Sunteți pe pagina 1din 315

MODULO 1

MODULUL 1

Sa incepem impreuna studiul limbii italiene. Pentru a va descurca mai usor, fiti atenti la
urmatoarele elemente de recunoastere : cuvintele in limba italiana sunt scrise cu
culoare neagra, pronuntia este marcata cu culoarea verde, iar traducerea in limba
romana este scrisa cu rosu. Caracterele distincte (literele scrise ingrosat) va arata unde
cade accentul in cuvant. Cuvintele scrise cursiv reprezinta explicatiile care va vor usura
studiul. Aceste explicatii trebuie urmarite cu atentie si respectate.

LECTIA 1
Partea 1
Mai ales cnd v spunei datele personale sau cnd trebuie completate
formulare, dar i n viaa cotidian, vi se poate cere s v spunei numele pe litere.
Pentru acest lucru, trebuie s tii alfabetul italian.

LALFABETO ITALIANO lalfabeto italiano - ALFABETUL ITALIAN
A [a]
B [bi]
C [ci]
D [di]
E [e]
F [effe]
G [gi]
H [acca]
I [i]
L [elle]
M [emme]
N [enne]
O [o]
P [pi]
Q [cu]
R [erre]
S [esse]
T [ti]
U [u]
V [vi, vu]
Z [zeta]
J [i lunga]
K [kappa]
Y [i greca]
W [doppia vu]
X [icasse]

Exemplu : ADELA POPESCU
A, di, e, elle, a
Pi, o, pi, e, esse, ci, u
Acum repetati alfabetul si exercitiul dat.
1


Vom vedea acum unele caracteristici ale limbii italiene. Urmariti cu atentie explicatiile
si exercitiile :

SEMNE ORTOGRAFICE
L ACCENTO lacento - ACCENTUL
n limba italian fiecare cuvnt - format din mai multe silabe - are o silab
accentuat. Aceasta se numete silab accentuat sau tonic. Cel mai multe cuvinte se
accentueaz pe penultima silab i n mai mic parte pe ultima silab sau pe oricare
alt silab. Cnd nvai cuvintele fii foarte ateni la poziia accentului, fiindc
schimbarea locului su poate modifica i nelesul cuvntului.
Accentul este de dou feluri: tonic i grafic.
1. Accentul tonic laccento tonico (lacento tonico) marcheaz silaba care se
pronun mai intens. n funcie de locul accentului tonic, deosebim urmtoarele
categorii de cuvinte:
- parole piane (parole piane), cuvinte n care accentul cade pe penultima silab.
Aceste cuvinte constituie majoritatea n limba italian:

Bambino Bambino Copil
Ospedale Ospedale Spital
Madre Madre Mam
Lavoro Lavoro Servici, munc


- parole sdrucciole (parole sdruciole), cuvinte care au accentul pe cea de-a treia silab
de la sfrit.
Exemplu: albero albero copac, arbore


2
L APOSTROBO LAPOSTROBO - APOSTROFUL :
l italiano litaliano - italianul
l ora lora - ora

COME SI PRONUNCIA COME SI PRONUNCIA - CUM SE PRONUNTA :
Vocalele :
A albero albero copac; aprire aprire a deschide
E erba erba - iarb
I italiano italiano - italian
O orologio orologio - ceas
U uno uno - unu

Consoanele :
S - se pronunta (s) cand este la inceputul cuvantului sau cand se afla intre o
vocala si o consoana
Ex : sono sono - sunt
Pensare pensare a gndi
Scolaro scolaro colar, elev


S - se pronunta (z) cand este intre doua vocale
Ex : La rosa nel vaso. la roza nel vazo trandafirul din vaz
Il viso di Laura. il vizo di Laura faa / figura Laurei
Il naso di Maria. il nazo di Maria nasul Mariei

SS - se pronunta (s)
Ex : La professoressa osserva. la profesoresa oserva profesoara observ
Un fiore rosso. un fiore roso o floare roie

3
Z - se pronunta (dz)
Ex : Lo zio e la zia. lo dzio e la dzia unchiul i mtua
La zebra allo zoo. la dzebra alo dzo zebra la zoo
Il titolo della lezione. il titolo dela ledzione titlul leciei

ZZ - se pronunta ()
Ex : Il ragazzo e la ragazza. il ragao e la ragaa biatul i fata
Il prezzo del libro. il preo del libro preul crii

