Sunteți pe pagina 1din 10

il calore

9. Il calore
Domande sui concetti
1

Quando tra il piano e loggetto presente lattrito: lenergia dissipata dalla forza di attrito si
trasforma in calore.

Sul lavello dacciaio, perch il suo coefficiente


di conducibilit termica molto pi alto di
quello del legno.

10

Perch il legno, che ha bassa conducibilit termica, aiuta a diminuire la dispersione di calore dallinterno verso lesterno.

11

Perch la lana un isolante termico, quindi


evita che il corpo umano aumenti troppo di
temperatura nel clima caldo del deserto.

12

Perch due vetri, se separati da unintercapedine di aria, hanno una conducibilit termica
molto pi bassa di quella del vetro singolo.

13

Perch il vetro assorbe la maggior parte della radiazione ultravioletta, responsabile delle
scottature.

14

Perch emette tanta energia quanta ne riceve


dal Sole.

Un cilindro contenente un gas perfetto, chiuso da un pistone libero di muoversi.


S.
A
 umenta,

si aggiunge energia cinetica alle


molecole dacqua.

Il calore un modo per trasferire energia, non


la quantit di energia posseduta da un corpo.

Nellacqua perch ha una maggiore capacit


termica dellaria.

Consulta il paragrafo 4 del libro (pag. 339).

Perch la molecola di CO2 ha unenergia interna minore di quella complessiva dei suoi
componenti separati.

Problemi
W=210mgh; W=(4186J)0,5=2093J
h=

W
La potenza P fornita dal frullatore pari al rapporto tra il lavoro fornito e il tempo impiegato, P = .
Dt
Quindi lintervallo di tempo dato da:
W (4186 J)
Dt = =
= 21 s
P (200 W)

Lenergia fornita allacqua quella potenziale elastica della molla compressa:


1
U = k s2. Se la molla viene compressa 20 volte
2
W=20U = 200,5(50 N/m)(0,080 m)2=3,2J

Laumento di temperatura dellacqua, la cui massa di 100 g,
(3, 2 J)
DT =
= 7, 6 103 K

(418, 6 J/K)
3

W = (35 K)(4186 J/K) = 1,5105 J

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

(2093 J)
W
=
= 0, 89 m
2 10 mgh 20 (12 kg) (9, 8 m/s2 )

soluzioni degli
esercizi del libro

il calore

Lavoro per sollevare la cabina + uomo: W1= mgh = 1,16105 J


10
Lavoro fornito dal motore: W2 = W1 = 3, 86 105 J
3
Lavoro trasformato in calore = W2 W1=2,7105 J

S i ferma per prima la bottiglia semipiena, perch lenergia cinetica si trasforma in energia interna
(dellacqua) percepita come aumento di temperatura quando lacqua smette di muoversi nella bottiglia.
Il lavoro compiuto sullacqua pari alla variazione di energia cinetica della bottiglia, K = 9,5 J.
Il corrispondente aumento di temperatura DT :
(9, 5 J)
DT =
= 2, 3 103 K
(418, 6 J/K)

(180 N) (10 m)
W = cm Dt ; m = W =
= 1, 6 kg
c Dt [460 J/(kg K)] (2, 5 C)

La quantit di calore fornita dal fornello data dal prodotto della potenza P per il tempo incognito Dt.
DE
Infatti P =
, quindi DE = PDt. Poich DE = cm(Tf Ti), dove la temperatura finale Tf quella di
Dt
ebollizione (100C) e quella iniziale di 20C, si ha:
8

P Dt = cm(Tf Ti), ovvero Dt =

cm(Tf Ti )

=
P
[4186 J/(kg K)] (2 kg) [(100 C) (20 C)]

=
= 558 s = 9, 3 min
(600 W)

Il tempo necessario quindi
ttot = 2 (558 s) =1116 s = 19 min
Non necessario conoscere la massa del proiettile. Infatti dalla relazione
1 2
v
J
(2, 2 104 m/s2 )
c = 4 , quindi c
1, 3 102
2
Dt
(kg K)
(1, 8 10 K)
10

