea de superlativ absolut
recurg la adverbele veramente sau davvero: un gesto veramente
fulmineo (un gest cu adevrat fulgertor), un affare davvero
46

proficuo (e ntr-adevr o afacere profitabil).

cu ajutorul adverbelor molto i assai: molto bello, bello assai


Atenie: Assai antepus adjectivului este echivalent cu abbastanza
(destul de): assai bello

cu ajutorul adverbelor oltremodo, straordinariamente, proprio,


notevolmente, particolarmente, , estremamente: La tua offerta
estremamente invitante. (Oferta ta este extrem de atractiv)

prin reluarea adjectivului: andare svelto svelto (repede repejor),


sembrare piccolo piccolo.

ntrind adjectivul cu tutto: sono tutto emozionato

cu prefixele arci-, extra-, iper-, sovra- o sopra-, stra-, ultra-,


super-:

arcipieno,

arcicontento,

extramorbido,

iperaffaticato,

ipersensibile, sovraccarico, stracarico, stracotto, ultramoderno,


ultrarapido, superinteressante.

Comparative i superlative sintetice


Sintetice pentru c snt formate dintr-un singur cuvnt. Snt de
provenien latin i coexist cu formele regulate.
positivo

buono

cattivo
grande

comparativo di

superlativo

superlativo

maggiornaza

relativo

assoluto

pi buono

il pi buono

buonissimo

migliore

il migliore

ottimo

pi cattivo

il pi cattivo

cattivissimo

peggiore

il peggiore

pessimo

pi grande

il pi grande

grandissimo

47

piccolo

molto

maggiore

il maggiore

massimo

pi piccolo

il pi piccolo

piccolissimo

minore

il minore

minimo

pi

il pi

moltissimo
il pi

Mai exist unele comparative (anteriore, psteriore, inferiore,


superiore, interiore, esteriore, ulteriore) i superlative (postumo, infimo,
supremo o sommo, intimo, estremo, prossimo, primo, ultim) derivate tot
din latin i care nu au gradul pozitiv.

Adjectivele pronominale
1. Adjectivele i pronumele posesive
Pronumele i adjectivele posesive au aceeai form de aceea snt
prezentate mpreun. Dar pronumele nlocuiete un substantiv deja
exprimat, n timp ce adjectivul nsoete ntotdeauna substantivul la care
se refer:
Il mio (adjectiv) vestito blu, il tuo (pronume) rosso.
masculin

feminin

singular plural singular

plural

mio

miei

mia

mie

tuo

tuoi

tua

tue

suo

suoi

sua

sue

48

Suo

Suoi

Sua

Sue

nostro

nostri nostra

nostre

vostro

vostri

vostra

vostre

loro

loro

loro

loro

Loro

Loro

Loro

Loro

Pronumele posesiv este precedat de articolul hotrt corespunztor


genului i numrului: Le tue cose sono qui, le mie sono a casa.

Snt considerate posesive i adjectivele proprio (Ha fatto tutto con le


proprie / sue mani) i altrui (Non mi interessano le cose altrui = ale
altcuiva).

Sensurile speciale ale pronumelui posesiv:


-

I miei sono a casa (Prinii mei snt acas). E valabil pentru toate
formele de masculin plural.

Non gli bastava mai il suo. (Nu-i era niciodat de-ajuns partea lui)

Le scrivo, in risposta alla Sua del 15 maggio. (V scriu pentru a


rspunde la scrisoarea dumneavoastr de pe 15 mai)

Hai loccasione di dire la tua. (Ai ocazia s-i spui prerea)

Ha combinato di nuova una delle sue. (Iar a fcut una dintre isprvile
lui obinuite)

Folosirea articolului hotrt cu adjectivul posesiv


Nu se folosete articolul atunci cnd:

Adjectivul posesiv nsoete un substantiv la singular ce exprim un


49

grad de rudenie de gradul nti (n italiana actual regula tinde s se


extind la toate gradele de rudenie). Regula nu se aplic n cazul lui
loro i nici al formelor diminutivale:
mia madre

la mia mamma

la loro madre

mio padre

il mio babbo / il mio pap

il loro padre

mio fratello il mio fratellino

il loro fratello

la mia sorellina

mia sorella

la loro sorellina

nici gradelor de rudenie nsoite de un adjectiv calificativ: la mia


cara madre, nici formelor de plural: i miei fratelli, le mie sorelle.

face parte din unele expresii cristalizate: a mio parere, a modo mio,
per merito tuo etc.

la vocativ: Signori miei, bisogna fare qualcosa.

2. Adjectivele i pronumele demonstrative


Indic o persoane, animale sau lucruri definind raporturile lor de
apropiere sau de ndeprtare fa de cine vorbete sau ascult.
Preferisci queste scarpe o quelle?
A. Adjectivele

demonstrative

care

au

aceeai

form

pronumelor:

singolare

plurale

maschile

femminile

maschile

femminile

questo

questa

questi

queste

50

cu

codesto

codesta

codesti

codeste

quello

quella

quelli

quelle

stesso

stessa

stessi

stesse

medesimo medesima medesimi medesime


tale

tale

tali

tali

Questo (acesta) arat apropierea:


Questo libro mi piace. (adjectiv)
E questo il libro che volevo. (pronume)

Codesto (este folosit cu precdere n limbajul literar sau birocratic)


arat apropierea fa de cine ascult:
Codesto che stai sfogliando non il giornale che ti ho portato.
(Acesta pe care-l rsfoieti nu este ziarul pe care i l-am adus)
Lo dichiarante asserisce di essersi gi rivolto a codesto ufficio.
(Declarantul afirm c s-a adresat deja acestui birou)

Quello (acela) indic ndeprtarea de cine ascult sau vorbete:


Quella stata unesperienza indimenticabile.
Quella esperienza tuttora indimenticabile.

Stesso (mai uzual) i medesimo se numesc identificative deoarece


indic identitatea sau egalitatea dintre persoanele i lucrurile pe care
le substituie:
I problemi sono gli stessi di sempre.
Mi confronto sempre con gli stessi problemi.
Expresie cu stesso: Fai come vuoi, per me / fa lo stesso. (F cum
vrei, mi-e indiferent)

Tale, ca pronume demonstrativ, este echivalent cu acea persoan:


51

Lui il tale che ti cercava.


A tali parole (= quelle), lui se ne and. (La acele cuvinte, plec)
B. Pronumele demonstrative care nu pot fi niciodat adjective:
singolare

plurale

maschile femminile maschile femminile

questi

quegli

costui

costei

costoro

costoro

colui

colei

coloro

coloro

ci

Chiar dac au form de plural, questi i quegli desemneaz un


substantiv masculin singular cu funcie de subiect. Questi se refer la
o persoan apropiat, quegli la una ndeprtat.
Paolo e Carlo sono fratelli. Questi (Paolo) ha otto anni, quegli
(Carlo) ne ha undici.
Aparinnd mai ales limbajului literat, n italiana de azi se prefer
nlocuirea lor cu demonstartivele questo i quello.

Pronumele demonstrativ costui (costei, costoro) este echivalent cu


questo, dar se refer numai la persoane. Aparine tot limbajului
literar:
Evita di frequentare costui!
Che cosa vuole costei da me?
Cacciate via costoro. (Alungai-i pe acetia)

Pronumele demonstrativ colui (colei, coloro) este echivalent cu


52

quello, dar se refer numai la persoane. Folosit, de asemenea, tot n


limbajul literar are adesea o nuan peiorativ:
Che pretende da te colui? (Ce pretinde la de la tine?)
Non voglio saperne di colei. (Nu vreau s tiu nimic de aceea)
Coloro sono molto furbi. (Aceia snt foarte vicleni)
n limba vorbit de nivel mediu, colui se folosete numai mpreun cu
pronumele relativ che sau il quale (mai rar):
Perdona colui che ti offende.
Ricordati di coloro che ti hanno fatto bene.
n general colui che i colei che pot fi nlocuite de relativul chi:
Fidati di chi ha pi esperienza di te.

ci este invariabil i are numai valoare neutr. Este echivalent cu:


questa cosa, queste cose, quella cosa, quelle cose:
Ci mi preoccupa.
Non voglio sentire pi di ci.
De obicei ci este substituit de questo sau quello cu valoare neutr:
Questo mi preoccupa.
Non voglio sentire pi di quello.
Cnd este folosit cu valoare de complement direct sau indirect, ci este
nlocuit de ne (= di ci), ci (= a ci) i lo (= ci).
Te ne (= di ci) parler al pi presto.
Ci (= a ci) far caso.
Mi costringi ad accettarlo (= ci).

3. Adjectivele i pronumele nehotrte

53

Se numesc nehotrte pentru c nu dau indicaii precise asupra


obiectului:
Certa gente incapace di pensare anche agli altri. (Unii oameni nu se
pot gndi i la alii)
A. Pronumele care pot fi i adjective nehotrte:

singolare

plurale

maschile

femminile

maschile

femminile

alcuno

alcuna

alcuni

alcune

taluno

taluna

taluni

talune

certuno

certuna

certuni

certune

certo

certa

certi

certe

ciascuno

ciascuna

nessuno

nessuna

altro

altra

altri

altre

tale

tale

tali

tali

troppo

troppa

troppi

troppe

parecchio

parecchia

parecchi

parecchie

molto

molta

molti

molte

poco

poca

pochi

poche

tutto

tutta

tutti

tutte

tanto

tanta

tanti

tante

alquanto

alquanta

alquanti

alquante

altrettanto altrettanta altrettanti altrettante


diverso

diversa

diversi

54

diverse

vario

varia

vari

varie

Alcuno (vreunul, nici unul, nite) este variabil n gen i numr. La


singular, se folosete n frazele negative.
Non si vede alcuno. (Nu se vede ninmeni pronume)
Non c alcun problema . (Nu este nici o problem adjectiv)
Ho alcune idee sul da farsi. (Am cteva idei asupra a ceea ce este de
fcut - adjectiv)

Certuno i taluno
Se folosesc mai ales la plural.
Certune giornate sono proprio impossibili. (Unele zile snt ntradevr imposibile)
Taluni erano daccordo con me. (Unii erau de acord cu mine)

Certo (anume, unul)


Ho una certa idea. (Am o oarecare idee)
Ca pronume se folosete numai la plural:
Certi non sanno proprio quel che vogliono!

Ciascuno (fiecare)
Ciascuno scrittore ha il suo proprio stile.
Cera un regalo per ciascuno.

Nessuno (nimeni)
Ultimamente, nessun amico venuto a trovarmi. (n ultimul timp nici
un prieten nu a venit n vizit la mine).
n propoziiile negative are sensul de cineva.
C nessuno a casa? (E cineva acas?)
Atenie:
55

Nu m-a auzit nimeni. Non mi ha sentito nessuno.


Nessuno non mi ha sentito.

Altro (altcineva, altceva)


Viaggiare significa conoscere altra gente, altre culture.
Non badare a quello che ti dicono gli altri. (Nu da atenie la ce soun
alii)
Un altro non ti avrebbe perdonato. (Altul nu te-ar fi iertat)
Altro este folosit n corelaie cu pronumele nehotrt uno n expresii
precum: luno laltro (unul pe cellalt), gli uni gli altri (unii i
alii): Ho accontentato gli uni e gli altri. (Le-am fcut pe plac i unora
i altora.)

Tale
Una tale offerta non va rifiutata. (O astfel de ofert nu trebuie
refuzat)
Indic o persoan a crei identitate nu este cunoscut: Ti ha cercato
un tale. (Te-a cutat un individ)
Cnd

identitatea

este

cunoscut,

tale

este

precedat

de

demonstrativele quello, quella, quelli, quelle: Ti ha cercato quel tale.

Troppo indic o cantitate n exces.


C troppo rumore, abbassate il volume. (E prea mult zgomot, dai
volumul mai ncet)
Non centrano tutti, sono troppi. (Nu ncap toi, snt prea muli)

Parecchio indic o cantitate semnificativ, dar nu foarte mare:


Ho parecchi amici. (Am destui prieteni / ct s-mi ajung)

Parecchi hanno saputo rispondere.


56

Molto
Ho visto molte cose nella mia vita.
Molti di noi sono tornati a piedi.

Tanto
Ho tante speranze. Chiss se si avvereranno? (Am attea sperane.
Cine tie dac se vor ndeplini?)
Di tutte le cose conservate, tante sono inutili.

Poco
Quella ha poca pazienza!
Lanno scorso cerano molti giovani, questanno pochi.

Tutto
Cnd este adjectiv, articolul hotrt se poziioneaz ntre pronume i
substantivul determinat.
Tutte le volte che lo vedo allegro.
Ca pronume arat totalitatea: Tutti fanno il loro dovere.

Alquanto (ceva)
Indic o cantitate a mijloc ntre puin i mult.
Per fortuna, cerano alquanti partecipanti.
Hai avuto paura?
Io ne ho avuta alquanta.

Altrettanto (la fel de, tot att)


Ho lavorato molto, ma poi ho ricevuto altrettanti complimenti.
Buone vacanze!
Altrettanto!

Diverso i vario
Ho letto diversi / vari libri su questo argomento.
57

Vari dicono che la colpa sia sua.

B. Snt numai adjective:

Ogni (orice):
Ogni persona libera di fare quello che ritiene giusto. (Orice
persoan e liber s fac ceea ce consider a fi corect)

Qualche este urmat ntotdeauna de substantiv la singular i are mai


multe nelesuri n funcie de context:
Aspetta qualche minuto. (Ateapt cteva minute)
Non trovo gli occhiali. Devono essere da qualche parte. (Nu gsesc
ochelarii. Trebuie s fie pe undeva)
Ho una qualche esperienza nel campo... (Am o oarecare experien n
domeniul...)

Qualsiasi (orice)
Sono pronto a qualsiasi notizia. (Snt pregtit pentru orice fel de
veste)
n cazul unui substantiv la plural, se postpune acestuia: Non sono
persone qualsiasi, ma grandi artisti.

Qualunque (orice)
Puoi chiamarmi a qualunque ora.

C. Pronumele care nu pot fi i adjective:

singolare
maschile

plurale

femminile
58

maschile femminile

uno

una

qualcuno

qualcuna

ognuno

ognuna

chiunque

chiunque

chicchessia

chicchessia

qualcosa

alcunch

checch

checchessia

niente

nulla

altri (un altro)

Uno (cineva) o persoan a crei identitate nu se cunoate:


venuto uno a chiedere di te.
Se poate referi i la lucruri: Questa una delle zone pi belle del
paese.
Se folosete i n corelaie cu pronumele nehotrt altro.
Luno o laltro si faranno vivi. (Unul sau altul va da semne de via)
Gli uni dicono di s, gli altri di no. (Unii zic da, alii nu.)

Qualcuno (cineva)
Qualcuno ha preso il mio libro.
n anumite situaii are sens i de persoan cunoscut:
Un giorno diventerai qualcuno.

Ognuno (fiecare)
Ognuno responsabile delle proprie azioni.
59

Chiunque (oricine)
Chiunque avrebbe fatto lo stesso.

Qualcosa (ceva)
C qualcosa che mi preoccupa.
Dac este urmat de un adjectiv calificativ cere prepoziia simpl de:
successo qualcosa di bello.
Poate fi substantivat: Ho notato un qualcosa di strano nel suo
sguardo.

Alcunch se folosete foarte rar. Este echivalent cu qualcosa.


C alcunch nel suo atteggiamento che non mi convince.

Checch + conjunctiv (orice)


Nu se mai folosete fiind nlocuiit de qualsiasi cosa: Checch tu ne
dica, io ci andr.

Checchessia (orice-ar fi): Si accontenta di checchessia.

Niente i nulla (nimic)


Ormai nulla si pu fare.
Niente perduto.
n propoziiile interogative are sens de qualcosa: C niente da
mangiare?

Altri (altcineva) se folosete pentru a desemna un substantiv masculin


singular: Altri potrebbe accusarti, io non lo faccio.

60

NUMERALUL
Clasa numeralului este una eterogen fiind format din: adjective (una
seconda opportunit), pronume (sono arrivati entrambi), substantive (il
due nel quattro ci sta due volte).
cifra arab

numeral cardinal

cifra roman

numeral ordinal

uno, una

primo, -a, -i, -e

due

II

secondo

tre

III

terzo

quattro

IV

quarto

cinque

quinto

sei

VI

sesto

sette

VII

settimo

otto

VIII

ottavo

nove

IX

nono

10

dieci

decimo

11

undici

XI

undicesimo

12

dodici

XII

dodicesimo

13

tredici

XIII

tredicesimo

14

quattordici

XIV

quattordicesimo

15

quindici

XV

quindicesimo

16

sedici

XVI

sedicesimo

17

diciassette

XVII

diciassettesimo

18

diciotto

XVIII

diciottesimo

19

diciannove

XIX

diciannovesimo

61

20

venti

XX

ventesimo

30

trenta

XXX

trentesimo

40

quaranta

XL

quarantesimo

50

cinquanta

cinquantesimo

60

sessanta

LX

sessantesimo

70

settanta

LXX

settantesimo

80

ottanta

LXXX

ottantesimo

90

novanta

XC

novantesimo

100

cento

centesimo

200

duecento

CC

duecentesimo

300

trecento

CCC

trecentesimo

400

quattrocento

CD

quattrocentesimo

500

cinquecento

cinquecentesimo

600

seicento

DC

seicentesimo

700

settecento

DCC

settecentesimo

800

ottocento

DCCC

ottocentesimo

900

novecento

CM

novecentesimo

1000

mille

millesimo

2000

duemila

MM

duemillesimo

Numeralul cardinal
Numeralele de la uno la dieci, venti, cento i mille snt cuvinte
primitive. Zecile care se termin n anta (trenta, quaranta...) snt
cuvinte derivate. Toate celelalte snt cuvinte compuse pentru c snt

62

constituite din mai multe elemente care se scriu mpreun (diciassette,


diciannove, ventisette, ventinove).
Observaii:

Numeralele compuse cu uno i otto pierd vocala final: ventuno,


ventotto, trentuno, trentotto...
Excepie: milleuno (1001), milleotto (2008)

Numeralele compuse cu tre vor fi ntotdeauna accentuate: ventitr,


trentatr

Numeralele cardinale snt invariabile, cu excepia lui uno, care are


form de feminin: una (Compro soltanto una) i mille, care are form
de plural mila: lanno duemilaquattro.

Numeralele milione i miliardo se comport ca substantivele, avnd


form de plural: milioni, miliardi.

Numeralele compuse se scriu de obicei ntr-un singur cuvnt:


1979 millenovecentosettantanove

Numeralul cardinal indic data calendaristic: Sono nata il 22


gennaio, Lappuntamento per l11 luglio (ntlnirea e pe 11 iulie)

Numeralul exprim ora:


Che ora ?

E luna.

Che ore sono?

Sono le (ore) dieci in punto / precise. (10.00)


Sono le dieci e cinque (minuti).

(10.05)

Sono le dieci e un quarto.

(10.15)

Sono le dieci e mezzo.

(10.30)

Sono le undici meno venti.

(10.40)

63

Numeralul ordinal
Pn la 10 formele numeralului ordinal snt derivate din latin: il
secondo, il quinto, il settimo...
Restul se formeaz din numeralul cardinal care pierde vocala final
i primete n schimb sufixul esimo (la masculin), -esima (la feminin).
Excepie: Numeralele compuse cu tre: ventitreesimo, trentatreesimo...
Observaii:

Forma numeralului cardinal:

articol hotrt + numeral: Dicembre il dodicesimo mese dellanno.


Mamma la prima parola che uno dice.