Gli - se pronunta (li)
Ex : Gli occhi del coniglio. li ochi del conilio ochii iepurelui
La mia famiglia. la mia familia familia mea

Gn - se pronunta (ni)
Ex : La spugna alla lavagna. la spunia ala lavania buretele de la tabl
La finestra del bagno. la finestra del banio fereastra de la baie



Sci - se pronunta (i)
Ex : La sciarpa di Michele. la iarpa di Michele pantoful lui Michele
Il colore dell asciugamano. il colore del aiugamano culoarea prosopului


Sce - se pronunta (e)
Ex : Il pesce nel ruscello. il pee nel ruelo petele din ru
La scena del teatro. la ena del teatro scena teatrului


4
Q - se pronunta (k)
Ex : Il quadro sulla parete. il cuadro sula parete tabloul de pe perete
Il libro qui. il libro e cui cartea este aici
Il quaderno sul banco. il cuaderno sul banco caietul de pe banc
Questo bambino cuesto bambino acest copil
Quella bambina. cuela bambina copila aceea

ATENIE !
Dup litera q urmeaz ntotdeauna vocala u .

H - nu se pronun

Ex : Io ho un fiore. io o un fiore eu am o floare
Maria ha due libri. Maria a due libri Maria are dou cri
I bambini hanno una nonna. I bambini ano una nona - copiii au o bunic

Repetati tot ceea ce ati studiat pana acum. Este important sa nu incepeti studierea altor
notiuni pana cand cele anterioare nu au fost bine intelese.











5
Partea a 2-a
Tinand cont de cele invatate anterior, putem trece la urmatoarele notiuni. Trebuie sa
acordati multa atentie urmatoarelor notiuni, deoarece ele nu au corespondent in limba
romana. De exemplu, in limba romana nu exista consoane duble.

CONSOANELE DUBLE :
Doua consoane la fel se numesc consoane duble. Ele se pronunta dublu, citind o
singura data litera, dar insistand ca pentru doua litere diferite.
Ex : La mamma e il babbo. la mama e il babo mmica i tticul
La penna nell astuccio. la pena nel astucio stiloul din penar
La cattedra gialla. la catedra giala catedra galben

GRUPURI DE SUNETE :
Grupurile de sunete CE, CI, GE, GI, CHE, CHI, GHE, GHI se pronunta la fel ca in
limba romana.
Gli amici dei bambini giocano nel giardino. Li amici dei bambini giocano nel giardino.
Prietenii copiilor se joac n grdin

Loro mangiano un gelato dolce. Loro mangiano un gelato dolce.
Ei mnnc o ngheat dulce

Le arancie e le ciliegie sono buone. Le arance e le ciliege sono buone
Portocalele i cireele sunt bune

I bambini portano dai boschi dei funghi e delle margherite bianche.
I bambini portano dai boschi dei funghi e dele margherite bianche.
Copiii aduc din pdure ciuperci i margarete albe

6
I giochi sul ghiaccio sono belli. I giochi sul ghiacio sono beli
Jocurile pe ghea sunt frumoase

Le maniche delle giacche sono lunghe. Le maniche dele giache sono lunghe.
Mnecile hainelor sunt lungi


ACCENTUL (PRONUNTAT SI GRAFIC) :

In limba italiana accentul poate cadea pe una din ultimele patru silabe dintr-un
cuvant. La cele mai multe cuvinte accentul cade pe penultima silaba.
Accentul grafic (care se noteaza in scris) nu exista in limba romana. In limba italiana
el se noteaza, de obicei, de la stanga la dreapta (accentul grav), dar exista si cuvinte pe
a caror ultima litera accentul se pune de la dreapta la stanga (accentul ascutit).
Litera pe care este notat acest accent se pronunta intotdeauna accentuat (apasat).


Ex : Perch ? perche de ce ?
Le attivit dei bambini. le ativita dei ragai activitile copiilor
Le case della citt. le caze dela cita casele din ora
Il banco l. il banco e la banca este acolo
Anna mi d una mela. Ana mi da una mela Ana mi d un mr
Sono gi le ore otto. sono gia le ore oto este deja ora opt
Bevi un t ? bevi un te bei un ceai ?





7
ELIZIUNEA :

Eliziunea este eliminarea unei vocale din fata altei vocale. Vocala eliminata este
inlocuita cu apostrof ().

ATENTIE !
Nu confundati accentul cu apostroful !

