Sunteți pe pagina 1din 23

numero

Pubblicazione mensile
Pubblicazione mensile digitale Registrata
presso il tribunale di Milano il 27/11/2008
nr 702 Distribuzione gratuita.
Editore Grafiche Milani s.p.a.
2
Milano P.le Cadorna 6
Direttore responsabile Massimo Costa.
redazione@grafichemilani.it

organo ufficiale di ASSOMODA


Notizie su aziende, showroom, distribuzione e novità .....
Showroom del mese

Editoriale FASHION & DESIGN SHOWROOM

Showroom del mese STUDIOFINOROSSI Milano


E’ una società in nome collettivo nata nel bilità per trasferire ai collaboratori le
La P.R. del mese 1996 ad opera di
Nunzio Fino e di An-
competenze necessarie ad offri-
re un servizio di qualità in linea
Temporary news tonella Lombroso. con le più esigenti richieste del
L’attività dei soci, mercato nazionale ed estero.
L’elevata professionalità del-
Fashion designers impegnati nel settore
fin dal 1985, ha por- l’intero staff aziendale costitui-
Giovani
tato a raccogliere di sce dunque la garanzia per un
servizio di alto livello nei con-
40 anni di moda anno in anno espe-
rienza, credibilità e fronti di ciascun punto vendita
a Milano successo. Oltre ai so- servito. Inoltre, lo STUDIOFI-
ci, con precise com- NOROSSI si avvale di
Moda/Economia petenze nel settore partnership Italia/Estero che
amministrativo – fi- operano con metodologie “su
La Vetrina annunci nanziario, commerciale, del marketing e
del visual merchandising, la struttura si
misura” per le necessità delle singole a-
ziende.
avvale attualmente di un organico che ha Circa i SERVIZI relativi al mercato estero
Manifestazioni /09 fatto della mission aziendale un modello lo STUDIOFINOROSSI può offrire con-
di comportamento. Il personale, che lavo- sulenza amministrativa, gestione delle spe-