Numeralul ordinal se acord n gen i numr cu substantivul pe


care-l determin.

Cum se noteaz numeralul ordinal:


il tredicesimo XIII / 13
la nona IX / 9a

Exprimarea secolelor:

1201-1300

il tredicesimo secolo

il Duecento

1301-1400

il quattordicesimo secolo

il Trecento

1401-1500

il quindicesimo secolo

il Quattrocento

1501-1600

il sedicesimo secolo

il Cinquecento

1601-1700

il diciassettesimo secolo

il Seicento

1701-1800

il diciottesimo secolo

il Settecento

1801-1900

il diciannovesimo secolo

lOttocento

1901-2000

il ventesimo secolo

il Novecento

64

Alte numerale

Numeralele multiplicative indic de cte ori este mai mare o


cantitate fa de o alta: doppio, triplo, quadruplo, quintuplo,
sestuplo...
Snt variabile n gen i numr: Mi porti una doppia porzione di
patatine fritte (Aducei-mi o porie dubl de cartofi prjii)
Snt numerale multiplicative care se exprim prin numeralul cardinal
ce corespunde cantitii + volte: La tua stanza tre volte pi grande
della mia.
Tot multiplicative snt i numeralele: duplice, triplice, quadruplice,
quintuplice (dublu, triplu, cvadruplu sau format din dou, trei, patru,
cinci pri): Ho questo libro in duplice copia. (Am cartea aceasta n
dublu exemplar)

Numerale colective indic un numr exprimat n totalitatea sa. Nu


exist o serie complet. Cele mai ntlnite snt:
- paio (pereche: queste due paia di orecchini), coppia (pereche,
cuplu); dozzina; decina, trentina, centinaio, migliaio (aproximativ 10,
30, 100, 1000). Avr una trentina danni. (Trebuie s aib vreo 30 de
ani)
- termenii din metric: terzina, quartina, sestina, ottava, ecc.: Il
sonetto costituito da due quartine e da due terzine.
- substantivele care indic o perioad de dou, trei sau mai multe luni:
65

bimestre, trimestre, semestre, quadrimestre: Gli esami si fanno ogni


semestre.
- substantivele care indic vrsta unei persoane: decenne (cine are 10
ani),

quindicenne,

ventenne,

settantenne

(sau

settuagenario),

ottantenne (sau ottuagenario), novantenne (sau nonagenario).


- termenii muzicali: duetto (o duo), terzetto (o trio), quartetto,
quintetto: Ho ascoltato un allegro duetto.
-

pentru a indica un grup mai mare de dou persoane, se folosesc


formele: tutti e tre (o tutte tre), tutti e quattro .a.: Sono venuti tutti e
cinque alla mia festa. (Au venit toi cinci la petrecerea mea)
Observaie: Pentru a reda idea de tutti e due mai exist dou forme:
ambedue (invariabil) i entrambi (entrambe la feminin.
Ho visto ambedue le gemelle con entrambi i mariti.

Numeralele distributive arat modul n care persoanele sau lucrurile


snt distribuite n spaiu i n timp: (a) uno a uno (unu cte unu), (a)
due a due, (uno) per uno, (due) per due, uno per / alla volta (cte
unu), due ciascuno (cte dou pentru fiecare), quattro per ciascuno,
ogni tre (din trei n trei), ogni quattro, ecc.
Conta le banconote a una a una. (Numr bancnotele una cte una)
Ecco i panini, uno per ciascuno. (Iat sandviurile, cte unu pentru
fiecare.)
I bambini camminavano in fila per due. (Copii mergeau n ir doi cte
doi)

Numerale fracionare indic una sau mai multe pri dintr-un ntreg:
66

un quarto (1/4), due terzi (2/3), tre dodicesimi (3/12)


Ti sei mangiato tre quarti della torta da solo? (Ai mncat singur trei
sferturi din tort?)

67

PRONUMELE

Pronumele personale
Pronumele personale (i pronomi personali) indic participanii la
actul comunicativ: cine vorbete (persoana I), cine ascult (persoana a IIa) i despre cine / ce se vorbete (persoana a III-a).
Snt flexibile i se declin la fel ca i pronumele romneti dup gen
(masculin feminin la persoana a III-a), numr (singular - plural) i caz
(nominativ, acuzativ, dativ) .
Pronumele personale cu funcie de subiect

singular
masculin

plural
feminin

masculin

io (eu)

noi (noi)

tu (tu)

voi (voi)

lui (el)

lei (ea)

egli (el)

ella (ea)

esso (el)

essa (ea)

feminin

loro (ei / ele)


essi (ei)

esse (ele)

Observaii:

Pentru exprimarea persoanei a III-a exist mai multe posibiliti:

lui / lei snt formele cele mai utilizate n italiana actual. Se folosesc
pentru a desemna persoane, uneori chiar i animale sau lucruri, dar n
68

limba vorbit, n limbajul informal: Lui ha accettato linvito, ma lei


no.
-

egli / ella se refer numai la persoane. n prezent aceste forme aparin


limbajului literar, solemn: Dante il sommo poeta; egli nacque nel
1265.

esso / essa indic lucruri sau animale, dar i aceste forme snt din ce
n ce mai puin frecvente, avnd un caracter literar sau regional. n
limbajul familiar se prefer nlocuirea lor cu pronumele demonstrativ
de apropiere (questo / questa) sau cu pronumele lui / lei. Ho cercato
di prendere la gattina, ma essa (lei, questa) scappata

loro este forma cea mai uzual form de plural. Nu face distincia
ntre genul masculin i feminin: Sono state loro (fem.) ad avvisarci;
Sono stati loro (masc.) ad avvisarci.

essi / esse se refer att la persoane ct i la animale sau lucruri i snt


ntlnite cu prevalen n limbajul formal, literar: Il Parlamento ha
emanato nuove leggi: esse prevedono la modifica dellordinamento
giudiziario.

n italian ca i n romn folosirea pronumelor personale subiect


este facultativ, deoarece, dup cum se va vedea n capitolul
urmtor, verbele au terminaii proprii fiecrei persoane. Folosirea
pronumelor subiect are, de obicei, funcie enfatic, expresiv,
utilizndu-se mai ales pentru a sublinia un contrast: Io lavoro dalla
mattina alla sera, mentre tu ti diverti.

69

Pronumele de politee (i pronomi di cortesia) se exprim cu ajutorul


formelor de persoana a III-a ale pronumelui personal. Prin urmare i
verbul se va conjuga tot la persoana a III-a: singular, respectiv, plural.
singular
masculin

plural
feminin

masculin

feminin

Voi / voi (dumneavoastr)

Lei / lei (dumneavoastr)

Loro / loro (dumneavoastr)

Lei, signore, di dove ? (Dumneavoastr, domnule, de unde sntei?)


Lei, signora, di dove ? (Dumneavostr, doamn, de unde sntei?)
Loro, signori, di dove sono? (Dvs., domnilor, de unde sntei?)
Loro, signore, di dove sono? (Dvs., doamnelor, de unde sntei?)

n limbajul familiar, informal este din ce n ce mai frecvent folosirea


pronumelui voi (persoana a II-a, plural) n loc de Loro.
Voi, signori, di dove siete? (Dvs., domnilor, de unde sntei?)
Atenie:
Lei molto stanco, signor Rossi.
Lei molto stanca, signora Rossi.
Chiar dac Lei are form de feminin, acordul adjectivelor sau
participiilor se face n funcie de genul persoanei la care se refer
pronumele de politee.

n italiana curent nu mai este obligatorie scrierea cu majuscul a


pronumelor de politee care se afl n interiorul propoziiei: Ieri ho
visto lei e la sua signora. Ortografierea cu majuscule mai este nc
folosit n scrisorile oficiale sau n limbajul birocratic.
70

Pronumele personale cu funcie de complement

Ca i n limba romn, pronumele au forme accentuate i forme


neaccentuate.
A. Direct n Acuzativ
forma accentuat
vede

forma neaccentuat
vede

pe mine / m

me

mi

te

ti

pe tine / te

lui

lo

pe el / l

lei

la

pe ea / o

Lei (m.)

La

pe dvs / v

Lei (f.)

La

pe dvs / v

noi

ci

pe noi / ne

voi

vi

pe voi / v

Voi

Vi

pe Dvs. / v

loro (m.)

li

pe ei / i

loro (f.)

le

pe ele / le

Loro (m.)

Li

pe dvs. / v

Loro (f.)

Le

pe dvs. / v

B. Indirect n Dativ
forma accentuat

forma neaccentuat

71

mie / mi

a me

mi

a te

ti

ie / i

a lui

gli

lui / i

a lei

le / gli*

ei / i

a Lei (m.)

Le

dvs. / v

a Lei (f.)

Le

dvs. / v

a noi

ci

nou / ne

a voi

vi

vou / v

a loro (m.)

gli*

loro

lor / le

a loro (f.)

gli*

loro

lor / le

a Loro (m.)

Loro dvs. / v

a Loro (f.)

Loro dvs. / v

* n italiana contemporan este din ce n ce mai rspndit, chiar i n


scris, dar nu i n registrul formal sau literar, nlocuirea pluralului loro cu
gli i a formei de feminin le cu gli. Prima simplificare este n mare parte
acceptat i intrat n uzul comun, n privina celei de-a doua exist,
totui, mai multe reineri.
Ho incontrato i miei genitori e ho parlato loro (gli ho parlato) dei miei
progetti.
Ho incontrato Laura e le ho parlato (gli ho parlato) dei miei progetti.
Observaii cu privire la pronumele complement

Frecvente snt formele neaccentuate. Cele accentuate se folosesc


atunci cnd snt precedate de prepoziii sau cu funcie enfatic.
Invita anche lei.

dar

La invita.
72

Telefono a lei, ma a lui no.

dar

Le telefono.

Atenie: S nu comitei astfel de greeli:


l ntlnesc pe Paul. Lo incontro a Paolo.
1. n italian, dac complementul direct este exprimat, nu mai este
anticipat de pronume neaccentuat aa cum se ntmpl n limba
romn.
2. A este prepoziia dativului, prin urmare nu poate preceda un
complement direct.
3. ringraziare qualcuno (verb tranzitiv n italian) + complement direct
chiedere a qualcuno (verb intranzitiv n italian) + complement
indirect
credere a qualcuno (verb intranzitiv n italian) + complement
indirect
limba romn

greit

corect

i mulumesc

gli / le ringrazio

lo / la ringrazio

l / o ntreb

lo / la chiedo

gli / le chiedo

l / o cred

lo / la credo

gli / le credo

(!) Forma lo credo este corect cnd nseamn cred acest lucru.

Particulele ci, ne, lo, la

Aceste particule pot nlocui anumite sintagme evitndu-se astfel


repetiia.

73

Particula ci (vi)
Vi este varianta literar a lui ci.
1. cu valoare adverbial (cnd nlocuiete un grup nominal, format din
a, in, su + substantiv, care are funcia de adverb de loc):
Quando vai a casa? (Cnd mergi acas?)
Ci vado domani. (M duc [acolo] mine.)
Ho messo i soldi nella tasca / sulla tavola, ma non ci sono pi. (Am
pus banii n buzunar / pe mas, dar nu mai snt [acolo])
2. cu valoare pronominal (cnd nlocuiete un grup format din a, in,
su, con + ..., cu verbe ca: riuscire a, credere a / in, provare a,
riflettere su, pensare a, giocare con i n alte situaii):
Hai pensato a quello che ti ho detto? (Te-ai gndit la ce i-am
spus?)
No, non ci ho ancora pensato. (Nu, nc nu m-am gndit [la asta].)
Come vai daccordo con loro? (Cum te mpaci cu ei?)
Ci vado daccordo benissimo. (M mpac foarte bine [cu ei])
Credi in Dio? (Crezi n Dumnezeu?)
S, ci credo. (Da, cred.)
Hai riflettuto sulla mia proposta? (Ai reflectat asupra propunerii
mele?)
S, ci ho riflettuto. (Da, am reflectat [asupra propunerii])
3. n expresiile: ci vuole (sg.) / ci vogliono (pl.) + substantiv (e nevoie
de...), metterci (a investi timp)
Ci vuole pazienza per imparare bene una lingua straniera, ci
vogliono anni. (E nevoie de rbdare pentru a nva bine o limb
strin, e nevoie de ani buni)
74

Ci ho messo unora a scrivere questa lettera. (Mi-a trebuit o or s


scriu aceast scrisoare)

Particula ne
1. valoare adverbial (cnd nlocuiete un grup format din da +
substantiv, artnd proveniena):
Quando ritorni da casa? (Cnd te ntorci de acas)
Ne ritorno la settimana prossima. (M ntorc [de acolo] sptmna
viitoare)
2. valoare pronominal (cnd nlocuiete un grup format din di + ...):
Ti ho parlato della mia nuova macchina? (i-am vorbit de
maina mea?)
S, me ne hai gi parlato. (Da, mi-ai vorbit deja [de ea])
3. valoare partitiv (cnd arat o parte din ntreg sau o cantitate
nedeterminat):
Vuoi una mela? (Vrei un mr?)
S, grazie, ne prendo una. (Da, mulumesc, iau unul [din toate cte
snt])
Mi puoi dare qualche consiglio? (mi poi da vreun sfat?)
S, te ne posso dare. (Da, pot s-i dau.)
La timpurile compuse, participiul se acord

n gen i numr cu

substantivul nlocuit de ne.


Quanti gelati hai mangiato? (Cte ngheate ai mncat?)
Ne ho mangiati due. (Am mncat dou)
Exist cazuri n care ci i ne pot coexista:
75

Quanti studenti sono nellaula?


Ce ne sono venti.

Particula lo
Este vorba despre pronumele lo cu valoare neutr. n acest caz poate
nlocui un cuvnt sau o ntreag propoziie:
Si crede intelligente, ma non lo .
Sai se Marco a casa?
No, non lo so.

Particula la
Cu valoare neutr se regsete n anumite expresii consacrate:
avercela (a fi suprat pe cineva), aversela a male (a se simi jignit),
cavarsela (a se descurca), farcela (a reui), farla breve (pe scurt),
godersela (a se bucura de ceva), pagarla (a plti cu o pedeaps pentru
ceva anume), prendersela (a pune ceva la inim), sentirsela (a se simi n
stare de...), darsela a gambe (a o lua la sntoasa), smetterla (a nceta),
saperla lunga (a ti multe):
Perch ce lhai con me?
Questa volta la paghi.
Per farla breve: ho perso il treno.
Non me la sento proprio di uscire di casa.

Pronumele reflexive

76

forma accentuat

forma neaccentuat

guardo

me

mi

guardo

pe mine, m

guardi

te

ti

guardi

pe tine, te

guarda

si

guarda

pe el, se

guardiamo

noi

ci

guardate

voi

vi

guardate

pe voi, v

guardano

si

guardano

pe ei, se

guardiamo pe noi, ne

Formele propriu-zise de pronume reflexiv snt s i si.

Forma tonic s se folosete fie cu funcie de complement direct


(Paolo difende troppo s e i suoi amici), fie cu funcie de complement
indirect, precedat de prepoziie (Ha fatto tutto quanto da s; Mio
padre mi ha portato con s in quel viaggio di lavoro, Non fa che
parlare di s).

Cteodat este ntrit de adjectivul indefinit stesso:


Non pensa a nessun altro che a s / se stesso.

Cnd pronumele s are valoare reciproc i dup prepoziiile i dup


locuiunile prepoziionale tra, fra, in mezzo a, insieme con e nlocuit
de persoana a III-a plural:
Gli amici si aiutano tra loro.

Si impersonal

Si este impersonal atunci cnd este echivalent cu subiecte ca: uno


(unul), qualcuno (cineva), la gente (lumea), tutti (toi), un tale (un
77

individ):
In un ristorante italiano si mangia sempre bene.
Si dice che lui non abbia ragione.
Atenie:

n cazul verbelor reflexive sau pronominale1, n care particula si


este deja prezent, se recurge la particula ci: ci si preoccupa, ci si
chiede, ci si bagna
In pi ci si diverte meglio.
Per arrivare a tempo al lavoro, ci si alza la mattina ben presto.

verbe care se construiesc cu essere + participiu la masculin plural:


Si partiti in fretta.
Dopo un sonno lungo, ci si sente riposati.

Si + adjectiv la masculin plural:


Quando si felici, tutto sembra pi bello.

Poziia formelor neaccentuate

Dup cum s-a vzut, n majoritatea cazurilor, pronumele neaccentuate


snt proclitice, stau imediat naintea verbului.

Snt enclitice atunci cnd snt alipite unui verb la infinitiv, la


gerunziu, la imperativ sau interjeciei ecco.
Voglio parlargli, ma non oso farlo. (Vreau s-i )
Scorgendolo, lho chiamato. (Zrindu-l, l-am strigat)
Fatemi sapere se ci sono notizie! (Anunai-m dac snt nouti)

Verbele nsoite ntotdeauna de un pronume reflexiv: pentirsi, vergognarsi

78

Eccolo, finalmente arrivato! (Iat-l, n sfrit a sosit!)


Eccoti, il giornale! (Uite, ziarul tu)
Atenie: Formele monosilabice de imperativ (da, sta, di, fa, va)
cer dublarea consoanei iniiale a pronumelui neaccentuat.
Stammi a sentire! (Ascult-m!)
Dille di venire! (Spune-i s vin)
Fatti vedere da un medico! (Du-te s te consulte un medic!)
Vacci tu! (Du-te tu acolo!)
dar Dagli una mano! (D-i o mn de ajutor!)

Pronumele neaccentuate combinate


C.D. n Ac.

lo

la

li

le

ne

mi

me lo

me la

me li

me le

me ne

ti

te lo

te la

te li

te le

te ne

gli / le / Le

glielo

gliela

glieli

gliele

gliene

si

se lo

se la

se li

se le

se ne

ci

ce lo

ce la

ce li

ce le

ce ne

vi

ve lo

ve la

ve li

ve le

ve ne

C.I n D.

Observaie:

La unirea pronumelor complement indirect cu cele care au funcia


de complement direct sau cu particula ne se produce o schimbare:
formele dativului mi, ti, si, ci, vi devin me, te, se, ce, ve, iar gli
primete un e (glie-) care realizeaz fuziunea cu forma n acuzativ.
Mi dai il tuo numero di telefono?

79

S, certo che te lo do.

Particula ci se combin cu formele pronumelui complement direct


dup cum urmeaz. Atenie la poziia lui ci:
Mi ci

trovi

Ti ci

trovo

Ce lo

trovo

Ce la

trovo

Vi ci

trovo

Ce li

trovo

Ce le

trovo

(M gseti acolo pe la ora dou)

verso le due.

Pronumele relative
Se numesc pronume pentru c nlocuiesc un cuvnt i relative pentru
c fac legtura ntre dou propoziii.
1. Che este invariabil. Se refer att la lucruri ct i la persoane.

Poate avea funcia de:


- subiect: Il ragazzo che parla mio fratello.
- complement direct: Le ragazze che vedi sono le mie amiche.

Poate substitui chiar i o propoziie. n acest caz este precedat de


articolul hotrt il sau de prepoziia articulat del i are valoare neutr:
Non venuto, il che mi preoccupa. (fapt care)
Mi sono comportato male, del che ti chiedo scusa. (fapt pentru care)

Atenie: Nu se face acordul cu partea de vorbire nlocuit:


80

La lettera che ho scritto.


