Sunteți pe pagina 1din 3

KALI CARBONICUM INTEGRATO

COMPOSIZIONE:
kaliUM carbonicum 180 lm
zinco-Rame 4ch
gamma aspecific
wAMBIENTE FLOREALE: CENTAURY, CHESNUT BUD, WALNUT - 6 CH
INDICAZIONI:
il carbonato di potassio, sale incolore, che si trova in quasi tutti i vegetali eccettuati quelli che
crescono in riva al mare. Lazione del potassio - e questo vale per tutti i sali - depressiva sul
sistema nervoso centrale e sui nervi periferici, per cui avremo individui psichicamente
depressi, astenici, sempre affaticati, con debolezza anche strutturale. Lazione depressiva si
esercita anche sui muscoli con tessuti che sono quindi flaccidi, lassi e con marcata tendenza
allobesit. Il potassio svolge unazione anemizzante, anche con tendenza emorragica, e
questo spiega il sintomo importante: freddolosit. Ricordo che entra nella regolazione della
pompa sodio-potassio. essenzialmente depresso, di umore variabile, ma sopratutto nervoso,
irritabile, suscettibile. un individuo che soffre molto, ma internamente, non vuole mostrarlo
allesterno, e non vuole riconoscere i propri disturbi.
scoraggiato, estremamente sensibile, anche se cerca di celare questo suo stato danimo. Alla base
di questo comportamento, c una grossa insicurezza e mancanza di fiducia in s stesso. debole e
non ha la forza per lottare, per affermarsi; per questo si sente fortemente dipendente, ma a questa
dipendenza si ribella e diventa irritabile. Ecco il conflitto di kali carb.: tentativo di superare la
propria debolezza e lincapacit di riuscirvi. Di qui lumore alternato ed uno stato danimo
contraddittorio: mancanza di sicurezza rispetto allambiente esterno - che sente ostile - da cui
tuttavia dipende fortemente. Lo stato danimo lo rende ansioso, ipersensibile (il minimo rumore lo
fa trasalire), pauroso (del buio, della solitudine, se sta solo paura di morire), con sensazione di
angoscia che sale dallo stomaco. Come reazione di difesa presenta una certa ipereccitabilit ed
aggressivit (in genere repressa), perch non accetta passivamente la propria debolezza. Si arriva
alla rabbia, vissuta come impulso di scarica, perch non riesce pi a contenere. anche intollerante
alla contraddizione La dipendenza si vede nel desiderio di essere cullati e nel lamento. A volte grida
nel sonno, fa errori quando scrive, ha vuoti di memoria, contesta, mette in discussione - insomma
aggredisce indirettamente -, nello stadio finale subentra lapatia, il distacco, lindifferenza, il
disgusto per la vita, la depressione, perch non ha pi fiducia di poter superare i propri conflitti, e
dispera di poter guarire.
POSOLOGIA:
o un tubo-dose ogni cinque giorni nelle terapie d'attacco
oun tubo-dose ogni dieci giorni nelle terapie di mantenimento ed in et pediatrica

Profilo e azione di Kalium carbonicum


Il Carbonato dipotassico il rimedio che esprime meglio la caratteristica debolezza dei Sali di potassio
che si esprime a livello organico con polso debole, freddezza, depressione generale e fitte acute dolorose
migliorate dal movimento.