E... ra in esclusiva per lo STUDIOFINO-


ROSSI è, infatti, direttamente formato
dai soci che investono risorse e disponi-
dizioni e monitoraggio costante dei flussi
commerciali, con richiesta specifica di sal-
di ed acconti.
La P.R. del mese
MARTA GODI Guitar Advertising & P.R
Tu sei una delle più note P.R. contare su partnership anche recenti
nell’ambito della moda. Come si di grande interesse.
diventa P.R. di successo? L’orizzonte dei settori merceologici
Raccontami la Tua storia profes- in cui Guitar è attiva e competente è
sionale in breve. davvero articolato. Al settore-fulcro
Non posso dire di essere “figlia d’- della moda (abbigliamento ed ac-
arte”, anche se, provenendo da una cessori) si affiancano quelli del de-
famiglia di imprenditori tessili, ho sign e dell’arte, della gioielleria, del
sempre sentito molto vicino il benessere, della profumeria e della
mondo della moda e dell’abbiglia- cura del corpo, del lifestyle. Tra i
mento.  E’ stato quindi quasi nostri clienti abbiamo diversi prota-
“naturale” iniziare a lavorare in gonisti affermati del “made in Italy”
questo settore. L’ho fatto in anni di comunicazione e PR, , “Guitar”, di come Carlo Pignatelli, Gaetano Na-
davvero straordinari e un po’ pio- cui ora mi occupo con le mie due fi- varra, Love Sex Money, Massimo
nieristici. La professione che ho glie, Raffaella e Katerina. Guitar è Rebecchi. Abbiamo brand che, al di
scelto si stava… inventando da so- cresciuta, si è sviluppata e di recente là dei contenuti moda, sono legati
la, sul campo, in modo assoluta- ha articolato la sua sfera di compe- allo star system, come Seduzioni
mente empirico. Non c’erano Diamonds di Valeria Marini e Star
tenze al di là della moda, in un’ottica
scuole e neppure orientamenti for-
sempre più forte di trasversalità. An- Chic di Simona Ventura. Abbiamo
mativi a cui attenersi. C’erano sol-
che per continuare a vivere il mio la- “the best of” nell’ambito degli ac-
tanto dei “grandi” PR già afferma-
ti, Beppe Modenese in primis, che voro come qualcosa di stimolante. cessori, da Gherardini - il marchio
costituivano un esempio per tutti. del lusso più antico d’Italia - a Fra-
Quali stilisti e quali marchi si sono telli Rossetti. Abbiamo anche “the
Ho lavorato in alcuni uffici stampa affidati alla Tua agenzia, Guitar?
interni di marchi importanti, in Ita- best of” nel settore della calzetteria,
Ci piacerebbe anche sapere come Pierre Mantoux. Abbiamo due gio-
lia e in Francia, poi ho scelto la nasce il nome dell’agenzia.
formula della consulenza e, circa vani fashion designer di grande ta-
vent’anni fa, ho compiuto il gran- Con soddisfazione si può senz’altro lento, come Francesco Scognami-
de passo, aprendo una mia agenzia dire che sono molti e che possiamo glio e Gabriele Colangelo.
La P.R. del mese
MARTA GODI
Come vedi il sistema della moda
in Italia?
Sicuramente non agile nel favorire
Abbiamo Marco Bicego, un nome non è un punto a favore del nostro si- né l’imprenditorialità, né la creativi-
della gioielleria che unisce tradi- stema moda. tà. Diciamo che il sistema moda in
zione ed innovazione. Superando i Vale lo stesso discorso per ciò che Italia, a differenza di quanto è
confini del fashion system abbia- concerne l’istruzione e la formazione avvenuto in Francia per esempio, è
mo anche Lambretta, finalizzate alla moda: cresciuto, si è sviluppato e ha con-
un marchio-mito di cui abbiamo le scuole con questo orientamento qui quistato il mondo sostanzialmen-
curato il recente rilancio. E la lista da noi sono poche, in genere private e te… da sé, grazie all’intraprendenza
non finisce davvero qui… piuttosto costose. Credo che a questo dei singoli più che alle agevolazioni
Il nome che ho scelto per la mia a- proposito si debba investire molto di e all’attenzione da parte delle istitu-
genzia? Si ispira alla chitarra di- più, in termini economici ma anche di zioni.
pinta da Picasso, un’opera che mi strategie e di scelte politiche.
ha sempre affascinato. E proprio Detto questo e a dispetto di ciò, dopo E’ chiaro che questo è un discorso a
questa chitarra è stato il primo una effettiva fase di stasi nella com- carattere generale a fronte del quale
simbolo del mio studio di Pubbli- parsa di “nuovi talenti”, ultimamente è doveroso riconoscere ad alcune
che Relazioni. la tendenza si è invertita e si sono af- realtà, per esempio ad alcune ammi-
Ora il simbolo è cambiato, ma il fermati diversi designers interessanti nistrazioni comunali, un interesse
nome non poteva non restare. che stanno dando prova di essere più forte per la moda che, non di-
Come valuti le prospettive dei all’altezza della tradizione del made mentichiamolo, resta sempre una
giovani stilisti in Italia? in Italy, ovvero di garantirne il futuro. delle principali voci di export per il
Culturalmente e strutturalmente E con orgoglio, richiamandomi a nostro Paese.
l’Italia purtroppo non è un paese quello che dicevo prima, posso dire In tempi di globalizzazione a mio
particolarmente propenso a conce- di aver sempre avuto un’attenzione avviso le normative a tutela del
dere spazi e chance espressive ai particolare per i designer emergenti, “made in Italy” dovrebbero essere
giovani. avendone avuti ed avendone sempre più incisive, più mirate, o quanto-
Lo si vede di fatto in qualsiasi am- diversi nella mia “scuderia” di clienti. meno meglio applicate.
bito di attività e questo di sicuro Intervista a cura di Massimo Costa
TEMPORARY News

