Sunteți pe pagina 1din 34

Viaggio tra Arcani e Cabala

Tarocchi
di Esther Malkat Shva LIBRERIA

LEZIONI SUI

PUERTO DE LIBROS - Milano


Milano, settembre 2009

Chi o cosa sono ?


Gli Arcani sono degli enzimi che attivano la vita spirituale dellessere umano consentendogli di attingere agli strati pi profondi del suo essere, individuale e collettivo. Celano e svelano il loro segreto in funzione della profondit con la quale si medita su di loro. Essi creano dei collegamenti, dei veri e propri cablaggi con piani e realt apparentemente lontane e differenti. Funzionano quindi per analogia, concetto essenziale per intravedere laspetto esoterico di tutta la realt. Lanalogia la vera chiave per comprendere la natura nella sua complessit. Il linguaggio simbolico dei Tarocchi, in particolare degli Arcani Maggiori, li collega indissolubilmente alle 22 lettere ebraiche, vettori di energia spirituale, che agiscono su vari livelli percettivi (forma, suono, significato) e che consentono di accedere a piani sempre pi sottili. Requisito essenziale per iniziare a comprendere il linguaggio muto de i simboli un atteggiamento di apertura e umilt intellettuale. Pi lessere umano si sente vuoto, non affetto dalla pi grave delle malattie spirituali, la presunzione di sapere, e pi forte sar leffetto del simbolo, che mai pu essere compreso razionalmente. Le funzioni razionali, scrive Jung, sono per loro natura incapaci di creare simboli e di conseguenza incapaci di ascoltarli. Uno dei presupposti dei Tarocchi, ma a monte della cabal che in essi intessuta con fili quasi invisibili, proprio laccettazione del paradosso che una cosa possa essere questo ma anche laltro allo stesso tempo. Solo allora le due parti del nostro cervello (emisfero destro maschile e emisfero sinistro femminile)si innamorano, come dicono i cabalisti in termini assolutamente poetici. Per far ci necessario trascendere la parte razionale, solare, maschile che presente in ognuno di noi, uomo o donna che sia, per lasciare spazio alla parte femminile, serbatoio di potenzialit oscure, perturbanti, (unheimlich), per usare un aggettivo caro a Freud,

unoscura fonte dove attingere profonde.

la creativit e la saggezza pi

Una storia che si perde nella notte dei tempi


Moltissime sono le teorie sullorigine dei tarocchi, ma di fatto sconosciuta. Ricostituiscono il libro di Toth, lunico libro sopravvissuto alle biblioteche egizie, sosteneva Antoine Court de Gebelin1 a fine Settecento collegandoli con i riti iniziatici dellAntico Egitto. E unopera monumentale ed eccezionale, forte e semplice come larchitettura delle Piramidi e quindi duratura come queste [] scriver quasi un secolo piu tardi Eliphas Levi2 che sostiene lorigine legata alla Cabal. Altri ancora ritengono che i tarocchi provengano dall Oriente e dalla Cina e che siano stati i grandi viaggiatori a portarli in Europa. Le prime tracce ufficiali, in Spagna e Italia, nella veste a noi nota risalgono al Medioevo. A immagini di origine biblica, (la Torre, il Giudizio, il Diavolo) si affiancano altre di sapore cristiano, come la Giustizia, la Forza, la Temperanza, virtu predicate dalla Chiesa. Non mancano poi le grandi potenze dellepoca: il Papa e LImperatore. La prima notizia italiana sui tarocchi del 23 maggio
Antoine Court de Gobelin (1719-1784): Pastore protestante e appassionato di archeologia. Personaggio estremamente colto e versatile, passo alla storia semplicemente come autore del saggio Du Jeu des Tarots.
1

Eliphas Lvi, pseudonimo di Alphonse Louis Constant, (8 febbraio, 1810 31 maggio, 1875, fu il pi famoso studioso di esoterismo dell'Ottocento. Levi stabil per la prima volta un rapporto preciso fra le 22 lettere dell'alfabeto ebraico e i 22 Trionfi dei Tarocchi, da lui definiti "Arcani maggiori", indicando in queste figure la chiave per la comprensione di tutti gli antichi dogmi religiosi. Dopo quest'opera capitale, Levi pubblic numerosi altri volumi dedicati alle tradizioni magiche e divent il punto di riferimento principale per gli studiosi di esoterismo, non soltanto in Francia.

