Sunteți pe pagina 1din 4

-

verificare l’intervento del selettore generale 1.28 POMPA DI CIRCOLAZIONE. N.B.: per un corretto funzionamento della calda-
posto a monte della caldaia e in caldaia; Le caldaie vengono fornite con un circolatore a ia non è consentito scendere al di sotto del valore
- verificare che i terminali di aspirazione/scarico velocità variabile. minimo indicato precedentemente.
(se presenti), non siano ostruiti. In fase riscaldamento sono disponibili le seguenti In fase sanitario il circolatore funziona sempre
- Effettuare il test fumisteria ed impostare il modalità di funzionamento selezionabili nel alla massima velocità.

INSTALLATORE
relativo parametro “F0”. menù “Programmazione scheda elettronica”.
Eventuale sblocco della pompa. Se dopo un
Se anche soltanto uno di questi controlli dovesse N.B.: il controllo del ∆T è attuabile compati- lungo periodo di inattività il circolatore fosse
risultare negativo, la caldaia non deve essere bilmente con le caratteristiche dell’impianto di bloccato è necessario far girare con un caccia-
messa in servizio. riscaldamento e della caldaia. vite l’albero motore. Effettuare l’operazione con
estrema cautela per non danneggiare lo stesso.
N.B.: solo al termine delle operazioni di messa • Prevalenza proporzionale (∆T = 0): la velocità
in servizio ad opera dell’installatore, il servizio del circolatore varia in base alla potenza erogata Regolazione By-pass (part. 26 Fig. 35). La caldaia
Assistenza Tecnica Autorizzato Immergas può dal bruciatore, maggiore è la potenza maggiore esce dalla fabbrica con il by-pass aperto.
effettuare gratuitamente la verifica iniziale della è la velocità. In caso di bisogno per esigenze impiantistiche
caldaia (di cui al punto 2.1 del libretto) necessaria • ∆T Costante (∆T = 5 ÷ 25 K): la velocità del specifiche è possibile regolare il by-pass da un
per l’attivazione della garanzia convenzionale circolatore varia per mantenere costante il ∆T minimo (by-pass chiuso) ad un massimo (by-pass
Immergas. Il certificato di verifica e garanzia viene tra mandata e ritorno impianto secondo il aperto). Effettuare la regolazione con un cacciavite
rilasciato all’utente. valore K impostato (∆T = 15 Default). a taglio, ruotando in senso orario si apre il by-pass,
in senso antiorario si chiude.
• Fisso (5 ÷ 9): impostando i parametri “A3” e
“A4” allo stesso valore il circolatore funziona a
velocità costante.

UTENTE
Prevalenza disponibile all'impianto.

Vel. 9
A

Potenza assorbita circolatore (W)

MANUTENTORE
Prevalenza (kPa)

Vel. 9

D B

Vel
.5

Portata (l/h)

+B = Prevalenza disponibile all’impianto con by-pass chiuso


A
B = Prevalenza disponibile all’impianto con by-pass aperto
C+D = Potenza assorbita dal circolatore con by-pass aperto (area tratteggiata)
D = Potenza assorbita dal circolatore con by-pass chiuso (area tratteggiata)

34

21
1.29 COMPONENTI CALDAIA.

35
INSTALLATORE
UTENTE
MANUTENTORE

Legenda: 9 - Miscelatore aria / gas 19 - Sonda ritorno


1 - Rubinetto di svuotamento impianto 10 - Sonda mandata 20 - Pressostato impianto
2 - Raccordo segnalazione scarico valvola 11 - Valvola sfogo aria manuale 21 - Valvola sfogo aria
sicurezza 3 bar 12 - Candeletta di accensione / rilevazione 22 - Circolatore caldaia
3 - Scambiatore sanitario 13 - Sonda fumi 23 - Valvola di sicurezza 3 bar
4 - Valvola gas 14 - Pozzetti di prelievo (aria A) - (fumi F) 24 - By-pass
5 - Sonda sanitario 15 - Coperchio bruciatore 25 - Valvola 3 vie (motorizzata)
6 - Flussostato sanitario 16 - Sonda mandata sicurezza 26 - Rubinetto di riempimento impianto
7 - Sifone scarico condensa 17 - Modulo a condensazione
8 - Vaso espansione impianto 18 - Ventilatore