GRANDE SUCCESSO PER ASSOTEMPORARY


Finalità dell’Associazione
L’Associazione ha natura sindacale ed ha Attività di organizzazione e partecipazione
lo scopo principale di svolgere attività di relative a fiere ed eventi.
carattere associativo e informativo al fine Attività ricreative: organizzazione di feste,
di promuovere le tipologie commerciali cene sociali, teatro e trattenimenti musi-
caratterizzate dalla loro temporaneità (sia cali, proiezioni di film e documentari,
in relazione a quelle ove si attua la vendi- manifestazioni sportive.
ta di prodotti/servizi sia in relazione alle Attività editoriali: pubblicazione di un pro-
fattispecie ove si effettua mera esposizio- prio periodico, pubblicazione di atti di
ne di prodotti secondo la formula dello convegni, di seminari, di studi e ricerche.
showroom). Attività sociali e di beneficenza: raccolta di
A titolo esemplificativo e non limitativo, fondi, di viveri, di indumenti o altri ma-
l’Associazione svolgerà le seguenti atti- teriali a sostegno di iniziative umanitarie
vità: Attività culturali: tavole rotonde, e di solidarietà, realizzazione di eventi ed
convegni, congressi, seminari, dibattiti, iniziative di carattere benefico.
mostre, inchieste, biblioteca, cineforum.
Attività formative: corsi di preparazione e
aggiornamento professionale, costitu-
zione di comitati o gruppi di studio e di
ricerca.
TEMPORARY News
Assotemporary servizi Magazine on line “Asso di Moda”
e opportunità Il socio Assotemporary è anche socio Confcommer-
Consulenza Tecnica gratuita cio / Unione del Commercio di Milano e può benefi-
I fondamentali per avviare un attività di Temporary ciare dei servizi e delle convenzioni da esse offerte
Shop e simili
Rapporti istituzionali Corso Venezia 51 – 20121 Milano Tel. 02.7750363 –
Regione, Provincia, Comune. Fax. 02.7750409 - assotemporary@unione.milano.it
Camera di commercio
Consulenza Legale
ANCHE ARMANI
Contratto tipo - consulenza amministrativa e fiscale SI CONVERTE
Visibilità Internazionale
AL TEMPORARY SHOP
Data base Assotemporary Anche Giorgio Armani si converte ai temporary shop.
Inserimento nel sito associativo Dal 12 febbraio al 9 marzo, alla Rinascente del Duo-
mo, ci sarà una postazione speciale per una vera scuola
Corsi di formazione di trucco: gli esperti consiglieranno make-up di ten-
Vendita – visual merchandising denza come nei backstage delle sfilate: professionali,
Marketing - comunicazione ma facili da realizzare. Dal 23 febbraio e fino al 7 mar-
zo ci sarà un negozio “a tempo” di Giorgio Armani co-
Convenzioni specifiche smetics anche nella profumeria Mazzolari Piazza San
Arredamento spazi – catering
Babila. Anche in questo caso makeup personalizzati e
Organizzazione eventi look studiati per le diverse personalità. Per lui, uno
Ufficio Stampa – P.R. spazio dedicato con la linea uomo di Giorgio Armani
Ski minerals for men.
TEMPORARY News
TEMPORARY News
Moda/Economia

Assai più rilevanti del settore automobilistico


Se è vero che “il bello salverà il mondo”, il bello sal- miliardi di euro nel 2007, con un saldo attivo della
verà anche l’Italia, a patto che le Istituzioni con il Go- bilancia commerciale per 10,1 miliardi, contro i 7,8
verno in testa diano un forte e convinto contributo alla di valore aggiunto dell’auto che ha, per soprammer-
ripresa della moda italiana. cato, un deficit di 17,7 miliardi.
Oggi il tessile - abbigliamento rappresenta il 10% Nel sistema moda l’occupazione si attesta su 513
dell’industria manifatturiera italiana, contro il 3% mila addetti, contro i 174 mila dell’auto.
dell’auto, settore storicamente ritenuto più rilevante Insomma i numeri parlano chiaro.
da un punto di vista politico. Il valore aggiunto del E se vogliamo che il bello salvi l’italia è proprio dal
nostro comparto è stato pari a 18,8 tessile che dobbiamo partire, anzi ripartire.

DISCRETO ANDAMENTO DELLA MODA MASCHILE IN ITALIA


La frenata dei consumi, da settembre in avanti, ha la- tamento (+2,8% contro +6,8% del 2007) ma a traina-
sciato il segno. Ma gli indicatori strutturali del settore re il settore sono ancora i compratori stranieri, con
registrano comunque un miglioramento su base an- forte crescita della domanda sui mercati extra-Ue
nua: il rapporto esportazioni/fatturato passa da 59 a 6- (+7,2%) e performance a due cifre di Paesi come
1,4 la bilancia commerciale sale dal 16,1 al 17,1. Di- Russia (+17,4%), Ucraina (+76%) e Hong Kong-Cina
verse le performance dei comparti: il vestiario ester- (+33,2%). Prosegue la flessione del mercato giappo-
no, che rappresenta il segmento più rilevante, si sareb- nese (-6,3%) e americano (-6,8%). Dopo lo stop del
be assestato a un +1% nelle vendite, in linea con l’an- 2007 (-1,2%), le importazioni sono tornate a crescere
damento della camiceria, che dimostra di resistere a (+0,8%), ma a un ritmo nettamente inferiore al recen-
ogni moda e tendenza, restando un autentico classico te passato (nel 2006 +11,4% e +8,6 nel 2005). Per
dell’abbigliamento maschile. Al contrario, i cali più quanto riguarda il mercato italiano, i consumatori so-
marcati riguarderebbero maglieria esterna, cravatte e no diminuiti del 3% nel 2008.A livello di sistema,
confezioni in pelle. Il trend dell’export è in rallen- nessuno azzarda una previsione per il 2009.
Moda/Economia