Ex : I giorni dell anno. I giorni del ano zilele anului
( I giorni dello anno).
L albero e l erba. lalbero e lerba copacul i iarba
( Lo albero e la erba).
L occhio e l orecchia. lochio e lorechia ochiul i urechea
(Lo occhio e la orecchia).
Il canto dell uccello. il canto del ucelo cntecul psrii
(Il canto dello uccello).



ATENTIE !

In cazul formei a verbului essere scrisa la inceputul unei fraze, cu litera mare,
accentul se inlocuieste uneori cu apostrof.
Ex : La mela dolce. la mela e dolce mrul este dulce
E dolce la mela. e dolce la mela este dulce mrul





8

Lectia 2

Partea 1
Vom invata impreuna formulele de salut.

I SALUTI (FORMULE DE SALUT) :

de la ora 7 a. m. pana la ora 16. 00:
Buon giorno! buon giorno bun ziua

de la ora 16.00 pana la ora 18.00:
Buona sera! buona sera bun seara

la despartire, de la ora 18.00 pana la ora 23.00:
Buona notte! buona note noapte bun

la intoarcere dintr-o calatorie:
Bentornato! / Bentornata! bentornato / bentornata bine ai venit

la telefon se raspunde:
Pronto! pronto - Alo!






9

In limba italiana se folosesc foarte mult in viata de zi cu zi urmatoarele fraze. Le puteti
folosi si atunci cand faceti cunostinta cu cineva, dar si atunci cand purtati o
conversatie obisnuita

FRAZE UZUALE:
Come stai? come stai - Ce mai faci?
Grazie, bene, e tu? - graie, bene, e tu - Multumesc bine, dar tu?

Grazie mille! graie mile
} = mii de multumiri!
Mille grazie! mile graie


Per piacere per piacere
Per favore - per favore } = va rog, te rog
Per cortesa per cortezia

S - si - da
No no - nu

Certo certo
} = desigur
Certamente - certamente

Per nulla per nula
} = in nici un caz
In nessun modo in nesun modo
10
Buon appetito! buon apetito - Pofta buna!
Grazie, altrettanto! graie, altretanto - Multumesc la fel!

E permesso? e permeso - E voie?
Posso entrare? poso entrare - Pot sa intru?
Prego, si accomodi. prego, si acomodi - Va rog, luati loc.

Auguri! auguri - Felicitari!
Tanti auguri! tanti auguri - Multe felicitari!
I miei migliori auguri! I miei miliori auguri - Va felicit din suflet!

Repetati tot ceea ce ati invata pana acum. Daca este nevoie, reluati aceasta parte pana
cand sunteti convins ca ati retinut aproape tot. Va recomandam sa reluati aceasta parte
dupa cateva zile, pentru a verifica daca ati retinut o cantitate suficienta de informatie.


Iata cum ne prezentam. Aceste fraze se pot folosi in toate situatiile, inclusiv la locul de
munca (atunci cand veti face cunostinta cu colegii, cu medicii etc.)>

PREZENTARE (intrebari si raspunsuri):
Come ti chiami? come ti chiami - Cum te numesti?
Come si chiama? come si chiama - Cum va numiti (dvs)?
Io mi chiamo - io mi chiamo - Eu ma numesc
Il mio nome - il mio nome e - Numele meu este
Io sono - io sono - Eu sunt



