Sunteți pe pagina 1din 28

CURS PRACTIC DE ITALIAN.

NOTE DE CURS

CUPRINS
Semestrul II Unitatea de nvare I La parafrasi. Unitatea de nvare II Il commento. Unitatea de nvare III La lettera di presentazione. Unitatea de nvare IV La lettera ufficiale. Unitatea de nvare V La lettera sintetica. Il diario. Unitatea de nvare VI Gli appunti. Unitatea de nvare VII Le schede. Unitatea de nvare VIII Il tema. Unitatea de nvare IX La recensione. Unitatea de nvare X Lintervista Unitatea de nvare XI Linchiesta Tipuri de subiecte propuse pentru examen

Facultatea de Litere Catedra de limbi i literaturi moderne i clasice

CURS PRACTIC DE ITALIAN. (REDACTRI DE TEXTE) NOTE DE CURS

Anul III - Semestrul I

Titular de curs: Nicoleta Clina

Not Acest material este preluat din volumul Levento del discorso de Ermano Cappelletti

Semestrul II Unitatea de nvare I La parafrasi


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 4 ore

Per alcuni soltanto una forma particolare di riassunto, la parafrasi, va considerata una riscrittura di un testo con termini pi semplici, una forma di sostituzione, senza che venga modificato il contenuto ed il significato. Da questa definizione rimane esclusa la componente fondamentale del riassunto: la condensazione del testo di partenza. Ed questo che differenzia sostanzialmente il riassunto dalla parafrasi. Nella parafrasi, infatti, il testo viene semplicemente riscritto ma non sintetizzato, con una sintassi semplificata ed aggiornata (se si tratta di un testo del passato). In genere si parafrasa un testo poetico, soprattutto attraverso due operazioni: a. Sostituzione delle parole arcaiche, difficili, colte, con altre meno formali. b. Scioglimento dei passaggi pi difficili che devono venire spiegati, compreso tutte le espressioni figurate (si veda la fata morgana della poesia seguente che si pu tradurre come illusione). Contemporaneamente si devono ordinare le frasi secondo la sequenza semplice di soggetto + predicato + argomenti. c. Quindi non si pu parafrasare se prima non si compreso completamente il testo di partenza. Va per evitato latteggiamento di chi si accosta alla parafrasi come se dovesse compiere una traduzione automatica: come se ad ogni parola ne corrispondesse unaltra pi semplice. Se cos fosse, la parafrasi sarebbe un giochetto da dizionario dei sinonimi. Ma cos non . Richiede e coinvolge abilit ben pi complesse, soprattutto a livello di comprensione.

Come viene il testo della parafrasi riscritto?

Si veda, ad esempio, il testo di Carducci intitolato Visione (da Rime Nuove, Zanichelli), trascritto nella colonna di sinistra, mentre nella colonna di destra compare una proposta di parafrasi: Il sole tardo n linvernale ciel le caligini scialbe vinceva, e il verde tenero de la navale sotto gli sprazzi del sol rideva. Carreva londa del Po regale londa del nitido Mincio correa apriva lanima pensosa lale bianche desogni verso unidea. E al cuor nel fiso mite fulgore di quella placida fata morgana riaffacciavasi la prima et. senza memorie, senza dolore pur come unisola verde, lontana entro una pallida serenit. Il sole lento a sorgere nel cielo dellinverno emergeva sulle grigie nebbie e il verde soffice dellerba nata nel campo da poco sembrava sorridere sotto i raggi del sole. La corrente del Po scorreva maestosa come scorreva quella del limpido Mincio lanima pensierosa schiudeva i suoi sogni come fossero bianche ali verso un pensiero e nel cuore, nel dolce e quieto splendore di quella sognante e quieta illusione ritornava al giovinezza priva di ricordi, priva di sofferenze soltanto come la visione di unisola verdeggiante, remota immersa in una debole beatitudine.

La parafrasi, per quanto fedele al testo, non pu mai restituire la magia del testo poetico di partenza: come rendere limmagine di una prima et che si riaffaccia nel cuore come a far capolino da una finestra lasciata aperta? Come rendere queste scene pervase di luce diffusa e luminosa, ma al tempo stesso fissa, quieta, indebolita dallo scorrere del tempo, come circondata da una leggera e luminosa nebbiolina? La riposta sta nella natura stessa della poesia: la sua forma non separata dal messaggio, quindi non si possono mutare le parole e pretendere di conservare tutto il significato. Certamente la parafrasi pu costituire un ottimo esercizio di supporto alla comprensione: parafrasare significa anche comprendere meglio, ma non si pretendano risultati artistici con questo esercizio. Ed innegabile il ruolo che gioca la parafrasi nella comprensione di un testo: basta spostare un termine per tradirlo, sbagliare il significato: si veda la parafrasi del penultimo verso: Soltanto come la visione di unisola verdeggiante, remota. Se si fosse scritto, in un impulso de creativit: Soltanto come la visione remota di unisola verdeggiante. Si sarebbe sfasato il testo, perch non la visione ad essere remota, ma lisola. Del resto, considerando alcuni versi di unaltra poesia di Carducci: Pianto antico, si pu comprendere come sia facile uscire dai binari quando si parafrasa: estremo unico fior > se si parafrasa in massimo e solo fiore piuttosto che ultima e solo fiore, si evidenzia unincomprensione. Tra massimo e ultimo esiste una certa differenza, eppure i dizionari dei sinonimi, che vanno sempre trattati con una certa cautela, danno massimo e ultimo come sinonimi. Si ricordi che, soprattutto a causa della polisemia, cio della ricchezza e molteplicit di significati di cui portatrice una poesia, non esiste mai soltanto una parafrasi, ce ne possono essere molte, ma quello che va rispettato il pi possibile comunque il significato. Evaluare Scrivi la parafrasi per le seguenti espressioni:
abbaiare abbaiare alla luna abboccare abboccare all'amo accendere accendere gli odi, la passione accendersi in volto, gli occhi accendersi damore, dira affiggere affiggere gli occhi alzarsi alzarsi al canto del gallo andare andare a quattro gambe andare a zonzo andare per mare andare, essere sulla bocca di tutti andare a fondo, a picco, di nave, inabissarsi andare oltre, troppo oltre andare gi, sotto andare soldato, a fare il servizio militare andare all'altro mondo andare al diavolo andare avanti