1.30 KIT DISPONIBILI A RICHIESTA. produzione di acqua calda sanitaria. La caldaia • Kit filtro cicloidale (a richiesta). Il filtro ci-
• Kit rubinetti intercettazione impianto con o è predisposta per l’applicazione del kit dosatore cloidale magnetico permette di intercettare i
senza filtro ispezionabile (a richiesta). La calda- di polifosfati. residui ferrosi presenti nell’acqua di impianto.
ia è predisposta per l’installazione dei rubinetti Grazie ai due rubinetti presenti nel kit è possi-
• Scheda relè (a richiesta). La caldaia è predi-
di intercettazione impianto da inserire sui tubi bile effettuare una facile manutenzione pulendo
sposta per l’installazione di una scheda relè
di mandata e ritorno del gruppo di allaccia- il filtro senza bisogno di dover svuotare il
che permette di ampliare le caratteristiche
mento. Tale kit risulta molto utile all’atto della circuito.
dell’apparecchio e quindi le possibilità di fun-
manutenzione perché permette di svuotare solo
zionamento. I Kit di cui sopra vengono forniti completi e
la caldaia senza dover svuotare anche l’intero
• Kit copertura (a richiesta). In caso di installa- corredati di foglio istruzioni per il loro montag-
impianto, inoltre nella versione con filtro pre-
zione all’esterno in luogo parzialmente protetto gio e utilizzo.
serva le caratteristiche di funzionamento della
caldaia grazie al filtro ispezionabile. con aspirazione diretta dell’aria è obbligatorio
montare l’apposito coperchio di protezione
• Kit dosatore polifosfati (a richiesta). Il do-
superiore per il corretto funzionamento della
satore di polifosfati riduce la formazione di
caldaia e per proteggerla dalle intemperie.
incrostazioni calcaree, mantenendo nel tempo
le originali condizioni di scambio termico e

22
2 ISTRUZIONI DI USO E
MANUTENZIONE
2.2 PULIZIA E MANUTENZIONE.
Attenzione: per preservare l’integrità della
caldaia e mantenere inalterate nel tempo le carat-
Non effettuare pulizie dell’apparecchio o delle
sue parti con sostanze facilmente infiammabili.
Non lasciare contenitori e sostanze infiammabili
2.1 ATTIVAZIONE GRATUITA DELLA teristiche di sicurezza, rendimento e affidabilità nel locale dove è installato l’apparecchio.
GARANZIA CONVENZIONALE. che contraddistinguono la caldaia è necessario
• Attenzione: l’uso di un qualsiasi componente

INSTALLATORE
Per l’attivazione della garanzia convenzionale è fare eseguire la manutenzione con cadenza
che utilizza energia elettrica comporta l’osser-
necessario, al termine di tutte le operazioni di annuale, secondo quanto riportato al punto
vanza di alcune regole fondamentali quali:
installazione (compreso il riempimento dell’im- relativo al “controllo e manutenzione annuale
pianto), chiamare il Servizio Assistenza Immer- dell’apparecchio”. La manutenzione annuale - non toccare l’apparecchio con parti del corpo
gas e richiedere la verifica iniziale gratuita. La è indispensabile per la validità della garanzia bagnate o umide; non toccare neppure a piedi
richiesta di verifica iniziale gratuita deve essere convenzionale Immergas. nudi;
inoltrata entro 10 giorni dalla messa in servizio - non tirare i cavi elettrici, non lasciare esposto
da parte dell’installatore e comunque entro un 2.3 AVVERTENZE GENERALI. l’apparecchio ad agenti atmosferici (pioggia,
mese dalla messa in funzione dell’impianto. Non esporre la caldaia pensile a vapori diretti sole, ecc.);
Il Servizio Assistenza Immergas effettua le dai piani di cottura. - il cavo di alimentazione dell’apparecchio non
operazioni di verifica iniziale della caldaia, evi- Vietare l’uso della caldaia ai bambini ed agli deve essere sostituito dall’utente;
denziando nel contempo agli utenti le istruzioni inesperti.
per l’uso della caldaia. Ai fini della sicurezza verificare che i terminali di - in caso di danneggiamento del cavo, spegnere
aspirazione-aria/scarico-fumi (se presenti), non l’apparecchio e rivolgersi esclusivamente a
N.B.: la verifica iniziale da parte di un Servizio personale professionalmente qualificato per
siano ostruiti neppure provvisoriamente.
Assistenza Autorizzato Immergas è indispensa- la sostituzione dello stesso;
Allorché si decida la disattivazione temporanea
bile per l’efficacia della garanzia convenzionale
della caldaia si dovrà: - allorché si decida di non utilizzare l’apparec-
Immergas; tale verifica assicura il mantenimento
a) procedere allo svuotamento dell’impianto chio per un certo periodo, è opportuno disin-
dei vantaggi propri delle caldaie Immergas: affi-
idrico, ove non è previsto l’impiego di antigelo; serire l’interruttore elettrico di alimentazione.
dabilità, efficienza e risparmio.
b) procedere all’intercettazione delle alimenta- N.B.: le temperature indicate dal display hanno
una tolleranza di +/- 3°C dovuta a condizioni