11
Partea a 2-a
Acum vom invata sa numaram de la 1 la 100. Repetarea trebuie facuta dupa fiecare
numar :

NUMERALUL (1 100):
1 uno - uno
2 due - due
3 tre - tre
4 quattro - cuatro
5 cinque - cincue
6 sei - sei
7 sette - sete
8 otto - oto
9 nove nove
10 dieci - dieci
11 undici - undici
12 dodici - dodici
13 tredici - tredici
14 quattordici cuatordici
15 quindici - cuindici
16 sedici - sedici
17 diciasette - diciasete
18 diciotto - dicioto
19 dicianove - dicianove
20 venti - venti
21 ventuno - ventuno
22 ventidue - ventidue
23 ventitr - ventitre
12
24 ventiquattro - venticuatro
25 venticinque - venticincue
26 ventisei - ventisei
27 ventisette - ventisete
28 ventotto - ventoto
29 ventinove - ventinove
30 trenta - trenta
31 trentuno - trentuno
32 trentadue - trentadue
33 trentatr - trentatre
34 trentaquattro - trentacuatro
35 trentacinque - trentacincue
36 trentasei - trentasei
37 trentasette - trentasete
38 trentotto - trentoto
39 trentanove - trentanove
40 quaranta - cuaranta
41 quarantuno - cuarantuno
42 quarantadue - cuarantadue
43 quarantatr - cuarantatre
44 quarantaquattro - cuarantacuatro
45 quarantacinque - cuarantacincue
46 quarantasei - cuarantasei
47 quarantasette - cuarantasete
48 quarantotto - cuarantoto
49 quarantanove - cuarantanove
50 cinquanta - cincuanta
51-cinquantuno - cincuantuno
13
52-cinquantadue - cincuantadue
53-cinquantatre - cincuantatre
54- cinquantaquattro - cincuantacuatro
55-cinquantacinque - cincuantacincue
56-cinquantasei - cincuantasei
57-cinquantasette - cincuantasete
58-cinquantotto - cincuantoto
59-cinquantanove - cincuantanove
60-sessanta - sesanta
61-sessantuno - sesantuno
62-sessantadue - sesantadue
63-sessantatre - sesantatre
64-sessantaquattro - sesantacuatro
65-sessantacinque - sesantacincue
66-sessantasei - sesantasei
67-sessantasette - sesantasete
68-sessantotto - sesantoto
69-sessantanove - sesantanove
70-settanta setanta
71-settantuno - setantuno
72-settantadue - setantadue
73-settantatre - setantatre
74-settantaquattro - setantacuatro
75-settantacinque - setantacincue
76-settantasei - setantasei
77-settantasette - setantasete
78-settantotto - setantoto
79-settantanove - setantanove
14
80-ottanta - otanta
81-ottantuno - otantuno
82-ottantadue - otantadue
83-ottantatre - otantatre
84-ottantaquattro - otantacuatro
85-ottantacincue - otantacincue
86-ottantasei - otantasei
87-ottantasette - otantasete
88-ottantotto - otantoto
89-ottantanove - otantanove
90-novanta novanta
91-novantuno - novantuno
92-novantadue - novantadue
93-novantatre - novantatre
94-novantaquattro - novantacuatro
95-novantacinque - novantacincue
96-novantasei - novantasei
97-novantasette - novantasete
98-novantotto - novantoto
99-novantanove - novantanove
100-cento - cento







15
Lectia 3

Partea 1
In orice limba straina avem nevoie de verbele de baza pentru a formula macar
propozitii simple :
VERBELE DE BAZA:

ESSERE - ESERE - A FI
Io sono io sono - eu sunt
Tu sei - tu sei - tu esti
Lui - lui e - el este
Lei lei e - ea este
Noi siamo noi siamo - noi suntem
Voi siete voi siete - voi sunteti
Loro sono loro sono ei/ele sunt


AVERE AVERE A AVEA
Io ho io o eu am
Tu hai tu ai tu ai
Lui ha lui a el are
Lei ha lei a ea are
Noi abbiamo noi abiamo noi avem
Voi avete voi avete voi avei
Loro hanno loro ano ei / ele au
16

ATENTIE !
- e = este
e - e = i

ho o = (eu) am
o - o = sau

hanno - ano = (ei) au
anno - ano = an (calendaristic)

PRONUMELE PERSONAL
Io io = eu
Tu tu = tu
Lui; esso - lui, eso = el
Lei; essa - lei, esa = ea
Noi - noi = noi
Voi - voi = voi
Loro; essi - loro, esi = ei / ele

ATENIE !
Pronumele Lei este folosit i ca pronume de politee i este nsoit de verb la
persoana a III-a singular. n aceast situaie, Lei (=dumneavoastr) se scrie cu liter
mare, indiferent unde s-ar afla n propoziie.
Cnd lei = ea, se scrie cu liter mic.
Ex.: Come si chiama Lei ? - Come si chiama lei ?
Cum v numii Dvs. ?
Hai visto lei ultimamente ? - Ai visto lei ultimamente ?
Ai vzut-o pe ea n ultimul timp ?

17
Partea a 2-a
Un alt element important de care avem nevoie este articolul. Articolul are in limba
italiana un rol mai important decat in limba romana. Atentie la explicatiile date,
acestea sunt complete si fac comparatie cu limba romana chiar daca nu va mai
amintiti cunostintele invatate in scoala, aceste explicatii va vor ajuta sa vi le
reimprospatati
ARTICOLUL (LARTICOLO)

n limba italian, articolul st n faa substantivului sau a grupului substantival
determinat.
Articolul hotrt (larticolo determinativo) se folosete pentru a indica un obiect
bine definit sau deja cunoscut.