andare indietro andare in onda non andare gi andare con dio, allontanarsi in pace andare a buon fine andare col pensiero, con la memoria a qc. va l, ma va l!; andiamo, andate, su! andare a fronte alta, a testa alta andare a naso, a fiuto andare a tasto, a tastoni, alla cieca andare controcorrente andare sul sicuro come va? andare a gonfie vele andare e venire, andirivieni aprire aprire il gioco, nel calcio, nel rugby aprire la bocca non aprir bocca aprire l'animo, il cuore a qc. aprire gli occhi aprire le orecchie aprire una via aprire la caccia aprire il fuoco aprire la partita persona aperta ardere ardere dall'ambizione di affermarsi ardere d'ira, d'impazienza, d'amore ardere di febbre avere avere q.c. per la testa avere qc. dalla propria parte avere molto del padre avere altro da fare avere cura avere luogo aversene a male

Unitatea de nvare II Il commento


Obiective:

- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - valorificare optim i creativ a propriului potenial n activitile cu caracter tiinific; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Un secondo tipo di relazione chiamata da Genette "architestualit", ovvero un rapporto di appartenenza gerarchica a generi e tipi testuali, mentre il terzo tipo di relazione quello che Genette utilizza, in negativo, per definire l'ipertestualit: si tratta del commento, che esplicita una relazione metatestuale. Un commento un testo che parla di un altro testo. LA VEGLIA di Giuseppe Ungaretti Unintera nottata buttato vicino ad un compagno massacrato con la sua bocca digrignata volta al plenilunio con la gestione delle sue mani penetra nel mio silenzio ho scritto lettere piene damore. Non sono mai stato tanto attaccato alla vita. Il commento alla poesia di Ungaretti, Veglia, tenuto conto dei principi enunciati nel paragrafo precedente, potrebbe essere il seguente: La poesia Veglia di Ungaretti, si affianca ad altre che presentano concreti riferimenti bellici ( Pellegrinaggio, San Martin del Caeso ecc.). Si tratta, anche per questo, di una denuncia emotiva delle lacerazioni prodotte dalla guerra, un urlo che si alza dalla trincea dove Ungaretti uomo si posto con la sua poesia, per denunciare, tramite la guerra, la desolazione che circonda luomo. In Veglia si nota anche un cenno di espressionismo: la presenza insistita di aggettivi verbali come buttato, massacrato, digrignata, penetrata, rappresenta crudemente, espressivamente e tragicamente la lunga notte trascorsa accanto al cadavere di un compagno morto. Accanto alla morte, quasi per contrasto primordiale, emerge un forte istinto per la vita, per lamore che n simbolo e la tensione tragica sfocia nel verbo ho scritto. Un altro commento

La poesia La veglia parla di una esperienza che il poeta ebbe durante la 1 guerra mondiale, stando tutta la notte vicino al suo compagno morto con la bocca immobile in una smorfia di dolore. Alla luce della luna piena, il cadavere attraverso le sue mani attacca il suo silenzio dove aveva scritto lettere damore. Nellultimi 2 versi il poeta si mostra che non era stato mai attaccato alla vita. La poesia costituita da 16 versi distribuiti in 2 strofe: la 1 di 13 versi, la 2 da 3 versi. Lo schema uno schema libero senza punteggiatura ( come usavano i futuristi ), le parole sono semplici, nella poesia ci sono molti participi passati: buttato massacrato digrignata penetrata ed un avverbio TANTO che Ungaretti usa come una parola molto importante. La poesia, scritta da Ungaretti il 23 dicembre 1915, appartiene ad una raccolta di poesie chiamata Lallegria poesie ambientate durante la 1 guerra mondiale scritte sul fronte del Carso. Essa raccontata in modo triste a causa della situazione difficile che vivevano a quei tempi i soldati arruolati. Ungaretti tratta dunque un tema a lui molto caro, che quella dellinfelicit delluomo. Veglia mi piaciuta perch non una poesia come le altre, lunghe e noiose, ma una poesia corta e significativa che ti fa capire le sensazioni che provavano i soldati nelle trincee. Evaluare Che tipo di testo il commento? Scrivi il commento della tua poesia preferita.

