Sunteți pe pagina 1din 5

Il distillatore da te acquistato ha 3 tubi sulla testa di condensazione, quelli sovrapposti sono lentrata e luscita dellacqua, al tubo sottostante va attaccato

il tubo di entrata dellacqua, a quello superiore luscita, per effettuare i collegamenti occorrono dei normali tubi in gomma da collegare al rubinetto. Laltra uscita a cui va collegato il tubo in rame e dove uscira il distillato, vedi foto allegate. Se non pratici in fatto di distillazione leggere il documento sotto allegato. DISTILLAZIONE
OCCORRENTE: DISTILLATORE SE CON TERMOMETRO E MEGLIO; FORNELLO A GAS O ELETTRICO; ALCOLOMETRO (PER MISURARE IL GRADO ALCOLICO DEL DISTILLATO, OPZIONALE); UNA FONTE DI ACQUA CORRENTE NEI PRESSI DEL LUOGO DOVE VOGLIAMO DISTILLARE; CONTENITORI IN VETRO OVE METTERE LE VARIE FRAZIONI (TESTA,CUORE CODE). PAZIENZA TANTA PAZIENZA. PER CHI NON E PROVVISTO DI TERMOMETRO SUL PROPRIO DISTILLATORE PER IL TAGLIO DELLE TESTE CIOE DEL PRIMO DISTILLATO AD USCIRE RACCOMANDO DI TAGLIARE 15 ML. PER OGNI LT. DI SOSTANZA DA DISTILLARE, ESEMPIO, SE IN CALDAIA ABBIAMO 3 LT. DI LIQUIDO LA TESTA DA SCARTARE SARA DI 45 ML. CHE BUTTEREMO, ALTRI 20 ML. LI TAGLIEREMO COMUNQUE SCARTANDOLI E RIUTILIZZANDOLI AD UNA SUCCESSIVA PRIMA DISTILLAZIONE. PER CHI E PROVVISTO DI TERMOMETRO ED USA IL CONDENSER A TESTA FREDDA (FUNGO) IL TUTTO SARA PIU SEMPLICE. RACCOMANDO A TUTTI DOPO LA PRIMA DISTILLAZIONE DI ASSAGGIARE SOLO CON LA PUNTA DELLA LINGUA IL DISTILLATO E SENTIRE CHE SAPORE HA E MISURARE IL SUO GRADO ALCOLICO, DICO CIO PERCHE DOPO UNA PRIMA DISTILLAZIONE IL VALORE ALCOLICO PUO ARRIVARE A RAGGIUNGERE ANCHE GLI 80 - 85- 90 TRL, PER CUI BISOGNA TAGLIARLO CON ACQUA DISTILLATA E RIPORTARLO A 12 15 TRL E PROCEDERE AD UNA NUOVA DISTILLAZIONE CHIAMATA DI RAFFINAZIONE CHE POSSA AMMORBIDIRE IL DISTILLATO E DARGLI PIU CORPO. 1

QUALORA IL DISTILLATORE SIA NUOVO MAI USATO VI CONSIGLEREI PRIMA DI METTERLO IN OPERA DI LAVARLO ACCURATAMENTE CON DELLA SEMPLICE ACQUA, NON USATE SOLVENTI O DETERSIVI, DOPODICHE PROCEDERE AD UNA PRIMA DISTILLAZIONE USANDO DELLA SEMPLICE ACQUA , O SE AVETE DEL VINO ANDATO A MALE, IL MIO CONSIGLIO E QUELLO DI TENERE LA FIAMMA IL PIU BASSA POSSIBILE, LO SO CI VUOLE PAZIENZA, SI RACCOMANDA DI ESEGUIRE LA DISTILLAZIONE SE ALLINTERNO IN UN LUOGO BEN AEREGGIATO. SOTTO VI E UNA DESCRIZIONE PIU DETTAGLIATA SULLA DISTILLAZIONE E SU COME AVVIENE TALE PROCESSO, VI PREGHEREI DI LEGGERLA ATTENTAMENTE. SALUTI A TUTTI.