Le riviste che ho comprato.
2. Cui este invariabil i poate fi precedat de orice fel de prepoziie sau
locuiune prepoziional pentru a exprima cazurile prepoziionale.
n cazul complementului indirect n dativ, prepoziia este facultativ.
La ragazza (a) cui sto scrivendo una mia amica. (creia)
Le cose di cui ti parlo devono restare tra noi. (despre care)
La ragione per cui te lo dico molto semplice. (pentru care)
La casa in cui vivo mi piace molto. (n care)
Voglio conoscere gli amici con cui esci. (cu care)
Il medico da cui vengo molto bravo. (de la care)
Le persone su cui contavo non sono venute. (pe care)
La famiglia presso cui abito molto gentile. (la care)

Atenie Cnd este atribut pronominal n genitiv (complemento di


specificazione) pronumele relativ cui va fi poziionat ntre un articol
hotrt sau o prepoziie articulat i un substantiv.
Devi visitare lItalia, le cui bellezze sono affascinanti. (ale crei)
Devi leggere il libro del cui scrittore abbiamo parlato.
3. Quale este variabil n gen i n numr:
Forme: il quale, la quale, i quali, le quali
Se regsete, mai ales, n limbajul literar.
Poate ine locul celorlalte pronume relative i este indispensabil atunci
cnd, n caz de ambiguitate, trebuie specificat genul sau numrul.
Ieri ho incontrato Maria e Paolo che (?) mi ha detto.
Ieri ho incontrato Maria e Paolo la quale mi ha detto.
81

Ieri ho incontrato Maria e Paolo il quale mi ha detto.


Poate avea funcie de
- subiect: Il ragazzo il quale parla mio fratello.
- complement direct: Le ragazze le quali vedi sono le mie amiche.
- complement indirect n dativ: La ragazza alla quale sto scrivendo
una mia amica.
- complement prepoziional:
Le cose delle quali ti parlo devono restare tra noi.
La ragione per la quale te lo dico molto semplice.
La casa nella quale vivo mi piace molto.
Voglio conoscere gli amici con i quali esci.
Il medico dal quale vengo molto bravo.
Le persone sulle quali contavo non sono venute.
La famiglia presso la quale abito molto gentile.
- Atribut pronominal n genitiv (complement de specificaie):
Devi visitare lItalia, le bellezze della quale sono affascinanti.
Devi leggere il libro dello scrittore del quale abbiamo parlato.
4. Chi este i el invariabil, se folosete doar pentru singular i se refer
numai la fiine. Este echivalent cu: colui / colei che.
Chi non ha debiti, ricco.
Chi troppo vuole, niente ha.
C chi pensa.
Chi suonava, chi cantava, chi ballava.
Pentru plural se folosesc formele coloro che sau quelli / quelle che.

82

Pronumele interogative i exclamative


n limba italian exist patru pronume interogative: chi, che, quale i
quanto.

Chi este invariabil i se refer numai la persoane sau fiine n general:


Chi questo?
Sai chi ho visto?

Che este tot invariabil i se folosete pentru a desemna lucruri i


corespunde lui quale:
Che devo fare per convincerti?
Che ti accaduto?
- poate fi i adjectiv interogativ: Che disgrazia ti capitata? (Ce
nenorocire i s-a ntmplat?)
- n italiana vorbit este mai frecvent construcia: Cosa ti
accaduto?

Quale este variabil: are singular (Qual il tuo nome?) i plural


(Quali sono le tue proposte?).
- poate fi i adjectiv interogativ: A quale indirizzo devi inviare la
lettera?

Quanto este singurul variabil n gen i n numr i se refer att la


fiine ct i la lucruri.
- se folosete pentru a obine informaii cu privire la o anumit
cantitate:
Quanti hanno confermato larrivo?
Quante sono le ragazze di questa classe?
- poate fi i adjectiv interogativ: Quanti soldi hai speso?
83

Observaie: Toate pronumele interogative au i valoare exclamativ:


Guarda chi si vede!
Che fortuna!
Quale meraviglia!
Ma quanto hai risparmiato!

84

VERBUL
n limba italian exist trei conjugri:

Conjugarea I cuprinde verbele care la infinitiv se termin n are:


parlare, camminare, mangiare, viaggiare, stare;

Conjugarea a II-a cuprinde verbele care la infinitiv se termin n


ere: credere, vivere, perdere, conoscere, sapere;

Conjugarea a III-a cuprinde verbele care la infinitiv se termin n


ire: partire, offrire, capire, finire, applaudire.

Modurile personale
Indicativul (Lindicativo)
Prezent (Il presente)
rdcina

io

tu

lui/lei

noi

voi

loro

parlare

-o

-i

-a

- iamo

- ate

- ano

credere

-o

-i

-e

- iamo

- ete

- ono

partire

-o

-i

-e

- iamo

- ite

- ono

capire*

- isco

- isci

- isce

- iamo

- ite

- iscono

* Verbele de conjugarea a III-a care primesc grupul -isc n faa


terminaiei se numesc incoative. Cele mai frecvente snt: acquisire (a
achiziiona), agire (a aciona), approfondire (a aprofunda), arrossire (a
roi), capire (a nelege), chiarire (a clarifica), colpire (a lovi),
contribuire, costruire, definire, dimagrire (a slbi), diminuire (a
diminua), distribuire, esaudire (a ndeplini o dorin), esaurire (a
85

epuiza), fallire (a eua), favorire (a favoriza), ferire (a rni), finire (a


termina), fornire (a furniza), garantire (a garanta), gradire (a dori),
guarire (a vindeca), impazzire (a nnebuni), inserire (a introduce),
istruire, partorire (a da natere), percepire, preferire, proibire (a
interzice), pulire (a cura), punire (a pedepsi), restituire, riferire (a
relata), seppellire (a ngropa), smarrire (a rtci), sostituire (a substitui),
sparire (a disprea), spedire (a expedia), stabilire, starnutire (a strnuta),
stupire (a uimi), subire (a suporta), svanire (a disprea), suggerire,
tossire (a tui), tradire, trasferire, ubbidire (a asculta de), tradire, unire,
usufruire (a beneficia de).
Atenie:

toate verbele care se termin n -care sau -gare primesc, la prezent, h


n faa lui i:
cercare (a cuta): cerco, cerchi, cerca, cerchiamo, cercate, cercano
pregare (a ruga): prego, preghi, prega, preghiamo, pregate, pregano

verbele reflexive (lavarsi, incontrarsi, domandarsi) se conjug


dup cum urmeaz:
lavarsi (a se spla): mi lavo, ti lavi, si lava, ci laviamo, vi lavate, si

lavano.

conjugarea unor verbe neregulate:


essere: sono, sei, , siamo, siete, sono;
avere: ho, hai, ha, abbiamo, avete, hanno;
andare: vado, vai, va, andiamo, andate, vanno;
stare*: sto, stai, sta, stiamo, state, stanno;
dare: do, dai, d, diamo, date, danno;
86

sapere: so, sai, sa, sappiamo, sapete, sanno;


fare: faccio, fai, fa, facciamo, fate, fanno;
piacere: piaccio, piaci, piace, piacciamo, piacete, piacciono;
dire: dico, dici, dice, diciamo, dite, dicono;
dovere: devo, devi, deve, dobbiamo, dovete, devono;
bere: bevo, bevi, beve, beviamo, bevete, bevono;
potere: posso, puoi, pu, possiamo, potete, possono;
volere: voglio, vuoi, vuole, vogliamo, volete, vogliono;
venire: vengo, vieni, viene, veniamo, venite, vengono;
tenere: tengo, tieni, tiene, teniamo, tenete, tengono;
porre: pongo, poni, pone, poniamo, ponete, pongono;
spegnere: spengo, spegni, spegne, spegniamo, spegnete, spengono;
rimanere:

rimango,

rimani,

rimane,

rimaniamo,

rimanete,

rimangono;
salire: salgo, sali, sale, saliamo, salite, salgono;
valere: valgo, vali, vale, valiamo, valete, valgono;
scegliere: scelgo, scegli, sceglie, scegliamo, scegliete, scelgono;
sciogliere: sciolgo, sciogli, scioglie, sciogliamo, sciogliete, sciolgono;
togliere: tolgo, togli, toglie, togliamo, togliete, tolgono;
tradurre:

traduco,

traduci,

traduce,

traduciamo,

traducete,

traducono;
apparire: appaio, appari, appare, appariamo, apparite, appaiono;
uscire: esco, esci, esce, usciamo, uscite, escono;
udire: odo, odi, ode, udiamo, udite, odono;
sedere: siedo, siedi, siede, sediamo, sedete, siedono;
morire: muoio, muori, muore, moriamo, morite, muoiono.
87

*Observaie: Cu ajutorul verbului stare se poate reda:


-

aspectul durativ al prezentului (stare + gerunziul verbului de


conjugat): Adesso io sto guardando la TV, tu stai leggendo e lui sta
dormendo. (Acum eu m uit la televizor, tu citeti, iar el doarme)

iminena aciunii (stare + per + infinitivul verbului de conjugat): Sta


per svenire. (E pe punctul de a leina)
Indicativul prezent exprim:

o aciune care se petrece n momentul vorbirii: Davide aspetta i suoi

amici (David i ateapt prietenii).


-

un fapt uzual care se repet cu regularitate: Ogni mattina faccio

colazione alle 6 (n fiecare diminea iau micul dejun la ora 6).


-

un adevr etern valabil sau o definiie tiinific: Lacqua bolle a

cento gradi (Apa fierbe la 100 de grade); Due pi due fanno quattro
(Doi i cu doi fac patru).
-

validitatea unui enun (n proverbe): Chi va piano, va sano e va

lontano (Cine merge ncet, departe ajunge).


-

o aciune care va avea loc ntr-un moment precizat din viitor: Domani

vado a trovare le mie amiche (Mine m duc s-mi vizitez prietenele);


Fra tre giorni torno a casa (M ntorc peste trei zile).
Se mai folosete n nararea evenimentelor pentru a conferi mai mult
vivacitate povestirii: Paolo entra tempestivamente nella stanza, fruga il
cassetto della scrivania, cerca nello zaino, guarda sotto il letto, ma non
trova la sua penna (Paul intr brusc n camer, scotecete sertarul
biroului, caut n ghiozdan, se uit sub pat, dar nu-i gsete stiloul).

88

Imperfect [-v-] (Limperfetto)


rdcina + vocala conjugrii

io

tu

lui/lei

noi

voi

loro

parlare

-vo -vi -va

-vamo -vate -vano

credere

-vo -vi -va

-vamo -vate -vano

partire

-vo -vi -va

-vamo -vate -vano

Conjugarea unor verbe neregulate:


essere: ero, eri, era, eravamo, eravate, erano;
fare: facevo, facevi, faceva, facevamo, facevate, facevano;
dire: dicevo, dicevi, diceva, dicevamo, dicevate, dicevano;
tradurre: traducevo, traducevi, traduceva, traducevamo, traducevate,
traducevano;
porre: ponevo, ponevi, poneva, ponevamo, ponevate, ponevano;
bere: bevevo, bevevi, beveva, bevevamo, bevevate, bevevano.
Imperfectul este timpul descrierilor i indic:
-

o aciune n desfurare n trecut: Correvo a pi non posso per non


perdere il treno (Fugeam din rsputeri pentru a nu pierde trenul);

mai multe aciuni durative n trecut: Mentre scrivevo la lettera,


ascoltavo musica (n timp ce scriam scrisoarea, ascultam muzic);

o aciune n desfurare n momentul ntmplrii unei alte aciuni:


Purtroppo, quando sono arrivati gli invitati, io apparecchiavo la
tavola (Din pcate, cnd au sosit invitaii eu puneam masa);

o aciune trecut iterativ: Quando non sapevo una parola, la


cercavo sul dizionario (Cnd nu tiam un cuvnt, l cutam n
89

dicionar).
Se mai folosete pentru a face legtura cu cele exprimate anterior:
Come ti dicevo, ieri ho chiesto a Paola che pensava di Mirko (Cum i
spuneam, ieri am ntrebat-o pe Paula ce crede despre Mirko).
n italiana actual, este tot mai des ntlnit cu valoare modal i, de
cele mai multe ori, ca substitut al condiionalului:
-

pentru a atenua o afirmaie, un repro: Volevo solo farti sapere che


tutto sbagliato (Vroiam doar s-i spun c totul este greit), Potevi
avermelo detto prima, non credi? (Puteai s mi-o fi spus mai
devreme, nu crezi?);

ca form de politee: Volevo due chili di pesche noci (Vroiam dou


kilograme de nectarine);

pentru a reda o condiie ireal: Se sapevo, venivo prima (Dac tiam,


veneam mai devreme). Aceast construcie este recomandat n
vorbire, dar inacceptabil n scris sau n registrul formal, caz n care
se prefer: Se avessi saputo, sarei venuto prima (Dac a fi tiut, a fi
venit mai devreme). Vezi regulile de se condiional la pagina
____________.

Observaie:
Pentru a accentua ideea de aciune n desfurare se prefer
construcia cu verbul stare la imperfect + gerunziul verbului de
conjugat: Mentre io stavo nuotando, tu stavi prendendo il sole (n timp
ce eu notam, tu stteai la soare).

Perfect compus (Il passato prossimo)


90

auxiliarul avere sau essere

la prezent

participiul trecut
al verbului de conjugat

Pentru formarea participiului vezi pagina ____


Dup cum s-a vzut, n italian, spre deosebire de romn, la formarea
perfectului compus contribuie dou auxiliare: avere i essere.
Dificultatea st n alegerea unuia sau a altuia.
I. Se conjug cu auxiliarul avere:
a) toate verbele tranzitive care au sau pot avea complement direct:
leggere, scrivere, vedere, regalare, fare, chiedere, domandare
b) unele verbe intranzitive care indic o aciune care dureaz: abitare,
dormire, ridere, sorridere, bussare, squillare, parlare, telefonare,
cenare, pranzare, mentire, gridare, respirare, tossire, riposare,
navigare, esagerare
c) unele verbe intranzitive de micare care exprim aciunea n sine:
passeggiare, camminare, viaggiare, girare, ballare

II. Se conjug cu auxiliarul essere:


a) verbele de micare cu punct de pornire sau de pornire: andare,
arrivare, avanzare, cadere, correre, fuggire, (di)scendere, entrare,
partire,

proseguire,

(ri)salire,

scivolare, uscire, venire, volare;


91

(ri)tornare,

saltare,

scappare,

b) verbele care indic starea: apparire, essere, dimagrire, diventare,


invecchiare, morire, nascere, restare, rimanere, stare;
c) verbele reflexive i pronominale: abituarsi, accorgersi, alzarsi,
bagnarsi, decidersi, incontrarsi, lamentarsi, lavarsi, rendersi conto,
spaventarsi;
d) verbele impersonale: accadere, avvenire, succedere, passare,
capitare, bastare, costare, dipendere, dispiacere, piacere, giovare,
importare, mancare, bisognare, occorrere, parere, sembrare,
rincrescere, spettare, toccare, valere.
Atenie!
Verbele piacere i riuscire snt intranzitive, prin urmare se vor
conjuga ntotdeauna cu essere:
Mi piaciuto il gelato.
Mi sono piaciuti i libri che mi hai prestato.
Non sono riuscito a finire in tempo.
III. Se conjug fie cu avere (cnd se pune accentul pe aciunea n sine sau
cnd snt tranzitive) fie cu essere (cnd se insist asupra strii):
a) verbele scendere, salire, passare, saltare, sfuggire, guarire, bruciare,
vivere, correre, cominciare, finire:
Ho sceso / salito le scale.
Sono scesa / salita da te.
Ho passato dei momenti bellissimi questestate.
Sono passata per Bucarest.
Oggi ho saltato la colazione.
92

Sono saltati dalla finestra.


Ha suonato a lungo il telefono.
E suonata la mezzanotte.
Ha sfuggito una terribile tragedia.
E sfuggito per un pelo a quellincidente.
Questo medico ha guarito molte persone.
Sono completamente guarita.
Lei ha bruciato tutte le sue lettere.
La casa bruciata nellincendio.
Ho vissuto unesperienza indimenticabile.
Sono2 vissuta l per molti anni.
Ho corso un gran rischio.
Sono corsa ad accoglierla.
Ho cominciato a studiare sodo.
E cominciata la facolt.
Ho finito di leggere quel libro.
Sono finite le vacanze.
b) verbele impersonale care indic fenomene atmosferice (albeggiare,
annottare, balenare, diluviare, grandinare, lampeggiare, nevicare,
piovigginare, soffiare, piovere, tuonare) se conjug cu avere cnd se
pune accentul pe durata aciunii i cu essere cnd se constat efectele
acestor fenomene. n limba vorbit se neglijeaz aceste mici diferene
i se prefer conjugarea cu auxiliarul avere:
2

Tendina actual este de a folosi auxiliarul avere n ambele cazuri.

93

Ha piovuto tutta la notte.


Stamattina piovuto. / Stamattina ha piovuto.
c) verbele dovere, potere, volere i sapere (verbi servili) preiau
auxiliarul de la verbul la infinitiv care urmeaz:
Ho dovuto leggere.

ho letto

Ho potuto leggere.
Ho voluto leggere.
Sono dovuto partire.

sono partito

Sono potuto partire.


Sono voluto partire.

Observaie:
mi sono dovuto decidere

dar

ho dovuto decidermi

Atenie!
Verbele conjugate cu auxiliarul essere cer acordul n gen i numr
cu subiectul:
verb tranzitiv

verb intranzitiv

verb reflexiv

avere

essere

lavarsi

ho

sono

mi sono

hai

sei

ha

parlato

stato, a

ti sei

si

abbiamo

siamo

ci siamo

avete

siete

hanno

sono

stati, e

vi siete

lavato, a

lavati, e

si sono

Perfectul compus exprim o aciune ncheiat n trecut, dar ale crei


94

efecte persist n prezent: Ho visto quello che hai fatto e non mi


piaciuto (Am vzut ceea ce-ai fcut i nu mi-a plcut), Sono venuto a
vedere come te la sei cavata (Am venit s vd cum te-ai descurcat).
n anumite situaii poate fi folosit pentru a reda o aciune viitoare: Hai
finito il componimento? Ancora due righe e ho finito (Ai terminat
compunerea? nc dou rnduri i am terminat).

Mai mult ca perfect 1 (Il trapassato prossimo)

auxiliarul avere sau essere

la imperfect

participiul trecut
al verbului de conjugat

Mai mult ca perfectul 1 indic o aciune anterioar unei alte aciuni din
trecut exprimat prin perfect compus, perfect simplu sau imperfect:
Quando sono arrivata io, la lezione era gi cominciata.
Arrivai in ritardo allappuntamento perch non mi era partita la
macchina.
Lo aspettavano, ma lui non aveva ancora deciso se andarci o no.