Unitatea de nvare III La lettera di presentazione


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - aplicarea creativ-inovativ a instrumentelor de analiz n formularea de soluii la probleme tipice din domeniul redactrii de texte n limba italian; - reflecia critic i constructiv n asimilarea i aplicarea aparatului conceptual i metodologic specific redactrii de texte n limba italian; - manifestarea unor atitudini pozitive i responsabile fa de domeniul tiinific al redactrii de texte n limba italian;

- sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Proponiamo di seguito alcuni esempi di lettera di presentazione attraverso cui possono essere trasmesse all'azienda informazioni non inserite nel CV ma utili al fine della candidatura: un esempio di come rispondere ad un annuncio di lavoro e due esempi, uno negativo ed uno positivo, di lettera di autocandidatura. Spesso gli schemi aiutano nella stesura, ma per capire come ottenere un prodotto efficace pu essere utile esaminare anche qualche esempio. Esempio di lettera di risposta ad un annuncio di lavoro: Sara Michelini Piazza Mazzini, 3 11100 AOSTA Tel. 0165 /6435848 Egregio dott. Roberto Lawley Responsabile del Personale Il Pozzino S.p.A. Via Bergognone 24 11100 AOSTA Aosta, 5 novembre 2002 Oggetto: ricerca responsabile PR Vs inserzione del 4 novembre 2002 su "La Valle Notizie" Egregio Dottore, Ho da poco conseguito il diploma di corrispondente in lingue estere e ho una buona conoscenza sia della lingua inglese sia di quella francese. Rispondo all'inserzione della Sua azienda perch ritengo di possedere i requisiti e lo spirito di iniziativa richiesti. Ho avuto modo di mettere alla prova quest'ultima capacit in altre occasioni, come potr rilevare nel curriculum allegato. RingraziandoLa per l'attenzione rimango a Sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento e per un eventuale colloquio. Con i migliori saluti. Sara Michelini Esempi di lettera di autocandidatura L'esempio negativo poco efficace e non riporta le motivazioni professionali del candidato. Lesempio positivo non rappresenta un modello da seguire alla lettera, ma pu essere preso come spunto. Esempio negativo

Spett. le Ditta Tecnofort p.zza della Fortezza 125 Monza Monza, 25 novembre 2002
Il sottoscritto Mario Rossi, nato il 26 Maggio 1969 a Milano e ivi residente in v. della Repubblica n4, essendosi diplomato Geometra, ed avendo intenzione di lavorare in studi tecnici Richiede

di essere assunto dalla vostra azienda, di essere predisposto a qualsiasi tipo di lavoro, di avere buone conoscenze di Word e Excel Ringrazia e saluta cordialmente Esempio positivo Anna Vallini Via Vigevano 4 10100 Torino Tel. 011 8615236 Cell. 3385478941 Alla c.a. Dott.ssa Marziani Cooperativa Sociale Veliero Via Oltremare 6 10100 Torino Torino, 25 novembre 2002 Oggetto: Autocandidatura in qualit di addetta ai servizi per l'infanzia Gentile Dott.ssa Marziani, Sono fortemente interessata a lavorare a contatto con bambini, in qualit di animatrice d'infanzia o assistente d'infanzia. Vi contatto perch so che la vostra Cooperativa gestisce attivit di gioco, animazione, e cura fisica di bambini, in centri educativi e centri estivi. Negli ultimi dieci anni, ho svolto diverse e prolungate esperienze di lavoro a contatto con bambini (doposcuola, baby sitter, animazione) che mi hanno permesso di sviluppare passione e competenze spendibili professionalmente. Sono in grado di prendermi cura dei bambini, anche neonati, di farli giocare e divertire, perch io per prima mi diverto con loro. Ho imparato ad ascoltare e a leggere i loro bisogni, ad organizzare festa per i gruppi, raccontare favole, cantare e disegnare. Possiedo conoscenze mediche di base avendo svolto un corso di primo pronto soccorso. Ho facilit di relazione, capacit di operare in quipe e mi adatto facilmente alle esigenze della struttura in cui lavoro. Vi comunico infine la mia pi ampia disponibilit in rapporto alla definizione degli orari di lavoro, della tipologia di contratto e di periodi di formazione, inoltre posso essere assunta con le agevolazioni previste dalla Legge 407/90. RingraziandoVi per l'attenzione dedicatami, sono a disposizione per un colloquio informativo. Con i migliori saluti Anna Vallino Allego curriculum vitae Evaluare

Che cosa si trasmette attraverso la lettera di presentazione? Che cosa si allega alla lettera di presentazione? Scrivi una lettera di presentazione.

Unitatea de nvare IV La lettera ufficiale


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor practice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - aplicarea corespunztoare i transferul metodelor i tehnicilor elementare specifice redactrii de texte n limba italian; - aplicarea creativ-inovativ a instrumentelor de analiz n formularea de soluii la probleme tipice din domeniul redactrii de texte n limba italian; - reflecia critic i constructiv n asimilarea i aplicarea aparatului conceptual i metodologic specific redactrii de texte n limba italian; - manifestarea unor atitudini pozitive i responsabile fa de domeniul tiinific al redactrii de texte n limba italian; - cultivarea unui mediu tiinific centrat pe valori, relaii democratice i probitate tiinific; - valorificare optim i creativ a propriului potenial n activitile cu caracter tiinific; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Va scritta a macchina (o con il computer), su carta bianca (si evitino le carte con i paperetti), lintestazione eventuale va in alto sinistra con il nome di chi, dellente o ufficio, che invia la missiva. In basso a sinistra va il nome, cognome ed indirizzo del mittente. Si riportino riferimenti ad eventuali comunicazioni precedenti e i dati di archiviazione (numero di protocollo), insieme alloggetto. A questo punto si inserisca la formula di contatto: Egregio signor..; Signora...; Signor Direttore ecc. Allinizio del testo si utilizzi una formula di anticipazione del contenuto in base ad alcune tipologie: a. Ordine, comando, domanda: La preghiamo di voler cortesemente provvedere; La prego di considerare; La prego di voler esaminare; La prego di... b. Correzione, precisazione: Ci permettiamo di segnalarLe che...; Ci dispiace segnalarLe che.. c. Informazione: Abbiamo il piacere/lonore di comunicarLe che...; Vi trasmettiamo con la presente...; Potrete trovare qui allegato... d. Riscontro di ricevimento: A seguito della Vs. lettera del..; Abbiamo ricevuto la Vs. gentile comunicazione...