4
Il volume iniziale della sfera V0 = pr 3 = 0, 0335 m3. Quindi la sua massa m vale
3
m = dV = 300 kg
Laumento di temperatura
DE
DT =
= 57, 6 K
cm
Il volume finale dato da:
Vf=V0 (1+a DT)
a =3l=51106J/(kgK)
Quindi laumento percentuale
(Vf V0 )

V0

= a DT = 0, 0029

La sfera arriva a 30,0C + 57,6C = 87,6 C

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

1
K = cm DT si ha:
2

soluzioni degli
esercizi del libro

il calore

12

Combinando la Qp=Qa+Qc con la Q=cmDT=CDT si ottiene:


cpmp DTp=cama DTa+Cc DTccpmp(TpTe)=cama(TeTa)+Cc (TeTa)
Te =

c pmpTp + camaTa + CcTa


c pmp + cama + Cc

J
J
J
(0, 0300 kg) (100 C) + 4186
130
(0, 300 kgg) (20, 0 C) + 70 (20, 0 C)
kg K
kg K
K

=
=

J
J
J
130
(0, 0300 kg) + 4186
(0, 300 kg) + 70
kg K
kg K
K

=19, 8 C
13

c1=4186Jkg1 K1

te=40 C

Te =

t1=20 C
t2=150 C

m1=50 g
m2=100 g

c1m1T1 + c2m2T2
c1m1 + c2m2

m T T
c2 = c1 1 e 1 =
m2 T2 Te
(0, 050 kg) [(40 C) (20 C)]
= (4186 J kg1 K 1 )
= 3, 8 102 J/(kg K)

k
g
)
[(
150
C
)

(
40
C
)]
(
0
,
100

Qa+Qm+Qc=0
Qa<0
Qm>0
Qc<0
Unendo la Qa+Qm+Qc=0 con le Qa=cama(TaTe) e Qm=cmmm(TmTe) si ha:
cama(TaTe)+cmmm(TmTe)+Qc=0

cm =
=

15

(4186 J kg1 K 1 ) (0,120 kg) [(19, 5 10, 0) C] (50 J)


= 2, 3 102 J/(kg K)
(260 g) [(97, 5 19, 5) C]

Lequazione che regola lo scambio di calore :


Q1+Q2+Q3=0, ovvero
c1m1(TfT1)+c2m2(TfT2)+c3m3(TfT3)=0, perci
Tf =

cama (Te Ta ) Qc
=
mm (Tm Te )

c1m1T1 + c2m2T2 + c3m3T3


c1m1 + c2m2 + c3m3

Sostituendo: m1 = 0,4 kg; m2 = 0,05 kg; m3 = 0,08 kg;


c1 = 4186 J/(kgK), c2 = 880 J/(kgK), c3 = 240 J/(kgK);
T1 = 303,0 K, T2 = T3 = 368,0 K, si ha: Tf = 305,4 K = 32,4 C
16

Q=mPc=(Vd)Pc=(1,0103m3)(8,1102 kg/m3)(0,28108 J/kg)=2,3107 J

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro

14

il calore

Q
Q (6, 5 106 J)
m = =
= 0, 54 kg
m
Pc (1, 2 106 J)

(100 g)

17

Pc =

18

Combinando la DE=cm DT con la Pc =


V=

cm DT (4186 J kg1 K 1 ) (1, 0 kg) [(100 C) (24 C


C)]
=
= 1, 9 102 m3
7
3
Pc
(1, 7 10 J/m )

Per riscaldare laria:


DE= cm DT=cdV DT=(1,00103J/kgK)(1,29kg/m3)[(12,3m2)(3,00m)](6,5K)=
=3,1105J
Poich il potere calorifico del metano 1,7107J/m3, si ha:

Volume di metano Vm =

(3,1 105 J)
Q
=
= 1, 8 102 m3
Pc (1, 7 107 J/m3 )

Per riscaldare pareti, soffitto e pavimento:


DE = cmDT = cdV DT , dove c, d e V sono, rispettivamente, il calore specifico, la densit e il volume
del cemento.
Per il volume di soffitto pi pavimento si ha: V=(212,3m2)(0,35m)=8,61m3;
per le pareti si ha: V=(14,2m)(3,00m)(0,25m) =10,7m3
Quindi lenergia per riscaldare il cemento
Q=cmDT=(880J/kgK)[(10,7m3+8,61m3)(3,00103kg/m3)](6,5K)=3,3108J

Volume di metano Vm =

Q
(3, 3 108 J)
=
= 19 m3
Pc (1, 7 107 J/m3 )

20

Dallequazione della conduzione termica si ricava


D T (600 s) [80 W/(m K)]
Q = Dt lS
=
(2, 0 m2 ) (225 K) = 2, 5 105 kcal
2
d
(2,1 10 m)

21

Dt =

22

(4, 3 105 J) (4, 0 mm)


Qd
=
= 9, 4 h
lS DT

s
2 W
2
2
2, 5 10
(4, 5 10 m ) [(25 C) ( 20 C)] 3600
mK
h

Dallequazione della conduzione termica si ricava

Q d
J
(1, 40 m)
= 6, 46 103 m2
S=
= 320
Dt l DT
s [390 W/(m K)] (177,77 K)
Quindi il raggio della sbarra r =

Per la temperatura: D T = 2

S
= 4, 54 102 m. Il diametro 9,08 cm.
p

J
(1, 40 m)
Q d
= 640
= 354, 4 K
s [390 W/(m K)] (6, 5 103 m2 )
Dt l S

Quindi T = 12,3 C + 355,6 C = 366 C.


24

Utilizziamo la formula del problema svolto, chiamando d la lunghezza di ciascuna barra:


2d
d
d
=
+
l lCu l Ag

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

19

Q
si ottiene:
V

soluzioni degli
esercizi del libro

il calore

ovvero
lCu l Ag
l=2

lCu + l Ag
in cui lAg = 430 W/(mK); lCu = 390 W/(mK)
che d: l = 409 W/(mK).
Il calore che passa in due minuti vale:
Q = Dt lS


25


26


27

Per lauto bianca il risultato va moltiplicato per il suo coefficiente e, quindi


DE = 1,110 kcal

 alla legge della dilatazione lineare si ottiene la lunghezza del lato dopo il riscaldamento:
D
lt=l0(1+l DT)=(3,50cm)[1+(23106K1)(51K)]=35,04cm
La superficie iniziale misura 1225 cm2, mentre quella riscaldata 1228 cm2 .
Laumento percentuale di superficie 0,24%.
Il rapporto tra le potenze emesse ora dato da
St T 4
S0T04

28

Dalla legge dellirraggiamento si ottiene DE=Dt zeST 4


Per lauto nera e = 1,00, quindi

J
DE = (60 s) 5, 7 108
(3, 2 m2 ) (318 K)4 = 1,1 105 J = 2, 7 10 kcal
2
4
sm K

I l dato sulle dimensioni della lastra superfluo, perch il testo richiede solo il rapporto tra le potenze emesse e la superficie viene approssimata come costante.
Lenergia necessaria a scaldare la lastra

J
D E = cm D T = 900
(0, 40 kg) (51 K) = 18, 4 kJ
kg K

Il rapporto tra le energie emesse nellunit di tempo uguale a quello tra le quarte potenze delle
temperature, quindi vale
(341 K)4
= 1, 91
(290 K)4

D T (120 s) [409 W/(m K)]


=
(6, 5 103 m2 ) (177, 7 K) = 2, 0 105 J
d
(2, 8 m)

= 1, 91

(1228 cm2 )
= 1, 91
(1225 cm2 )

 oich laumento di superficie influenza la terza cifra decimale, trascurare o considerare la dilataP
zione termica non influenza il risultato.

Dalla legge dellirraggiamento


T=4

DE
ezS D t

DE
= ezST 4 otteniamo per la temperatura
Dt

e per la superficie S:
S = 2 p rl = 2 3,14 (3, 0 103 m) (3, 0 101 m) 5, 6 103 m2

che danno come ordine di grandezza T 4

Perci T 1,7103 K, colore rosso.