1376: nel Libro di Provvigione fiorentina viene dichiarato un nuovo gioco cui viene applicata la legge della zecca. Famose sono le carte illustrate nel 1392 per Carlo VI, Tarocco Grigonneur, conservate alla Biblioteca Nazionale di Parigi. Al XV secolo risalgono i mazzi Visconti-Sforza, sparsi in vari museo e collezioni private e che hanno dato, con ogni probabilit, origine ai mazzi classici e in particolare alla variante marsigliese dalla quale deriva gran parte dei Tarocchi moderni. In Francia il primo mazzo di Nicolas Conver viene stampato nel 1761 e si chiamer il mazzo di Marsiglia. Altri mazzi, piu recenti vennero realizzati da Arthur Edward Waite3 (1857 1942) facente parte dellordine dei Rosacroce, e da Oswald Wirth4 e infine Alister Crowley, personaggio controverso, che modifico pesantemente liconografia.

LImperatore

TAROCCO

GRIGONNEUR

TAROCCO

RAIDER WAITE

Arthur Edward Waite (2 ottobre 1857 19 maggio 1942) stato un mistico ed esoterista statunitense. Fu anche il creatore di un mazzo di tarocchi, molto amato nei Paesi anglosassoni, noto come Rider-Waite, assieme all'artista e illustratrice Pamela Colman Smith.
3

Oswald Wirth, vissuto tra la seconda met dell'ottocento e i primi del novecento, fu un famoso e celebre occultista oltre ad essere un affiliato alle principali societ segrete e in particolare alla Massoneria
4

22 Arcani 22 lettere ebraiche - 22 gradini


Gli Arcani Maggior dei Tarocchi propongono un percorso iniziatico che sempre impone una morte ed una rinascita. Per morire si intende qui labbandonare un antico stato per entrare in uno nuovo. Passare da un campo (di consapevolezza) ad un altro. Jung, pi di ogni altro in tempi moderni, ha studiato questi aspetti concentrandosi sia sugli Archetipi che sullalchimia, dove dal caos della materia primordiale, (raffigurata dal Matto) liniziato attraverso divisioni, scuotimenti e distillazioni ottiene, il corpo sottile, loro. Le nozze sacre che ancora Jung interpreta come la totalit della psiche dopo la ricomposizione e armonizzazione dei contrari. Nei Tarocchi si parla della via solare e lunare, ognuna delle quali nasconde risorse e insidie (come vedremo percorrendole durante il corso). Entrambe valide e giuste per giungere al miracolo della cosa una, il ricongiungimento del maschile e femminile, rappresentato nella Cabala dall armonizzazione dei due pilastri dellalbero della vita, ottenibile sulla colonna centrale (la colonna vertebrale per il principio di analogia di cui parlavamo in precedenza). Anche i Tarocchi sono innestati e fioriscono sullalbero sephirotico5 in punti diversi a seconda dei Maestri e delle Scuole. Ma anche ci fa parte del gioco, del resto gli Arcani stessi sono stati volutamente nascosti tra le pieghe, non sempre nobili, delle carte da gioco o della divinazione. Travestiti da gioco i tarocchi hanno continuato nei secoli a trasmettere verit profonde e illeggibili ai profani. Ogni Arcano, dal pi positivo al pi inquietante ha un suo lato di luce e uno dombra.

L'albero della vita o albero sephirotico, contiene in sintesi i pi importanti insegnamenti della Cabal. E' un mandala altamente simbolico e astratto composto da dieci potenze (intelligenze) disposte lungo tre pilastri. Secondo i Maestri, l'Albero della Vita il programma secondo il quale si svolta la creazione. E' al contempo il cammino di discesa delle anime e il sentiero di risalita lungo il quale l'uomo e il creato possono ritornare alla fonte, a quell' UNO da cui tutto ha inizio e a cui tutto ritorna.
5

Si tratta soprattutto di trovare le scintille nascoste in quello dombra, guardarle e capirne il messaggio per applicarlo praticamente alla nostra vita.