Quali sono le formule di contatto utilizzate nella lettera ufficiale? Il contenuto va scritto con uno stile formale, ma pi possibile chiaro, semplice, senza inserimenti personali ed emotivi n commenti. La formula di chiusura dipende dal rapporto gerarchico che collega emittente e destinatario: Da inferiore a superiore Voglia gradire/La prego di voler gradire lespressione del mio pi profondo rispetto... Da superiore a inferiore La prego/Voglia ricevere lassicurazione della mia completa considerazione... Tra pari livello La prego di ricevere lespressione dei miei sentimenti Senza considerazioni per il rapporto gerarchico: Cordiali saluti.. In genere la data e il luogo si mettono in fondo a sinistra, ma si possono anche porre in cima a destra. Esempio di lettera ufficiale: CITT DI TORINO Settore Amministrativo Servizi Demografici Torino, data del timbro postale Egregio Signore/Gentile Signora, Le invio la presente per ricordarLe che imminente la data di scadenza della carta didentit in suo possesso, essendo decorso in quinquennio di validit. Ella potr richiederne, sin da oggi, il rinnovo, presentandosi personalmente ad uno degli uffici anagrafici sul retro della presente, munito di tre fotografie uguali, recenti e formato tessera, stampate su carta non termica.

La nuova carta didentit Le sar subito consegnata, restituendo quella scaduta o prossima alla scadenza non deteriorata, dietro versamento di lire 10.500 ovvero lire 31.500 se valida per lespatrio. In mancanza della carta didentit scaduta o in scadenza, dovr esibire, oltre alla denuncia di smarrimento, un documento di riconoscimento equipollente ancora in corso di validit. Nel caso di richiesta di cambio di professione, concomitante con il rinnovo della carta didentit, Ella dovr produrre documentazione idonea a comprovare la professione esercitata. La carta didentit e documento valido per lespatrio nel paesi della Comunit Europea ed in altri stati con i quali vigono apposite convenzioni: Ella dovr, allatto del rilascio sottoscrivere una dichiarazione in cui attester, sotto la Sua personale responsabilit, la non esistenza di impedimenti al rilascio del passaporto. Con i pi distinti saluti, Mirko Rossi Assessore alle attivit economiche servizi civici e tributi

Evaluare Con che tipo di stile si deve scrivere la lettera ufficiale? Quali sono le formule di apertura di una lettera ufficiale? Quali sono le formule di chiusura di una lettera ufficiale? Scrivi una lettera ufficiale.

Unitatea de nvare V Il diario


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - valorificare optim i creativ a propriului potenial n activitile cu caracter tiinific; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

La scrittura per conservare pensieri e ricordi personali Spesso il diario e un testo espressivo-emotivo, ma per la particolare forma quasi fissa che lo accompagna e per le possibili altre funzioni, soprattutto descrittiva, degno di essere inserito nel discorso sui testi che viene fatto in questa sezione. La parola diario significa di ogni giorno, ma non sempre un diario riporta impressioni e racconti per ogni giorno: il diario pu essere scritto ogni tanto ed essere comunque un diario. Con il diario si raccolgono testi che riportano stati danimo, esperienze, convinzioni che nascono giorno dopo giorno. La scrittura del diario pu servire il molti casi per migliorare la conoscenza di se (anche senza andare a cercare illustri prevedenti letterari con la stessa motivazione, come in La coscienza di Zeno di Italo Svevo). Perch il diario e prevalentemente una raccolta di dati e riflessioni personali scritti pi per fermare alcuni pensieri o alcune fasi dellesistenza che per comunicare ed essere letti da altri. In effetti il ricevente del diario, sebbene si scriva spesso caro diario, non altri che lio emittente. Proprio perch scritto inizialmente per se stessi, il diario ha una struttura linguistica sintetica ed ellittica, in quanto molte cose vengono date per scontate. Alcuni diari, pur essendo stati scritti per se stessi, sono stati poi pubblicati: il caso del Diario di Anna Frank. Altri sono stati scritti proprio per essere pubblicati.

Il diario essenzialmente un album dei ricordi che contiene parole piuttosto che immagini. In genere il diario viene utilizzato quando si vivono periodi particolari: forti emozioni (positive o negative), scrivendo di se si ha modo di riflettere meglio sulle proprie azioni.