Idee per insegnare la fisica con
Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

(800 W)
8, 4 1012 K 4

W
0, 30 5, 7 108 2 4 (5, 6 103 m2 )
m K

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro

il calore

29

Il 45% di 1350 W/m2 vale: 6,1102W/m2.

30

Lenergia solare che arriva sui pannelli in 1 secondo (si veda il problema n. 29) di 6,1102 W/m2.
Il 60% di tale valore, che rappresenta lenergia prodotta dai pannelli in 1 secondo, di 3,7102 W/m2.
In 10 min vengono raccolti (3,7102 W/m2)(240 m2)(600 s) = 5,3107 J.

Larea della superficie esposta al sole di 18102 m2.



Lenergia assorbita dal recipiente in 15 min
E = (6,1102 W/m2)(18102 m2)(900 s) = 9,9104 J.

La variazione di temperatura dellacqua data da
31

E
(9, 9 104 J)
=
= 5, 9 K
cm
J
kg
4186

(
4
,
0
)

kg K

Perci lacqua raggiunge la temperatura di 26 C.


DT =

Lenergia necessaria per riscaldare il disco


DE = cm DT = [387 J/(kg K)](5,0 kg)(30 K) = 5,8104 J
S = pr2=p(0,20m)2=0,126 m2
Quindi lintervallo di tempo necessario :

Dt =

32

Se fosse al di sopra delle nubi, si avrebbe


Dt =

(5, 8 104 J)
= 7, 6 102 s
(6,1 102 W/m2 ) (0,126 m2 )
(5, 8 104 J)
= 3, 3 102 s
(1, 4 103 W/m2 ) (0,126 m2 )

Problemi generali
1

cm =

cama (Te Ta ) Qc (4186 J kg1 K 1 ) (0, 220 g) [(20, 0 12, 0) C] (1000 J)


=
=
mm (Tm Te )
(0, 0570 kg) [(312 20, 0) C]

= 3, 8 102 J/(kg K)

Rame o ottone.

Te =

cmmmTm + camaTa
cmmm + cama

m (T T )
(0, 300 kg) (25 C 15 C)
cm = ca a e a = (4186 J kg1 K 1 )

=
5 (0, 090 kg) (85 C 25 C)
mm (Tm Te )
= 4, 7 102 J/(kg K)
3

Q = lS Dt

Q = lS Dt

W
[(1, 2 102 0) C]
DT
2
= 1, 0 104 J
= 60
[(10 12)cm ] (3 60 s)
(1, 5 m)
d mK
W
[((1, 2 102 0) C]
Q
DT
DT
2
[(
)
cm
]
= 58 J/s

= lS
= 60

10

12

(1, 5 m)
d
d mK
Dt

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro

il calore

Ci vuole un bilancio energetico in equilibrio perch la temperatura rimanga costante.


La frazione di flusso di energia intercettata dalla Terra pari al rapporto fra la sezione circolare del
2
pr 2
1 r
pianeta e la superficie sferica sulla quale il flusso si distribuito:
= , dove r il raggio
4 p D2 4 D
del Sole e D la distanza Terra-Sole. Uguagliando tale flusso di energia con quello irraggiato dalla
2
1 r
Terra si ha: P = ez(4 p r 2 )T 4
4D
T =

1
2

P
1
=
2
2 4
p ezD

(3, 8 1026 W)
= 2, 8 102 K

J
11
2
p 1 5, 67 108
(1, 5 10 m)
s m2 K 4

Lequazione che regola lo scambio di calore :


Q1+Q2+Q3=0, ovvero
c1m1(TfT1)+c2m2(TfT2)+c3m3(TfT3)=0, perci

Tf =

c1m1T1 + c2m2T2 + c3m3T3


c1m1 + c2m2 + c3m3

Lenergia necessaria
DE=cm1DT1+cm2DT2

J
5
4186
[(0, 500 kg) (91, 7 K) + (2, 0 kg) (81, 8 K)] = 8, 8 10 J

kg
K

La quantit di gas metano necessario per la cottura :


(8, 8 105 J)
= 1, 8 102 kg
(0, 50 108 J/kg)