Perfect simplu (Il passato remoto)

I. Regulat
parlare

credere

partire

parlai

credei (credetti)

partii

parlasti

credesti

partisti

95

parl

cred (credette)

part

parlammo

credemmo

partimmo

parlaste

credeste

partiste

parlarono

crederono (credettero)

partirono

avere

essere

dare

ebbi

fui

diedi

av-esti

fosti

desti

ebbe

fu

diede

av-emmo

fummo

demmo

av-este

foste

deste

ebbero

furono

diedero

conoscere

crescere

dire

conobbi

crebbi

dissi

conoscesti

cresc-esti

dicesti

conobbe

crebbe

disse

conoscemmo

crescemmo

dicemmo

conosceste

cresceste

diceste

conobbero

crebbero

dissero

nascere

piacere

tacere

nacqui

piacqui

tacqui

nascesti

piacesti

tacesti

nacque

piacque

tacque

nascemmo

piacemmo

tacemmo

nasceste

piaceste

taceste

II. Neregulat

96

nacquero

piacquero

tacquero

fare

mettere

stringere

feci

misi

strinsi

facesti

mettesti

stringesti

fece

mise

strinse

facemmo

mettemmo

stringemmo

faceste

metteste

stringeste

fecero

misero

strinsero

sapere

rompere

stare

seppi

ruppi

stetti

sapesti

rompesti

stesti

seppe

ruppe

stette

sapemmo

rompemmo

stemmo

sapeste

rompeste

steste

seppero

ruppero

stettero

tradurre

vedere

vivere

tradussi

vidi

vissi

traducesti

vedesti

vivesti

tradusse

vide

visse

traducemmo

vedemmo

vivemmo

traduceste

vedeste

viveste

tradussero

videro

vissero

Observaie:
Unele forme neregulate ale perfectului simplu pot fi deduse plecnd de
la forma participiului trecut dup cum urmeaz:
97

infinitiv

participiu trecut

perfect simplu

-SO

-SI

accendere

acceso

accesi, accend-esti

apparire

apparso

apparsi, apparisti

chiudere

chiuso

chiusi, chiudesti

correre

corso

corsi, corresti

difendere

difeso

difesi, difendesti

deludere

deluso

delusi, deludesti

decidere

deciso

decisi, decidesti

muovere

mosso

mossi, muovesti

offendere

offeso

offesi, offendesti

prendere

preso

presi, prendesti

perdere

perso

persi, perdesti

ridere

riso

risi, ridesti

rendere

reso

resi, rendesti

scendere

sceso

scesi, scendesti

spendere

speso

spesi, spendesti
-TO

-SI

accorgere

accorto

accorsi, accorgesti

cogliere

colto

colsi, cogliesti

dipingere

dipinto

dipinsi, dipingesti

giungere

giunto

giunsi, giungesti

piangere

pianto

piansi, piangesti

scegliere

scelto

scelsi, scegliesti

spegnere

spento

spensi, spegnesti
98

tingere

tinto

tinsi, tingesti

vincere

vinto

vinsi, vincesti
-TTO

-SSI

leggere

letto

lessi, leggesti

scrivere

scritto

scrissi, scrivesti
-ASTO

rimanere

-ASI

rimasto

rimasi, rimanesti
-ESTO

chiedere

-ESI

chiesto

chiesi, chiedesti
-OSTO

-OSI

nascondere

nascosto

nascosi, nascondesti

porre

posto

posi, ponesti

rispondere

risposto

risposi, rispondesti

cons + -UTO

se dubleaz consoana

bere

bevuto

bevvi, bevesti

cadere

caduto

caddi, cadesti

tenere

tenuto

tenni, tenesti

venire

venuto

venni, venisti

volere

voluto

volli, volesti

Perfectul simplu arat o aciune ncheiat n trecut:


Ebbe uninfanzia felice, ma ormai i ricordi erano piuttosto confusi.
Atenie!
Ce diferen exist ntre:
Nel 1990 andai per la prima volta allestero.
99

Nel 1990 sono andata per la prima volta allestero.


n prima propoziie se constat, pur i simplu, o experien
ndeprtat. n a doua propoziie acceeai experien este considerat
apropiat, din punct de vedere afectiv.
Observaie:
Perfectul simplu este folosit n mod curent doar n unele regiuni din
Italia centro-meridional (ca de exemplu, n Sicilia).
n nord se ntlnete foarte rar, fiind nlocuit de perfectul compus.
n scris se folosete pentru a nara cu dinamicitate o cascad de
evenimente.

Mai mult ca perfect 2 (Il trapassato remoto)

auxiliarul avere sau essere

la perfect simplu

participiul trecut
al verbului de conjugat

Mai mult ca perfectul 2 mai poate fi ntlnit uneori n limba scris, dar
folosirea lui este limitat la subordonatele circumstaniale de timp
introduse de non appena, quando, dopo che. n limba vorbit, acest timp
verbal a ieit din uz, fiind nlocuit de mai mult ca perfectul 1.
Quando ebbe finito, lo chiam.
Non appena fu arrivato, and a cercarla.
Dopo che ebbe ottenuto laurea, trov un buon posto di lavoro.

Viitor [-r-] (Il futuro semplice)

100

rdcina de viitor

io

tu

lui/lei

noi

voi

loro

parl(a)ere

-ai

-emo

-ete

-anno

credere

-ai

-emo

-ete

-anno

partire

-ai

-emo

-ete

-anno

Atenie!

La toate verbele de conjugarea I, vocala a din desinen se


transform n e:
parlare: parler, parlerai, parler, parleremo, parlerete, parleranno.

Verbele care la infinitiv au terminaiile -care i -gare primesc un h n


faa vocalei e:
cercare: cercher, cercherai, cercher, cercheremo, cercherete,

cercheranno;
pregare: pregher, pregherai, pregher, pregheremo, pregherete,
pregheranno.

i verbele care la infinitiv au terminaiile -ciare i giare sufer o


modificare: ia devine e:
cominciare: comincer, comincerai, comincer, cominceremo, comincerete,

cominceranno;
festeggiare: festegger, festeggerai, festegger, festeggeremo, festeggerete,
festeggerranno.

Conjugarea unor verbe neregulate la viitor:

essere: sar, sarai, sar, saremo, sarete, saranno;


avere: avr, avrai, avr, avremo, avrete, avranno;
andare: andr, andrai, andr, andremo, andrete, andranno;
101

sapere: sapr, saprai, sapr, sapremo, saprete, sapranno;


potere: potr, potrai, potr, potremo, potrete, potranno;
dovere: dovr, dovrai, dovr, dovremo, dovrete, dovranno;
vedere: vedr, vedrai, vedr, vedremo, vedrete, vedranno;
vivere: vivr, vivrai, vivr, vivremo, vivrete, vivranno;
volere3: vorr, vorrai, vorr, vorremo, vorrete, vorranno;
rimanere:

rimarr,

rimarrai,

rimarr,

rimarremo,

rimarrete,

rimarranno;
venire: verr, verrai, verr, verremo, verrete, verranno;
tenere: terr, terrai, terr, terremo, terrete, terranno;
bere: berr, berrai, berr, berremo, berrete, berranno;
porre: porr, porrai, porr, porremo, porrete, porranno;
tradurre:

tradurr,

tradurrai,

tradurr,

tradurremo,

tradurrete,

tradurranno;
fare: far, farai, far, faremo, farete, faranno;
stare: star, starai, star, staremo, starete, staranno;
dare: dar, darai, dar, daremo, darete, daranno.
Viitorul exprim o aciune care urmeaz s se ntmple ntr-un timp
posterior momentului vorbirii:
Arriver quando sar tutto pronto, come al solito.
Observaie:
Mai poate exprima i un dubiu (Insomma, sar cos, se lo dici tu) sau
o aproximaie (Secondo te, quanti anni ha? Avr una trentina...), caz n
3

Atenie: io voler este viitorul verbului volare (a zbura).

102

care este echivalentul prezumtivului din limba romn.

Viitorul anterior (Il futuro anteriore)

auxiliarul avere sau essere

la viitor

participiul trecut
al verbului de conjugat

Viitorul anterior exprim o aciune anterioar altei aciuni viitoare. Se


folosete n propoziiile subordonate temporale introduse de quando,
dopo che i (non) appena:
Dopo che avr finito, ti chiamer. (Dup ce voi fi terminat, te voi
chema)
Appena lavr visto, lo saluter. (Imediat ce-l voi fi vzut l voi
saluta)
n limba vorbit se neglijeaz raportul de anterioritate i se folosete
viitorul att n regent, ct i n subordonat:
Appena lo vedr, lo saluter.

Modul condiional
Condiionalul prezent (Il condizionale presente)
rdcina de viitor

io

tu

lui/lei

noi

voi

loro

parler

-ei

-esti

-ebbe

-emmo

-este

-ebbero

creder

-ei

-esti

-ebbe

-emmo

-este

-ebbero

103

partir

-ei

-esti

-ebbe

-emmo

-este

-ebbero

Particularitile de conjugare snt aceleai ca i la viitor:


essere sar sarei, saresti, sarebbe, saremmo, sareste, sarebbero;
avere avr avrei, avresti, avrebbe, avremmo, avreste, avrebbero.
Condiionalul arat c realizarea aciunii exprimate de verb este
condiionat de alte evenimente:
Andrei al compleanno di Monica, ma non so che cosa comprarle.
Se folosete pentru a:
-

cere n mod politicos: Vorrei un espresso, per favore!

invita n mod politicos: Ti andrebbe di fare una passeggiata?

refuza n mod politicos: No, piuttosto mi piacerebbe andare al


cinema.

exprima o dorin: Ah, come vorrei fare il giro del mondo!

face o presupunere: Dicono che sarebbe lui il colpevole.

expune o prere personal: A mio avviso, dovremmo parlargli dello


scherzo.

reda nesigurana: Dovrei forse chiamare prima? Uhm, non saprei...

Condiionalul perfect (Il condizionale passato)

auxiliarul avere sau essere

la condiional prezent

104

participiul trecut
al verbului de conjugat

Condiionalul trecut arat imposibilitatea realizrii aciunii dorite:


Avrei voluto saperlo prima. Sarei venuto ad aiutarti.

Modul conjunctiv
Folosirea conjunctivului
n italiana contemporan se vorbete tot mai mult de aa-numita
moarte a conjunctivului. Dintr-o dorin de simplificare, n italiana
vorbit i n cea mai mare parte a situaiilor ce in de registrul familiar,
colocvial nlocuirea acestuia cu formele indicativului este din ce n ce
mai frecvent.
Totui, folosirea conjunctivului este ncurajat i chiar obligatorie n
limbajul formal, literar, colar.
A. n propoziii independente
Conjunctivul se folosete:
1. n exclamaii, cu valoare de imperativ: Che Dio vi aiuti!, Che sia
benedetto il giorno in cui vi ho incontrato!;
2. Pentru a da aprobarea: Venga pure!, Entri pure!, Si accomodi!
3. Pentru a exprima un dubiu: Perch non venuto? Che sia malato?,
Perch non arriva? Che abbia perso lautobus?;
4. Pentru a exprima o dorin realizabil sau nu: Magari potessi
andarci! (De m-a putea duce!), Non lavessi mai detto! (De n-a fi
spus-o!)
B. n propoziii subordonate
105

Conjunctivul este cerut de:


1. verbe care exprim opinii, dubii, nesiguran, dorine, sperane,
comenzi, urri, stri sufleteti: credere, pensare, trovare, preferire,
ritenere, supporre, dubitare, sperare, volere, imporre, pretendere,
vietare,

chiedere,

ordinare,

desiderare,

bramare,

augurare,

aspettare, temere, avere paura, meravigliarsi, rattristarsi, rallegrarsi,


dispiacersi, rincrescere, rimpiangere, essere (s)contento / triste / lieto
/ allegro
Ritengo che lei sia una brava perbene. (Consider c ea este o persoan
cumsecade)
Credo che tu abbia ragione. (Cred c ai dreptate)
Suppongo che tu sappia come toglierci da questo imbroglio.
(Presupun c tii cum s ne scoi din aceast ncurctur)
Non so se lui parli sul serio o no. (Nu tiu dac vorbete serios sau nu)
Dubito che lui riprovi a cercarti. (M ndoiesc c el va mai ncerca s
te caute)
Spero che tutto si risolva per il meglio. (Sper ca totul s se rezolve ct
mai bine)
Voglio che tu mi dica ora stesso dove sei stato. (Vreau s-mi spui
chiar acum unde ai fost)
Desidero che voi siate molto ma molto felici. (mi doresc ca voi s fii
foarte foarte fericii)
Ti auguro che tutto vada bene allesame di domani. In bocca al
lupo! ( i doresc ca totul s mearg bine la examenul de mine: Baft!)
Crepi! ( S fie!)
Aspetto che lei mi dica che cosa c da fare. (Atept s-mi spunei ce
este de fcut.)
106

Temo che lui non stia bene. (M tem c nu se simte bine)


Mi rallegro che voi abbiate capito tutto. (M bucur c ai neles tot)
2. orice verb sau construcie la forma negativ:
Non credo che bisogna insistere. (Nu cred c trebuie insistat)
Nessuno sapeva chi fosse lei. (Nimeni nu tia cine era ea)
3. verbe sau expresii impersonale (essere + adverb / adjectiv): occorre,
bisogna, si dice che, dicono che, sembra che, pare che, pu darsi che;
necessario, (im)probabile, poco probabile, (im)possibile,
bene / male / meglio / utile
Bisogna che tu stia pi attento. (Trebuie s fii mai atent)
Si dice che loro si siano sposati di nascosto. (Se spune c s-au
cstorit pe ascuns)
Pu darsi che io trovi tra le mie cose qualcosa che faccia per te. (Se
prea poate s gsesc printre lucrurile mele ceva care s i se potriveasc)
E meglio che tu rimanga a casa se hai mal di testa. (E mai bine s
rmi acas dac te doare capul)
4. superlativul relativ (il pi / il meno che), comparativul de
superioritate (pi di quanto, pi di quello che, meglio di
quanto) i de adjectivele: solo, unico, primo, ultimo
Roma la pi bella citt che io abbia mai visto. (Roma e cel mai
frumos ora pe care l-am vzut vreodat)
Il libro stato pi interessante di quanto (non) mi aspetassi. (Cartea a
fost mai interesant dect m ateptam)
E lunico che abbia capito quello che volevo dire. (Este singurul care
a neles ceea ce vroiam s spun)
5. o serie de conjuncii:
- concesive: bench, sebbene (dei); malgrado, nonostante (n ciuda), per
107

quanto (orict);
Bench sia stato difficile, alla fine ce labbiamo fatta. (Cu toate c a
fost dificil, n cele din urm am reuit)
Atenie!
Anche se se construiete cu modul indicativ:
Anche se stato difficile, alla fine ce labbiamo fatta.
- finale: perch, affinch (pentru ca);
Devi parlare chiaro affinch si possa capire. (Trebuie s vorbeti clar
ca s se neleag)
- temporale: prima che (nainte ca), dar dopo che + indicativ;
Devo finire i preparativi prima che arrivino gli ospiti. (Trebuie s
termin pregtirile nainte s vin oaspeii)
- modale: come se (ca i cum), senza che (fr ca), comunque (oricum),
di modo che (astfel nct);
Lo guardava come se non lo avesse mai visto. (l privea de parc nu lar mai fi vzut niciodat)
- condiionale: qualora, sempre che, caso mai, nel caso che (n caz c); a
patto che, a condizione che (cu condiia ca); purch, a meno che, salvo
che (numai s);
Qualora tu dovessi incontrarlo, salutamelo! (n caz c-l ntlneti,
salut-l din partea mea!)
Ti dir tutto, purch tu non lo racconti agli altri. (Am s-i spun totul,
numai s nu povesteti altora)
Gli chieder scusa a patto che anche lui faccia lo stesso. (Am s-i cer
scuze cu condiia s fac i el acelai lucru)
6. unele pronume i adjective nehotrte: qualunque, qualsiasi (cosa),
chiunque, (d)ovunque
108

Nessuno ci fa caso, qualsiasi cosa lui faccia. (Nimeni nu-i d atenie,


orice-ar face)
7. Conjunctivul se folosete i n propoziiile relative restrictive:
Cercano una segretaria che conosca bene litaliano e linglese.
(Caut o secretar care s cunoasc bine italiana i engleza)
Cnd n regent se afl un verb la condiional care cere conjunctivul,
se aplic urmtoarele reguli:
propoziie regent

propoziie subordonat

condiional prezent

conjunctiv imperfect

Vorrei

che tu mi dessi retta ogni tanto.

(A vrea)

(ca tu s-mi dai dreptate din cnd n cnd)

condiional perfect

conjunctiv mai mult ca perfect

Avrei voluto

che tu mi avessi dato retta.

(A fi vrut)

(ca tu s-mi fi dat dreptate)

Conjunctivul prezent (Il congiuntivo presente)

rdcina

io

tu

lui/lei

noi

voi

loro

parlare

-i

-i

-i

-iamo

-iate

-ino

credere

-a

-a

-a

-iamo

-iate

-ano

partire

-a

-a

-a

-iamo

-iate

-ano

finire

-isca

-isca

-isca

-iamo

-iate

-iscano

109

Observaii:

Dup cum se observ din tabel, formele de singular ale conjunctivului


prezent snt identice, prin urmare se recomand specificarea
subiectului corespunztor pentru a evita confuzii (mai ales la
persoana a II-a):
Voglio che tu / lui / lei parli pi forte, non si sente nulla.

La persoana I plural conjunctivul prezent i indicativul prezent au


aceeai form. Deosebirea o stabilete contextul.

verbele terminate n care i gare primesc un h n faa tuturor


terminaiilor:
cercare: che io cerchi, che tu cerchi, che lui / lei cerchi, che noi

cerchiamo, che voi cerchiate, che loro cerchino;


pregare: che io preghi, che tu preghi, che lui / lei preghi, che noi
preghiamo, che voi preghiate, che loro preghino.

verbele terminate n ciare i giare nu dublez i-ul:


cominciare: che io cominci, che tu cominci, che lui / lei cominci, che

noi cominciamo, che voi cominciate, che loro comincino;


festeggiare: che io festeggi, che tu festeggi, che lui / lei festeggi, che
noi festeggiamo, che voi festeggiate, che loro festeggino.
Verbele neregulate la conjunctiv pot fi mprite n dou categorii:
1. cele care se formeaz de la persoana I plural a indicativului prezent
prin eliminarea lui mo (noi abbiamo che io abbia):
avere: abbia, abbia, abbia, abbiamo, abbiate, abbiano;
essere: sia, sia, sia, siamo, siate, siano;
dare: dia, dia, dia, diamo, diate, diano;
110

fare: faccia, faccia, faccia, facciamo, facciate, facciano;


sapere: sappia, sappia, sappia, sappiamo, sappiate, sappiano;
volere: voglia, voglia, voglia, vogliamo, vogliate, vogliano;
stare: stia, stia, stia, stiamo, stiate, stiano.
2. cele care se formeaz de la persoana I singular a indicativului prezent
prin modificarea vocalei o n a (io vado che io vada):
andare: vada, vada, vada, andiamo, andiate, vadano;
apparire: appaia, appaia, appaia, appariamo, appariate, appaiano;
bere: beva, beva, beva, beviamo, beviate, bevano;
cogliere: colga, colga, colga, cogliamo, cogliate, cogliano;
dire: dica, dica, dica, diciamo, diciate, dicano;
porre: ponga, ponga, ponga, poniamo, poniate, pongano;
potere: possa, possa, possa, possiamo, possiate, possano;
rimanere: rimanga, rimanga, rimanga, rimaniamo, rimaniate,
rimangano;
scegliere: scelga, scelga, scelga, scegliamo, scegliate, scelgano;
tenere: tenga, tenga, tenga, teniamo, teniate, tengano;
venire: venga, venga, venga, veniamo, veniate, vengano;
tradurre: traduca, traduca, traduca, traducciamo, traducciate,
traducano;
uscire: esca, esca, esca, usciamo, usciate, escano.
Atenie:
n cazul verbului dovere se pleac de la formele mai puin uzuale
de indicativ prezent ale acestuia (debbo, debbi, debbe, dobbiamo,
dovete, debbono):
dovere: debba, debba, debba, dobbiamo, dobbiate, debbano.

