Sunteți pe pagina 1din 2

RISPARMIARE CALORE RADIO MONTECARLO

Vi stiamo accompagnando dalle 5 di questa mattina, anche in questo primo di


novembre su Radio Montecarlo al solito con la nostra grande musica, lo sapete,
la migliore. Primo di novembre, insomma temperature che mano a mano con il
passare dei giorni si sono notevolmente abbassate su buona parte del territorio
italiano per risparmiare in bolletta ed energia e quindi evitare sprechi di calore
bastano davvero piccole accorgimenti che tutti quanti noi possiamo mettere
in atto tra le mura domestiche anche se fa freddo e quindi risparmiare qualche
soldino
Con estremo piacere al telefono nostro ospite abbiamo Marco Decio che
direttore polo residenziale D.O. Decofeli, Buon Giorno!
M.D.: Buon Giorno!
G: Ma davvero possibile risparmiare dei soldini per quanto riguarda il
riscaldamento di casa, e se s, come fare?
M.D.: La risposta assolutamente s, e tra laltro forse pi banale di quanto
non si possa pensare. Un evento su tutti, un primo elemento importante:
tenere in casa, avere una temperatura che da oltre venti gradi pi dannoso
che benefico per la nostra salute e soprattutto al nostro portafoglio. Possiamo
immaginare che se noi regolassimo il termostato ai diciannove, venti gradi
questo ci porterebbe pi o meno e mediando evidentemente le situazioni un
risparmio nella bolletta energetica del sette otto per cento ma ancor pi
importante stiamo facendoci del bene e questo veramente lelemento
importante. Alla stessa maniera ho detto banalizzando prima perch
veramente sono delle pillole possono aiutare nella vita quotidiana. Alla stessa
maniera dicevo nelle ore notturne e non sono io a dirlo che posso essere parte
in causa perch ci tengo che il confort in casa sia garantito, nelle ore notturne
la temperatura pi idonea, migliore assolutamente sufficiente sono sedici
gradi. Lo dice il medico, quindi dormire con pi di sedici gradi dannoso per il
buon riposo. Allora se un grado rispetto a ventuno che la temperatura che
abbiamo nelle nostre case porta allotto per cento, cinque gradi di riduzione
porta ulteriori risparmi evidentemente. Poi volendo andare un pochino oltre e
cercando di andare a monte delle emissioni del calore, ci sono altri
accorgimenti che possiamo utilizzare : lacqua calda, la temperatura che
abbiamo per lacqua calda sanitaria non deve andare oltre 45 gradi e per fare
questo basta regolare la nostra caldaia che abbiamo in casa il termostato
entro quel raggio che colorato di un colore diverso sulla caldaia stessa. Quello
tiene unalea tra i 45 e i 50 gradi massimo. Quello pi che sufficiente. Se
lacqua calda non arriva in fretta perch le tubature sono un po distanti,
diamo soltanto un po di tempo e il caldo arriver, quindi, eh non abbiamo
troppa fretta di avere subito lacqua calda. Questi sono soltanto un po delle
eventi che possiamo fare da soli, come schiattare i caloriferi allinizio di
stagione, fondamentale perch se non teniamo fuori lacqua dai corpi
scaldanti il corpo riscaldante non riscalda nella sua interezza, riscalda solo per
la met, consumando molto di pi, erogando molto meno caldo. Poi, se
vogliamo, cos, stressare un la situazione, e diventare un pochino ingegneri
possiamo andare ad intervenire sui nostri impianti. Oggi la tecnologia ci aiuta
perch stato una evoluzione abbastanza forte nellultimo triennio, abbiamo
caldaie che consumano molto meno, rendono molto di pi, che sono le caldaia

4 stelle, le caldaia a condensazione. Abbiamo interventi anche con un impatto


ambientale molto ridotto che possono aiutarci sullacqua calda, ad esempio,
che sono i pannelli solari, non costano tantissimo e ci garantiscono un
accumulo per lacqua calda prodotta con energia solare. Oppure il pannello
fotovoltaico, un pochino pi costoso che ci d comunque dei contributi e ci pu
evitare anche dei consumi di energia elettrica.