UTENTE
zioni elettrica, idrica e del gas.
Nel caso di lavori o manutenzioni di strutture ambientali non attribuibili alla caldaia.
poste nelle vicinanze dei condotti o nei dispositivi Il prodotto a fine vita non deve essere smaltito
di scarico dei fumi e loro accessori, spegnere come i normali rifiuti domestici né abbandonato
l’apparecchio e a lavori ultimati farne verificare in ambiente, ma deve essere rimosso da impresa
l’efficienza dei condotti o dei dispositivi da per- professionalmente abilitata. Per le istruzioni di
sonale professionalmente qualificato. smaltimento rivolgersi al fabbricante.

2.4 PANNELLO COMANDI.

36

MANUTENTORE

Legenda: 8 - Funzionamento fase produzione acqua 14 - Indicatore temperature, info caldaia e


1 - Selettore temperatura acqua calda calda sanitaria attiva codici errore
sanitaria 9 - Caldaia in blocco con necessità di sbloc- 15 - Caldaia in modalità Stand-by
2 - Pulsante di Reset co tramite pulsante “RESET” 16 - Presenza di dispositivi esterni collegati
3 - Pulsate Estate / Inverno 10 - Simbolo presenza fiamma e relativa 17 - Funzione solare attiva
4 - Selettore temperatura riscaldamento scala di potenza 18 - Funzionamento con sonda temperatura
5 - Pulsante informazioni 11 - Funzionamento in modalità estate esterna attiva (optional)
6 - Pulsante Off / Stand-by / On 12 - Funzionamento in modalità inverno 19 - Caldaia connessa a comando remotoV2
7 - Manometro caldaia 13 - Funzionamento fase riscaldamento (optional)
ambiente attiva 20 - Non utilizzato su questo modello

23
2.5 UTILIZZO DELLA CALDAIA.
• Funzionamento solare ( ). Questa funzio-
Prima dell’accensione verificare che l’impianto
ne si attiva automaticamente se la caldaia rileva
sia pieno d’acqua controllando che la lancetta
una sonda sull’ingresso sanitario (optional) o
del manometro (7) indichi un valore compreso
se il parametro “Ritardo accensione solare” è
fra 1 ÷ 1,2 bar.
maggiore di 0 secondi.
INSTALLATORE

- Aprire il rubinetto del gas a monte della caldaia.