111

Conjunctivul perfect (Il congiuntivo passato)

auxiliarul avere sau essere

participiul trecut

la conjunctiv prezent

al verbului de conjugat

Conjunctivul perfect exprim o aciune anterioar unei alte aciuni la


prezent sau la viitor.
Che sia stato vero? (S fi fost adevrat?)
Trovo che tu abbia fatto benissimo a non venire ieri. (Cred c ai fcut
foarte bine c nu ai venit ieri)

Conjunctivul imperfect [-ss-](Il congiuntivo imperfetto)

rdcina

io

tu

lui/lei

parlare

-assi

-assi

-asse

credere

-essi

-essi

partire

-issi

-issi

noi

voi

loro

-assimo

-aste

-assero

-esse

-essimo

-este

-essero

-isse

-issimo

-iste

-issero

Conjugarea unor verbe neregulate:


essere: fossi, fossi, fosse, fossimo, foste, fossero;
dare: dessi, dessi, desse, dessimo, deste, dessero;
stare: stessi, stessi, stesse, stessimo, steste, stessero;
fare: facessi, facessi, facesse, facessimo, faceste, facessero;
dire: dicessi, dicessi, dicesse, dicessimo, diceste, dicessero;
112

tradurre: traducessi, traducessi, traducesse, traducessimo, traduceste,


traducessero;
porre: ponessi, ponessi, ponesse, ponessimo, poneste, ponessimo;
bere: bevessi, bevessi, bevesse, bevessimo, beveste, bevessero.
Se traduce prin conjunctiv prezent pentru c nu are echivalent n limba
romn.
Se folosete atunci cnd aciunea din subordonat este simultan cu
aciune regent la trecut:
Speravo che loro mi stessero ancora aspettando. (Speram ca ei s m
mai atepte)

Conjunctivul mai mult ca perfect (Il congiuntivo trapassato)

auxiliarul avere sau essere

la conjunctivul imperfect

participiul trecut
al verbului de conjugat

Se traduce n romn prin conjunctiv perfect. Arat anterioritatea fa


de o alt aciune n trecut.
Speravo che loro fossero venuti prima di me. (Speram ca ei s fi venit
naintea mea)

Modul imperativ

113

La fel ca i n romn, imperativul exprim un ordin, un ndemn,


un sfat, o rugminte, o urare sau chiar o ameninare. Apare numai n
propoziii principale.
Imperativul are numai dou forme proprii, pentru persoana a II-a
singular i plural: Parla! (tu) i Parlate! (voi).
Pentru celelalte persoane (cu excepia primeia, pentru c nu exist)
imperativul ia cu mprumut formele conjunctivului prezent: Parli! (lei),
Parliamo! (noi), Parlino! (loro).
parlare

credere

partire

capire

lavarsi

tu

-a!

-i!

-i!

-isci!

-ati!

Lei

-i!

-a!

-a!

-isca!

Si i!

-iamo!

-iamo!

-iamo!

-iamo!

-iamoci!

-ate!

-ete!

-ite!

-ite!

-atevi!

-ino!

-ano!

-ano!

-iscano!

Si ino!

noi

non

voi
Loro

La forma negativ imperativul exprim o interdicie:


Non correre tanto!
Non parlate con la bocca piena!
Atenie:

Imperativul negativ pentru persoana a II-a singular se formeaz cu


infinitivul prezent precedat de negaia non:
Non parlare! / Non credere! / Non partire! / Non finire!
Non credere a tutto quello che senti!
Dai, non esagerare!

114

Pronumele neaccentuate se folosesc:

n poziie enclitic n cazul persoanelor a II-a singular (Svegliati!), I


(Svegliamoci!) i a II-a plural (Svegliatevi!) i la forma negativ de
persoana a II-a (Non svegliarti!);

n poziie proclitic la persoana a III-a singular i plural (Si svegli!,


Si sveglino!).

Conjugarea unor verbe neregulate:


avere: abbi!, abbia!, abbiamo!, abbiate!, abbiano!;
essere: sii!, sia!, siamo!, siate!, siano!;
sapere: sappi!, sappia!, sappiamo!, sappiate!, sappiano!;
andare: va! / vai!, vada!, andiamo!, andate!, vadano!;
dare: da! / dai!, dia!, diamo!, date!, diano!;
stare: sta! / stai!, stia!, stiamo!, state!, stiano!;
fare: fa! / fai!, faccia!, facciamo!, fate!, facciano!;
dire: di!, dica!, diciamo!, dite!, dicano!.

Observaie.
Cnd formelor scurte de imperativ (va!, da!, sta!, fa! i di!) li se
alipete un pronume neaccentuat n poziie enclitic, se dubleaz
consoana de legtur:
Vacci tu, io non ci vado!
Dammi una mano, ti prego!
Stammi a sentire: ecco la mia proposta!
Falle sapere lesito del conocrso!
Dimmi cosa posso fare per te!
115

Aceast regul nu se aplic i pronumelui complement indirect gli:


Dagli qualcosa da bere!

Modurile nepersonale
Infinitivul (Linfinito)
Infinitivul exprim aciunea n mod general, abstract; reprezint
numele unei aciuni, situndu-se, prin natura sa, ntre substantiv i verb.
Infinitivul are dou timpuri: prezent i perfect.

Infinitivul prezent
Este forma de referin a tuturor verbelor, aa cum se gsete i n
dicionare: arrivare, perdere, capire

Infinitivul perfect
auxiliarul avere sau essere

la infinitiv prezent

participiul trecut
al verbului de conjugat

Folosirea infinitivului
Cu valoare verbal se ntlnete:
A. n fraze independente

n locul imperativului, pentru a exprima un ordin sau o sugestie,


atunci cnd se adreseaz unor persoane la modul general.
Premere il pulsante! (Apsai pe buton!)

116

Mescolare gli ingredienti! (Amestecai ingredientele!)

n fraze interogative sau exclamative, pentru a exprima un dubiu, o


dorin, o aversiune:
Che fare? (Ce e de fcut?)
Poterci incontrare di nuovo! (De ne-am mai putea ntlni!)
Io fare squadra con quello?! (Eu s fac echip cu la?!)

n povestiri, precedat de ecco, pentru a conferi aciunii mai mult


vivacitate:
Ed ecco arrivare Mario che soluzion tutto in un attimo. (i iat-l
sosind pe Mario care a rezolvat totul ntr-o clip)

n enunuri pentru a reda repetarea aciunii:


E tutti l a ringraziarlo e a congratularsi con lui. (i toi acolo
mulumindu-i i felicitndu-l)

B. n propoziii subordonate implicite


Subordonatele implicite construite cu verbul la infinitiv au acelai
subiect cu al propoziiei principale.
Infinitivul prezent indic un raport de simultaneitate sau de
posterioritate fa de verbul regentei, n timp ce infinitivul perfect indic
un raport de anterioritate.
fraz explicit

fraz implicit

Penso che io abbia ragione.

Penso di avere ragione.

Penso che andr a quella festa.

Penso di andare a quella festa.

Penso che io abbia avuto ragione.

Penso di aver avuto ragione.

Cu valoare substantival, infinitivul poate avea toate funciile


117

sintactice ale substantivului.


- subiect: Volere potere; quindi dovere volere.
- complement direct: Per adesso non voglio andare a casa.
Infinitivul substantivizat se comport asemenea unui substantiv
masculin singular. Are trsturi ce in de substantiv (poate fi precedat de
articol, de prepoziie sau nsoit de adjective), dar i pstreaz i
trsturile ce in de natura sa verbal (poate fi nsoit de adverbe sau
urmat de complemente):
Tra il dire e il fare, c di mezzo il mare. (De la a spune la a face e
cale lung)
Collandar degli anni, ha perso lentusiasmo della giovinezza. (Cu
trecerea anilor, a pierdut entuziasmul tinereii)

Observaie:
Exist cazuri n care, n locul subtantivului propriu-zis, se prefer
folosirea infinitivului substantivizat pentru a sublinia intensitatea aciunii.
Il suo piangere / pianto continuo mi inteneriva. (Plnsul su continuu
m nduioa)

Participiul (Il participio)


Participiul red semnificaia verbului ca i cum ar fi caracteristica unui
substantiv. Prin natura sa, ine att de verb ct i de substantiv.

Participiul prezent
Participiul prezent se comport asemenea adjectivelor cu dou
118

desinene: una pentru singular, -e (vincente) i una pentru plural, -i


(vincenti)
Poate fi folosit:
-

ca adjectiv: una musica rilassante (muzic relaxant), degli amici


invadenti

(prieteni

bgrei),

delle

notizie

inquietanti

(veti

ngrijortoare). Cu valoare de adjectiv se bucur i de gradele de


comparaie ale acestuia: divertente, pi divertente, divertentissimo.
-

ca substantiv: il dirigente (conductorul), linsegnante (profesorul),


il sorvegliante (supraveghetorul), il cantante (cntreul)

cu valoare verbal. Folosirea participiului cu aceast valoare se


ntlnete destul de rar n italiana comun, fiind caracteristic
limbajului juridic i birocratic. Poate fi nlocuit de o propoziie
relativ:
Sono accettati i giovani aventi (che hanno) meno di 25 anni. (Snt
acceptai tinerii care au mai puin de 25 de ani)
Informazioni riguardanti (che riguardano) i genitori. (Informaii
privitoare la prini)
Conclusioni derivanti (che derivano) dagli accertamenti svolti sul
posto. (Concluzii ce deriv din investigaiile fcute la faa locului)
Un documento comprovante (che comprova) let del candidato.
(Un document care dovedete vrsta candidatului)

Participiul trecut
Participiul trecut ajut la formarea tuturor timpurilor compuse i a
diatezei pasive, dar, uneori, poate fi folosit i ca substantiv (Ti ha cercato
uno sconosciuto) sau ca adjectiv (Il professore ci ha lodati per io lavoro
119

ben fatto).
Are patru forme asemenea adjectivelor cu patru desinene: amato
(masculin singular), amata (feminin singular), amati (masculin plural),
amate (feminin plural).

I.

Regulat
parlare - parlato
conj. I

mostrare - mostrato

-are -ato

amare amato
cantare - cantato
avere - avuto

conj. II

credere creduto

-ere -uto

sapere saputo
dovere dovuto
partire partito

conj. III

capire capito

-ire -ito

finire finito
dormire - dormito

II.

Neregulat

accendere acceso

persuadere - persuaso

accorgere accorto

piacere piaciuto

apparire - apparso

piangere pianto

aprire aperto

porgere porto

assumere - assunto

pungere punto

attendere atteso

prendere preso
120

bere bevuto

porre posto

chiedere chiesto

redigere redatto

chiudere chiuso

rendere reso

cogliere colto

ridere riso

concludere concluso

rimanere rimasto

conoscere - conosciuto

risolvere risolto

correggere corretto

rispondere - risposto

correre corso

rompere rotto

cuocere cotto

scegliere scelto

decidere deciso

scendere sceso

difendere difeso

sciogliere sciolto

dipingere dipinto

scoprire - scoperto

dire detto

scrivere scritto

dividere diviso

spegnere spento

esprimere espresso

spendere - speso

evolvere evoluto

spingere spinto

fare fatto

stendere - steso

fondere - fuso

stringere stretto

friggere fritto

succedere successo

giungere giunto

svolgere - svolto

immergere - immerso

tingere tinto

leggere- letto

togliere tolto

mettere messo

tradurre tradotto

mordere morso

uccidere ucciso

morire morto

valere - valso

muovere mosso

vedere visto / veduto

121

nascere nato

venire venuto

nascondere nascosto

vincere vinto

offendere offeso

vivere vissuto

offrire - offerto

volgere - volto

perdere perso / perduto

essere / stare stato

Cu valoare verbal poate fi folosit pentru a realiza forma implicit a


unor propoziii subordonate. Subiectul subordonatei coincide cu al
regentei:
- concesiv: Anche se ferito, gioc fino alla fine della partita. (Chiar
dac era rnit, a jucat pn la sfritul partidei)
- cauzal: Perch emozionato, non poteva concentrarsi. (Pentru c era
emozionat, nu se putea concentra)
- temporal: Arrivato a casa, si rese conto di essersi dimenticato di
comprare il pane. (Cnd a sosit acas, i-a dat seama c uitase s cumpere
pine)
- condiional: Se corretti, gli indizi lo avrebbero portato al colpevole.
(Dac erau corecte, indiciile urmau s-l conduc la vinovat )
Atunci cnd are propriul su subiect se numete participiu trecut
absolut:
Finite le ferie, tutti sono ritornati al lavoro. (Terminat vacana, s-au
ntors toi la lucru)

Acordul participiului trecut cu complementul direct

122

n cazul timpurilor compuse, participiul trecut se acord cu pronumele


neaccentuat complement direct antepus auxiliarului.
Acordul este:

obligatoriu n cazul pronumelor neaccentuate de persoana a III-a


singular i plural: lo, la, li, le i a particulei ne:
Hai visto Paolo? S, lho visto.
Hai visto Maria? S, lho vista.
Hai incontrato le ragazze? S, le ho incontrate.
Hai incontrato i ragazzi? S, li ho incontrati.
Quante mele hai mangiato? Ne ho mangiate due.

facultativ n cazul pronumelor neaccentuate de persoana I i a II-a


singular i plural: mi, ti, ci, vi
Luigi ci ha incontrato/e e ci ha invitato/e alla festa di stasera.
Ragazzi, dove siete stati? Vi ho cercato/i, ma non vi ho trovato/i.

Modul gerunziu
Se folosete numai n propoziii subordonate implicite; este strns
legat de verbul din regent, avnd acelai subiect ca i acesta:
Vedendolo, la ragazza gli sorrise. (Vzndu-l, fata i-a surs)
Subiectul trebuie s coincid cu cel al verbului din regent i s fie
ntotdeauna exprimat. Fac excepie expresiile impersonale: Facendo
troppo caldo, Paola si comprata un gelato. (Fiind prea cald, Paola i-a
cumprat o ngheat)
Atenie:
n limba italian nu este folosit aa de des ca n limba romn

123

deoarece ngreuneaz fraza. Cnd este posibil se prefer nlocuirea


acestuia cu o construcie explicit sau cu infinitivul:
Avendo visto la sua reazione, ha chiesto scusa.
Dopo aver visto....
Quando ha visto...

Gerunziul prezent
- arat o aciune simultan cu cea din propoziia principal.
Sapendo che era successo, decise di non interferire. (tiind ce se
ntmplase, decise s nu se amestece)
conjugarea I

conjugarea a II-a

conjugarea a III-a

parlare + -ando

credere + -endo

partire + -endo

Gerunziul perfect
- indic o aciune anterioar celei din principal.
Pur avendolo visto in una foto, non lho riconosciuto. (Dei l
vzusem ntr-o fotografie, nu l-am recunoscut)
auxiliarul avere sau essere

la gerunziu prezent

participiul trecut
al verbului de conjugat

Diateza pasiv (La forma passiva)


La diateza pasiv subiectul sufer aciunea fcut de complementul de
agent (exprimat sau subneles).
Pentru a fi posibil trecerea de la diateza activ la diateza pasiv,
124

verbul trebuie s fie tranzitiv i s aib complementul direct exprimat,


pentru c acesta va deveni prin transformare pasiv subiect:

diateza

Lo studente

activ

(subiect)

diateza

I compiti

pasiv

(subiect gramatical)

subiect

fa

i compiti.

(verbale activ)

sono fatti

(compl. direct)

dallo studente.

(verb pasiv)

(complement de agent)

auxiliar essere + participiu trecut

complement de agent

sono stati fatti (au fost fcute)


erano fatti (erau fcute)
I compiti erano stati fatti (fuseser fcute)

dallo studente.

(Temele) saranno fatti (vor fi fcute)

(de ctre elev)

sarebbero fatti (ar fi fcute)


sarebbero stati fatti (ar fi fost fcute)
Diateza pasiv se realizeaz cu ajutorul auxiliarului essere conjugat la
modul, timpul i persoana diatezei active urmat de participiul trecut al
verbului acordat n gen i numr cu subiectul gramatical.
Il monumento ammirato dai turisti.

verb la diateza pasiv, modul

La basilica ammirata dai turisti.

indicativ, timpul prezent

Atenie:
Nu confundai verbul la diateza pasiv cu indicativul perfect compus.
125

Complementul de agent este introdus ntotdeauna de prepoziia da.


Cnd complementul nu este exprimat avem de-a face cu o form
pasiv absolut: Il migliore sar premiato. (Cel mai bun va fi premiat)
Trecerea de la forma activ la cea pasiv este reversibil.
Observaii:
n italian exist mai multe moduri de exprimare a diatezei pasive:
1. Cu ajutorul altor verbe auxiliare:

Venire pune accentul pe aciune, conferind frazei dinamicitate. Se


folosete mai ales cu timpurile simple i n situaiile n care
complementul de agent este absent:
La porta viene chiusa con cura. (Ua este nchis cu grij)
La settimana prossima lei verr promossa. (Sptmna viitoare ea
va fi promovat)
Durante le vacanze questa stanza viene data in affitto. (n timpul
vacanei camera aceasta este dat cu chirie)

Andare se folosete tot numai cu timpurile simple i nu permite


exprimarea complementului de agent. Cu andare se insist asupra
desfurrii aciunii:
I documenti andarono persi. (Documentele s-au pierdut)
La casa and completamente distrutta. (Casa a fost complet
distrus)
Cu auxiliarul andare la persoana a III-a singular i plural poate fi

redat ideea de necesitate: va + participio passato = deve essere +


participio passato.
126

Il lavoro va fatto entro domani. (Lucrarea trebuie fcut pn


mine)

2. Cu si pasiv:
si + verb tranzitiv la persoana a III-a verb la diateza pasiv
Le macchine non si danno in prestito. (Mainile nu se dau cu
mprumut)
Una torta non si fa poi cos presto. (Un tort nu se face chiar aa de
repede)
Construcia cu si pasiv este mult mai economic din punct de vedere
al spaiului i, n plus, confer propoziiei o nuan impersonal. De
aceea este des ntlnit n anunurile publicitare, caz n care particula si se
adaug la sfritul verbului, formmd cu acesta un singur cuvnt:
Cercasi commessa! (Se caut vnztoare)
Affittansi camere! (Se nchiriaz camere)
Vendesi monolocale! (Se vinde garsonier)

127

ADVERBUL
Adverbul arat caracteristica unei aciuni, stri sau nsuiri. Poate
modifica sau determina mai bine un verb, un substantiv, un adjectiv, un
alt adverb, etc.
Clasificarea adverbelor dup:
A. form:

simple (au form proprie): adesso, bene, dopo, dove, forse, fuori, gi,
insieme, male, molto, presto, poco, sempre, subito, tanto, tardi...

compuse (rezult din unirea a dou sau mai multe cuvinte): accanto,
affatto, almeno, dappertutto, davvero, finora, inoltre, invano,
nemmeno, perfino, stavolta, talora...

derivate (provin din alte pri de vorbire care snt transformate n


adverbe cu ajutorul sufixelor mente i -oni): attentamente, bocconi

locuiuni adverbiale: allimprovviso, di solito, in un batter docchio

B. neles:

adverbe de mod, de loc, de timp, de cantitate, de afirmaie i de


negaie, interogative

Formarea adverbelor derivate

Adverbele n mente reprezint o categorie deschis ce permite


128

formarea de noi adverbe respectnd regulile de mai jos


De exemplu: informaticamente, telematicamente
adjective

mod de formare

exemple

-o

forma de feminin n -a + -mente

tranquill-a-mente

-e

form unic n -e + -mente

veloce-mente

-le
-re

forma unic fr e + -mente

facil-mente
legger-mente

Excepii:
altro altrimenti (altfel), benevolo benevolmente, leggero
leggermente, pari parimenti (n mod egal), ridicolo ridicolmente,
violento violentemente

Adverbe n oni reprezint o categorie nchis, neproductiv.