Il volume di ogni cilindro di 337,5cm3; la quantit di benzina iniettata in ogni cilindro, per ogni giro
del motore 33,75 cm3.
Questo volume corrisponde a una massa:
m = dV = (700 kg/m3)(33,75106 m3)= 2,36102 kg
Questa massa brucia fornendo unenergia di
DE = mPc = (2,36102 kg)(44,0106 J/kg) = 1,03106 J

La potenza irraggiata dalloggetto :


P = ez 4 p r02T04
Consideriamo una superficie sferica di raggio r centrata sulloggetto, che ha area S = 4pr 2; quindi la
potenza irraggiata su una superficie unitaria

2 4
2 4
P 4 p ez r0 T0 ez r0 T0
=
=
S
4 pr 2
r2

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro

Sostituendo: m1 = 0,200 kg; m2 = 0,25 kg; m3 = 0,01 kg;


c1 = 800 J/(kgK), c2 = c3 = 4186 J/(kgK);
T1 = 293,0 K, T2 =363K, T3 = 278 K, si ha: Tf = 351 K = 78 C

Senza il limone:
c m T +c m T
Tf = 1 1 1 2 2 2 = 354 K = 81 C

c1m1 + c2m2
DT
(con limone) = 3, 8% .

Quindi laumento percentuale
Tf

il calore

Lunica variabile r. P inversamente proporzionale al quadrato della distanza.


S

10

Lanalisi dimensionale della legge di Stefan-Boltzmann fornisce


DE mlt 2
3 4
[] =
= [mt T ]
=
DtST 4 l 2tT 4

Dalla formula della conduzione termica si ha:


Q = Dt lS

DT (3600 s) [0, 93 W/(m K)]


=
(0, 78 m2 ) (8,1 K) = 1, 8 106 J
d
(1, 2 102 m)

Il coefficiente di conducibilit del vetro a camera si ricava come nel problema svolto n. 23:
d
d
d
= 2 vetro + aria che d:
l
l vetro laria
(2, 8 102 m)
(0, 8 102 m)
(1, 2 102 m)
= 2
+
l
[0, 93 W/(m K)] [0, 02 W/(m K)]



Quindi l = 2

(2, 8 m)
= 0, 05 W/(m K)
[61, 7 (K m2 )/W]

Il valore di l circa 20 volte inferiore a quello del vetro.


Lenergia che passa in unora quindi

Q = Dt lS

DT (3600 s) [0, 05 W/(m K)]


=
(0, 78 m2 ) (8,1 K) = 4 104 J
2
d
(2, 8 10 m)

Il risparmio energetico percentuale quindi


(1, 8 106 J)
corrispondente al 5103 %.
(4 104 J)

12

 rima si deve trovare la temperatura di equilibrio e poi determinare i valori dei diametri della sfera
P
e dellanello a tale temperatura
Te =

c1m1T1 + c2m2T2
ovvero
c1m1 + c2m2

Te =

[880 J/(kg K)] (12, 3 kg) + (453 K) [387 J/(kg K)] (13, 5 kg) + (283 K)
= 397, 7 K
[880 J/(kg K)] (12, 3 kg) +[387 J/(kg K)] (13, 5 kg)

A questa temperatura, il diametro d della sfera vale:


d = d0 (1 + lDT ) = (15, 00 cm) [1 + (23 106 K 1 ) (55, 30 K)] = 14, 98 cm

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro

In questo caso la differenza di temperatura DT uguale per le due sbarre, mentre per quanto riguarQ Q1 Q2
= + . Quindi
da i flussi di calore
Dt Dt Dt
DT
DT
DT
lS
= lCu S
+ l Al S
d
d
d


Semplificando le quantit costanti d, S e DT, si ricava che per due o pi barre in parallelo il coefficiente di conducibilit termica la somma dei singoli coefficienti: l=lCu+lAl.
Quindi l = 240 W/(mK) + 390 W/(mK) = 630 W/(mK).