PARERI, POLEMICHE DEI BUYER


Terminata la tornata di sfilate maschili, sono i buyer clienti vorranno acquistare a prezzo pieno, mentre già
ad esprimere la loro opinione. I pareri sono prevalen- da marzo vi saranno richieste di sconti, almeno nella
temente poco positivi, con una sottolineatura della misura del 20%/30%. Tornando ai pareri sulle colle-
scarsa creatività apparsa sulle passerelle. zioni, va aggiunto che il deficit di creatività è, da par-
Ma a tenere banco tra i dettaglianti sono le polemiche te di molti, attribuito alla incertezza che la crisi eco-
sui saldi anticipati ufficiosamente nei monomarca nomica ha imposto come dato oggettivo del contesto
delle griffe. Il fenomeno degli sconti “sottobanco”, attuale. I famosi dettaglianti siciliani – Giglio di Pa-
anche del 50%, delle collezioni, ha conosciuto quest’- lermo – hanno ben sintetizzato l’opinione più diffusa
anno un picco mai raggiunto precedentemente. tra i buyer: “nessuna collezione ha stupito, nessuna è
Ad avviso dei buyer ciò costituisce un grave deterio- sembrata in grado di rendere speciale una vetrina :
ramento del mercato e una forte lesione dell’immagi- ciò che si è visto sono stati capi portabili e commer-
ne dei prodotti; è facile prevedere che ben pochi ciali”.

SUL FUTURO DEI NEGOZI


<<Opening sonn…> è il titolo della mostra sul futuro creativi finalisti di Colorsdesigner, il concorso interna-
degli spazi di vendita organizzata da Poli.desin – e zionale promosso e organizzato da Poli.design per
con il contributo dei designer di Fabrica - a cura di Benetton nel 2007; le più innovative tendenze di retail
Andrea Branzi e Luisa Collina, professori della facol- design emerse da più di 700 progetti raccolti dal con-
tà di Design del Politecnico di Milano. corso; i dieci progetti di store d’avanguardia di archi-
La rassegna, alla Triennale di Milano fino al 15 feb- tetti già affermati, che saranno realizzati da Benetton.
braio, si sviluppa in tre sezioni: i lavori di sei giovani
Manifestazioni

MADE IN MILANO SFIDA LA CRISI


Le maggiori manifestazioni molto vicine nel calendario 2009

Grazie al progetto “Made in Mila- Grazie al programma, ecco muoversi prima la


no” (dove made sta per moda, arte, design moda maschile e poi, fra febbraio e marzo, la
e eventi) fortemente voluto da Giovanni moda femminile (sia alto pret-a-porter sia indu-
Bozzetti, Presidente del Comitato per la stria) e poi pelle, scarpe, pellicceria e occhiali
Moda e da un gruppo di industriali e tutti insieme a Rho-Pero, quasi senza soluzione
manager, lungimiranti, il sistema moda si di continuità.
presenta compatto, specie nel mese di Questo significa che un compratore straniero
marzo, offrendo al visitatore e al buyer può sbrigare il suo giro di affari a Milano fra gli
straniero una scelta fra la maggior parte ultimi giorni di febbraio e i primi dieci di mar-
delle iniziative calendarizzate che permet- zo, senza dovere ulteriormente tornare veden-
te di spaziare dagli abiti alla pelliccia, dal- Giovanni Bozzetti do a 360 gradi tutto il meglio della produzione
le borse agli accessori fornendo italiana e mondiale.
il più vasto sistema di esposizio- È giusto sottolineare che, al di là di
ne mercantile mondiale per quello che si potrà dire sul tipo di
quanto riguarda l’alta gamma. moda che sarà presente e del gusto
C’è da sottolineare che, se que- dei singoli oggetti, non esiste al mo-
sto particolare calendario di e- mento un insieme di fiere di questa
venti non fosse stato organizza- potenza, così organizzate, in nessu-
to, Milano si troverebbe in guai na parte del mondo.
peggiori dei presenti, dato che la Fiere che, in certi casi come il Mi-
crisi internazionale danneggia do, sono anche al vertice della gam-
molto il turismo di affari, che è ma del proprio settore.
Da sinistra Marzotto Accornero Boselli Artusi Cannara
una delle sue caratteristiche. Bozzetti Corsaro Peraboni
EDITORIALE