A cosa serve la scrittura del diario? Alcuni consigli per scrivere un diario: a. Qualsiasi insieme di fogli valido per scrivere un diario. b. Si annotino la data, lora, la stagione, il tempo ecc. c. Se possibile, si intitoli la pagina ( utile per ritrovare alcune esperienze). d. In viaggio o anche nei tragitti per andare a scuola o al lavoro si porti un piccolo blocco notes che serve per fermare alcune sensazioni ed esperienze (si legga, a questo proposito, il Diario dIrlanda, di Boll). e. Qualsiasi tipo di modalit espressiva ammessa: descrittiva, espositiva, argomentativa, narrativa); per questo il diario non pu essere considerato soltanto un testo espressivo emotivo. f. Si eviti (solo per il diario) di scrivere scalette e schemi: si perderebbe la spontaneit tipica dei diari. g. Gli argomenti dei diari possono essere tutti, nessuno escluso. Si vedano ora alcuni esempi di diari, oggi pubblicati: 8 gennaio Io e Chris abbiamo saputo che ci sar una festa il prossimo week-end ed allora ho chiesto alla mamma se Chris potr passare quei due giorni con me. Sono sicura di non cadere in tentazione ma voglio solamente evitare ogni rischio. Ho anche detto con tutta sincerit alla mamma (in effetti si trattava di una sincerit parziale), che a scuola ci sono parecchi ragazzini svegli che cercano di venderci la roba e che ci farebbe piacere che le nostre famiglie ci aiutassero. La mamma mi stata grata per la confidenza fattale e ha detto che lei e papa cercheranno di pensare a qualcosa di speciale da fare per i prossimi due week-end e che sinteresser presso i genitori di Chris per vedere se faranno la stessa cosa per i due successivi. Mi ha riempito di calore pensare che stavamo comunicando, non solo a livello verbale. Ha proprio una gran brava famiglia. (Alice, I giorni della droga, Feltrinelli) Evaluare Che cosa il diario? Quando viene in genere utilizzato il diario? Scrivi una pagina di diario.

Unitatea de nvare VI Gli appunti


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - aplicarea corespunztoare i transferul metodelor i tehnicilor elementare specifice redactrii de texte n limba italian; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Le scritture di transizione Allinterno del gruppo di testi differenti per forma, si evidenziano le scalette, gli appunti, e le schede, che hanno in comune tra loro il carattere o lorigine transitoria, temporanea, in quanto sono testi di passaggio, preparatori a testi successivi e definitivi. Gli appunti Lappunto, come gi visto a proposito delle operazioni da compiere per migliorare lascolto, rappresenta la forma pi rapida per fermare alcune idee che si colgono durante certi momenti della vita comunicativa: da una conferenza a quanto viene illustrato per telefono da un amico circa il recupero di un file perduto nel computer. Inoltre si prendono appunti quando si ascolta una ricetta di una torta e si prendono appunti durante una lezione. Bisogna evitare di far diventare i quaderni, o i blocchi, su cui si registrano gli appunti, degli insiemi confusi e disordinati, che scoraggiano anche il pi volenteroso difensore della pratica di appuntare le informazioni.

Che cosa bisogna evitare quando si scrivono gli appunti? Affinch lappunto sia utile, allo studio o al lavoro, bisogna fare in modo di: a. Segnare sempre la data e il titolo dellargomento. b. Separare le informazioni importanti da quelle secondarie. c. Evitare di rincorrere le parole di chi parla per voler a tutti i costi scrivere tutto: lappunto non mai, ne deve essere, una trascrizione fedele, tanto varrebbe usare un registratore;

piuttosto gi una forma di riscrittura di uninformazione, da parte del ricevente: una forma di assimilazione delle informazioni. d. Scrivere abbreviando il pi possibile le parole ed inserendo simboli particolari. e. Introdurre annotazioni che ribadiscano la difficolt di un passaggio (tramite linserimento del punto interrogativo) o la sua sostanziale novit (inserendo il punto esclamativo). f. Conservare sempre il legame logico tra gli argomenti: magari eliminare il pi possibile le parole inutili; infanti, non serve scrivere le frasi di accompagnamento al parlato quando si spiega un concetto: Vediamo che, possiamo notare ecc. Ma tenere assolutamente tutti i connettivi: Poich, tuttavia, pero, mentre, quando ecc. g. Rivedere, riscrivere ed integrare gli appunti il pi presto possibile, per scoprire eventuali incomprensioni o per coprire le lacune. Evaluare Affinch lappunto sia utile, allo studio o al lavoro, che cosa bisogna fare? Scrivi gli appunti di una lezione.

Unitatea de nvare VII Le schede


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Le schede La scheda un testo, come lappunto e la scaletta, scritto per uso personale, ma deve poter essere letta anche da altri. La sua funzione prevalentemente quella di segnalare le informazioni essenziali relative ad un libro, un film, un disco, uno spettacolo ecc. Le schede informative per i libri devono registrare nome, cognome dellautore, titolo, casa editrice, luogo e data di edizione, numero di pagine, prezzo. Lutilit della scheda sta nel suo spazio relativamente contenuto, al punto che si pu accorpare con altre schede uguali, per formare uno schedario secondo un preciso ordine.

A che cosa utile una scheda? Una serie di schede deve occuparsi di cose dello stesso tipo: esistono schedari per le piante, le ricette, i pazienti di un medico, le tecniche di allenamento ecc. Ogni scheda deve essere ununita autonoma ed indipendente dalle altre, affinch sia sempre possibile aggiungerne altre. Le schede si possono scrivere su cartoncini o foglio dello stesso formato; recentemente si possono schedare anche su supporto magnetico, mediante alcuni programmi particolari che simulano la scheda cartacea. Tutte le schede vanno organizzate secondo precisi criteri che ne facilitino il reperimento. In genere, il criterio pi facile quello dellordine alfabetico: degli autori, dei titoli, degli argomenti, delle parole chiave ecc. Sempre a proposito delle schede costruite su un programma di computer, il criterio organizzativo pu variare a seconda delle esigenze, in quanto il programma pu fornire, in qualsiasi momento, sia lelenco per titoli, sia quello per autori ecc. Una scheda pu anche riportare alcuni giudizi sintetici ed alcuni commenti. Sullargomento, diventa utile leggere quanto stato scritto in un depliant informativo delle biblioteche civiche torinesi: Se cerchi un libro, guarda le schede. Se conosci lautore... Se cerchi un libro di cui conosci lautore (es. Isaac Asimov), consultando il Catalogo per Autori e Titoli, troverai la scheda intestata (in alto a sinistra) ad