Cos la Cabal
Insieme delle dottrine esoteriche e mistiche dell'ebraismo,

concernenti l'interpretazione simbolica del senso segreto della Bibbia, trasmesso attraverso un'ininterrotta tradizione iniziatica. Cosi recita il dizionario. Fino a qualche decennio fa, la conoscenza della Cabal era infatti posseduta da pochi maestri illuminati e veniva rivelata, solo a voce, a pochi eletti discepoli. Pur essendo profondamente ebraici nella loro matrice gli insegnamenti della cabal parlano oggi un linguaggio universale compatibile con altre religioni e soprattutto con le pi avanzate conoscenze scientifiche in particolare con quelle della fisica quantistica. Non e casuale che queste conoscenze si stiano aprendo, praticamente a tutti, dopo secoli e secoli di totale riserbo. Ci rientra perfettamente nellottica di quanto sta accadendo anche con altre discipline. Secondo la Cabal lumanita infatti alle soglie dellera messianica. Come furono 6 i giorni della creazione, cos saranno 6000 gli anni dell umanit6 Questo il significato della famosa era dellAcquario, corrispondente alla lettera ebraica tzadi, che significa Maestro, Rabbi, il nome con cui i discepoli chiamavano Ges. Essa ci insegna inoltre che gli archetipi biblici sono ancora attivi in noi e che non sono lettera morta come la parola italiana Testamento farebbe pensare, ma anche ad armonizzare le componenti fondamentali della creazione: il maschile e il femminile in ogni suo aspetto e a vedere oltre la polarit delle manifestazioni ricordandoci della radice unica da cui tutto deriva. cervello e Per far ci necessario trascendere la logica razionale, governata dallemisfero sinistro del accettare una comprensione intuitiva, cio legata alla in una condizione di ricezione, che dimensione della fantasia e del sogno, indotta dallemisfero destro. Si tratta quindi di mettersi anche uno dei significati della parola stessa, per comprendere gli
6

secondo il calendario ebraico siamo nellanno 5769

infiniti cablaggi (parola che deriva appunto da cabala) che tale esperienza rende possibili su vari piani della realt fisica e spirituale. In altre parole, lasciare che accada (geschehen lassen) come diceva Jung. Nella mistica ebraica le esperienze sonno-sogno-profezia sono strettamente legate. Non a caso che lo stesso Freud che per primo indag la dimensione del sogno e dellinconscio (lato ombra da illuminare) fosse di origine ebraica anche se dichiaratamente laico. Per ricollegare il tutto al presente e alla fisica quantistica, vorrei ricordare la dimensione del mistero, cuore della Cabal, lasciando la parola ad Albert Einstein:

Quella del mistero e la pi straordinaria delle esperienze che ci sia dato di vivere e che si trova al centro della vera arte e della vera scienza. Chi non prova meraviglia per il mistero e come una candela che non fa pi luce.

LALBERO DELLA VITA

Cos lAlbero della Vita


L'albero della vita o albero sephirotico un mandala altamente simbolico e astratto composto da dieci sfere (chiamate appunto sephirot) disposte lungo tre pilastri. Esso contiene in sintesi i pi importanti insegnamenti della Cabal. Secondo i Maestri, l'Albero della Vita il programma secondo il quale si svolta la creazione. E' al contempo il cammino di discesa delle anime e il sentiero di risalita lungo il quale l'uomo e il creato possono ritornare alla fonte, a quell' uno7 da cui tutto ha inizio e a cui tutto ritorna. Quale piano della creazione lalbero (in realt sono 4 sovrapposti) contiene tutta la realt su vari piani, dai pianeti, ai segni zodiacali, agli angeli. Inteso come modello celeste del corpo umano, rispecchia dunque ogni aspetto (fisico psicologico, spirituale) delluomo. Ognuno ha poi una sua precisa collocazione sullalbero in funzione della data di nascita, quindi dellenergia angelica attiva al momento. I 72 nomi di Dio estrapolati dall Esodo con calcoli cabalistici che corrispondono ai 72 angeli serventi (angeli custodi) disposti anche essi sullalbero secondo precise gerarchie, le nove gerarchie angeliche. E un salire e scendere di flussi di energia lungo le vie che collegano le varie sephirot. Alcuni punti sono ovviamente piacevoli, (lato destro detto della misericordia) altri di prova (lato sinistro detto del rigore) secondo il gi accennato principio di polarita ying yang o dualit a cui lessere umano vincolato. Nero/bianco, caldo/freddo, giorno/notte, luce/ombra. Qui entra in gioco laspetto del male, o meglio il Non-Ancora-Luce che allaspetto severo di Dio. Che presente in Noi. Come vedete e un argomento immenso, senza fine. Un mare da cui ognuno trarr la goccia di conoscenza che e pronto ad assimilare.

La Ruota
Essenziale per la comprensione delle dinamiche dei Tarocchi (Arcani maggiori e minori) percepirne il movimento, o meglio il senso del divenire che li rende delle creature vive nelle quali possiamo riconoscerci nelle varie fasi o accadimenti della vita. Nulla fermo o sconnesso da ci che lo precede o lo segue.

Molteplici sono le chiavi di lettura della parola Taro. Nelletimologia egiziana la parola Tarocchi parte da Ta-Rosch, dove TAR significa strada, mentre Rosch vuol dire Regale, quindi, Strada Iniziatica. In arabo si desume una derivazione dal termine Tarika (via, percorso). Scrivendo la parola in senso circolare si aprono chiavi interpretative ancora pi profonde. Procedendo in senso antiorario, abbiamo TORA (Torah), il libro sacro dellebraismo, se si parte dalla R, leggiamo in senso orario ROTA, collegata alla ruota buddista del Dharma; partendo sempre dalla T, in senso orario, si ottiene TAROT, sinonimo dellazoto dei saggi: linizio e la fine. In tutti i casi, si pu notare un movimento circolatorio di energie insite nei Tarocchi che non sono in realt tra loro separabili. Queste correlazioni diverranno ancora pi evidenti nel disporre le

lame secondo le diverse leggi (del 4, 3 e 7) illustrate pi avanti nel testo.