MODA & SPORT SEMPRE PIU’ UNITI


di Giulio Di Sabato
In relazione alla continua evoluzione del viamo fiere sempre più orientate al canale infor-
mercato della moda, che da tempo vive in male – sportivo con la punta di diamante in Bread
Italia una situazione di difficoltà, si confer- & Butter a Barcellona.
ma una tendenza dell’abbigliamento infor- Si tratta di fenomeni ingenerati dalle indicazioni
male e sportivo a diventare centrale sia in provenienti dal mercato, sui quali anche la distri-
termini di sell out sia, conseguentemente, buzione intermedia, costituita da agenti - rappre-
in termini di strategie aziendali. Non poche sentanti – distributori e showroom, deve avviare
aziende che finora si erano concentrate su un autonoma riflessione e predisporre adeguati in-
capi formali, stanno ampliando i loro oriz- Giulio Di Sabato terventi.
zonti anche a capi tipicamente sportswear, Alla luce di tali premesse Assomoda e A.A.I.S.S,
per la qual cosa diviene anacronistico tracciare un che insieme rappresentano la distribuzione intermedia
confine netto tra proposte formali ed informali, negli ambiti fashion, sport e sportswear, hanno sentito la
nonché sportswear, sicché ogni steccato cade di responsabilità di studiare e mettere in atto una serie di
fronte alla moda contemporanea. Anche nell’ambi- sinergie per consentire agli operatori di avere un quadro
to fieristico non è difficile evidenziare uno scena- di riferimento organizzativo ed operativo in grado di af-
rio in fase di grande dinamismo, considerando che frontare al meglio le mutazioni in atto nelle strategie a-
una manifestazione come Pitti uomo vede ogni an- ziendali e i nuovi scenari di mercato.
no un crescente ingresso di marchi di impronta Queste sinergie hanno portato all’unificazione delle due
sportiva, che si mescolano all’offerta più tradizio- Associazioni in ambito lombardo e porteranno ad analo-
nale della storica rassegna. go esito in ambito nazionale, nell’interesse di tutti gli a-
Identiche tensioni si registrano all’estero, dove tro- genti e distributori italiani della moda e dello sport.
Notizie da ASSOMODA
ASSOMODA: 40 ANNI DI MODA A MILANO E IN ITALIA
C’è un compleanno particolarmente importan- all’anno a cadenza regolare.
te da festeggiare nel 2009: è quello di Asso- In Italia i rappresentanti si muovevano invece lo-
moda, che è infatti nata nel 1969 a Milano, ro, percorrendo due tre volte l’anno lo “stivale” in
per iniziativa di Roberto Manoelli e di alcuni tutta la sua lunghezza per portare le novità della
altri colleghi. Lombardia a Napoli, a Foggia, dall’Emilia Roma-
Quarant’anni sono un periodo importante, gna a Taranto.
perché in questi quattro decenni c’è molto L’abbigliamento viaggiava in bauli stipati nelle
della storia della moda italiana e del suo affer- grosse auto o su furgoni, ma le presentazioni sul
marsi nel mondo. luogo non erano certo straordinarie nell’allesti-
L’idea di inventare una manifestazione come mento.
“Milanovendemoda” nacque intorno a un ta- D’altronde anche la moda pronta di quegli anni
volino a fine estate, nella casa di un noto rap- non era un caleidoscopio di idee, le boutique per
presentante di abbigliamento. Era il 1969, la signora vendevano solo classico, di buona fattura