Asimov, con le opere dellautore disponibili in biblioteca. Trovata cosi la scheda del libro che ti interessa, baster riportare sullapposito modulo di richiesta lautore, il titolo e la collocazione sulla scaffalatura (che trovi sempre in alto sulla scheda) e consegnare in modulo al bibliotecario. Il Catalogo per Autori e Titoli contiene schede che presentano, in ordine alfabetico, gli autori dei volumi presenti in biblioteca. Inoltre, solo per i romanzi, esistono schede che riportano anche il titolo dellopera e sono utili quando non si conosce lautore. Se cerchi un argomento... Oltre al catalogo per autori e titoli, e anche disponibile un catalogo per Soggetti le cui riportano, in ordine alfabetico, gli argomenti dei volumi presenti in biblioteca. Cosi, ad esempio, se cerchi un libro sulla fisiologia del cervello lo potrai trovare sotto la lettera C sulla scheda intestata Cervello. Gli altri dati utili. Sulla scheda trovi anche altri dati che potrebbero interessarti: -Leventuale sottotitolo; -Gli eventuali altri autori. -Il luogo delledizione. -Leditore. -La data di edizione. -Il numero di pagine. -La presenza di illustrazioni. -Laltezza in centrimetri. -La collana.
Evaluare

Che tipi di giudizi pu riportare una scheda? Qual il criterio pi facile per scrivere una scheda. Scrivi una scheda.

Unitatea de nvare VIII Il questionario

Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Il questionario Linsieme di domande che compongono la parte centrale di unintervista o di uninchiesta prende il nome di questionario. Per realizzarlo si deve considerare che sono necessarie: Indagine su aspetti interiori ed esteriori (se si tratta di una persona, quindi di unintervista). Conoscenza nel contesto culturale delloggetto dellindagine ed individuazione di un obiettivo di base (se si tratta di un evento, di unopinione, di un comportamento, quindi di uninchiesta).

Che cosa necessario per fare un questionario? Inoltre deve contenere: Domande che presentano cosa, persona o fenomeno considerati (in unintervista). Domande relative a ambienti, persone e attivit relative alla persona intervistata (in unintervista). Domande relative allobiettivo proposto (in uninchiesta). Si richiede: Chiarezza e sintesi espressiva. Evaluare Che cosa deve contenere un questionario? Fai un un questionario ai tuoi colleghi.

Unitatea de nvare IX La recensione


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite;

- explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - aplicarea corespunztoare i transferul metodelor i tehnicilor elementare specifice redactrii de texte n limba italian; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Definizione della recensione Talvolta, come gi visto a proposito dei testi valutativi, e necessario elaborare un testo che contenga, in una forma molto sintetica, tutte le informazioni necessarie affinch il destinatario riesca a farsi una prima idea di cosa si tratta: un film, un libro, uno spettacolo, un disco, un nuovo gioco elettronico ecc. A questo fine si predispone un testo particolare che raccoglie il carattere succinto della scheda e lo unisce ad un particolare commento, molto sintetico, che riporti anche il giudizio personale del recensore. In questo modo si ottiene una recensione. Occasioni per recensire se ne presentano tutti i giorni, e tutte sono destinate ad un pubblico di lettori che desidera sapere se vale la pena di spendere soldi per un film, una videocassetta, un libro, una commedia, un ristorante, una ricetta ecc. Quindi la recensione un testo che contiene informazioni, ma anche spiegazioni e valutazioni. Lo schema generale di una recensione : Indicazione dei dati identificativi: autore, titolo, prezzo ed altro. Breve riassunto della trama e dei temi fondamentali. Interpretazione degli scopi dellopera. Giudizio personale.

Qual lo schema di una recensione? Esistono anche recensioni che, dando per scontati i dati identificativi, trascurano il titolo, lautore ecc. per inserire subito il commento critico. Esempi di recensioni Elinor Childe Streghe, Vittime e Regine critico: Oscar Mondadori, pp. 392, l. 12.000, in brossura, narrativa Gradimento lettori: Sotto lo pseudonimo di Elinor Childe si cela una studiosa della letteratura in lingua inglese che pare uscita dalle pagine di Barbara Pym. Stavolta ha abbandonato i prediletti intrecci che mimano con intelligenza quelli di unaltra Barbara, la Cartland, e si e inoltrata nei regni incantati delle tradizionali fiabe anglosassoni, rivisitate con candore e un pizzico di indispensabile ironia. Ha immaginato che otto cavalieri senza nome, individuati soltanto dai colore dei mantelli, si riuniscano in un cartello irlandese e, sotto la regia della misteriosa Maedb, sposa di Ailill, regian del Connach, colei che dona lebbrezza e il potere, comincino a narrare storie che hanno protagonista una donna, strega o regina, trionfante o sconfitta, amabile o crudele, dominatrice o perseguitata. La struttura e classica del genere: a chi avr raccontato la vicenda pi Giudizio

gradita a Maedb toccher una ricompensa segreta. Le saghe e le ballate celtiche, sapientemente riscritte, sono incantevoli. Evaluare Che tipo di testo la recensione? Che informazioni deve contenere la recensione? Fai la recensione del pi recente libro letto da te.