Aceste adverbe au ca punct de plecare un substantiv sau un verb,
dup cum urmeaz:
bocca

bocconi (pe brnci)

ginocchio

ginocchioni (n genunchi)

carpo

carponi (de-a builea)

cavallo

a cavalcioni (clare)

ciondolare

ciondoloni (atrnnd)

penzolare

penzoloni (atrnnd)

ruzzolare

ruzzoloni (de-a dura)

tastare

tastoni (pe dibuite)

tentare

tentoni (pe bjbite)

129

Adverbe de mod (Avverbi di modo)

Snt adverbe de mod:

Majoritatea adverbelor n -mente i toate cele n oni


Sinceramente parlando, non mi fiderei di loro. (Sincer vorbind, nu

a avea ncredere n ei)


Siccome era mancata la luce, procedeva a tentoni in cerca di una
candela. (Deoarece se ntrerupsese lumina, nainta pe bjbite n cutarea
unei lumnri)

Unele adverbe simple: adagio (ncet, prudent), piano (rar, ncet), cos
(aa), apposta (intenionat), assieme / insieme (mpreun), bene
(bine), male (ru)...
Quando si tratta di concludere un negozio, bisogna andare adagio.

(Cnd e vorba de ncheierea unei afaceri, trebuie mers cu grij)


Mi devi credere: non lho fatto apposta! (Trebuie s m crezi: n-am
fcut-o intenionat)

Cuvinte i locuiuni de origine latin sau strin: by night (pe timp de


noapte), gratis, grosso modo (n mare), okay, part-time.
Grosso modo sono contento di come sono andate le cose. (n mare,

snt mulumit de cum au mers lucrurile)


Per fortuna tutto okay. (Din fericire e totul okay)

Unele adjective calificative pot fi folosite pe post de adverbe; prin


urmare, snt invariabile: basso (jos), chiaro (clar), corto (scurt), duro
(din greu), forte (puternic), giusto (corect), leggero (uor), sodo (din
greu), storto (strmb, piezi) , veloce (repede)
130

Lelicottero volava basso. (Elicopterul zbura jos)


Destate preferisco mangiare leggero. (Vara prefer s mannc uor)
Per ottenere qualcosa bisogna lavorare duro / sodo. (Pentru a obine
ceva trebuie s munceti din greu)
Locuiuni adverbiale de mod: allimpazzata (nebunete), a lungo
(ndelung), a meraviglia (de minune), a piedi (pe jos), a pi non posso
(din rsputeri), da lontano (de departe), di corsa (n fug), di nuovo (din
nou), di recente (recent), di sicuro (cu siguran), di solito (de obicei), in
fretta (n grab)
Sabato sera ci siamo divertiti a meraviglia. (Smbt sear ne-am
distrat de minune)

Adverbe de loc (Avverbi di luogo)


Adverbe de loc: accanto (alturi), altrove (n alt parte), attorno (n jur),
ci (particula cu valoare adverbial - acolo), davanti (n faa), dietro (n
spatele), dovunque (oriunde), dappertutto (peste tot), gi (jos), laggi
(acolo jos), su (sus), lass (acolo sus), fuori (afar), l (acolo), lontano
(departe), ne (particula cu valoare adverbial de acolo), oltre (mai
departe), qui (aici), sopra (deasupra), sotto (dedesubt), vicino (aproape)
Se non trover niente da fare qua, cercher altrove. (Dac n-am s
gsesc nimic de fcut pe-aici, am s caut n alt parte)
Observaie: Exist vreo diferen ntre qui i qua, l i l?
Da. Qui i l snt mult mai specifice, delimiteaz spaiul; qua i l se
131

refer la o arie mai ntins, neprecizat.


Ti aspetter qui senza muovermi. (Am s te atept aici, fr s m
mic)
Qua intorno troverai di tutto. (Pe-aici prin jur vei gsi de toate)
Atenie:
Sopra, sotto, davanti, dietro, fuori, dentro, vicino, lontano pot fi att
adverbe ct i prepoziii:
verb + adverb: Io abito qui vicino. (Eu locuiesc aici aproape)
prepoziie + substantiv: Lui abita vicino alla stazione. (El locuiete
aproape de gar)
Locuiuni adverbiale de loc: di fronte (n faa), di fuori (de-afar), di
dietro (din spate), di qua (pe ici), di l (pe colo), per di qua (pe-aici), per
di l (pe-acolo), di sopra (deasupra), di sotto (dedesubt), in su (n sus), in
gi (n jos)...
Vai di l! La stanza degli ospiti di sopra (Ia-o pe-acolo! Camera de
oaspei e deasupra)

Adverbe de timp (Avverbi di tempo)


Adverbe de timp: adesso, ora (acum), allora (atunci), ancora (nc),
appena (de-abia, tocmai), fino (pn la), finora (pn acum), ormai (deacum), presto (devreme, repede), prima (nainte), poi (apoi), quando
(cnd), sempre (ntotdeauna), spesso (adesea), stavolta (de data aceasta),
subito (repede), tardi (trziu), tuttora (nc)...
132

Finora non siamo riusciti a convincerlo, ma stavolta ce la faremo.


(Pn acum nu am reuit s-l convincem, dar de data aceast vom reui)
Observaii:

Printre cele mai folosite snt adverbele care permit situarea n timp
prin raportare la momentul vorbirii.
-3

tre giorni fa (acum trei zile)

-2

laltro ieri (alaltieri)

-1

ieri4 (ieri)

oggi (azi)

domani (mine)

dopodomani (poimine)

fra tre giorni / di qui a tre giorni / oggi a tre (peste trei zile / de

azi n trei zile)

Adverbul mai are mai multe nelesuri. Se folosete:

cu sensul de niciodat n diferite poziii i cu conotaii diverse: Non


lho mai sentito parlare cos (Nu l-am auzit vorbind astfel niciodat);
Non voglio vederlo mai pi (Nu vreau s-l mai vd niciodat); Mai e
poi mai avrei pensato a una sorpresa del genere (Niciodat nu m-a
fi gndit la o astfel de surpriz); Quando lo perdonerai? Mai!
(Niciodat!)

cu sensul de vreodat: Sei mai stato in Italia? (Ai fost vreodat n


Italia?)

n interogative pentru a exprima surprinderea: Chi mai sar stato?


(Oare cine o fi fost?); Perch mai glielo devo dire io? (i de ce, m

Atenie: pronunia adverbului ieri difer fa de romn. Accentul cade pe e: iri.

133

rog, trebuie s i-o spun eu?)

Adverbul gi se folosete:

pentru a reda surpriza, bucuria, regretul cu sensul de deja: Sei gi


qui? (Eti deja aici?); Sono gi finite le vacanze? (S-a terminat deja
vacana?);

ca echivalent al lui s (da), dar cu o conotaie de nesiguran: Allora


sei stato tu? Gi! ( Deci tu ai fost? Mda!)

Locuiuni adverbiale de timp: di buon ora (devreme), di quando in


quando (din cnd n cnd), di notte (pe timp de noapte), di giorno (n
timpul zilei), di colpo / tutta un tratto (dintr-odat), dora in poi (deacum nainte), nel frattempo (ntre timp), un giorno (ntr-o zi), una volta
(odat), in tempo (la timp), per tempo (din timp), in men che non si dica
(ct ai zice pete), prima o poi (mai devreme sau mai trziu)...
Dora in poi penser due volte prima di prendere una decisione. (Deacum nainte m voi gndi de dou ori nainte de a lua o decizie)
Di quando in quando bisogna staccare la spina. (Din cnd n cnd
trebuie s te scoi din priz / s iei o pauz)

Adverbe de opinie5 (Avverbi di giudizio)


Din aceast categorie fac parte:
1. Adverbele de afirmaie (Avverbi di affermazione): addirittura (de-a
5

Aceast denumire nu exist n limba romn, dar a fost necesar pentru a fi ct mai
fideli clasificrii adverbelor n limba italian.

134

dreptul), appunto (ntocmai), certamente, certo (desigur), esattamente


(desigur), davvero (ntr-adevr), giusto (bine, corect), proprio (chiar),
sicuramente, sicuro (sigur);
Quello che stai dicendo addirittura assurdo. Addirittura!? (
Ceea ce spui e de-a dreptul absurd. Chiar aa!?)
E proprio quello che volevo dire anchio. (Chiar asta vroiam s
spun i eu)
2. Adverbele de negaie (Avverbi di negazione): non (nu), neanche,
neppure (nici), nemmeno (nici mcar), mica (doar);
Non immagini neanche quanto sia importante quello che mi hai
appena detto. (Nici nu-i imaginezi ct este de important ceea ce
tocmai mi-ai spus)
Atenie:
Adverbele neanche, neppure, nemmeno (i n general orice sintagm
cu valoare negativ) refuz negaia cu non cnd se afl la nceputul
frazei, pentru a evita dubla negaie.
Non mi ha parlato nemmeno. (Nici mcar nu mi-a vorbit)
Nemmeno mi ha parlato.
3. Adverbele de ndoial (Avverbi di dubbio): forse (poate),
probabilmente (probabil), quasi (aproape), eventualmente (eventual),
magari (poate, mcar)...
Magari potessi visitare ogni anno lItalia. (De-a putea vizita Italia
n fiecare an)
Quasi quasi andrei anchio con loro. (Mai mai c m-a duce i eu
cu ei)

135

Locuiuni: di certo, di sicuro (desigur), per lappunto (ntocmai),


neanche per idea / sogno (nici prin gnd nu-mi trece), senza dubbio (fr
ndoial)

Pensi di dargli una mano per togliersi dai guai? (Ai de gnd s-l ajui
ca s ias din bucluc?)

Neanche per sogno! Che se la cavi! (Nici prin gnd nu-mi trece! S
se descurce!)
Observaii:

S (da) i no (nu), chiar dac snt considerate adverbe ndeplinesc o


funcie asemntoare pronumelor, nlocuind o propoziie sau o parte
dintr-o propoziie:
Mi vuoi accompagnare a teatro? (M nsoeti la teatru?)
S. (Da)
Poate determina un substantiv sau un adjectiv:
Come ti sembra Marco?
Carino s, ma non bello.

Mica este un adverb tot mai des ntlnit n italiana vorbit, mai ales n
limbajul colocvial. Se folosete
- pentru a ntri o negaie:
Non posso mica dirtelo. Non me la sento. (Chiar nu pot s-i spun.
Nu m simt n stare.)
- cu nelesul de din ntmplare, cumva:
Non sai mica dove sono i miei occhiali? (tii, din ntmplare undemi snt ochelarii?)
Mica sei arrabbiato con me? (Eti cumva suprat pe mine?)

136

- la nceputul propoziiei pe post de negaie:


Mica ti credo, io! (C doar nu te-oi crede!)
- n fraze eliptice:
Sono tutte cose vere, mica storie! (Totul este adevrat, c doar nu-s
poveti!)
Mica facile questo problema! (Nu e deloc uoar problema asta!)
Mica male quel ragazzo! (Biatul acela nu e ru deloc!)

Un alt adverb care ntrete negaia este punto, caracteristic regiunii


Toscana:
Non sono punto stanco. (Nu snt deloc obosit)

Adverbe de cantitate (Avverbi di quantit)

Adverbe de cantitate: abbastanza, assai (destul), alquanto (oarecum,


cam), altrettanto (la fel de), appena (abia), meno (mai puin), molto
(mult), nulla, niente (nimic), parecchio (suficient de mult), pi (mai
mult), piuttosto (mai curnd), poco (puin), tanto (att de mult), quanto
(ct), troppo (prea mult)
E piuttosto simpatico questo ragazzo! (E mai curnd simpatic )
Ti sei divertito alla festa? Parecchio. (Suficient de mult)
Hai abbastanza tempo? Quanto basta! ( Ai destul timp? Ct smi ajung!)
Locuiuni adverbiale de cantitate: pressa poco, allincirca, su per gi
(aproximativ), pi o meno (mai mult sau mai puin), n pi n meno (nici
mai mult nici mai puin), di pi (mai mult), di meno (mai puin), un poco
(puin), a bizzeffe (cu duiumul)
137

Quanti anni avr? (Ci ani o fi avnd?)

Allincirca / su per gi / pi o meno venticinque anni. (Vreo 25)

Observaii:

Exist o categorie aparte de adverbe de cantitate care permit precizri


ulterioare sau care ntresc cele deja spuse: inoltre (pe lng aceasta),
perfino (chiar, pn i), pure (i), ancora (nc)...
Inoltre, voglio ringraziarvi della vostra disponibilit! (Pe lng
aceasta, vreau s v mulumesc pentru amabilitatea voastr)
Siete stati perfino troppo gentili! (Ai fost chiar prea amabili)
Siete rimasti con me pure la domenica. (Ai rmas cu mine i
duminica)
Senza il vostro aiuto sarebbe stato ancora pi difficile. (Fr
ajutorul vostru ar fi fost i mai greu)

n enunurile afirmative affatto are sens de cu totul, n mod deosebit:


La loro cultura affatto diversa dalla nostra. (Cultura lor este cu
totul deosebit de-a noastr)
n enunurile negative nseamn deloc:
Il suo atteggiamento non mi piace affatto. (Nu-mi place deloc
atitudinea lui.)
Folosit singur este echivalent cu nu:
Ti disturbo? Affatto. (Te deranjez? Nu.)

Adverbe interogative (Avverbi interrogativi)

138

Se folosesc n propoziiile interogative directe. Exprim:

modul: Come sei venuto? (Cum ai venit?)

locul: Dove sei stato? (Unde-ai fost?)

timpul: Quando sei andato via? (Cnd ai plecat?)

valoarea: Quanto costa? (Ct cost)

cauza: Perch non ti piace? (De ce nu-i place ?); Come mai sei
ancora qui? (Cum de nc mai eti aici?)
Observaie:
Unele adverbe interogative pot fi folosite i n propoziii exclamative:
Quanto mi manchi! (Ct de mult mi lipseti!)
Come mi trovo bene qui con voi! (Ce bine m simt aici cu voi!)

Gradele de comparaie ale adverbului


Numeroase adverbe (ndeosebi cele de mod, timp i loc) au, ca i
adjectivele, grade de comparaie.
A. Pozitiv forma de baz a adverbului.
B. Comparativ
1. de superioritate (mai):
Vai pi adagio. (Mergi mai ncet)
- pi

+ adverb

Abito pi lontano. (Locuiesc mai departe)


Ritorno pi tardi. (M ntorc mai trziu)

139

Observaie:

Din aceast categorie fac parte i adverbe care au form neregulat la


comparativ:
bene meglio (mai bine)
male peggio (mai ru)
molto pi (mai mult)
poco meno (mai puin)
grandemente maggiormente (n mai mare msur)
Peggio di cos non poteva andare. (Mai ru de-att nici c se putea)

Cnd se compar dou propoziii sau dou elemente ale propoziiei


forma de comparativ este urmat de prepoziia di:
Tu conosci litaliano meglio di lei. (Tu tii italiana mai bine dect
ea)
Ci incontriamo pi spesso di quanto non volessimo. (Ne ntlnim
mai des dect am vrea)

Adverbe precum molto, ancora, bene ajut la ntrirea formelor de


comparativ.
Sto molto meglio. (M simt mult mai bine)
Lui rientrato ancora pi tardi. (El s-a ntors acas i mai trziu)
Vorrei che ci incontrassimo ben pi spesso. (A vrea s ne ntlnim
mult mai des)

140

2. de inferioritate (mai puin):


- meno

+ adverb

Lavora meno seriamente questanno. (Anul


acesta lucreaz mai puin serios)

3. de egalitate (la fel de ca):


-

tanto

cos

+ adverb

+ quanto:
+ come:

Tu impari tanto / cos facilmente


quanto / come tua madre. (Tu nvei
la fel de uor ca mama ta)

C. Superlativ
1. Relativ se folosete foarte rar i se construiete cu ajutorul
expresiilor: per lo pi (n general), tuttal pi (n caz extrem), al pi
(cel mai), per lo meno (cel puin)
Lo si vede per lo pi la domenica. (E vzut n general duminica)
Tuttal pi coster 30 . (Trebuie s coste cel mult 30 )
Ci vediamo alle otto, al pi tardi. (Ne vedem cel triziu pe la 8)
Questa fuoriserie costa per lo meno 30.000 . (Aceast main de
excepie cost cel puin 50.000 )
2. Absolut (foarte) se formeaz prin adugarea sufixului mente la
issima (forma de feminin a superlativului absolut al adjectivelor):
raramente rarissimamente (foarte rar)
dolcemente dolcissimamente (foarte dulce / delicat)
facilmente facilissimamente (foarte uor)
leggermente leggerissimamente (foarte uor)
141

lentamente lentissimamente (foarte ncet / lent)


La tartaruga procedeva lentissimamente. (Broasca estoas
nainta foarte lent)

Observaie:

Unele adverbe primesc sufixul issimo direct la gradul pozitiv:


bene benissimo (foarte bine)
male malissimo (foarte ru)
poco pochissimo (foarte puin)
molto moltissimo (foarte mult)
presto prestissimo (foarte devreme)
lontano lontanissimo (foarte departe)

Bene, male i poco mai au o form de superlativ absolut:


ottimamente (excelent), pessimamente (execrabil) i, respectiv,
minimamente (ctui de puin).

Locul adverbelor n propoziie


De obicei, adverbul se poate afla oriunde n interiorul propoziiei.
Cnd determin:
-

un verb, st n general dup acesta: A volte parli troppo. (Cteodat


vorbeti prea mult). n cazul timpurilor compuse, exist o serie de
adverbe care se intercaleaz ntre auxiliar i participiu trecut: ancora,
appena, gi, mai, sempre, spesso, subito, talvolta, forse, neanche,
nemmeno, neppure, probabilmente, proprio, quasi, sicuramente:

142

Sono appena arrivato. (Tocmai am sosit);


-

un substantiv, este plasat dup acesta: Ieri abbiamo visto un film cos
cos. (Ieri am vzut un film aa i-aa)

un adjectiv sau un alt adverb, le precede: Camminava abbastanza


veloce. (Mergea destul de repede); Sono ben contento. (Snt foarte
bucuros);

o propoziie, poate fi situat: naintea, n interiorul sau la sfritul


acesteia:
Ovviamente, bisogna fare qualcosa. (Evident, trebuie fcut ceva)
Bisogna, ovviamente, fare qualcosa.
Bisogna fare qualcosa, ovviamente.