Il Mandala

Lasse portante, i 22 Arcani Maggiori.

La Legge del Quattro


Il numero quattro ci pu aiutare molto nel capire lesistenza umana che sottost appunto alla sua legge. Il 5 la trascende, perch corrisponde all etere, alla quintessenza che libera lessere umano dalla materia. Il punto allinterno del cerchio, il bindu dei Mandala orientali, spirito unico che risiede allinterno del triangolo (3 x 7 uguale 21). Questa legge raffigurata appunto nellArcano del Mondo che contiene in se non solo tutti gli Arcani Maggiori, ma anche quelli Minori raffigurati ai quattro lati della carta. Se andiamo a cercare la Legge del 4 troveremo: I 4 elementi: Fuoco, Aria, Acqua e Terra I quattro semi degli Arcani minori: Bastoni, Spade, Coppe e Denari I quattro animali santi della visione di Ezechiele: Leone, Aquila, Angelo, Toro 4 sono anche le lettere che nellalfabeto ebraico formano il nome impronunciabile di Dio (Tetragrammaton) (Yod, He, Vav, He ). Nella Cabala si distinguono 4 Mondi: Atziluth (Emanazione) Briah, (Creazione), Yetzirah (Formazione) e Assiah (Manifestazione) Nei Vangeli che sono 4, abbiamo i 4 Evangelisti ( Marco, Matteo, Luca e Giovanni) Le 4 nobili verit scoperte da Gautama il Budda: la sofferenza, lorigine della sofferenza, la soppressione della sofferenza, la via. I 4 stadi della materia: gassoso, liquido, solido e radiante I 4 elementi dellalchimia: zolfo, sale, acqua e mercurio

4 direzioni: Est, Ovest, Nord e Sud; La visione del mondo, come quattro stagioni, deriva dai due solstizi e dai due equinozi. Lo zodiaco contiene dodici costellazioni, tre volte quattro, perci troviamo questi simboli divisi in quattro gruppi di tre.

La Legge del Tre


Il mondo un athanor (forno alchemico) dove costantemente si separano si uniscono e si risolvono lo zolfo, il mercurio e il sale. Mercurio (passivo) (attivo) sale (neutro) Zolfo

Allo stesso modo nellessere umano queste energie si oppongono, si contraddicono e si uniscono. E una dialettica nella quale gli opposti non si escludono ma tendono a riunirsi. Nellalchimia tutto il creato, sia ci che manifesto, concreto che ci che immanifesto composto da questi tre principi, dalla cui interazione e coniugazione nascono tutte le cose. Questa struttura ricorda il glifo dellAlbero della Vita utilizzato dai Cabalisti.

La dinamica dei 10 gradi

Grado 10 Fine di un ciclo (karma) e inizio di un altro Grado 9 Crisi necessaria allevoluzione passaggio tra vita/morte Grado 8 Perfezione ricettiva Grado 7 Movimento azione verso lesterno Grado 6 Nascita delluomo scoperta dellaltro desiderio Grado 5 Richiamo dello spirito Grado 4 Stabilit equilibrio Grado 3 Movimento organico della materia vivente Grado 2 Gestazione mistero della materia Grado 1 Potenzialit pulsazione discontinua 1 = 10

1 + 2 + 3 + 4 = 10 Pitagora

Tetractis di

Arcano I

Il Mago
INIZIO Omnia ab Uno E da quell Uno, che tutto trae origine. Il Mago linizio di ogni inizio. Ci che precede ogni manifestazione materiale. Egli rappresenta infatti per eccellenza il pensiero che dovr poi prendere corpo e scendere nella materia. Il mago, un giovane uomo in piedi, ha davanti a se un tavolo a tre gambe che rappresentano zolfo, sale e mercurio che secondo larte alchemica sono i tre elementi costitutivi della Natura (corrispondenti nelluomo allanima, allo spirito e al corpo). Sul tavolo si trovano gli strumenti necessari a realizzare lidea: una coppa, un denaro e una spada. Le coppe rappresentano le emozioni, (seme di coppe negli arcani minori) il denaro le azioni materiali (seme di denari) e le spade, lintelletto (seme di spade).