Per avere un coefficiente minore di 500 W/(mK) bisogna inserire, ad esempio, ferro.
11

il calore

mentre quello dellanello, d,


d = d0 (1 + lDT ) = (14, 98 cm) [1 + (17 106 K 1 ) (114, 7 K)] =15, 01 cm
Quindi la sfera riesce a passare attraverso lanello.
Se i due metalli fossero scambiati, la sfera non riuscirebbe a passare, perch il coefficiente di dilatazione termica del rame numericamente inferiore a quello dellalluminio.

13

I l calore assorbito dal Sole fa aumentare la temperatura del gas, che compie una trasformazione
isbara aumentando il suo volume.
Dalla prima legge di Gay-Lussac, si ha:
Tf

Ti

Tf =

Vf
Vi
hf

hf
hi

Ti =

. Perci

(34, 5 cm)
(296 K) = 4, 96 102 kg
(32, 0 cm)

hi


Lenergia che laria ha assorbito

DE = cm DT, dove la massa dellaria :
m =dV = (1,23 kg/m3)(p(4,00102 m2)(0,320 m) = 4,96102 kg
Quindi

DE = [1005 J/(kgK)](4,96102 kg)(23 K) = 1147 J = 1,1103 J
Il tempo di esposizione al Sole si ricava dividendo questa energia per il 45% del valore della costante
solare, moltiplicato per la superficie del pistone:
(1147 J)
Dt =
= 15 s

(607 W/m2 ) (0,126 m2 )
14

 intero uovo deve raggiungere la temperatura di coagulazione. Laumento di temperatura deve


L
essere quindi pari a:
DT = (65 4)C = 61 C
La minima quantit di energia necessaria da fornire alluovo per coagularlo U=mVcDT, dove
4 pR3
4
cDT = 16 768 J .
V = pR3 il volume delluovo considerato sferico. Quindi U = m
3
3

 a legge di Fourier semplificata ci permette di calcolare il flusso di calore nelluovo per unit di temL
po e di superficie. Consideriamo T1=100 C (temperatura di ebollizione dellacqua) e scegliamo
come lunghezza di scala tipica Dr=R, dove R il raggio delluovo. Quindi:
(T T )
J = 1 0 = 2458 W/m2
R
Il calore trasferito dallacqua bollente alluovo attraverso la superficie delluovo. Quindi la potenza
termica vale: P = 4 pR2 J = 4 pR(T1 T0 ) 19 W.
Dalla potenza termica possiamo stimare il tempo richiesto affinch la quantit necessaria di calore
per fare diventare sodo luovo fluisca dalla superficie fino al centro:
U 16 768 J
= =
= 883 s 15 min
P
19 W

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro

il calore

Test per luniversit


1

prove desame alluniversit


1
1
potenziale della molla U = k x 2 = (8, 4 103 N/m) (0,1 m)2 = 42 J
2
2
Lenergia potenziale della molla viene tutta assorbita dallacqua, Q=Umaca T

Lenergia

I
l

calore assorbito dal calorimetro di rame vale:


QR = mRcR(Te T1) = (0,025 kg) [385 J/(kgK)] (54 C 20 C) = 327 J.
I
 120ml di acqua corrispondono a una massa di 120g. Questacqua cede al sistema il calore Q2
pari in modulo a: Q2 = m2ca(T2 Te) = (0,12 kg) [4186 J/(kgK)] (80 C 54 C) = 13 060 J.
I 60 g di acqua gi presenti nel calorimetro, quando si portano alla nuova temperatura di equilibrio, assorbono il calore Q1:
Q1 = m1ca(Te T1) = (0,06 kg) [4186 J/(kgK)] (54 C 20 C) = 8539 J.
Facendo il bilancio energetico si ottiene il calore assorbito dalla sostanza incognita:
QX = Q2 Q1 QR = 13 060 J 8539 J 327 J = 4194 J.
Il calore specifico della sostanza incognita vale:
QX
(4194 J)
cX =
=
= 1234 J/(kg K)
mX (Te T1 ) (0,1 kg) [(54 C) (20 C)]


Study abroad
c c

Idee per insegnare la fisica con


Amaldi, LAmaldi per i licei scientifici.blu Zanichelli 2012

10

Soluzioni per capitolo

soluzioni degli
esercizi del libro