Sunteți pe pagina 1din 3

Città di Ugento

cap. 73059 - Provincia di Lecce

tei. (0833) 555091 - fax (0833) 556496

e-mai!: uffzciosegreteria@comune.ugento.le.it

www.comune.ugento.le.il

Prot. )8 Sf'?
Ugento, 6 agosto 2009
Ai Sig.ri Consiglieri comunali
Ing. Cavalera Oronzo,
Ing. Corvaglia Luigi,
Prof. Gianfreda Renato

E p.c.

AI Presidente del Consiglio Comunale

Sig. Biagio Marchese

LORO SEDE

Oggetto: riscontro all'interrogazione del 2/07/2009, prot. n. 15498

Con riferimento all'interrogazione di cui all'oggetto, si comunica quanto segue:

Il litorale di Ugento è stato interessato da violente mareggiate di carattere eccezionale nei


mesi di dicembre 2008 e gennaio 2009.
Le maggiori conseguenze dell ' effetto del moto ondoso si sono verificate lungo i tratti di
costa sabbiosa.
Nel dettaglio, le aree interessate sono state:

• il tratto di costa in località Torre San Giovanni di Ugento, caratterizzato da ingenti spiaggiamenti
di Posidonia oceanica. Il tratto interessato si è esteso dal porticciolo di Torre San Giovanni verso
Sud, per una lunghezza di circa 2 Km. Le banquettes si sono accumulate sugli arenili liberi ed in
concessione in quantità mai osservate in passato, raggiungendo dimensioni talmente rilevanti da
rendere i tratti di spiaggia in questione non più fruibili per la balneazione. Il volume di materiale
spiaggiato è stato quantificato in circa 25.000 mc.ù

1/3
• il tratto di costa in località Torre Mozza di Ugento per una lunghezza di circa 1,5 Km interessato
da un forte fenomeno erosivo che ha determinato l'arretramento dell'arenile sabbioso.

L'arenile interessato dallo spiaggiamento di Posidonia è stato oggetto di apposito intervento di


spostamento del materiale ai fini deH'utilizzo dello stesso per azioni di ricostituzjone dunale.
L'intervento ha consentito di restituire alla fruizione balneare un lungo tratto di arenile ad alto
uso.
Per ciò che concerne i litorali in località Torre Mozza, facendo seguito ad apposita richiesta del
Settore Territorio ed Ambiente della Provincia di Lecce, si redigeva accurata relazione attestante lo
stato dei luoghi, con indicazione di massima dei costi necessari per un intervento straordinario di
ripascimento utilizzando il materiale sabbioso che aveva ostruito le foci dei canali a marea.
Al fine di consentire la fruibilità delle spiagge in concessione, l'assessorato competente
provinciale stabiliva di assegnare i contributi serventi lo scopo, direttamente agli operatori balneari,
dietro presentazione di apposita domanda. Pertanto veniva precluso l'utilizzo di tali somme per
azioni su spiagge pubbliche, così come specificatamente richiesto nella proposta progettuale
avanzata in Provincia.
Considerato il livello di criticità per alcuni tratti del litorale ugentino evidenziato dagli studi
preliminari al Piano Regionale delle Coste, si ritiene che l'adozione di tale strumento di
pianificazione, e la successiva redazione del Piano Comunale delle coste, appaia uno strumento
fondamentale per poter garantire il rispetto delle dovute proporzioni di fruibilità, nonché come
occasione per una riorganizzazione complessiva delle aree in concessione.
A tal fine, proprio per i litorali maggiormente interessati da situazioni di criticità dovuti a
fenomeni erosivi, il Piano Regionale delle Coste, prevede una nuova disciplina del rilascio delle
concessioni demaniali, sia che si tratti di rinnovo che di nuove concessioni. Di norma sarà evitato il
rilascio di concessioni demaniali nelle zone caratterizzate da criticità elevata e comunque, salvo
impossibilità di poter disporre - nel territorio comunale - di zone caratterizzate da bassa e/o media
criticità, esso sarà differito nel tempo per consentire processi di stabilizzazione dei fenomeni
erosivi.
Si comunica, inoltre, che, ai fini di un attento ed accurato controllo del territorio, e nello
specifico delle aree in concessione, neU'ambito dei finanziamenti previsti dal Ministero dell'Interno
per la "SICUREZZA PER LO SVILUPPO - OBIETTIVO CONVERGENZA 2007 - 2013", è stata
redatta e presentata apposita proposta progettuale dal titolo "Mo.S.Te.L.S. - Monitoraggio
Satellitare del Territorio per la Legalità e la Sicurezza"

2/3
Tale progetto prevede l'ideazione e realizzazione di un sistema di monitoraggio satellitare del
territorio a tutela del patrimonio ambientale ed a supporto della sicurezza e della legalità. Tramite
l'utilizzo di immagini del territorio, ele rilevate da satellite, si avranno a disposizione in tempi
brevi tutte le informazioni necessarie per la rilevazione e l'accertamento di illeciti di diversa natura
Nel dettaglio, per una maggiore tutela e sicurezza del patrimonio ambientale, sarà possibile
supportare le seguenti attività:
• Controllo dell'abusivismo edilizio
• Individuazione delle discariche abusive di rifiuti
• Monitoraggio dell'espianto illegale degli uliveti secolari e monumentali
• Valutazione dei danni da incendio
• Variazione della linea di costa
• Monitoraggio delle concessioni demaniali
• Danni al patrimonio ecologico e archeologico

Per quanto concerne gli esiti dei controlli di tutte le superfici balneari date in concessione, si
prega voler contattare l'ufficio demanio del Comune di Ugento.
Distinti saluti.

3/3