Ma per agire su di esse necessaria la volont rappresentata dalla bacchetta (seme di bastoni) che il mago tiene nella sinistra, lato

ricettivo, e che gli consente di collegare lalto con il basso secondo lassioma di Ermete Trimenegisto. Ci che in basso come ci che in alto e ci che in alto come ci che in basso per fare i miracoli della cosa una. Con la mano destra, lato attivo e maschile, il Mago cappello a forma di otto rovesciato. apprendere senza fatica. Da notare anche che la posizione del corpo forma la lettera ALEPH, prima lettera dellalfabeto ebraico che rappresenta lalito di vita e quindi la radice dellaria. Per gli alchimisti corrisponde al mercurio. Il significato di bue rimanda allidea del cammino da intraprendere nel manifesto. agisce sulla materia, sempre collegato con lalto, con l infinito, simbolizzato dal Il mago insegna larte di

CORRISPONDENZE CABALISTICHE Alfabeto ebraico Valore numerico Posizione sullalbero: Corpo umano Aleph (bue) - lettera madre, radice dellaria 1 Kether (corona) Cuore (sino al diaframma) Sfenoide Sacro (grande aleph, valore 1000)

Linsegnamento del Mago

La mia arte essenzialmente quella della concentrazione senza sforzo. Essa presuppone il silenzio, prima delle 4 virt che liniziato deve padroneggiare. Nelle antiche scuole pitagoriche si preservava il silenzio per 5 anni. La prerogativa del parlare era di coloro che sapevano ci che dicevano. Ti consiglio dunque, caro amico o amica, di imparare a bere il silenzio. Allinizio sono sufficienti pochi attimi. Con il tempo il silenzio diviene sempre presente nella vita dellanima che pu allora stabilire un contatto con il mondo spirituale e lavorare con esso. Il tuo premio sar la Volont. Ogni esoterismo insegna la necessita di essere uno in se stessi e uniti al mondo spirituale. Come tutti i numeri non sono che aspetti multipli delluno, cos tutti gli altri Arcani non sono che aspetti e modalit di questa regola. Ricorda sempre che alla base della diversit dei fenomeni si trova la loro unit. Se vorrai essere Mago, dovrai avere la percezione immanente di questa verit. E ricorda la concentrazione senza sforzo non mancanza di concentrazione. Altrimenti farai di me solo un triste giocoliere (bagatto). ALCUNE DELLE INTERPRETAZIONI CLASSICHE: Inizio (nello studio, nel lavoro in qualunque attivit). Intraprendenza. Rinnovamento. Potenziale disponibile, ma ancora da realizzare. Abilit. Destrezza. Autonomia. Libera professione . Giovinezza. . .

Arcano II

La Papessa
GESTAZIONE Se il Mago lazione, la Papessa la ricezione. Statuaria e ieratica la Papessa colei che custodisce il segreto per eccellenza: la sapienza divina generatrice dellintelligenza. Nel suo ventre cresce la conoscenza, nel silenzio e nel raccoglimento. LArcano rimanda quindi alla gestazione in ogni sua forma: di unidea, di un progetto, ma anche alla solitudine e alla freddezza. Simbolo di purezza e verginit, sottolineate dal biancore assoluto del volto, la Papessa rappresenta quel nucleo intatto che risiede in ognuno di noi e dal quale possiamo attingere profonde potenzialit. Il biancore, viene interpretato, in senso negativo, anche come rigore eccessivo o frigidit. Abbandonata lunit (arcano I) con la Papessa entriamo nel dominio del duale, la nostra realt. Dietro al velo, alle spalle della Papessa, vi la verit che pu essere disvelata solo da colui che possiede le chiavi, una doro e una dargento, come il sole e la luna, entrambi a simbolizzare quel principio maschile e femminile racchiuso in noi e che ogni percorso di consapevolezza, i Tarocchi sono una delle tante vie mira da sempre a fondere. LArcano invita anche ad andare al di l di

ci che appare, al di l delle apparenze del mondo materiale. Il visibile inteso come manifestazione dellinvisibile . (Novalis). Il senso che la Papessa aiuta a sviluppare e la contemplazione. LArcano corrisponde alla 2. lettera dellalfabeto ebraico la BET che significa casa e in senso esteso linteriorit dellessere umano, la nostra abitazione.