Quando un liquido od una miscela di liquidi o sostanze viene posta a riscaldamento si avvier contemporaneamente un processo di evaporazione, evaporazione tenue se la temperatura di riscaldamento nettamente pi bassa del punto di ebollizione della sostanza posta a riscaldamento, evaporazione tumultuosa se con il progressivo aumento di riscaldamento si raggiunge la temperatura di ebollizione. Un maggiore riscaldamento non varia la temperatura di ebollizione raggiunta ma provocher una sempre pi tumultuosa evaporazione riducendo cos i tempi necessari per l'esaurimento della sostanza utilizzata per l'evaporazione. Un pratico esempio lo possiamo trarre da una pentola posta sul fuoco, previo riempimento con acqua e verdure per farne un buon minestrone, man mano che la temperatura del contenuto salir si formeranno all'interno del coperchio dapprima delle goccioline poi piano piano usciranno dalla pentola i primi vapori poich la pressione interna sta aumentando, questi vapori aumenteranno in continuazione sino a che verr raggiunta la temperatura di ebollizioni che servir per la cottura. Poco prima che sia raggiunta codesta temperatura, assieme ai vapori cominceranno ad uscire i profumi e gli aromi delle verdure che riempiranno gradevolmente l'ambiente. Tanto pi sar violenta la ebollizione quanto pi fuoriusciranno vapori e aromi dalla pentola. Questi vapori-aromi si condenseranno sulle pareti dell'ambiente, sui vetri delle porte e delle finestre, tutto a scapito del sapore del minestrone, procedendo a lungo in questa trattazione ci troveremo in un ambiente altamente aromatizzato e con un minestrone insipido. Si pertanto proceduto ad una distillazione detta semplice e si imparato anche che il minestrone sar pi saporito se lo si cucina in sub ebollizione.
2

Adesso vediamo cosa succede se muniamo la pentola del minestrone di una certa colonna detta di distillazione fissata al centro del coperchio, il cui scopo quello di provocare un allungamento tortuoso del percorso fatto dal vapore nella sua fase ascendente, facendo questo percorso il vapore spende una parte della propria energia causando di conseguenza una diminuzione di temperatura. A causa della diminuzione di temperatura una parte dei vapori si condenser durante il percorso, i primi a condensarsi saranno i vapori pi "pesanti" (quelli acquei ) lasciando liberi nella salita i pi "leggeri" (quelli aromatici), quindi se i vapori raggiungenti la sommit della colonna vengono immessi in un condensatore raffreddato da acqua corrente, al termine della stesso ci troveremo a raccogliere delle gocce di un liquido aromatico avente le caratteristiche aromatiche riunite delle verdure contenute nella pentola. Si quindi effettuata una distillazione frazionata. Dimentichiamo la pentola delle verdure e passiamo ad esaminare le caratteristiche di un alambicco formato da una caldaia, e da uno scambiatore di calore per la condensazione del distillato, da utilizzare per distillare del vino, vinacce erbe frutta etc.etc., in questo caso andremmo ad analizzare la distillazione piu comune e cioe quella del vino avente un grado alcolico dai 12 ai 15 TRL. V tenuto presente che il vino una miscela idroalcolica avente pi di un un centinaio di componenti vari tra aromatici e non, responsabili direttamente delle sue caratteristiche organolettiche, che la sua temperatura di ebollizione in rapporto alla quantit di alcol in esso disciolto. Considerata una quantit di vino pari a lt.4 necessitiamo di una caldaia avente una capacit effettiva di lt. 5, cosa importante, non riempire mai fino allorlo il distillatore. Lo scambiatore di calore deve essere di altissima efficacia, infatti per il suo utilizzo necessita disporre di una notevole quantit di acqua fredda, un bene comune che non deve essere oggetto di spreco!!! Lo scambiatore di calore qualunque esso sia, a serpentina, a fungo, a bolle, a facce contrapposte deve essere suddimensionato per evitare sprechi e costi inutili. Scegliendone uno a serpentina in rame da adottare per il nostro alambicco, daremo preferenza ad uno realizzato con tubo in rame diametro 12mm costituito in almeno 6 spire diametro 150mm. immerse in acqua corrente, e preferibile usarne una a fungo molto piu efficiente e pratico perche rispetto al sistema a serpentina consuma pochissima acqua.
3