Mai precis, n limba italian articolul hotrt se folosete cu:
- substantivele care indic fiine sau lucruri deja cunoscute:
Ha telefonato il nonno a telefonato il nono
(A telefonat bunicul.)
Quando vieni portami il giornale. cuando vieni portami il giornale
(Cnd vii, adu-mi ziarul.)

- substantivele care indic obiecte unice n natur:
Il sole bruccia la sabbia. il sole brucia la sabia
(Soarele arde nisipul.)


- substantivele care indic un concept abstract:
La ragione ci consente di distinguere il bene dal male.
La ragione ci consente di distinguere il bene dal male
(Raiunea ne permite s facem distincia ntre bine i ru.)

18
- substantivele folosite pentru a indica o categorie, un tip, o specie sau un
ansamblu:
I ragazzi (ogni ragazzo, tutti i ragazzi) devono praticare qualche sport.
I ragai (oni ragao, tuti i ragai) devono praticare cualche sport
(Bieii fiecare biat, toi bieii- trebuie s practice un sport.)

Il cavallo (ogni cavallo) un quadrupede.
Il cavalo (oni cavalo) e un cuadrupede.
(Calul fiecare cal- este un patruped.)

Formele articolului hotrt n limba italian depind de iniiala cuvntului care
urmeaz imediat dup articol (pentru c substantivul nsoit de articol poate fi
nsoit i de ali determinani).

Folosim:
- articolele il (sg.) i (pl.), cnd substantivul determinat este de genul masculin,
iar cuvntul care urmeaz dup articol ncepe cu o consoan (care este alta
dect s+consoan x, y, z sau grupurile consonantice gn, pn, ps, sc):
il bambino i bambini il bambino I bambini
(copilul copiii)

il bravo scolaro i bravi scolari il bravo scolaro I bravi scolari
(elevul bun elevii buni)

il nonno i nonni il nono I noni (bunicul bunicii)

il materasso i materassi il materaso I materasi (salteaua saltelele)

19
- articolele lo (sg.) gli (pl.), cnd substantivul determinat este de genul
masculin, iar cuvntul care urmeaz ncepe cu s+consoan, x,y,z, gn, pn, ps,
sc sau cu semivocalele i sau j:
lo sbaglio gli sbagli lo sbalio li sbali
(greeala greelile)

lo xilofono gli xilofoni lo silofono li silofoni
(xilofonul xilofoanele)

lo yogurt gli yogurt lo iogurt - li iogurt
(iaurtul iaurturile)

lo zio gli zii lo dzio li dzii
(unchiul unchii)

lo psicologo gli psicologi lo psicologo li psicologi
(psihologul psihologii)

lo pneumatico gli pneumatici lo pneumatico li pneumatici
(pneul pneurile)

lo sciatore gli sciatori lo iatore li iatori
(schiorul schiorii)

lo jugoslavo gli jugoslavi lo iugoslavo li iugoslavi
(iugoslavul iugoslavii)

n faa unui cuvnt care ncepe cu o vocal, articolul lo devine l:
Lospite gli ospiti lospite li ospiti (musafirul musafirii)

20
- articolele la/l (sg.) le (pl.), cnd substantivul determinat este de genul
feminin:
la casa le case la caza le caze
(casa casele)

lamica le amiche lamica le amiche
(prietena prietenele)

Articolul nehotrt (larticolo indeterminativo) introduce substantivul la
care se refer, lsndu-l pe un plan de generalitate i indeterminare:

Quando vieni portami un giornale (un giornale qualsiaisi).
Cuando vieni, portami un giornale (un giornale cualsiazi)
(Cnd vii, adu-mi un ziar un ziar oarecare.)
n limba italian, articolul nehotrt are forme numai pentru singular. Se
acord n gen i numr cu substantivul la care se refer, prezentnd forme diferite
n funcie de iniiala cuvntului care urmeaz dup el.
Folosim:
- articolul un, cu substantivele de gen masculin, atunci cnd cuvntul care
urmeaz ncepe cu o consoan (care este alta dect s+ consoan, x, y, z sau
grupurile consonantice gn, pn, ps, sc), sau o vocal:
un amico - un amico (un prieten)

un ottimo strumento - un ottimo strumento (un instrument foarte bun)

un ragazzo - un ragao (un biat)