CORRISPONDENZE CABALISTICHE Alfabeto ebraico Valore numerico Posizione sullalbero: Corpo umano Colore Forza angelica bet lettera doppia 2 Chokmah (saggezza) Lato destro del cervello occhio destro Ghiandola pineale ultravioletto RaziEL (Mistero di Dio)

Linsegnamento della Papessa


Io sono lo specchio dacqua dove si riflette il soffio per farsi libro. Per sapere da dove viene e dove va, devo esserci io, la sapienza, lacqua celeste, che permette al verbo di divenire visibile nel totale silenzio del mio grembo. Sappi che la piena coscienza della verit il risultato della verit insufflata e della verit riflessa. La mia acqua non riverbera le passioni personali, ne mentale. Due il soffio che proviene dallo spirito; in lui sono incise e scolpite le 22 lettere che formano tuttavia un unico soffio. (Sefer Yetzira)8. Custodisco il segreto della vita e lo perpetuo in eterno. le emozioni ne il lavoro

ALCUNE DELLE INTERPRETAZIONI CLASSICHE:

Il Libro della Formazione il piu antico e importante testo di Cabala.

Studio isolamento gestazione di un idea o di un progetto - severit verginit - statura morale figura femminile carismatica madre o nonna donna fredda segreto conoscenza intuito . .

Arcano III

LImperatrice
FRUTTO Natura naturans, questo lappellativo che pi si addice

allImperatrice. Essa rappresenta per eccellenza leterno e continuo divenire della natura. Limmagine, una giovane donna insignita dei simboli della regalit, lo scettro (dominio sulla materia) appoggiato al ventre, ricettivo e lo scudo con laquila (dominio sullo spirito) nella mano destra, rimanda allenergia delladolescenza o della giovent, nella sua fase pi esplosiva. E lintelligenza creatrice, madre delle forme che si esprime nella poesia del creato e della creature. Il velo della papessa si qui trasformato in grandi ali che indicano come il lavoro sulle forme possa involare lo spirito come si legge nel Vangelo Apocrifo di S. Tommaso Grande cosa lo spirito che si fa carne, ma pi grande cosa la carne che si fa spirito.

LImperatrice della Papessa.

rappresenta

quindi

spesso

lamante,

una

donna

affascinante e sicura di s, ma anche una madre affettuosa, lantitesi Nellet dellessere umano rappresenta ladolescenza e la sua caratteristica principale: una grande forza creativa priva di esperienza che deve essere indirizzata per non disperdersi, deve necessariamente portare al compimento rappresentato dal 4. In contrasto con le acque inferiori lImperatrice incarna lidea delle rappresentate dalla Luna, acque superiori, luogo di

illuminazione della mente, o meglio del lato razionale del cervello che nel cammino di risalita lungo lalbero deve aprirsi allintuizione. In quanto legata alla sephira Binah, in alto a sinistra sullalbero, essa anche collegata con la facolt della parola, che richiede rigore, pi semplicemente attenzione nel come si usa la parola a tutti i livelli. Esotericamente e lazione della Magia Sacra che sempre deve essere connessa con il divino. Qui il Mago impara la parola Abrakadabra, derivazione e distorsione dellebraico "Avr ki davr" che significa "creer mentre parler". (Vet e Bet sono la stessa lettera ed hanno anche un identico suono.) vogliamo creare ! Nella numerologia, il 3 corrisponde alla manifestazione materiale delimitata dallo spazio temporale. Il triangolo entro il quale si dispiega la vita umana: inizio, crescita e fine. Limperatrice rappresenta lintelligenza pi alta ma anche la facolta di parlare. La lettera ebraica corrispondente la ghimel che tra gli altri significati ha quello di uomo (Ghever) che vede una persona sulluscio della casa (la lettera beth) e si volge verso laltro (la lettera dalet che segue) per aiutarlo e quindi rappresenta anche la generosit e la beneficenza. Sta a noi essere consapevoli di ci che

CORRISPONDENZE CABALISTICHE Alfabeto ebraico Valore numerico Posizione sullalbero: Corpo umano Pianeta Colore Intelligenza angelica Ghimel (cammello) 3 Binah (intelligenza) (sephira in alto a sx. sullalbero della vita) Emisfero sinistro del cervello Orecchio destro - ipofisi Venere infrarosso BinaEl

ALCUNE DELLE INTERPRETAZIONI CLASSICHE: Seduzione abbondanza Adolescenza bellezza riuscita artistica fertilit bella donna figlia successo inteso soprattutto come realizzazione profonda - abbondanza generosit .

Linsegnamento dellImperatrice
Io sono colei che partorisce il frutto che il Mago ha donato alla Papessa. Ho abbandonato il suo silenzio ed ora parlo attraverso il corpo che attraverso di me si esprime. La corona, lo scettro e lo scudo sono gli strumenti che utilizzo per compiere la mia opera. La corona il potere del divino sulla coscienza. Lo scettro, sormontato dalla croce, rappresenta il potere della coscienza sulla forza, (la parola divina e umana che si fondono), lo scudo con limmagine dellaquila significa il potere del volatile (spirito) sul pesante (materia). Questo il segreto del Gral: dalla coppa superiore il sangue scende e diventa una goccia di sangue umano. La mia azione deve essere quella dellaquila in volo: liberatrice.

