Sunteți pe pagina 1din 16

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch.

adriano magliocco - ricercatore

corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

sistemi di calcolo semplificati e software


facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore
corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Adriano Magliocco
ELEMENTI DI PROGETTAZIONE BIOCLIMATICA

Primi parametri di controllo


S/V orientamento posizione delle aperture
Confronti tra diverse soluzioni con modelli semplificati: 0
guadagni interni, ricambio daria dovuto unicamente alla
porosit dei materiali, nessun impianto di riscaldamento

PRIME RIFLESSIONI EVIDENZIATE TRAMITE LIMPIEGO DI


SOFTWARE : ECOTECT (Square One - Environmental Design
Website, compiled by Dr. Andrew Marsh and Caroline Raines of
Square One research and the Welsh School of Architecture at Cardiff
University)

IL FATTORE FORMA
1 esempio: casa 10x10m, muri in laterizio intonacato, tetto con
manto in tegole CASA COMPATTA
Confronto con casa stessa area e volume, stessi materiali, casa
20x5 con lato lungo esposto a sud CASA ALLUNGATA

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

2
Casa compatta

23 giugno
Rispetto alla Casa
compatta, nella casa
allungata in estate sole
alto lescursione nel
sottotetto aumenta mentre
nel volume si riduce
(facciata sud poco esposta,
facciate est e ovest di
minore superficie)

Casa allungata

Casa compatta

22 marzo

Casa allungata

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

3
Casa compatta

21 dicembre

Con la
diminuzione
dellirraggiamento
diminuiscono le
escursioni
termiche
(caso di edificio
poco isolato e
opaco)

Casa allungata

Se la casa allungata fosse orientata est-ovest?

Facciate nord-sud

Le
temperature
diminuiscono

Facciate est-ovest

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Inseriamo una finestra nel modello casa


compatta
Casa compatta
senza finestra
Casa compatta con finestra a sud

Casa compatta con finestra a nord


In giugno quindi non ci sono
grandi differenze tra assenza di
finestra e presenza di finestra a
nord, mentre la presenza di
finestra a sud fa innalzare
leggermente le temperature
interne

In inverno?
giorno pi freddo

Casa compatta senza finestra

Casa compatta con finestra a nord:


le T si riducono leggermente, ma
poco perch trasmittanza dei muri
di poco inferiore di quella della
finestra

Casa compatta con finestra a sud:


le T aumentano nelle ore di sole

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Casa compatta senza


finestra

Temperature interne giorno soleggiato


Casa compatta con
finestra 12 mq a sud

Case con isolamento alto


(U=0,5-0,6 W/mq K)
Ora useremo gli stessi modelli ma
cambiando linvolucro, usando soluzioni
tradizionali con trasmittanza piuttosto
bassa

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Casa compatta
senza finestra: al
variare della
stagione le
temperature, pur
cambiando, tendono
ad essere costanti
giorno e notte

Casa compatta con finestra nord:


le temperature si sono abbassate,
ora la differenza tra la
trasmittanza di muri e copertura e
quella della finestra si nota
Lalto isolamento comunque
rende costante la T
(siamo a livelli di ricambio daria
molto bassi e dovuti solo alla
porosit dei materiali)

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Casa compatta con


finestra a sud:
c un leggero picco
nelle ore centrali
rispetto alla
posizione a nord, ma
comunque un calo
delle T medie
rispetto allassenza
di finestra (perdite
notturne)

E se fosse una
serra?
Le T in copertura sono
molto pi alte di quelle
esterne; le T interne
sono legate
allirraggiamento pi
che alle T esterne

Lo spostamento delle
T interne verso la
parte centrale della
giornata dovuta
allirraggiamento; le T
notturne interne sono
comunque pi alte
grazie allaccumulo
termico del solaio

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Cambiamo clima:
Londra

Il minore irraggiamento
fa s che in inverno le
perdite siano superiori ai
guadagni

Proviamo a fare un edificio


che funzioni: allungato,
isolato, con vetrata a sud:
Roma
In estate il
surriscaldamento
limitato (la vetrata
verticale, il tetto molto
isolato, la ventilazione
limitata)
In inverno c un buon
effetto di guadagno e le
temperature interne sono
sensibilmente pi alte

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

Londra: in estate
lisolamento riduce le
T interne e alza i
minimi (forte
escursione termica
notturna);
in inverno c un po di
guadagno termico

Le combinazioni sono infinite:


clima (T, nuvolosit del cielo, pressione del vento, umidit
relativa, ecc.)
posizione (orientamento, disposizione degli ostacoli
circostanti)
distribuzione (forma, posizione delle aperture,
distribuzione interna)
materiali (trasmittanza globale degli elementi di involucro,
posizione dellisolamento, posizione della massa, ecc.)
in generale ledificio dovr avere:
alto isolamento dellinvolucro;
massa termica interna (cls, laterizio, pietra);
ampie superfici verso sud, ridotte verso le altre
esposizioni;
elementi per lombreggiamento estivo.