minigonna conviveva con lunghezza “midi” e ma molto noiosetto.
“maxi”, il pantalone si era allargato in fondo A fare un po’ di rivoluzione ci pensarono i france-
prendendo il buffo nome di “zampa d’elefan- si con Jean Busquet, in arte Cacharel, Zingler, che
te”. Roberto Manoelli, era sua la casa dell’in- prese il nome di Saint Clair, Charles Maudret e
contro, era reduce dagli Stati Uniti e aveva Daniel Hecter, che avevano ideato un modo di ve-
notato un diverso modo di vendere al detta- stire molto più giovane e creativo, finalmente an-
gliante abbigliamento e non solo capi di ve- che spiritoso; la camicetta che non si chiudeva
stiario. Erano i dettaglianti a viaggiare andan- perfettamente per lasciare intravedere, con un piz-
do a New York per visitare lo showroom dove zico di malizia, il seno. Con questo creativo grup-
venivano presentati i “prodotti” due tre volte petto, tutti amici e figli d’arte, iniziava un nuovo
Notizie da ASSOMODA
ASSOMODA: 40 ANNI DI MODA A MILANO E IN ITALIA
stile che poi di strada ne avrebbe fatta tanta, festa della moda. Era l’ottobre 1969, Milva con
soprattutto in Italia, e per merito di nuovi no- Giorgio Strehler cantava al Piccolo di Milano nel
mi dello stilismo italiano, alle prime armi si recital “io Bertolt Brecht” e Liza Minnelli esordi-
ma con un notevole straordinario potenziale va al cinema con “Pookie”. Il successo fu grande,
di creatività. Dunque intorno al tavolo di casa l’attenzione della stampa fu catturata e anche i
Manoelli, in piazza Castello a Milano, fu cre- giornali stranieri parlarono di
ata l’Assomoda, una associazione di rappre- “Milanovendemoda”. Non restava altro da fare
sentanti che non solo avrebbero aperto in città che continuare su questa nuova strada sviluppan-
le loro showroom per seguire l’esempio ame- do e migliorandola sempre di più. Anche perché i
ricano, invitando i dettaglianti a visitarli al rappresentanti, i vari agenti del settore, erano au-
momento delle nuove collezioni, ma in occa- mentati e di conseguenza le Case che ci tenevano
sione della settimana delle presentazioni a- a presentare a Milano le loro collezioni.
vrebbero organizzato di comune accordo il Il secondo appuntamento perciò fu organizzato al
“tour” da una showroom all’altra. Per farsi Teatro dell’Arte e presentato, per far sempre spet-
notare la prima volta furono chieste alla Fiat tacolo intorno alla moda, dal grande Sandro Mas-
13 auto, le ammiraglia 130 appena uscite con simini. La moda entrava negli anni Settanta, co-
tanto di autista gallonato, che accompagnaro- minciava a nascere l’”unisex”, la vestibilità si fa-
no i clienti in giro per la città dove era- ceva sempre più comoda anche perché la maglie-
no aperti gli showroom, da via Leopardi a ria furoreggiava, con entusiasmo venivano ripro-
via Bianca di Savoia, da piazza Castello posti stili del passato interpretati con genialità da
a corso Monforte. E sempre al suo esordio Walter Albini; faceva capolino il “nude-look” e
“Milanovendemoda” si presentò al circo Me- chi aveva voglia di vestirsi hippy e da zingara non
dini unendosi ai clown e ai giocolieri in una faceva altro che accomodarsi tanto più che Elio
allegrissima e ironica Fiorucci non lesinava suggerimenti sul tema.
Notizie da ASSOMODA