143

PREPOZIIA
Prepoziiile (le preposizioni) stabilesc legturi ntre dou elemente ale
aceleiai propoziii.
Se pot mpri n:

prepoziii poprii: a, con, da, di, fra/tra, in, per, su

prepoziii improprii (pot avea i alte valori): anzi, attraverso,


avanti, contro, dietro, dinanzi, dopo, durante, eccetto, fuorch, fuori,
lungo, malgrado, mediante, nonostante, oltre, presso, rasente, raso,
salvo, secondo, senza, sopra, sotto, tolto, tramite, tranne, verso
lungo: Le piaceva caminare lungo il mare. (prepoziie)
Il muro era lungo dieci metri. (adjectiv)
sopra: Lei abita sopra la stanza dei genitori. (prepoziie)
Io abito sopra, la mia amica sotto. (adverb)

locuiuni prepoziionale: a causa di, a favore di, accanto a (lng),


(al) di l di (dincolo de ), (al) di qua di, contro a, davanti a / difronte
a (n faa), dentro di (nuntru), dietro a (n spatele), fino da (de),
fuori da (afar din), fuori di, in cima a (n vrf), in seguito a (n
urma), a seguito di (ca urmare), in conseguenza di (n consecina), in
fondo a (n captul), in luogo di (n loc de), in mezzo a (n mijlocul),
in quanto a (ct despre), insieme con (mpreun cu), intorno a (n jur),
invece di (n loc de), oltre a (dincolo de), per effetto di (datorit),
prima di (nainte), sino a (pn la), sopra a (deasupra), sotto a
(dedesubt).
Fin da allora sognavo di diventare quello che sono oggi. (nc de
pe-atunci visam s ajung ceea ce snt acum)
144

In seguito alla denuncia i miei vicini non hanno pi il baccano di


prima. (n urma denunului vecinii mei nu mai fac glgia de dinainte)
In mezzo alla stanza che sta in fondo al corridoio troverai la mia
valigia. (n mijlocul camerei care se afl n captul coridorului vei
gsi valiza mea)
Prepoziia di arat:

abundena: Unaula piena di studenti.

acuzaia: stato accusato di falso giuramento.

apartenena: Questa villa dei miei zii.

argumentul: Abbiamo parlato di letteratura, di storia, persino di


calcio.

calitatea: Ecco un giovane di bellaspetto.

cantitatea: Vivo in un palazzo di dieci piano.

cauza: Mio nonno soffriva di cuore.

comparaia: pi bravo di lui.

denumirea: Sono nata nel mese di gennaio.

divizarea: Alcuni di noi sono andati via in anticipo.

locul: Andiamo di qui che facciamo pi in fretta.

maniera: Lei quasi sempre di buon umore.

materia: Le pi perfette sono le statue di marmo di Carrara scolpite


da Michelangelo.

mijlocul: I pescatori vivono della pesca.

originea: Siete di Roma, vero?

preul: Questo sicuramente un quadro di valore.

privaiunea: Non mi piacciono le case prive di luce.


145

scopul: Mi scusi, dov la porta dingresso?

specificaia: Ho preso in prestito la macchina dei miei.

timpul: Ricevo dei messaggini di ora in ora.

vrsta: Un bambino di sei anni va gi a scuola.

Propoziii implicite introduse:

subiective: Mi sembrava di averlo gi incontrato alla festa di


unamica.

directe: Gli ho detto di aspettarmi.

finale: Vi prego di fare silenzio.

cauzale: Mi dispiace di farvi aspettare, ma il capo non c.

Prepoziia a indic:

calitatea: un appartamento a tre stanze; Voglio una pizza ai funghi.

cauza: Risero alla mia battuta; A quella notizia, rimasero tutti di


stucco.

complementul indirect n dativ: Ho deciso di dare a lui la mia


collezione.

distana: Il nostro albergo a undici chilometri da questo punto.

distribuia: Si entra a uno a uno!

limitarea: A mio avviso, meglio lasciare le cose cos.

msura: Correva sullautostrada a 120 chilometri lora.

mijlocul: Mi piace andare a piedi; Magari sapessi andare a cavallo!;


Questa lettera scritta a macchina.

micarea ctre un loc: Questo fine settimana andiamo al mare /


cinema / bar / ristorante, a teatro, allopera oppure andiamo allo
146

spettacolo / stadio...

modul: Non bene imparare a memoria; Meglio parliamo a


sottovoce!

nume predicativ: Ha preso a esempio / modello Giovanni.

pedeapsa: stato condannato allergastolo, cio a carcere a vita.

preul: In questo negozietto vendono tutto a 1 euro.

starea ntr-un loc: Loro vivono a Genova; Stasera resto a casa;


dovuto restare a letto.

timpul determinat: Partiremo allalba e arriveremo a mezzanotte.

vrsta: Si laureata a ventidue anni.

Propoziii implicite introduse:

subiective: Hai fatto male a non venire.

finale: Vieni a vedere!; Riesci a sentirmi?

condiionale: A sentirlo parlare, diresti che un eroe.

temporale: Al vederlo, gli corsa incontro.

limitative: pi facile a dirsi che a farsi; Scene cos sono brutte a


vedersi.

cauzale: A vederlo piangere, mi sono commossa.

Prepoziia da exprim:

agentul: Il tuo lavoro apprezzato da tutti.

calitatea: Una ragazza dai capelli biondi e dagli occhi blu!

cauza: Tutti battevano i denti dal freddo.

element predicativ suplimentar: Suo zio gli ha fatto da padre; Anche


se non ha un soldo in tasca, lui si ostina a voler vivere da gran
147

signore.

estimarea: Sconti da 75% in gi!

limita: Per definizione, i pirati erano quasi tutti ciechi da un occhio!

locul de plecare: Siamo partiti da casa la mattina presto.

locul: Abito dallaltra parte della strada; Abito dai miei.

mijlocul: Lha riconosciuto dalla voce; meglio giudicare dai fatti.

micarea printr-un loc: I ladri sono passati dalla finestra aperta; Se


volete fare prima, conviene passare da piazza Garibaldi.

modul: Sono in pochi quelli che sanno comportarsi da gentiluomo.


- cu sensul de degno di: Non da te agire cos!

preul: Mi sono comprata un telefonino da 100 euro.

proveniena: Vengo dalla Romania; Ho saputo dellincidente dalla


TV; Leonardo da Vinci

punctul de sosire (+ persoan): Tra 10 minuti sar da te, va bene?

scopul: vestito da sera / sposa; occhiali da sole; biglietto da visita;


spazzolino da denti...

separarea, ndeprtarea: Dopo tanti anni di matrimonio, Marco si


separato dalla moglie; Non poteva staccarsi da loro, sapeva che non
li avrebbe pi rivisti.

timpul: Da quando arrivato non ha combinato altro che guai.

Propoziii implicite introduse:

consecutive: Mi manchi da impazzire!; C una confusione da non


credere.

finale: Ho un sacco di cose da fare e il tempo stringe.

148

Prepoziia in arat:

cantitatea: Siamo in troppi qua dentro, manca laria.

limita: molto brava in lingue straniere.

locul: Abito in questa casa sin dalla nascita; Abito in via Dante; Ho
in mente tanti bei ricordi.

materia: Mi piacciono i mobili in legno.

mijlocul: Adoro viaggiare in aereo.

micarea ctre un loc: Ti va di andare in spiaggia / biblioteca / chiesa


/ montagna / campagna / banca / piscina / ufficio / albergo / classe /
citt con me?
Observaie:
Prepoziia in se folosete cu substantivele care se termin n eria:
Andiamo in gelateria / libreria / lavaderia / macelleria / pasticceria /
pizzeria / segreteria / tabaccheria.

micarea printr-un loc: Andiamo a paseggiare in centro.

modul: Quando ho un po di tempo libero mi piace andare in


bicicletta; Stavo in ansia per il suo ritorno; Non mi piace per niente
il riso in bianco.
In precede numele de familie al soului: Maria Rossi in Baldoni

scopul: Mi venuto in aiuto uno che neanche conoscevo.

timpul determinat: Lei nata nel 1979.

Propoziii implicite introduse:

temporale: Nel correre, sono caduta.; Nel dirlo, scoppi a ridere.

Prepoziia su exprim:
149

aproximaia: Le scarpe costano sui novanta euro.; La mia valigia sui


trenta chili; Devessere un uomo sulla cinquantina.

argumentul: Ho fatto un corso sulla crisi della famiglia nel cinema


italiano.

distribuia: Tre giorni su sette piove.

locul: Ho messo le spese sul tavolo di cucina; Durante le vacanza ho


abitato in un albergo sul Lago di Garda.

micarea ctre un loc: Ce lho fatta a salire sullautobus; Le finestre


della mia stanza danno sulla strada.

modul: Non so quando scherza e quando fa sul serio.

timp determinat: Arriver a casa sul tardi; Partiremo sul far del
giorno.

Prepoziia con arat:

calitatea: Ti ha cercato la ragazza con gli occhi azzurri.

cauza: Con questa pioggia, non si pu far niente.

compania: Vado al cinema con i miei amici; A Natale mangiamo le


salsicce con fagioli.

concesia: Con tutti gli sforzi che ha fatto, non riuscita a finire in
tempo.

limita: Come va con la vita?

mijlocul: Siamo arrivati con la macchina di un amico.

modul: Le cose si possono ottenere con le buone o con le cattive;


Bisogna sempre guardare al futuro con speranza.

timpul: molto romantico fare una passeggiata col chiaro di luna.

150

Propoziii implicite introduse de con:

modale: Con linsistere, ha ottenuto quello che voleva.

Prepoziia per indic:

avantajul: Meglio per te!

cauza: Perch mai ci si litiga sempre per delle sciocchezze?

destinaia: Domani mattina partiamo per Roma.

distribuia: Dobbiamo dividerci per gruppi di cinque.

elementul predicativ suplimentar: Hanno dato per certa la notizia


dellattentato.

nmulirea n matematic: due per cinque uguale a dieci

limita: Per questa volta ti perdono!

msura: Le riparazioni stradali continuano per due chilometri.

mijlocul: Devo spedire i documenti in originale per posta.

modul: Lho fatto per scherzo, non apposta, mi devi credere!

preul: Ieri ho comprato vestiti per un totale di 200 euro.

scopul: Bisogna prepararsi per gli esami!

starea ntr-un loc: Non c niente di pi rilassante che stare sdraiati


per terra a guardare il cielo.

timpul continuat: Ho studiato per tutta la notte.

timpul determinat: Lappuntamento fissato per le otto di sera.

trecerea printr-un loc: Ho girato per tutta la citt; Il gatto passato


per la finestra ed uscito per la porta.

vina: stato processato per evasione fiscale.

Propoziiile implicite pe care le introduce:


151

final: Far del mio meglio per aiutarti.

consecutiv: Sei abbastanza grande per capire che hai sbagliato di


grosso.

cauzal: stato processato per aver rubato una macchina.

Prepoziia tra / fra

aproximaia: Avr fra i trenta e i quarantanni.

cauza: Fra tante cose da fare, non trovo mai un minuto libero per me.

compania: ... per chi ama stare fra gli altri.

distana: Sul cartellone sta scritto che tra cinque chilometri c un


bar aperto a tutte le ore.

micarea ntr-un sau ctre un loc: Mi sono trovata benissimo tra voi /
tra la gente di questo paese.

o parte dintr-un ntreg: Sei il migliore tra tutti quelli che conosco.

poziia ntr-un loc: Ho nascosto la lettera tra le pagine di questo


libro.

relaia: Le feste tra amici sono quasi sempre un esito...

timpul: Cercami tra le 8 e le 10 di sera; Arriveremo tra un quarto


dora.

152

CONJUNCIA
Conjunciile stabilesc raporturi ntre prile de vorbire de acelai fel
dintr-o propoziie sau ntre propoziiile unei fraze.
Se pot subdivide n:

Simple (formate dintr-un singur cuvnt): e, n, o, ma, che, se

Compuse (formate prin unirea a dou sau mai multe cuvinte):


affinch, perch, eppure, giacch, purch

Locuiuni conjuncionale: non appena che (imediat ce), anche se


(chiar dac), per il fatto che (deoarece), ogni volta che (ori de cte
ori), di modo che (astfel nct), dal momento che (din moment ce),
per la qual cosa (fapt pentru care)

Conjunciile coordonatoare (Le congiunzioni coordinative)


Stabilesc un raport de egalitate ntre propoziiile sau prile de
propoziie pe care le unesc.
Snt de mai multe feluri:
1. copulative (stabilesc un raport simplu ntre dou sau mai multe
elemente de acelai fel): e, anche / pure, inoltre, come, n (nici),
neanche, nemmeno, neppure
Non credo alle promesse, n ai giuramenti. (Nu cred n promisiuni
i nici n jurminte)

153

2. disjunctive (indic o separare ntre termenii legai): o / oppure /


ovvero (sau), altrimenti (altfel, de nu)
Cosa preferisci: lalba o il tramonto? (Ce preferi: rsritul sau
apusul?)
Devo sapere come sta, altrimenti non sar tranquilla. (Trebuie s
tiu cum se simte, altfel nu voi fi linitit)
3. adversative (indic o opoziie): ma (dar), per (ns), anzi
(dimpotriv), invece (n schimb), mentre (n timp ce), quando,
tuttavia (totui), eppure (i totui), bens (ci);
Non prepotente, anzi addirittura in gamba. (Nu este arogant,
dimpotriv e chiar de treab)
Non parlavamo di questo, bens di tuttaltre cose. (Nu vorbeam
despre asta, ci despre cu totul altre lucruri)
4. declarative sau explicative (semnaleaz o declaraie sau o
explicaie): cio / vale a dire / ossia (adic), infatti (de fapt)
Partir fra tre giorni, cio mercoled. (Voi pleca peste trei zile,
adic miercuri)
5. conclusive (anun o concluzie, o consecin): dunque / quindi (deci),
pertanto (prin urmare), perci (de aceea), , sicch (astfel nct)
Vado in ferie, quindi / sicch per un mese niente lavoro. (Plec n
vacan, aadar, timp de o lun s nu aud de munc)
6. corelative (stabilesc o relaie ntre dou sau mai multe elemente): e
e, sia sia (fie fie), tanto quanto, cos come, n n, o o,
o oppure, non soloma anche.
Non sono daccordo n con lui, n con te. (Nu snt de acord nici cu
el i nici cu tine)

154

Allora scegliamo sia la sua variante, sia la mia. (Prin urmare, alegem
fie varianta lui, fie pe-a mea.)

Conjunciile subordonatoare (Le congiunzioni subordinative)


Stabilesc un raport de dependen.
Se mpart n:
1. adversative: quando, mentre (invece), laddove (cnd de fapt)
Tu ti lamenti sempre, mentre io invece non dico mai nulla. (Tu te
plngi toat ziua, n timp ce eu nu zic niciodat nimic)
2. cauzale: perch, giacch / poich / siccome (deoarece), dato che /
visto che / per il fatto che (dat fiind faptul c), dal momento che (din
moment ce)
Siccome era abbastanza tardi, ho deciso di rincasare. (Dat fiind
faptul c era destul de trziu, am decis s m ntorc acas)
3. comparative: cos come (aa cum), tanto quanto (att ct),
pi che (mai mult dect), meglio che (mai bine dect),
piuttosto che (n loc s), meno che (mai puin dect)
Non poi cos facile come pensavo. (Nu e chiar aa de uor cum
credeam)
4. concesive: sebbene / bench (dei), anche se / pure (chiar dac),
quantunque, malgrado che / nonostante che
Bench / Sebbene [+ conjunctiv] ci sia andata, non servito a
nulla. (Cu toate c m-am dus acolo, nu a folosit la nimic)
Anche se [+ indicativ] ci sono andata, non servito a nulla.
5. condiionale (arat consecina aciunii din principal): se (dac),
155

purch / pur di (numai s), quando, a condizione che / a patto che (cu
condiia ca), supposto che (presupunnd c), caso mai / qualora / nel
caso che (n caz c)
Ha accettato tutte le sue condizioni, pur di liberarsene. (I-a
acceptat toate condiiile numai s scape)
Ha accettato tutte le sue condizioni, purch se ne liberasse.
6. consecutive: che (nct), tanto che / tanto da (att de nct),
cos da / cosicch (aa de nct), di modo che (astfel nct), a tal
punto che (ntr-att de nct)
Ero talmente agitata che non potevo addormentarmi. (Eram aa de
agitat nct nu puteam s adorm)
7. declarative: che (c), come [+ conjunctiv] (cum de)
Mi ha spiegato come fossero arrivati a divorziare. (Mi-a explicat
cum de-au ajuns s divoreze)
8. care indic excepia, excluderea, limitative: fuorch / tranne che /
eccetto che (n afar de), salvo che / a meno che (numai s nu), senza
che (fr ca s), per quanto (orict de), che (care s)
Fa ogni cosa, fuorch lavorare. (Face de toate numai de lucrat nu
lucreaz)
9. finale (exprim scopul): affinch, che, acciocch, per, perch (pentru
ca s)
Gli ha fatto un bel regalo perch lei sappia quanto lui gli vuole
bene. (I-a fcut un cadou frumos pentru ca ea s tie ct el ine la ea)
10. interogative indirecte, dubitative: che, se, perch, quanto, quando,
come
Non so se valga la pena. (nu tiu dac merit)
11. modale: come, come se, quasi, comunque, nel modo che
156

Si guardavano come se non si conoscessero. (Se priveau de parc nu


s-ar fi cunoscut)
12. temporale: quando, che, appena (che), dopo che, prima che, come,
allorquando, mentre, finch (pn cnd), ogni volta che (ori de cte
ori)
Dopo che se ne sono andati via, ci siamo messi a pulire. (Dup ceau plecat, ne-am apucat s facem curat.)
Prima che tu te ne vada, devo dirti qualcosa. (Trebuie s-i spun
ceva, nainte ca tu s pleci)

157

INTERJECIA
Interjeciile (le interiezioni / le esclamazioni) exprim n mod direct
senzaii, sentimente, stri sufleteti.
Se mpart n trei categorii:
A. Interjeciile propriu zise snt, n mare parte, monosilabice i
exteriorizeaz stri afective i senzaii fizice. De multe ori o
interjecie poate exprima stri diferite, uneori chiar contradictorii.
Interjeciile cele mai frevente snt:
-

ah! poate exprima: durere (ah, che disgrazia!), surpriz (ah,


proprio quello che cercavo!) iar, repetat de mai multe ori, reproduce
sunetul rsetului (ah! ah!);

ahi exprim durerea fizic sau moral (ahi, mi sono fatta male!;
ahi, poveri noi!)

ahim exprim autocomptimire (ahim, sono uno sciagurato! =


vai de mine, snt un nenorocit)

bah arat ndoiala (bah, non saprei!) sau chiar dezgustul (bah, che
schifo!)

boh exprim netiina (Boh, che ne so io!) sau refuzul de a-i


exprima opinia (Che pensi di questo libro? Boh!)

brr red senzaia de frig (Brrr, ma che freddo cane che fa!) sau
sentimentul de fric (Brr, aiuto, ho paura!)

eh se folosete pentru a exprima un repro, un regret pentru ceva ce


nu mai poate fi schimbat (eh no, non questo quello che ho detto io!;
eh, ormai fatta!) sau entuziasmul (eh, che bei fiori!) sau pentru a
arta c nu s-a neles un anume lucru (eh, coshai detto?)

ehi se folosete pentru a atrage atenia (ehi, ti ho appena chiesto


158

qualcosa!) sau pentru a certa pe cineva (ehi, ma come ti permetti?)


-

ehm arat ezitarea ( Ce lhai il ragazzo? Ehm, meglio cambiamo


discorso!)

mah exprim nesiguran (mah! non ne sarei cos sicura!) sau


amrciune (mah! chiss che fine far? = Mmm! Cine tie ce se va
alege de mine?!)

mhmm exprim dubiu, ezitare (mhmm, adesso che ci penso, forse


sarebbe meglio andare in montagna), dar i ncntare (mhmm, mi
piace questa proposta!; mhmm, come squisito questo gelato!)

oh exprim stupoare, bucurie (oh, che bella giornata!) sau durere,


tristee (oh, che disastro!)

oh se folosete pentru a chema pe cineva (oh, Giovanni, da


quand che non ci vediamo!; oh, mi senti?)

ohi arat nemulumirea (ohi, ohi, ohi, ma come hai potuto fare una
cosa del genere?)

to se spune n momentul n care ntnzi cuiva ceva (to, prendi i


miei biscotti!) sau pentru a exprima bucuria (to, guarda com
cresciuto!)

uffa denot plictiseal (uffa, ma quando finisce?)

uh red senzaia de durere (uh, come mi fa male lo stomaco!)

uhm exprim scepticism (uhm, per me, quello ci sta ingannando!)