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

10

Adriano Magliocco
Elementi di progettazione bioclimatica

Metodi di calcolo preliminare


per il dimensionamento dei
sistemi solari passivi
Tabelle di valutazione del contributo
percentuale: grafici operativi
Esempio di software ad input numerico
Esempio di software ad input grafico

Esempio di apporto energetico calcolato con


tabelle di predimensionamento, o metodo dei grafici operativi
Da V.Calderaro:
Architettura
solare passiva,
manuale di
progettazione.
Ed. Kappa, 1981

GRAFICI
RELATIVI AD
ALCUNE
LOCALITA
ITALIANE PER
ALCUNI TIPI DI
SISTEMI DI
CAPTAZIONE

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

11
I grafici forniscono la potenzialit del dispositivo percentualmente
rispetto al fabbisogno per il riscaldamento invernale in funzione del
coefficiente di dispersione termica Cg e del rapporto Volume edificio
interessato / superficie di captazione

Dispersione termica globale Cg= Cd+Cv


Cd = dispersione volumica per trasmissione attraverso
linvolucro
Cv =dispersione per ricambio daria = calore
specifico*densit dellaria*n ricambi = n= 0.24*1.2*n
= 0.144 (residenziale n=0.5) approssimabile a 0,15
Con queste tabelle otteniamo un dato approssimato,
inferiore al reale (non considera gli apporti interni),
comunque utile nelle fasi preliminari. Le condizioni per
luso dei grafici sono: la presenza di masse di accumulo
con capacit termica tra 148 e 220 Kcal/C per mq di
apertura solare la presenza di aperture in alto e in basso
ciascuna pari all1% della superficie del muro .

Si pu calcolare con un software (es. per relazione L 10/91)


facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore
corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

12

esempio di software specifico per ledilizia


solare, ad input numerico: Solacalc

un sistema di calcolo
semplificato, basato sul
Metodo 5000 sviluppato per
la Comunit Europea
dallEnergy Research Group
del Dublin College, che a
partire dai dati climatici di
alcune localit inglesi e
poche scelte tecnologiche di
involucro, ci porta a
calcolare perdite e guadagni
termici per una veloce
valutazione di sistema e
dimensioni del sistema
ipotizzati

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

13

Per ogni foglio di Excel relativo a


perdite o guadagni termici vanno
inseriti alcuni dati dimensionali e
definite alcune semplici scelte
tecnologiche

Il programma restituisce risultati


quantitativi anche sotto forma di
grafico. E possibile una verifica
dei valori limite di consumo
energetico rispetto alla
normativa inglese
E inoltre impostabile una
relazione economica per
calcolare i tempi di ritorno dei
costi.

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

14

Esempio di software per lanalisi


termica ad input grafico: Ecotect
Si disegna per volumi contraddistinti da una specifica zona termica editabile, si
modificano le caratteristiche degli elementi, si inseriscono le tipologie prescelte
di aperture, si determina lorientamento, si caricano le caratteristiche climatiche
del sito. Se i risultati dal punto di vista qualitativo sono comunque attendibili, dal
punto di vista quantitativo dipenderanno fortemente dai dati climatici disponibili.
Si possono quindi evidenziare le prestazioni termiche con diversi tipi di grafico
Esempio edificio fortemente isolato, senza e con serra a sud

Es. sito Roma andamento delle temperature interne

Linea tratteggiata blu: T esterne linea azzurra: zona casa linea bianca: zona
sottotetto

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

15
Aggiungiamo una serra sul lato sud
possibile notare che nelle ore centrali del giorno abbiamo un innalzamento della
temperatura anche in inverno, in maniera marcata nella serra ma sensibile anche nella
zona casa. Leffetto particolarmente visibile in primavera poich a fronte di una T
dellaria ancora abbastanza bassa abbiamo alti valori di irraggiamento che attivano
leffetto serra

Grafico dei guadagni


interzona per la zona casa
sopra: senza serra - sotto: con la serra

Senza serra non abbiamo


guadagni (le perdite sono i
flussi verso la copertura),
con la serra abbiamo
guadagni tutto lanno, e
dovremo fare attenzione al
surriscaldamento

facolt di architettura di genova_ seminario _ arch. adriano magliocco - ricercatore


corso di progettazione bioclimatica - modulo: sostenibilit ambientale

16
Lipotetica eliminazione delle aperture verso nord, est e ovest e
lampliamento di quella verso sud producono il seguente risultato

Abbiamo cos una casa che non necessita di riscaldamento nelle stagioni intermedie e che in
inverno ha una temperatura interna superiore di quasi 10C a quella esterna; resta da limitare il
surriscaldamento estivo tramite la ventilazione e lombreggiamento