Unitatea de nvare X Lintervista


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - valorificare optim i creativ a propriului potenial n activitile cu caracter tiinific; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian.

Timpul alocat: 2 ore

In genere unintervista si svolge tra due persone: un intervistatore che pone delle domande ed un intervistato che risponde ad esse. Lintervista quindi inizialmente un testo orale, che viene poi trascritto per essere stampato. Prima di compiere unintervista, lintervistatore deve seguire alcune fasi preliminari di programmazione studiando uno schema generale, preparando delle domande che poi inserir nel testo finale scritto insieme alle riposte. Lintervista, come pratica conoscitiva, come sistema per avere informazioni, si diffondendo anche nella scuola, perch prevede comunque un lavoro di preparazione, di realizzazione e di lettura dei dati che produce spesso interessanti risultati didattici ed educativi in chi vi partecipa. La fase preparatoria prende avvio dalla progettazione delle domande, che nel complesso costituiscono un testo, chiamato questionario. Quindi, il questionario e un insieme di domande rivolte ad un preciso gruppo di persone o ad una persona sola su un determinato argomento (idee, eventi, opinioni ecc.).

Qual la fase preparatoria di unintervista ? Quando compaia anche la riposta, il testo diventa unintervista. Le domande si possono preparare soltanto quando si conosce bene largomento oggetto dellintervista. Devono sempre essere frutto di un atteggiamento garbato e lintervista deve sempre spiegare gli obiettivi, per non perdere il favore e la partecipazione dellintervistato. In genere vanno raccolte possibilmente con mezzi di registrazione, ma non vanno semplicemente trascritte parola per parola, bisogna tradurle nella lingua scritta, pero semplice e chiara. Quando con un questionario si presenta un personaggio o il suo pensiero, si pu parlare di intervista. Se invece si presentano le opinioni di pi persone sullo stesso argomento si compie uninchiesta. Lintervista una forma testuale in se, autonoma, che viene rivolta a personaggi della moda, dello sport, della cultura, della scienza ecc. Lorganizzazione dellintervista sempre strutturata come insieme di domande e riposte; queste ultime possono essere trascritte direttamente oppure in forma indiretta, riscritte cio parzialmente o totalmente dallintervistatore. In genere, precede lintervista una presentazione del personaggio e viene seguita da riflessioni e commenti. Durante lintervista possono talvolta emergere domande non previste; in tal caso spetta alla scelta dellintervistatore decidere se siano integrabili nellinsieme oppure no. Esempio di intervista Quella che segue una parte dellintervista esclusiva al leader libico Gheddafi pubblicata dal settimanale Panorama nel febbraio del 1997: Quando si dice i paradossi della storia. Dopo aver finanziato i movimenti terroristici di mezzo mondo, aver favorito le insurrezioni dallAsia allAfrica, aver armato Ira, Et, Fronte palestinese del rifiuto, allimprovviso il colonnello Muhammar Gheddafi scopre di essere lui stesso nel mirino dei guerriglieri: quelli dellIslam. Il terrorismo si ritorce per la prima volta contro di lui suo regime. A 55 anni, 27 dalla presa del potere a Tripoli, Gheddafi e in difficolt: stretto fra le sanzioni dellONU e loffensiva islamica, cerca di uscire dallisolamento trovando un uovo spazio politico nella lotta alla Jihad, la guerra santa islamica. Si erge a difensore dellOccidente, ultimo baluardo che impedisce la sbarco in Europa dei Kamikaze. Il proclama, a sorpresa, avviene sotto la tenda multicolore nel cuore del deserto della Grande Sirte. Il mondo occidentale sta sbagliando tutto. Se crollo io, il Mediterraneo

diverr un mare insicuro e l'Europa conterr i morti afferma Gheddafi in questa intervista esclusiva a Panorama, la prima dopo un lungo silenzio con i mass-media occidentali. Pur non rinunciando ai toni minacciosi, alla propaganda e agli slogan antiamericani, il colonnello apparso un uomo che cerca di costruire alleanze invece di distruggerle. Annuncia ufficialmente lapertura di relazioni diplomatiche con la Santa Sede. Spiega quali intese ha raggiunto con lEgitto e la Tunisia. Si dice pronto a tornare a investire in Italia anche se il contenzioso politicodiplomatico con e ancora risolto. Parla del suo diritto a dotarsi di qualsiasi arma, ma giura di non avere i missili a lunga gittata che possono colpire le coste italiane, cosi come invece sostiene lamministrazione americana. E soprattutto rivela le sconfitte politiche interne. Con unammissione amara: Sono un incompreso. Domanda. Il Ramadan, il mese del digiuno e della meditazione, e appena finito. Qual e la riflessione pi importante che ha fatto in questo periodo? Risposta. Sono sempre pi convinto che il fattore dinamico della storia sia quello nazionale e sociale e non, come alcuni pensano, quello economico. Dico di pi: il nazionalismo e pi forte della stesa religione, dellideologia e della forza militare. Prendiamo, per esempio, lUnione Sovietica, un impero instaurato su basi fortemente ideologiche. E stato sconfitto quando e tornato ad affermarsi il nazionalismo delle varie repubbliche. E ancora: ogni forma di unita basata sulla religione, lunita dei cristiani e dellIslam, andr a finire come lUnione Sovietica. Come vede lUnione europea, che non e basata sullideologia, sulla religione o sulla forza militare? La storia ci insegna che e inutile tentare di riunire pi collettivit nazionalistiche per formare uno stato unico. Basta lesempio dellex Jugoslavia. Non bisogna farsi illusioni: dopo la sua creazione anche lUnione europea sar travolta dai conflitti fra le varie nazionalit. Mi auguro solo che i singoli stati riescano a mantenere la loro unita interna. Vedo che in Italia Umberto Bossi evoca addirittura la separazione del Nord. Lunico paese che si oppone allunione e la Gran Bretagna e il futuro dar ragione a Londra. La verit che la Germania vuole guidare lEuropa. [...] Colonnello, come vuol, essere ricordato nei libri di istoria? Come un uomo che ha lavorato per gli altri e che ha pronosticato alcune verit che poi si sono realizzate. Anche se il mondo non mi ha compreso. [...] Evaluare Che tipo di forma testuale lintervista? Tra chi si svolge lintervista? Intervista il tuo collega sulle possibilit di lavorare in Italia.