Riepilogando ci troveremo ad utilizzare una apparecchiatura avente le seguenti componenti: Una caldaia della capacit nominale di 5lt. ed effettiva di 4lt., riscaldamento a fiamma diretta o volendo a bagnomaria. L'alambicco in questione ha le caratteristiche per permettere al distillante amatore di ottenere distillati di buone qualit. Passiamo ora al ciclo di distillazione, riscaldiamo la caldaia a bagnomaria o utilizzando una delle fonti di calore gi accennate, il riscaldamento verr condotto lentamente specialmente quando le temperature si avvicinano al limite previsto 70-95C.Ricapitolando il range in cui raccogliere del distillato considerato di qualita, va da quando il termometro segnera 70-75C a 8085C, ovviamente queste temperature potranno oscillare in base al prodotto che andrete a distillare. A questo punto noteremo che i vapori cominceranno la loro ascesa e saranno indirizzati verso il condensatore, pochi secondi e dal tubo di gocciolatura comincer a discendere il distillato. E' il pi alto grado alcolico raggiungibile nella fase di distillazione, sicuramente alcol metilico, da questo momento le temperature dei vapori subiranno degli aumenti di temperatura sino a raggiungere quelle finali, inizialmente molto lievi. Con l'aumento delle temperature corrisponder una diminuzione del grado alcolico. Raccogliamo circa 50-70cc. di distillato che di sicuro scarto, altri 20cc li riporremo in un contenitore per il successivo parziale recupero, da questo momento avremo un distillato che chiameremo impropriamente cuore poich contiene ancora molte impurit, alla raccolta delle frazioni specificate fatte dei test utilizzando olfatto e gusto espellendo dalla bocca la piccolissima quantit tastata e sciacquandola con un poco di acqua. Raccogliete su di una scheda le varie caratteristiche della frazione testata segnando qualora abbiate a disposizione un alcolometro il grado alcolico ed il tempo in minuti dal momento dell'inizio della distillazione. Il ciclo di distillazione in atto, durer dalle 2 alle 4 ore. Ripetiamo che la ebollizione non deve essere tumultuosa per evitare una violenta espulsione delle particelle dalla superficie del liquido ebollente che bene rimangano in caldaia. Allorch il grado alcolico del distillato comincia a discendere al di
4

sotto dei 30C. diventa necessario aumentare il controllo delle frazioni che dovranno essere fatte pi frequentemente, infatti le cosiddette "code", che possono inquinare il sapore, sono l dietro l'angolo. Per il mio modo di operare, cesso di unire il distillato al di sotto dei 50TRL. a quello del cosiddetto cuore, metto da parte la frazione raccolta per poi unirla alla seconda frazione di testa (quella tra lo scarto metilico e cuore), in seguito dopo aver ridotto il loro grado alcolico attorno ai 12Trl con dellacqua distillata, ridistillo il tutto e se da questa distillazione trovo ancora dei buoni sapori , li unisco alla frazione di cuore prima che essa venga raffinata da una seconda distillazione. Complicato? direi di no, basta fare attenzione e non aver premura di terminare le operazioni. Non necessiter insistere troppo nella estrazioni delle frazioni di coda dopo i necessari test olfattivi e degustativi bene gettare quelle parti che hanno un alto potere inquinante. Insistiamo sulla NECESSITA' di procedere alla raffinazione del primo distillato un paio di volte, il che consentir di scoprire come vi siano delle impurit nascoste, sfuggite ai precedenti controlli, e poi la qualit? Stupenda!!!!!!!!!!!