Sunteți pe pagina 1din 6

Esercizio 1

Un fluido termodinamico descrive un ciclo reversibile costituito da tre trasformazioni adiabatiche e


tre trasformazioni isoterme alle temperature, rispettivamente, T
1
, T
2
e T
3
. Lungo le isoterme alle
temperature T
2
e T
3
il fluido assorbe la medesima quantit di calore Q. Se T
1
=300 K e T
2
=450 K,
quale deve essere il valore di T
3
affinch il rendimento risulti pari al 40% ?

Per il teorema di Clausius applicato ad una trasformazione ciclica formata da trasformazioni
reversibili si ha:
0 0
3 2 1
1
3
3
2
2
1
1
= + + = + +
T
Q
T
Q
T
Q
T
Q
T
Q
T
Q

Poich il calore Q (assorbito) positivo in calore Q1 deve essere negativo, ossia ceduto durante
la trasformazione isoterma 1:
0 0
3 2 1
1
3 2 1
1
= + + = + +
T
Q
T
Q
T
Q
T
Q
T
Q
T
Q

Dalla definizione di rendimento termico:
Q
Q
Q
Q
assorbito
ceduto
2
1 1
1
= =
da cui:
Q Q Q Q 2 . 1 ) 4 . 0 1 ( 2 ) 1 ( 2
1
= = =
da cui segue:
1 2
2 1
3
2 1 3 3 2 1 3 2 1
2 . 1
1 2 . 1 1
0
1 1 2 . 1
0
2 . 1
T T
T T
T
T T T T T T T
Q
T
Q
T
Q

= = = + + = + + =562.5 K


Esercizio 2
Un frigorifero viene utilizzato per congelare acqua che si trova gi a 0C scambiando calore con
lambiente a 40C. Assumendo che il frigorifero possa essere considerato come una macchina
(ciclica) reversibile e che il costo dellenergia elettrica sia C=0.5 euro/kWh, si calcoli quanto costa
congelare m=100 kg di acqua (calore latente di fusione del ghiaccio =3.33x10
5
J /kg).


Indichiamo con:
1) Q
1
la quantit di calore che il frigorifero assorbe (Q
1
>0) dallacqua a T
1
=273.15 K,
2) Q
2
quantit di calore ceduta (Q
2
<0) allambiente esterno a T
2
=313.15 K,
3) W il lavoro assorbito (W<0) dal frigorifero
Poich la macchina opera ciclicamente in modo reversibile, dal teorema di Carnot o, in modo
equivalente, dal teorema di Clausius per cicli reversibili con 2 sorgenti termiche, si ottiene:
0
2
2
1
1
= +
T
Q
T
Q

da cui, per esempio:
1
2
1 2
T
T
Q Q =
Dal I principio della termodinamica si ha:
Q-W=0 (si tratta di un processo termodinamico ciclico)
da cui:
) 1 (
1
2
1
1
2
1 1 2 1
T
T
Q
T
T
Q Q Q Q W = = + = <0
Poich il calore Q
1
il calore assorbito dal frigorifero per congelare (isotermicamente) la massa m
di acqua allora il lavoro W, assorbito dal frigorifero,necessario per ottenere il congelamento della
massa m di acqua risulta:
0 ) 1 ( ) 1 (
1
2
1
2
1
< = =
T
T
m
T
T
Q W
in modulo risulta:
W=|100x3.3x10
5
(1-(313.15/273.15))|=0.48x10
7
J
Per saper quanto costa congelare m=100 kg di acqua necessario sapere quanto costa in euro 1J di
lavoro fornito dallesterno:
1 watt =1 (J /s)
1 kW=10
3
watt =10
3
J /s
1 kWh=1 kW per 1 ora =1000x3600 J =3.6x10
6
J
C=0.5 euro/kWh=(0.5/3.6x10
6
) euro/J =1.38x10
-7
euro/J

da cui:
costo per congelare 100 kg di acqua a 0C =1.38x10
-7
(euro/J )x0.48x10
7
(J )=0.67 euro
Esercizio 3
Una macchina termica non completamente reversibile scambia calore con due sorgenti che si
trovano alle temperature T
1
=0C e T
2
=100C. La macchina ha un rendimento pari al 33% di quello
di una macchina termica completamente reversibile operante tra le stesse due sorgenti.
Calcolare la variazione di entropia del sistema macchina termica +sorgenti in un ciclo sapendo
che la macchina termica produce un lavoro pari a W =100 J per ciclo.

Il rendimento della macchina completamente reversibile operante tra le due temperature coincide
con il rendimento della macchina di Carnot reversibile operante tra le stesse due temperature:
% 27 27 . 0
15 . 273 100
15 . 273 0
1 1
2
1
= =
+
+
= =
T
T
rev

% 9 09 . 0 33 . 0 = = =
rev

La variazione totale di entropia del sistema macchina termica +sorgenti sar data dalla somma
delle variazioni di entropia della macchina termica, della sorgente a T=T
1
e della sorgente T=T
2
:
2 1
S S S S
m tot
+ + =
Calcolo di
m
S :la macchina termica segue un ciclo termico, quindi il punto di partenza e di arrivo
coincidono, di conseguenza, essendo lentropia una funzione di stato,
m
S =0.
Calcolo di
1
S e
2
S : per calcolare queste variazioni di entropia bisogna conoscere le quantit di
calore che esse scambiano con la macchina termica
1
1
T
Q
S
c
= e
2
2
T
Q
S
a
= dove Q
c
e Q
a

sono, rispettivamente, i calori ceduti e assorbiti dalla macchina termica, calori che rispetto alle
sorgenti dovranno cambiare di segno (il calore Q
a
assorbito dalla macchina risulta ceduto dalla
sorgente e il calore Q
c
ceduto dalla macchina risulta assorbito dalla sorgente).
a
c a
a
rev
Q
Q Q
Q
W +
= = = = = % 9 09 . 0 33 . 0