B. Interjeciile improprii snt pri de vorbire care, ocazional, pot fi


folosite ca interjecii:
-

substantive: coraggio! / animo! / forza! (curaj), silenzio! (linite),


aiuto! (ajutor), peccato! (pcat), accidenti! / maledizione! (la naiba),
bestia! / animale!, mascalzone! (neruinatule), vergogna! (ruine),
159

auguri! (La Muli Ani!), congratulazioni! (Felicitri);


-

adjective: bravo!, fantastico!, zitto! (Taci din gur!), magnifico!,


meraviglioso!;

verbe: bada! (Ai grij), basta! (Ajunge!), smettila! / piantala!


(Termin-o!), (ev)viva! (Triasc!), vai! (Du-te!), scusi! (Scuzai-m)

adverbe: presto! / subito! (repede), piano! (ncet), fuori! (afar),


bene!, pronto?(alo)

C. Locuiunile exclamative snt grupuri de cuvinte sau propoziii cu


valoare exclamativ: mamma mia!, guai a te! (vai de tine!), lascia
stare! / lascia perdere! (las-o balt!), santo cielo!, Dio mio!, per amor
del cielo!, per lamor di Dio!, Dio ci guardi! / Dio ci scampi! / Dio ce
ne liberi! (Doamne ferete!), Dio ce la mandi buona! (Doamne
ajut!), Mi raccomando! (Ai grij!), per carit!, porca miseria!,
siamo fritti! (ne-am ars!), che barba! (ce plictiseal!), si figuri!
(imaginai-v!), mi faccia il piacere!
Observaie:
Onomatopeele (le onomatopee) reprezint o categorie aparte a
interjeciilor. Acestea imit i reproduc sunete i zgomote din natur.
Onomatopee italiene: bau! (ham!), chicchirich! (cucurigu!), din don
dan! (sunetul clopotelor), gnam! (zgomotul masticaiei), miao! (miau!),
tic tac! (btaia ceasului), tu tu! (sunetul de locomotiv sau de telefon
ocupat), zzz! (sunetul cuiva care doarme)
Onomatopee de origine englez: bang! (explozie), gulp! (nghiit n
sec de fric sau de uimire), screech! (zgomot de frn), sigh! (suspin),
smack! (srut)...
160

ELEMENTE DE SINTAX
Din fericire, sintaxa italian este foarte asemntoare celei romneti
cu foarte mici deosebiri legate, n general, de denumiri sau de anumite
clasificri, dup cum se va vedea.
Propoziia st la baza sintaxei. Aici intervine prima deosebire. Limba
italian are dou moduri de a defini aceast construcie gramatical ce
conine un singur predicat: primul termen este, echivalentul limbii
romne, proposizione; al doilea, i cel mai folosit, este cel de frase
semplice. Prin urmare, mai multe propoziii legate ntre ele vor forma
fraza n sintaxa romn i frase complessa sau periodo n cea italian.

I. Propoziia (La frase semplice)


Prile principale ale propoziiei snt subiectul i predicatul. La acestea
se adaug atributul i complementul. Ca i n limba romn, prile de
vorbire pot fi exprimate prin diferite pri de vorbire. Urmrind doar o
prezentare de ansamblu a sintaxei italiene, noi nu putem fi exhaustivi.
Prile propoziiei snt urmtoarele. Vom da, mai nti, denumirea n
italian i apoi traducerea n romn, pentru a putea fi mai evidente att
asemnrile, ct i diferenele (de denumire i de clasificare), mai ales n
ceea ce privete complementul:

Soggetto (subiect): Litaliano una lingua bellissima.

161

Predicato (predicat)
- verbale (verbal): Maria andata al cinema.
- nominale (nominal): Ora, Maria felice.

Complementi diretti:
- complemento oggetto (complement direct): La ragazza sta leggendo
un libro.
- complemento predicativo del soggetto (nume predicativ): Il libro
sembra interessante.
-

complemento

predicativo

delloggetto

(element

predicativ

suplimentar):

Complementi indiretti:
- complemento di agente (de agent): Mio fratello, che malato,
stato visitato dagli amici.
- complemento di specificazione (atribut n genitiv sau atribut
prepoziional n acuzativ): I racconti di mia madre sono sempre
divertenti.; Non rifiuterei mai una scatola di cioccolatini.
- complemento di termine (indirect n dativ): Ho consegnato gli inviti
ai miei parenti.
- complemento partitivo: Alcuni tra i studenti sono stati bocciati.
- complemento di mezzo (complement circumstaial instrumental): La
pubblicit si fa soprattutto mediante la TV.
- complemento di modo (complement circumstanial de mod):
Stamattina mi sono svegliata di ottimo umore.
- complemento di causa (complement circumstanial de cauz):
Quando ho saputo la notizia, ho pianto per la gioia.
- complemento di compagnia (complementul circumstanial sociativ):
162

Ho fatto il giro del centro insieme con i miei amici.


- complemento di luogo (complement circumstanial de loc): Siamo
andati anche in pizzeria.
- complemento di tempo (complement circumstanial): Siamo
rientrati verso le 22.
- complemento di abbondanza: LItalia piena di capolavori.
- complemento di allontanamento: Lhanno cacciato via dal gruppo.
- complemento di argomento: A proposito del contratto, cosa intendi
fare?
- complemento di colpa: Sono in molti gli accusati di corruzione.
- complemento concessivo (complement circumstanial concesiv):
Nonostante il cattivo tempo, abbiamo fatto un pic nic allaria aperta.
- complemento di denominazione: La citt del Vaticano la sede del
Papa.
- complemento di distanza: Il prossimo Autogrill a dieci chilometri.
- complemento distributivo: Hai sbagliato tre parole su cinque.
- complemento di esclusione (complement circumstanial de
excepie): Leggo di tutto tranne fumetti.
- complemento di et: Devessere un ragazzo sui trentanni.
- complemento di fine (complement circumstanial de scop): Lho
fatto a fin di bene e non a scopo di lucro.
- complemento di limitazione (complement de relaie restrictiv sau
limitativ): Anche tu potresti essere molto bravo in italiano.
- complemento di materia (complementul de materie): Mi hanno
regalato degli orecchini doro.
- complemento di origine: Il rumeno, come anche litaliano, deriva
dal latino.
163

- complemento di paragone (complement circumstanial de mod


comparativ): Mi piace di pi ascoltare che parlare.
- complemento di pena: Per eccesso di velocit stato multato di
trenta euro.
- complemento di qualit: Mi piacciono le camicie a maniche corte.
- complemento di quantit o misura (complement circumstanial de
mod cantitativ): Il bagaglio da mano pesava dieci chili invece di
cinque.
- complemento di sostituzione o scambio (complement opoziional):
Marco entato nella squadra al posto di Lorenzo.
- complemento di stima e prezzo: Il gelato costava un euro il gusto.
- complemento di vantaggio e svantaggio: Hanno votato in favore dei
pensionati.

Attributo: Quella bella casa del mio miglior amico.

Apposizione: Roma attraversata dal fiume Tevere.


Observaie:
Complementele ale cror denumiri nu au fost traduse, nu reprezint o

categorie aparte, n gramatica limbii romne, ci snt incluse dup context,


n categoriile deja existente. i limba romn are cteva alte complemente
care nu snt prevzute de gramatica italian.

Topica nemarcat
Ordinea prilor de propoziie este aceai din limba romn:
SUBIECT + VERB + COMPLEMENT DIRECT + alte complemente

164

Topica marcat
n anumite contexte i situaii comunicative se dorete scoaterea n
eviden sau accentuare unui anumit element al propoziiei. n aceste
cazuri ordinea se schimb, elementul dorit fiind plasat, de cele mai multe
ori, la nceputul propoziiei.
Con te in citt non voglio andare. n loc de:
Non voglio andare in citt con te.
Domani ne riparliamo.
Ne riparliamo domani.
aumentato il costo della benzina.
Il costo della benzina aumentato.
Observaie:
n ultimul timp, n italiana vorbit, au aprut dou construcii marcate
care snt extrem de des folosite:

la frase scissa:
lui che mi ha aiutato. n loc de: Lui mi ha aiutato.

la dislocazione:

a sinistra (complementul este reluat de un pronume neaccentuat):


Di questo, gliene ho gi parlato.
Lanello, me lha regalato il fidanzato.

a destra (complementul este anticipat de un pronume neaccentuat):


Lo vuoi, un caff?
Ne dice, di bugie.

165

Atenie:
Aceste construcii pleonastice nu fac parte din norm i din aceast
cauz nu snt nc acceptate n limba scris i nici n registrul formal.

II. Fraza (Il periodo)


n limba italian, la fel ca i n limba romn, propoziiile care
alctuiesc o fraz se afl fie n raport de coordonare, fie n raport de
subordonare.
A. Raport de coordonare:

Prin juxtapunere (asindeto):


entrato nella stanza, si guardato intorno, uscito sbattendo la

porta.

Prin coordonare copulativ:


Ho comprato quello che mi serviva e sono tornata a casa.

Prin coordonare adversativ:


Sar una festa noiosa, eppure devo andarci per forza.

Prin coordonare concluziv:


lora di maggiore traffico, perci bisogna stare attenti.

Prin coordonare explicativ:


Non c male, cio ti sta bene.

Prin coordonare corelativ:


Non solo venuto a trovarmi, ma mi ha portato anche un regalo.

B. Raport de subordonare:
Fraza prin subordonare este format dintr-o propoziie regent (la
reggente) sau principal i una sau mai multe propoziii subordonate
166

(le subordinate).
Clasificarea propoziiilor subordonate se va face urmnd modelul
italian:

Propoziii argomentali:

obiective: Diceva che era venuto apposta per veddermi.

declarative: Questo non mi va, che voi ve ne andiate e che io resti.

subiective: Sembra che domani far bel tempo.

interogative indirecte: Mi chiedo se siano gi arrivati.

Propoziii relative:

determinative: Mi piacevano le torte che preparava mia nonna.

apozitive: LItalia, che uno dei pi bei paesi del mondo, molto
visitata dai turisti.

Propoziii non argomentali (circumstaniale):

cauzale: Sono andata via perch non mi sentivo a mio agio.

finale: Te lo ripeto perch tu lo possa capire meglio.

concesive: Bench abbia avuto molte occasioni dalla vita, non ha


saputo approfittarsene.

consecutive: Ho fotocopiato tutti i documenti cosicch ciascuno ha


avuto la sua copia.

condiionale: Se far bello, andremo in spiaggia.

temporale: Mentre si stava chiedendo che fare, i suoi amici lo


invitarono ad andare in discoteca.

modale: Fai come ti pare!

comparative: stato pi bello di quanto non avessi pensato.

adversative: Ha detto che mi avrebbe aiutato, mentre invece non si


fatto pi vedere.
167

de exclusivitate: Le hanno rubato il telefonino senza che se ne


accorgesse.

de excepie: Vado a lavare i piatti a meno che non voglia farlo tu.

limitative: Per quanto mi riguarda, puoi contare su di me.

incidentale: La ragazza dei vicini, corre voce, si sposata di


nascosto.

CONCORDANA TIMPURILOR
LA INDICATIV
Regulile concordanei stabilesc ce timp verbal trebuie folosit n
propoziia subordonat. Acesta va fi ales n funcie de timpul verbal din
pricipal i de raportul dintre propoziia regent i subordonat.
n limba vorbit aceste reguli nu mai snt respectate ntrutotul.
Excepie de la regulile concordanei:
- adevrurile etern valabile: Mi raccontava che la Terra gira intorno al
sole; come se io non lo sapessi.
PROPOZIIA SUBORDONAT

PROPOZIIA
REGENT

prezent
viitor
imperativ
So
Sapr
Avr saputo
Sappi

c
h
e

anterioritate

simultaneitate

posterioritate

perfect
compus

prezent

viitor

venuta

viene.

verr.

168

Perfect
compus

imperfect
perfect simplu
mai mult ca
perfect
Sapevo
Seppi
Avevo saputo

Ho
saputo

mai mult ca
perfect

imperfect

condiional
perfect

era venuta.

veniva.

sarebbe
venuta.

mai recent

mai mult ca
perfectul

imperfect

condiional
perfect

mai
ndeprtat

perfect
compus

prezent

viitor

poco fa

era venuta.

veniva.

sarebbe
venuta.

una
settimana
fa

venuta.

viene

verr

Observaie:
n limba romn timpul verbal din subordonat nu este afectat de cel
din regent, prin urmare alegerea sa depinde numai de raportul temporal
dintre cele propoziii:
tiu

c a venit, vine, va veni.

tiam

c a venit, vine, va veni.

Am tiut

c a venit, vine, va veni.

CONCORDANA TIMPURILOR
LA CONJUNCTIV

PROPOZIIA
REGENT
CU VERB CARE CERE
CONJUNCTIVUL

PROPOZIIA SUBORDONAT

c
h

anterioritate

169

simultaneitate

posterioritate

Perfect
compus

prezent
viitor
imperativ
Credo
Creder
Avr creduto
Credi
imperfect
perfect simplu
mai mult ca
perfect
Credevo
Credetti
Avevo creduto

Ho
creduto

conjunctiv
perfect

conjunctiv
prezent

conjunctiv
prezent /
viitor

sia venuta

venga.

venga / verr.

conjunctiv
mai mult ca
perfect

conjunctiv
imperfect

condiional
perfect

fosse venuta.

venisse.

sarebbe
venuta.

mai recent

conjunctiv
mai mult ca
perfectul

conjunctiv
imperfect

condiional
perfect

mai
ndeprtat

conjunctiv
perfect

conjunctiv
prezent

poco fa

fosse venuta.

venisse.

una
settimana
fa

sia venuta

venga.

conjunctiv
prezent /
viitor
sarebbe
venuta.
venga / verr.

REGULILE DE SE CONDIIONAL
(PERIODUL IPOTETIC)
n limba italian este interzis folosirea modului condiional n
propoziiile subordonate condiionale introduse de conjuncia dac.
Exist trei ipoteze: real, posibil i ireal.

170

PROPOZIIA REGENT

PROPOZIIA SUBORDONAT

(APODOSI)

(PROTASI)

Indicativ prezent
1

Indicativ prezent

Viitor simplu

Viitor simplu
Io vengo

tu mi inviti.

Io verr

tu mi inviterai.

condiional prezent
Io verrei

SE

conjunctiv imperfect
tu mi invitassi.

condiional perfect
3

conjunctiv mai mult ca perfect

imperfect

imperfect
Io sarei venuta

tu mi avessi invitato.

Io venivo

tu mi invitavi.

Traducere:
1. Vin dac m invii.
Voi veni dac m vei invita.
2. A veni dac m-ai invita.
3. A fi venit dac m-ai fi invitat.
Veneam dac m invitai.
Observaie:
Exist i cazuri mixte, ncruciate.
Se + conjunctiv mai mult ca perfect, condiional prezent:
Se voi due non aveste litigato, ora sareste insieme. (Dac nu v-ai fi
certat, ai mai fi fost mpreun)

171

VORBIREA DIRECT I VORBIREA INDIRECT


n timpul trecerii de la vorbirea direct i vorbirea indirect intervin o
serie de modificri care snt rezumate n tabelul urmtor:
VORBIREA DIRECT

VORBIREA INDIRECT

io, tu, lei, Lei

lui, lei

noi, voi, loro, Loro

loro

il mio, il tuo, il suo, il Suo

il suo

il nostro, il vostro, il loro, il Loro

il loro

questo

quello

qui / qua

l / l

domani

il giorno dopo

oggi

quel giorno

ieri

il giorno prima

tra poco

poco dopo

ora

allora

poco fa

poco prima

venire

andare

prezent indicativ / conjunctiv

imperfect indicativ / conjunctiv

Mario disse: Me ne vado.

Mario disse che se ne andava

perfect compus / simplu

mai mult ca perfect

Mario disse: Me ne sono andato.

Mario disse che se ne era andato.

viitor simplu / anterior

condiional trecut

Mario disse: Me ne andr.

Mario disse che


se ne sarebbe andato

172

condiional simplu

condiional trecut

Mario disse: Vorrei andarmene.

Mario disse che


se ne sarebbe voluto andare.

imperativ

infinitiv semplice sau conjunctiv


imperfect

Mario gli disse: Vattene.

Mario gli disse di andarsene.

Disse: Se avr tempo, andr a

Disse che se avesse avuto tempo

trovarla.

sarebbe andato a trovarla.

Disse: Se avessi tempo, andrei a

Disse che se avesse avuto tempo

trovarla.

sarebbe andato a trovarla.

Disse: Se avessi avuto tempo,

Disse che se avesse avuto tempo

sarei andato a trovarla.

sarebbe andato a trovarla.

n trecerea de la D.D. la D.I. nu se modific: imperfectul indicativ i


conjunctiv; mai mult ca perfectul indicativ i conjunctiv; infinitul,
gerunziul i participiul.

173

174

CUPRINS
ELEMENTE DE FONETIC I FONOLOGIE
Alfabetul limbii italiene
Reguli de pronunare
Accentul
Eliziunea
Trunchierea
Dublarea sintactic
ARTICOLUL
Articolul hotrt
Articolul nehotrt
Articolul partitiv
Prepoziiile articulate
SUBSTANTIVUL
Genul substantivelor
Formarea femininului
Numrul substantivelor
Pluralul substantivelor masculine
Pluralul substantivelor feminine
Pluralul substantivelor compuse
Substantive invariabile
Substantive cu dou forme de plural
ADJECTIVUL
Adjectivele calificative
Femininul i pluralul adjectivelor
Acordul adjectivelor
Poziia adjectivelor
Gradele de comparaie ale adjectivului
Adjectivele pronominale
Adjectivele i pronumele posesive
Adjectivele i pronumele demonstrative
Adjectivele i pronumele nehotrte
NUMERALUL
Numeralul cardinal
Numeralul ordinal
Alte numerale
175

PRONUMELE
Pronumele personale
Pronumele personale cu funcie de subiect
Pronumele personale cu funcie de complement
Particulele ci, ne, lo, la
Pronumele reflexive
Si impersonal
Poziia formelor neaccentuate
Pronumele neaccentuate combinate
Pronumele relative
Pronumele interogative i exclamative
VERBUL
Modurile personale
Modul indicativ
Prezent
Imperfect
Perfect compus
Mai mult ca perfect 1
Perfect simplu
Mai mult ca perfect 2
Viitor
Viitorul anterior
Modul condiional
Condiional prezent
Condiional perfect
Modul conjunctiv
Folosirea conjunctivului
Conjunctivul prezent
Conjunctivul perfect
Conjunctivul imperfect
Conjunctivul mai mult ca perfect
Modul imperativ
Modurile nepersonale
Modul infinitiv
Folosirea infinitivului
Participiul
Participiul prezent
Participiul trecut
Acordul participiului trecut cu complementul direct
176

Modul gerunziu
Diateza pasiv
ADVERBUL
Formarea adverbelor derivate
Adverbe de mod
Adverbe de loc
Adverbe de timp
Adverbe de opinie
Adverbe de cantitate
Adverbe interogative
Gradele de comparaie ale adverbului
Locul adverbelor n propoziie
PREPOZIIA
CONJUNCIA
Conjunciile coordonatoare
Conjunciile subordonatoare
INTERJECIA
ELEMENTE DE SINTAX
PROPOZIIA
Topica nemarcat
Topica marcat
FRAZA
Concordana timpurilor la indicativ
Concordana timpurilor la conjunctiv
Periodul ipotetic
Vorbirea direct i vorbirea indirect

177