Il Carbonato dipotassico il rimedio che esprime meglio la caratteristica debolezza dei Sali di
potassio che si esprime a livello organico con polso debole, freddezza, depressione generale e fitte
acute dolorose migliorate dal movimento. Il potassio il catione pi concentrato allinterno delle
cellule, la cui regolazione strettamente correlata con la concentrazione del Sodio, extracellulare, in
un meccanismo transmembrana noto come pompa sodio-potassio che regola la depolarizzazione e
la contrazione delle cellule. Liperkaliemia provoca una intossicazione che si manifesta con sintomi
a carico delle mucose, dei sistemi circolatorio, articolare, nervoso centrale ma soprattutto con segni
cardiaci.
Caratteristiche psicologiche del paziente
Depressione con irritabilit, ipersensibile al dolore, al rumore. Di umore alternante. Pieno di paure e
di ansie che somatizza allo stomaco.
Principali indicazioni
Apparato neurosensoriale: ipersensibilit, iperestesia, ansia e affaticamento.
Apparatolo digestivo: dispepsia, meteorismo, aerofagia, dolori retrosternali da ernia iatale, stipsi ed
emorroidi che migliorano seduto sul duro.
Apparato respiratorio: asma con crisi notturne tra le 2 e le 4, secrezioni vischiose, agglomerate,
difficili da espettorare, espulse con la tosse in masse grigiastre. Tosse che migliora piegandosi in
avanti. Pneumopatie della base destra.
Apparato genitale: vomiti in gravidanza, perdite ematiche dopo aborti o raschiamenti. Lombalgie
della gravidanza e della menopausa.
Apparato cardiovascolare: anemie, ipotensione, extrasistolie, debolezza miocardica senile e
insufficienza cardiaca destra, in associazione alla terapia classica.
Apparato osteo-articolare: lombalgie, rachialgie, artralgie, senso di cedimento lombare e delle
ginocchia.
Modalit reattive ai sintomi della malattia
Sensazioni: ipersensibilit ai rumori, angoscia che attanaglia lo stomaco, senso di cedimento alle
ginocchia, dolori lancinanti, migranti. Tipici alla base destra del polmone.
Peggiora: col freddo, tra le 2 e le 4 del mattino
Migliora: col caldo, seduti o piegati in avanti coi gomiti sulle ginocchia.
Posologia
Per la dispepsia flatulenta 5 CH, 3 granuli prima dei pasti. Per la lombalgia e debolezza: 7-9 CH 3
granuli 3-4 volte/die. Per lasma notturno 15 CH alle ore 18 distanziando a giorni alterni col
miglioramento. Per le turbe nervose 30 CH, 3 granuli/die o una dose alla settimana o al mese.
Il simile cura il simile
La sperimentazione e losservazione evidenziano lazione curativa di Kalium carbonicum sulle
mucose digestive, respiratorie e genitali, sul sistema articolare, sul sistema nervoso e sul sistema
cardiocircolatorio dove il carbonato di potassio provoca irritazioni, stillicidio ematico e secrezioni
dense, anemia, tendenza ad edemi, dolori articolari da freddo, astenia generale ed irritabilit,
sindrome depressiva.
Tiziana Di Giampietro

Kali carbonicum un rimedio molto importante, un rimedio che se ben indicato pu agire in
profondit e curare patologie molto serie.
Agisce soprattutto sugli apparati respiratorio, digerente, sul tessuto connettivo e articolare. Si ha
tendenza ad un'alterato metabolismo dei grassi e dell'acido urico che predispongono all'obesit
(calcarea carbonica), al reumatismo e alla gotta.
I muscoli e il cuore sono indeboliti con marcata debolezza o alterazioni del ritmo.
Si ha tendenza all'anemia e alla freddolosit (calcarea carbonica) ma con possibili vampate, specie
nel periodo della menopausa.
Corrisponde a manifestazioni idropiche, cio un rimedio adatto per individui che tendono ai
rigonfiamenti (come gli edemi, gonfiore delle caviglie ecc.) e sono particolarmente sensibili
all'umidit.
E' un soggetto ansioso (l'ansia avvertita allo stomaco), sensibile ai rumori, facilmente irritabile e
spaventabile.
Secondo il Nash la triade fondamentale del rimedio costituita da sudorazione, mal di schiena
(lombare) ed edemi.
I dolori sono in genere a fitte e peggiorano sia a riposo che con la pressione (dd. con Bryonia), i
bruciori (ad es. emorroidi) migliorano con il fresco (dd. con arsenicum).
E' un grande rimedio per l'asma che si aggrava alle 3 del mattino e migliora piegandosi in avanti, il
paziente non pu stare sdraiato. La tosse in genere secca, a volte sono presenti dolori puntori
pleurici (broncopolmonite) e l'orario di aggravamento o insonnia sempre intorno alle 3 di notte.
A livello digestivo il soggetto digerisce male con gonfiore dopo i pasti e debolezza con sensazione
di vuoto prima. Le coliche addominali possono indurre il malato a piegarsi in due dal dolore.
Questi sono alcuni degli aspetti pi importanti del rimedio, naturalmente incompleti. E' un rimedio
ben sperimentato che copre circa 10mila sintomi quindi pu essere usato in una miriade di
condizioni cliniche diverse.
Kalium carbonicum

Il kalium carbonicum, (carbonato di potassio), si presenta come un solido bianco ed inodore, un


tempo veniva usato per la produzione artigianale di sapone.
Sintomi e indicazioni terapeutiche

Pesantezza allo stomaco, digestione lenta e difficile, eruttazioni.


Debolezza.
Freddolosit eccessiva.
Insufficienza cardiaca.
Dolori articolari, senso di debolezza alle ginocchia, lombaggine.
Aerofagia, gonfiore allo stomaco.
Abuso di bevande gassate.
Anemia.
Edema della palpebra superiore dal lato interno.
Ipersensibilit della cute in superficie, anche al solo sfioramento.
Cellulite.
Crisi d'asma, difficolt respiratorie specialmente di notte.
Dolori ossei e mal di schiena in menopausa.
Stanchezza e affaticamento.
Stanchezza post parto.
Per le persone sempre pallide, deboli e depresse.