Unitatea de nvare X Linchiesta


Obiective:
- cunoaterea i nelegerea adecvat a noiunilor redactrii de texte n limba italian; - utilizarea adecvat i exploatarea didactic a noiunilor redactrii de texte n limba italian n situaii bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor teoretice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - explicarea i interpretarea coninuturilor practice ale disciplinei redactrii de texte n limba italian n contexte bine definite; - aplicarea corespunztoare i transferul metodelor i tehnicilor elementare specifice redactrii de texte n limba italian; - aplicarea creativ-inovativ a instrumentelor de analiz n formularea de soluii la probleme tipice din domeniul redactrii de texte n limba italian; - reflecia critic i constructiv n asimilarea i aplicarea aparatului conceptual i metodologic specific redactrii de texte n limba italian; - manifestarea unor atitudini pozitive i responsabile fa de domeniul tiinific al redactrii de texte n limba italian; - cultivarea unui mediu tiinific centrat pe valori, relaii democratice i probitate tiinific; - valorificare optim i creativ a propriului potenial n activitile cu caracter tiinific; - sensibilizarea studenilor i crearea unei situaii de receptivitate astfel nct acetia s participe activ la propria dezvoltare profesional prin asimilarea metodelor i tehnicilor specifice civilizaiei i redactrii de texte n limba italian. Timpul alocat: 2 ore

Uninchiesta una specie di questionario rivolto a pi persone su un medesimo argomento. Le riposte al questionario sono quasi sempre molto sintetiche, spesso si richiede soltanto di segnare con una crocetta la riposta che interessa (ci si fa per facilitare e velocizzare la lettura dei dati) e, al contrario di quelle date in unintervista, non vengono inserite in un testo scritto discorsivo, ma vengono raccolte in dati e tabelle per essere poi oggetto di relazione e studio.

Che specie di questionario linchiesta ? Per fare uninchiesta si deve: Scegliere largomento. Scegliere lobiettivo. Scegliere lambito dellindagine anche a seconda dellargomento (la classe, le casalinghe, gli impiegati, i padroni di animali ecc.). Predisporre il questionario (ed anche i tempi oltre i quali non si deve andare per il suo completamento). Somministrare il questionario agli interessati. Raccogliere i risultati in dati e tabelle. Leggere ed interpretare i risultati, commentandoli e valutandoli. Esempio di inchiesta: Argomento: il tempo dei giovani tra i 14 e i 17 anni. Struttura: a. Obiettivo, argomento e motivazioni. Scoprire come ripartiscono il tempo a disposizione i giovani oggi. b. Inchiesta (composta da un questionario). Quanti anni hai? 14 15 16 17 Come trascorri il tempo libero? (indicare con un numero progressivo limportanza di ogni attivit): Televisione......Sport.......Passeggiate..........Videogiochi........ Altro (specificare).................. Quante e quali ore al giorno dedichi in media alla televisione? ...................................... Quante e quali ore al giorno dedichi in media allo sport? ...................................... Quante e quali ore al giorno dedichi in media alle passeggiate? ...................................... Quante e quali ore al giorno dedichi in media ai videogiochi? ...................................... Quante e quali ore al giorno dedichi in media al altre attivit? ..................................... c. Somministrazione del questionario. d. Tabelle di raccolta dati. e. Lettura dei dati (con lausilio di alcuni testi di statistica). In base ai dati raccolti sarebbe possibile esporre: Quale e la principale attivit dei giovani nel tempo libero. Quale posto occupa ogni attivit nella loro giornata. In quali fasce orarie si svolgono principalmente le attivit. Quale e la durata media delle varie attivit e quale la loro percentuale nel totale. E molti altri dati ancora. Evaluare A chi si rivolge linchiesta? Che cosa si deve fare prima di fare un inchiesta? Fai un inchiesta.

Tipuri de subiecte propuse pentru examen:


Subiectul nr. 1 1. Quali sono i testi di riscrittura? 2. Scrivi una domanda di impiego

Subiectul nr.2 1. Che deve contenere una scaletta? 2. Scrivi un saggio sulla giovent.

Bibliografie general
Cappelletti, Ermano, Levento del discorso, Talia Editrice, Roma, 1989 Debenedetti, G., I metodi attuali della critica in Italia, a cura di Maria Corti e Cesare Segre, Torino, ERI, 1970 Marchese Angelo, Letteratura italiana intertestuale. Storia e antologia, Casa Editrice G. D'Anna, Messina-Firenze, 1999 Petronio, Giuseppe e Masiello, Vitilio, La produzione letteraria in Italia. Storia. Testi. Contesti, Palumbo, Firenze, 1993 Clina, Nicoleta, Curs practic de italian cu note de stil, Editura Didactic i Pedagogic, Bucureti, 2000