ASSOMODA: 40 ANNI DI MODA A MILANO E IN ITALIA


E così avanti tutta: Villa Comunale, al Sonesta
Hotel, all’Executive di Porta Garibaldi e per
qualche stagione a Milano 2, ospiti paganti di
Berlusconi nei locali ancora liberi intorno alla
piscina. Anche qui le feste e le iniziative non
mancarono: fu divertentissima l’idea di un
gommone in arrivo, sotto i fuochi di artificio,
carico di indossatrici. Fu interessante e ben au-
gurante il raduno a Roma dei presidente delle
Fiere dell’abbigliamento europee, già uno
sguardo d’insieme a “Casa Europa”, per muo-
versi in buon accordo come tempi e servizi.
Intanto chiudeva i battenti a Firenze Pitti Don-
na e la Moda da presentare a Milano diventava
sempre più un grosso business a livello interna-
zionale da gestire con attenta imprenditorialità.
La Fiera offrì i suoi locali e la moda vi si tra-
sferì entrando da Porta Edilizia nel marzo 198-
1. Da allora Milanovendemoda è rimasta una
pietra miliare della moda femminile.
Tratto dal volume “AGENTE DI MODA una professione storica proiettata nel futuro”
di Costa, Pagani e Cattaneo. Edito da Franco Angeli
LA VETRINA DEGLI ANNUNCI
Per inserire i vostri annunci redazione@grafichemilani.it STAGE IN SHOWROOM
Assomoda valuta candidature da offrire ai propri associati per
FASHION DESIGNER stage in showroom, anche attraverso la collaborazione con lo
Ragazza anni 22 diploma Scuola di Moda Burgo. sportello Informagiovani del Comune di Milano.
Gamma completa donna, si propone per stage
in aziende (Milano e dintorni) (Tel. 339 3942013) ACQUISIZIONE STOCK
Consulente moda, contatti a livello nazionale ed internazionale,
LOCAZIONE IMMOBILE
valuta e definisce possibili acquisizioni di stock nell’ambito
Situato in posizione estremamente centrale in palazzo d’epoca
moda, abbigliamento, accessori, intimo.
a pochi passi da Via V. Veneto e a ridosso di Villa Borghese in
Esclusivamente quantitativi rilevanti, marchi e brand afferma-
un punto strategico di Roma, di grande passaggio, e ben colle-
ti sul mercato. (Tel. 335.6666819)
gato, Vi proponiamo esclusivo locale commerciale di 230 mq.
fronte strada. AGENTE MODA OFFRESI
L’immobile in oggetto ha n. 3 ingressi su strada ed essendo otti- Agente specializzato nel settore moda valuta possibilità di nuo-
mamente posizionato gode di una elevata visibilità ed è partico- vi mandati di agenzia e/o di collaborazioni nell’ambito di agen-
larmente adatto per uffici finanziari , sportelli bancari o pri- zie e showroom lombarde.
maria attività commerciale. Contattare la Segreteria di Assomoda (Tel. 02.7750.363)
Ampia possibilità di parcheggio pubblico e privato. (parcheggio
di Villa Borghese, o il parking Ludovisi ). CEDESI SHOWROOM
Per informazioni rivolgersi alla Segreteria Assotemporary Cedesi showroom di 100 mq in edificio d’epoca con portineria
Tel. 02.7750.363/250 – Fax. 02.7750.409 in Zona Fiera (servitissima e con parcheggio), perfettamente
assotemporary@unione.milano.it attrezzato, in ottime condizioni.
Disponibile da gennaio 2009. Contratto d’affitto veramente
RICERCA AGENTI
vantaggioso.
PEG MODA S.N.C ricerca agenti di commercio per le regioni
del Lazio e della Toscana per poter sviluppare la vendita dei SHOWROOM DISPONIBILI
propri capi di abbigliamento donna di buona qualità. Milano, zona Via Meda, co-
Contattare: Sig. Perina tel.039/742156 fax.039/748183 struzione indipendente di
700 mq ca., tipo loft su più
Agente plurimarca cercasi per Italia e Paesi europei, per presti-
livelli, accatastato uso uffi-
gioso marchio di cravatte “MILA SCHON” Contattare cio, adatto per eventi, moda
Dr. Aldo Milli -tel.02/4367971 info@aldomilli.it e design, vendesi ad
€ 2.300.000.
Per info: Tel. 3346996485
Fashion designer
giovani Alessia 339 3942013
Fashion designer
giovani Alessia 339 3942013
Fashion designer
giovani Alessia 339 3942013
Alcuni prodotti di Grafiche Milani Per informazioni inviate le vostre
Segrate (Mi) via Marconi 17 02 2131851 richieste aa@grafichemilani.com
Showroom del mese
STUDIOFINOROSSI
I canali distributivi utilizzati per le li- semplice e efficace, fornendo così ai pro- L’obiettivo di tale operazione è quello di
nee Uomo e Donna sono il Department pri clienti un servizio sempre più accurato garantire un efficiente rapporto com-
Store, gli Speciality Stores, il Mono- e completo. In seno allo STUDIOFINO- merciale – comunicativo finalizzando la
brand Store mentre la tipologia con- ROSSI è poi nata la branca comunicativa comunicazione dei clienti al sell-out.
trattuale segue i modelli di agenzia, di- che si occupa di Comunicazione e Relazio-
stribuzione, associazione a partecipa- ni Pubbliche, e che propone ai clienti le se- Ad affiancare Nunzio Fino e Antonella
zione e la joint venture. guenti funzioni: Lombroso, che si occupano dei rapporti
commerciali, è Samuele Daves, alla gui-
Un accurata ricerca di brands con stili Ufficio stampa da di questo progetto comunicativo.
differenti, particolari e di tendenza, Relazioni Pubbliche Inoltre STUDIOFINOROSSI ha amplia-
costituisce, nell’attività dello STUDIO- Ideazione, Realizzazione, Produzione to le sue strutture commerciali.
FINOROSSI, una costante necessità
materiale relativo al Brand Image In primis l’apertura di un nuovo
per servire mercati di competenza ete-
rogenei. Organizzazione show-room STUDIOFINOROSSI
e gestione logistica eventi in Via Montenapoleone 1,
In risposta alle esigenze attuali, lo Advertising
STUDIOFINOROSSI, ha elaborato, Organizzazione completa o supporto nel cuore pulsante del quadrilatero della
inoltre, un sistema di ordini on line che moda milanese e tra le street più famose
per lo sviluppo di partecipazione
permette di prendere visione delle col- al mondo. Questa struttura è oggi depu-
ed eventi fieristici.  tata alla sinergia esclusiva con i brand
lezioni e di inviare gli ordini in modo
uomo/donna SIVIGLIA .
Showroom del mese
STUDIOFINOROSSI