Arcano IIII

LImperatore
STABILITA L'Imperatore il governatore di questo mondo, solido e concreto, simboleggiato dal trono cubico sul quale poggia. La posizione delle gambe traccia il simbolo dello zolfo alchemico, un triangolo con la punta verso lalto che indica il dominio del fuoco spirituale sui 4 elementi della natura. Il suo trono non pu venire rovesciato perch cubico. (la pietra angolare della massoneria). Lo scudo con laquila che lImperatrice teneva in mano poggia ora sul terreno a significare il compimento dellopera dallalto verso il basso. Sullo scudo presente anche lelemento femminile rappresentato dalluovo. LImperatore lavora gi per lunione degli opposti, del principio maschile e femminile, anche se la mano sinistra resta pi piccola (pi debole) della destra. L'imperatore rappresenta la costruttivit, la saggia decisionalit raffigurata dallo scettro con la croce che compare anche al centro del medaglione. La colonna imperiale una treccia che riappare poi nella Giustizia (arcano VIII) e che un emblema di ordine rigoroso. Tutte le mete potranno essere realizzate grazie alla sua volont ed al sangue freddo. In una lettura psicologica lImperatore rappresenta spesso una tipologia di figura paterna (sicuramente positiva se contrapposta ad

esempio allarchetipo di un padre-eremita) ma totalmente remissiva nei confronti dell Arcano del Sole (idealizzazione della figura del padre o del maschile in generale). La lettera ebraica corrispondente la dalet, quarta lettera che significa porta. Si tratta della porta attraverso cui si entra nella creazione, nel mondo materiale, ma anche la porta di uscita, che riconduce verso il trascendente. In tal caso la porta ben sorvegliata per tenere lontani gli orgogliosi e coloro che sono spinti da motivazioni ambigue. Colui che non sa come uscire bene che non entri neppure dice lo Zohar. Nella genesi si racconta che il fiume in uscita dallEden si estendeva in quattro direzioni. CORRISPONDENZE CABALISTICHE Alfabeto ebraico Valore numerico Posizione sullalbero: Corpo umano Pianeta Colore Intelligenza angelica Dalet (porta) 4 Chesed (amore) (sephira al centro sul lato destro dellalbero) Braccio destro narice destra - tiroide Luna Blu ChasdiEl

Linsegnamento dellImperatore
Egli lImperatore perch ha rinunciato alla spada e alla forza. Regge solo lo scettro proteso verso il mondo. Non seduto sul trono e nemmeno in piedi appoggiato senza sforzo apparente con le gambe incrociate. Ha rinunciato al riposo perch non seduto, a camminare perch non deve avanzare per loffensiva ne retrocedere per difendersi.

Egli solo il guardiano del trono e dello stemma che lui non tiene in mano, come fa lImperatrice, ma che giace a terra. In termini esoterici egli non ha un nome, perch il nome appartiene al trono. Questa la vera autorit a cui la materia dovrebbe sottostare.

ALCUNE DELLE INTERPRETAZIONI CLASSICHE: Equilibrio Sicurezza volont realizzazione uomo sposato solidit economica padre un uomo realizzato mascolinit potere stabilit - riuscita.

Arcano V

Il Papa
FEDE E MEDIAZIONE Il Papa limperatore che procede nel suo cammino con una marcia in pi: la fede. Un ponte che consente di lasciare il piano della materia per mete pi alte, legate allo spirito e allevoluzione della coscienza. Il papa collega il cielo con la terra, soprattutto attraverso la parola, mezzo di comunicazione squisitamente umano e sacro al contempo. Come indica anche il numero cinque, questo passaggio pu anche rappresentare un momento di crisi che richiede il coraggio di abbandonare la sicurezza materiale raggiunta per uno scopo pi alto. Il papa pu allora essere identificato con un maestro, che ha superato i tre piani della materia, le pulsioni sessuali, le emozioni e la mente raffigurati dal bastone pastorale. Il suo agire sacro come indicano la croce sulle mani. Dove la mano sinistra che calza un guanto azzurro quella pi spirituale perch ricettiva, analogamente a quanto accadeva al Mago. Pu anche essere un padre anziano idealizzato, un uomo di statura morale che apporta unideale. Seduto tra due colonne, che

rappresentano le correnti della benedizione in discesa e della preghiera in salita, il Papa si rivolge a due ascoltatori dalla mentalit opposta, ma anche a due istanze conflittuali che sono in noi, e che egli cerca di conciliare. Perfettamente in sintonia con il messaggio classico del Papa, la lettera ebraica HE che gli corrisponde rappresenta la parola e il suo potere. La HE inoltre il pi puro dei suoni perch proviene direttamente dalla gola senza contaminarsi con la saliva. Cos dovrebbe essere la vera comunicazione !