Durante un prelievo se l’acqua in uscita è
- Premere il pulsante (6) fino all’accensione del
sufficientemente calda o se è presente il tempo
display, a questo punto la caldaia si porta nello
di “Ritardo accensione solare” la caldaia non
stato precedente allo spegnimento.
si accende, sul display compare il simbolo di
- Se la caldaia è in stand-by premere nuovamente prelievo sanitario ( ) e il simbolo della
il pulsante (6) per attivarla, in caso contrario
procedere al punto successivo. funzione solare lampeggiante ( ).
- Premere quindi il pulsante (3) in sequenza e Quando l’acqua fornita dal sistema solare è a
temperatura inferiore a quella impostata o si è
portare la caldaia in posizione estate ( )o esaurito il tempo di “Ritardo accensione solare”
inverno ( ). la caldaia si accende, a questo punto il simbolo
funzione solare si spegne.
• Estate ( ): in questa modalità la caldaia
funziona solo per la produzione dell’acqua • Funzionamento con sonda esterna optional
calda sanitaria, la temperatura viene impostata ( ). In caso di impianto con la sonda esterna
tramite il selettore (1) e la relativa temperatura optional la temperatura di mandata della calda-
viene visualizzata sul display mediante l’indi- ia per il riscaldamento ambiente è gestita dalla
catore (14). sonda esterna in funzione della temperatura
esterna misurata (Parag. 1.10). E’ possibile mo-
• Inverno ( ): in questa modalità la caldaia
dificare la temperatura di mandata scegliendo
funziona sia per la produzione di acqua calda
la curva di funzionamento mediante il selettore
UTENTE

sanitaria che riscaldamento ambiente. La


(4) (oppure sul pannello comandi del CARV2 se
temperatura dell’acqua calda sanitaria si regola
connesso alla caldaia) selezionando un valore
sempre tramite il selettore (1), la temperatura
da “0 a 9”.
del riscaldamento si regola tramite il selettore
(4) e la relativa temperatura viene visualizzata Con sonda esterna presente compare sul
sul display mediante l’indicatore (14). display il relativo simbolo (18). In fase riscalda-
mento, nel caso la temperatura dell’acqua con-
Da questo momento la caldaia funziona automa-
tenuta nell’impianto sia sufficiente a scaldare i
ticamente. In assenza di richieste di calore (riscal-
termosifoni la caldaia può funzionare con solo
damento o produzione acqua calda sanitaria), la
l’attivazione del circolatore.
caldaia si porta in funzione “attesa” equivalente
a caldaia alimentata senza presenza di fiamma. • Modalità “stand-by”. Premere in successione
Ogni volta che il bruciatore si accende viene il pulsante (6) fino alla comparsa del simbolo
visualizzato sul display il relativo simbolo (10) ( ), da questo momento la caldaia rimane
di presenza fiamma con relativa scala di potenza. inattiva, è comunque garantita la funzione
antigelo, antiblocco pompa e tre vie e la segna-
• Funzionamento con Comando Amico Re-
lazione di eventuali anomalie.
motoV2 (CARV2) (Optional). Nel caso in cui
MANUTENTORE

sia connesso il CARV2 sul display compare il N.B.: in queste condizioni la caldaia è da con-
simbolo ( ), i parametri di regolazione siderarsi ancora in tensione.
della caldaia sono impostabili dal pannello • Modalità “off ”. Tenendo premuto il pulsante
comandi del CARV2, rimane comunque attivo (6) per 8 secondi sul display rimane acceso solo
sul pannello comandi della caldaia il pulsante il punto centrale e la caldaia è completamente
reset (2), il pulsante per lo spegnimento (6) spenta. In questa modalità non sono garantite
(solo modalità “off ”) e il display dove viene le funzioni di sicurezza.
visualizzato lo stato di funzionamento. N.B.: in queste condizioni la caldaia pur non
Attenzione: se si mette la caldaia in modalità avendo funzioni attive è da considerarsi ancora
“off ” sul CARV2 comparirà il simbolo di errore in tensione.
connessione “ERR>CM”, il CARV2 viene co- • Modalità “sfiato automatico”. Con funzione
munque mantenuto alimentato senza perdere attiva ad ogni nuova alimentazione elettrica
così i programmi memorizzati. della caldaia viene attivata la funzione auto-
matica di sfiato impianto (durata 8 minuti),
questa funzione viene visualizzata mediante
un conto alla rovescia segnalato dall’indicatore
(14). Durante questo periodo non sono attive
le funzioni di acqua calda sanitaria e riscalda-
mento.
E’ possibile annullare la funzione “sfiato auto-
matico” premendo il pulsante “reset” (2).
• Funzionamento display. Durante l’utilizzo del
pannello comandi il display si illumina, dopo
un determinato tempo di inattività la lumino-
sità cala fino a visualizzare solo i simboli attivi,
è possibile variare la modalità di illuminazione
attraverso il parametro t8 nel menù program-
mazione della scheda elettronica.

24