L’INTERVISTA Quando è perché avete sentito il biso- Antonella – Poi è arrivata anche l’aper-
gno di unire le forze? tura in Via Montenapoleone, uno
Cominciamo dalle origini, showroom che duplica la location di Via
Antonella e Nunzio: come è nata Antonella – La creazione della società tra Forcella, proponendo nel quadrilatero
di noi è avvenuta nel 1996; per entrambi della moda una filosofia più aziendale,
la vostra esperienza nel mondo era fonda- dove si avverte maggiormente la pro-
della moda? mentale dare gettualità costruita insieme dall’azienda.
vita a una In Via Forcella coltiviamo maggiormen-
Antonella – Posso dire di coltivare da struttura in te la ricerca – lo streetchic – sempre con
sempre questa passione per la moda, grado di rap- marchi di tendenza.
da quando ero bambina e creavo abiti portarsi al
per le mie bambole. Poi da ragazza, so- meglio con il
no stata figurinista, quindi modella, Com’è articolata oggi
mercato, sem-
poi una delle prime donne agenti della pre più seletti-
la vostra attività?
moda ed infine manager commerciale vo soprattutto
di Studiofinorossi. a Milano. Antonella e Nunzio – Possiamo suddivi-
Ad un certo dere equamente le nostre vendite tra
Nunzio – Per me l’approccio è stato punto “ho vo- mercato italiano e mercati esteri. Tra
più causale: sono diventato agente mo- luto che lavorasse la struttura e non più la questi ultimi è in crescita il Medio O-
da nel 1988 in seguito ad un annuncio macchina (intesa come auto)”. riente, mentre la Russia sta vivendo una
che, allora come oggi, era uno dei tanti fase riflessiva. Dobbiamo aggiungere che
rivolto a figure commerciali. Ho fatto Nunzio – Quando ci siamo conosciuti ci è la nostra non è solo un’attività di agen-
il venditore nel senso più stretto del sembrato quasi naturale unire le compe- zia commerciale, in quanto che per alcu-
termine, facendo una autentica tenze e le esperienze di ciascuno di noi, ni marchi (circa il 30%) siamo anche di-
“esperienza di strada” e posso di dire per cercare di fare un salto di qualità pro- stributori. Nella nostra attività tendia-
che questa sia la mia vera vocazione; fessionale e, direi, “imprenditoriale”. mo a sviluppare e consolidare il rappor-
la moda è diventata il mio “terreno di Il primo showroom l’abbiamo avuto in to con l’azienda. Questo fa si che il turn
gioco” quasi per caso. Via Telesio, poi in Via Forcella dove siamo over annuale di marchi rappresentati
attualmente. non superi il 20%.
Showroom del mese
STUDIOFINOROSSI

Parlatemi del vostro progetto della Al riguardo sarebbe importante che


“Officina della Moda”? Assomoda portasse avanti il progetto
“fashion house” di cui si parla da anni,
Antonella e Nunzio – In sostanza di trat- così come sarebbe assai utile che orga-
ta di una modalità di approccio alle a- nizzasse “missioni commerciali” all’este-
ziende completamente diverso da quello ro, per consentire lo sviluppo di
del passato. partnership a livello internazionale.
Noi siamo partner delle aziende e con es- Chiudiamo con una domanda extralavo-
se vogliamo sviluppare molteplici siner- rativa: quali sono i vostri hobbies?
gie. In relazione a questo approccio Stu-
diofinorossi diventa un contenitore di Antonella – Il poco tempo che rimane, al
tutte le necessità aziendali, dalla comu- di fuori del lavoro che è sempre più as-
nicazione all’advertising fino all’orga- sorbente ed impegnativo, lo dedico all’-
arte e, soprattutto, al relax: mi piace lo
nizzazione di eventi.
yoga e tutto ciò che attiene alla filosofia
zen.
Oggi, a nostro avviso, stiamo attra- Che cosa ne pensate del ruolo
versando un momento molto delicato dell’agente nella fase attuale ? Nunzio – A me piacerebbe riprendere l’-
che coinvolge tutti i settori economici attività sportiva, anche perché da ragaz-
e, in particolare, la moda. Antonella e Nunzio – Noi pensiamo che zo ho fatto pugilato e ho sempre amato
occorra un vero e proprio cambiamento gli sport.
Siamo convinti che sia questo “il mo- culturale, perché l’agente deve diventare Sarebbe bello riorganizzare con Asso-
mento della concretezza e dell’etica” partner delle aziende. moda la squadra di calcetto, un modo
e, poiché ci siamo da sempre ispirati a Inoltre è molto importante creare strut- anche per stare assieme tra colleghi di-
questa filosofia, siamo altrettanto con- ture associative, con dimensioni di spa- vertendosi. E poi quando posso mi dedi-
vinti che supereremo bene questo pas- zio e di struttura in grado di supportare co alla mia passione per il volo, in parti-
saggio economico difficile. efficacemente le aziende e i loro brand. colare pilotando elicotteri.

Intervista di Massimo Costa


STUDIOFINOROSSI Showroom del mese

Via Forcella 9/A

Mod
Transit
Bresciani
Paris Hilton
Peresteso
Chandelier
Red Carpet
X's Couture
R-Revolution
Gheef
Fara Collection
Jeans Tattoo
Derri Design
D-Cln
Mila
Via Montenapoleone 1

Siviglia
(uomo e donna)

Antonella Lombroso e Nunzio Fino so-


no anche manager del brand VDP, at-
tività che svolgono nella maison azien-
dale di Via Montenapoleone 20.