W
Q
a
= =1111 J
a c
Q W Q = =-1001 J
K J
T
Q
S
c
/
15 . 273
1001
1
1
= =
K J
T
Q
S
a
/
15 . 373
1111
2
2
= =
K J S S S S
m tot
/ 72 . 0
15 . 373
1111
15 . 273
1001
0
2 1
= + = + + =
Il valore ottenuto,diverso da zero, sta ad indicare che il processo termodinamico , almeno in parte,
irreversibile (la macchina termica non completamente reversibile)
Esercizio 4
Una macchina termica che funziona in modo irreversibile assorbe in ogni ciclo una quantit di
calore Q
2
=18 kJ da una sorgente alla temperatura T
2
=480 K e cede calore a una sorgente alla
temperatura T
1
=300 K. La variazione di entropia delle sorgenti in ogni ciclo S =7.5 J /K.
Determinare:
1) il lavoro prodotto in ogni ciclo
2) la differenza tra il rendimento di tale macchina irreversibile e quello di una macchina di
Carnot reversibile operante con le medesime sorgenti.

Indichiamo con Q
1
la quantit di calore ceduta dalla macchina termica alla sorgente a T=T
1
.
2
2
1
1
2 1
T
Q
T
Q
S S S = + =
) (
2
2
1 1
T
Q
S T Q + = =13.5 kJ
per il I principio della termodinamica applicato ad un ciclo:
1 2 1 2
Q Q Q Q Q W = + = = =4.5 kJ
dalla definizione di rendimento:
25 . 0
18000
4500
2
= = =
Q
W

Un ciclo di Carnot operante con le medesime sorgenti avrebbe un rendimento:
375 . 0 1
2
1
= =
T
T
Carnot

la differenza tra i due rendimenti :
Carnot
=-0.125


Esercizio 5
Un blocco di ghiaccio alla temperatura T
1
=0C viene posto a contatto, in un ambiente termicamente
isolato, con un blocco di rame alla temperatura T
2
=100C. Quando si raggiunge lequilibrio si
sciolta una massa M di ghiaccio. La capacit termica del blocco di rame C
rame
=6x10
3
J /K e il
calore latente di fusione del ghiaccio =3.33x10
5
J /kg)
Determinare:
1) il valore di M e 2) la variazione di entropia conseguente al processo.


1) Poich il problema dice che allequilibrio si sciolta una massa M di ghiaccio, ma non dice
che il ghiaccio si sciolto completamente, allora dobbiamo presumere che, nello stato
termodinamico di equilibrio, il blocco di rame sia in equilibrio termico con il ghiaccio rimasto e con
lacqua prodotta. Inoltre, essendo il processo di fusione del ghiaccio un processo termico isotermo,
la temperatura di equilibrio dovr necessariamente essere T
eq
=0C.
Poich il blocco di rame e il ghiaccio si trovano in un ambiente isolato, allora lo scambio totale di
calore verso lesterno dovr essere nullo, ossia:
0 0 = + =
ghiaccio rame
Q Q Q
Il calore ceduto dal rame :
0 ) ( ) (
2 2
< = = T T C T T mc Q
eq rame eq rame rame

Il calore assorbito dal ghiaccio, che si trova gi a T
1
=0C, serve per il cambiamento isotermo di
fase ghiaccio acqua liquida:
M Q
ghiaccio
=
In totale:

) (
0 ) ( 0
2
2
T T C
M M T T C Q Q
eq rame
eq rame ghiaccio rame

= = + = + =1.8 kg

2) Il sistema termodinamico formato dal blocco di rame che cede calore e dal blocco di
ghiaccio che, parzialmente, subisce il processo isotermo di fusione. La variazione totale di entropia
del sistema quindi la somma delle variazioni di entropia subite dal blocco di rame e dal blocco di
ghiaccio:
ghiaccio rame tot
S S S + =
Calcolo di
rame
S :
La variazione di entropia del blocco di rame si calcola considerando una trasformazione reversibile
del blocco di rame dallo stato iniziale a T=T
2
=373.15 K allo stato finale a T=T
eq
=273.15 K:
2
1
ln
1
2
1
2
1
2
T
T
C
T
dT
C
T
dT C
T
dQ
S
rame
T
T
rame
T
T
rame
T
T
rame

= = = = =-1873 J /K

Calcolo di
ghiaccio
S :
Il processo di fusione del ghiaccio isotermo per cui la variazione di entropia subita :
eq eq
ghiaccio ghiaccio
ghiaccio
T
M
T
Q
T
Q
S

= = =
1
=2196 J /K
322 2196 1873 = + = + =
ghiaccio rame tot
S S S J /K
Il fatto che la variazione totale del sistema isolato positiva vuol dire che:
1) il processo realizzabile
2) il processo , almeno in parte, irreversibile.