CORRISPONDENZE Alfabeto ebraico Valore numerico Posizione sullalbero: Corpo umano Pianeta Colore Intelligenza Angelica He (ecco !) LAriete e il senso del parlare (Sefer Yetzira) 5 Ghevura (rigore) (sephira al centro sul lato sinistro dellalbero) Braccio sinistro gamba destra Marte Rosso KamaEl

ALCUNE DELLE INTERPRETAZIONI CLASSICHE: Comunicazione insegnamento fede esempio matrimonio sacerdote dogma religioso benedizione preghiera - legame rigore giusto guida spirituale - ideale

Arcano VI

LAmoroso
SCELTA PIACERE Ecco il pi umano di tutti i numeri e di tutti gli arcani. Il 6. giorno luomo viene creato (le lettere che formano la prima parola della Genesi sono sei) , maschio e femmina li creo. Prima lama dove appaiono pi figure ad uno stesso livello simboleggia il bisogno dellessere umano dellaltro, ma anche che levoluzione spirituale avviene sempre grazie a degli incontri. Dopo laspetto del rigore, presente nella valenza del 5 e del papa ecco apparire il piacere e il desiderio. L'Arcano numero VI rimanda anche ad un celebre scena mitologica: il giovane Ercole che, compiuta l'educazione presso il centauro Chirone, si trova di fronte a una scelta determinante per la sua futura esistenza. Gli appaiono allora due giovani donne, rappresentanti il rigore e la mollezza, che gli promettono strade e vantaggi diversi: il bene e il male, la virt ed il vizio. Linnamorato (essere umano) al centro, fra le pulsioni di sinistra e di destra. La figura sulla destra della lama lo tocca a livello cardiaco come ad indicare che il vettore di questa via va percorso seguendo il cuore. La figura di sinistra, corrispondente al rigore e che sembra catturare lo sguardo dellinnamorato, lo tocca pi in alto a ricordargli il contatto

con lalto. Molto importante la posizione di questo arcano sullalbero della vita dove si trova posizionato su Tipheret, la bellezza irradiata direttamente dalla luce bianca di Keter, la pi alta delle sephirot (qui rappresentata dallarco e dalla freccia dellangelo che sono bianchi). Si intravede qui leterno dilemma umano, frutto della caduta. Come vivere il libero arbitrio ? Facendosi toccare dalla freccia di Keter e vificando cos ogni attivit mondana oppure staccandosi e rivolgendosi solo a Malchut (Plutone) divenendo un angelo ribelle? Ma le scelte possono anche essere altre, forse solo apparentemente banali della vita quotidiana, qualunque bivio che lessere umano si trova di fronte sul suo cammino e che richiede lintervento di una scelta. Solo luomo ha questa prerogativa. La decisione sempre spiata da Cupido che scocca la freccia, con pi o meno intensit, nel momento in cui noi gli diamo il segno per il semplice effetto della nostra volont. A questo punto del percorso lessere umano scopre il piacere nel senso pi pieno del termine: il piacere di vivere e amare, di scegliere la propria via o vita. E una carta molto ricca di significati, anche contradditori perch legata alle relazioni umane, allemotivit e agli affetti. La lettera ebraica corrispondente la vav che rappresenta la condizione umana con i piedi a terra e la testa in cielo.

CORRISPONDENZE CABALISTICHE Alfabeto ebraico Yetzira) Valore numerico Posizione sullalbero: Vav (uncino) Il Toro e il senso del pensiero riflessivo (Sefer 6 Tipheret (bellezza) (sephira al centro dellalbero, colore giallo)

Corpo umano Pianeta Colore Intelligenza angelica

Torace, rene destro, Giove Giallo RephaEl

ALCUNE DELLE INTERPRETAZIONI CLASSICHE: Vita sociale fare ci che si desidera nuova unione scelta da compiere arbitrio. triangolo amoroso rapporti interpersonali innamoramento situazione famigliare piacere desiderio libero

Linsegnamento dellInnamorato
Egli presiede allequilibrio di ogni energia che qui (in tipheret) deve essere purificata al fuoco dellamore. Il passaggio dalla condizione di Imperatore e di Papa (le due parti fisiche del cuore) e quindi dallamore polarizzato indotto dalla dialettica destra/sinistra porta qui allo stato di agape o amore cosmico che porta un innalzamento della temperatura allinterno del nostro crogiuolo biologico e che rimanda alla misteriosa funzione del Triplice Riscaldatore. Ad un livello spirituale lInnamorato il figlio nel quale si compie il Nome Divino.