21
- articolul uno, cnd substantivul determinat este de genul masculin, iar cuvntul
care urmeaz ncepe cu s+consoan, x,y,z, gn, pn, ps, sc sau cu semivocalele i
sau j:

uno sbaglio uno sbalio o greeal
uno xilofono uno silofono un xilofon
uno zio uno dzio un unchi

uno studente uno studente un student
uno pneumatico uno pneumatico un cauciuc
uno psicologo uno psicologo un psiholog
uno jugoslavo uno iugoslavo un iugoslav



- articolul una devine un nainte de vocal, cnd substantivul determinat este de
genul feminin:

una ragazza una ragaa o fat
una jugoslava una iugoslava o iugoslav
unamica - unamica - o prieten
unattenta lettura - unatenta letura - o lectur atent








22
ATENIE !
La plural, sensul de generalitate, de indeterminare, se exprim cu ajutorul:
- formelor dei, degli, delle:

Sono sorte delle difficolt. sono sorte dele dificolta
(Au aprut nite dificulti.)


- adjectivelor qualche (+singular), alcuni, alcune:

Ho ancora qualche dubbio. o ancora cualche dubio
(nc mai am nite dubii.)

Partir fra alcuni giorni. partiro fra alcuni giorni
(Voi pleca peste cteva zile.)


- folosind substantivul la plural, fr nici o indicaie:
Sono sorte difficolt. sono sorte dificolta
(Au aprut dificulti.)











23
Lectia 4
Partea 1

Urmariti cu atentie, in continuare, completarile la ceea ce ati studiat pana acum.
Repetati frazele in limba italiana.


Articolul partitiv (larticolo partitivo) nsoete un substantiv cantitativ,
indicnd o parte nedeterminat dintr-un ntreg divizibil.


Articolul partitiv se formeaz prin unirea articolului determinativ cu
prepoziia di; prin urmare, articolul partitiv este reprezentat de formele
articulate ale prepoziiei di: del, dello, della, dei, degli, delle.

La singular, articolul partitiv este echivalent, ca sens, cu expresiile
un po di - un po di - (un pic de)

una certa quantit di - una certa cantita di - (o anumit cantitate de)

un certo numero di - un certo numero di - (un anumit numr de).

Expresia italian compus din articol partitiv la singular + substantiv se traduce n
romn, n funcie de context, prin expresii de tipul: un pic de, puin, ctva, nite +
substantiv nearticulat la singular.

Dammi del pane. dami del pane
(D-mi nite / puin / un pic de pine.)

Compra dello zucchero. compra delo dzuchero
(Cumpr nite zahr.)

La plural, articolul partitiv nlocuiete pluralul articolului nehotrt un, absent n
limba italian.
24

Expresia italian compus din articol partitiv la plural + substantiv se traduce n
romn prin expresii de tipul civa, cteva, nite + substantiv nearticulat la
plural:
Abbiamo degli ospiti. abiamo deli ospiti
(Avem civa / nite oaspei.)

Ci sono delle novit. ci sono dele novita
(Exist cteva / nite nouti)





















25
Partea a 2-a
In continuare vom vedea o problem de gramatic fr corespondent in gramatica
romn, i anume prepoziiile articulate. Atenie la reguli i, mai ales, la folosire:

PREPOZIIILE ARTICULATE

(LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE)


Atunci cnd este precedat de una din prepoziiile di, a da, in, su, n limba
italian, articolul hotrt se unete cu prepoziia respectiv ntr-un singur cuvnt,
dnd natere aa-numitor prepoziii articulate.

n form simpl, trebuie s reinem c:
- prepoziia di specific substantivul care urmeaz n sensul cel mai larg al
cuvntului, indicnd apartenena, denumirea, argumentul, rasa, tipul, calitatea
etc.

Che splendore di ragazza ! che splendore di ragaa
(Ce splendoare de fat !)

Ho comprato un libro di filosofia. o comprato un libro di filozofia
(Am cumprat o carte de filozofie.)

Oggi fa meno caldo di ieri. ogi fa meno caldo di ieri
(Azi este mai puin cald dect ieri.)

- prepoziia a indic direcia unei micri reale sau imaginare sau punctul de
sosire al unei micri.
La mia famiglia vive a Craiova. - la mia familia vive a Craiova
(Familia mea triete la Craiova.)
26

Non vengo al cinema con voi. non vengo al cinema con voi
(Nu vin la cinema cu voi.)

Porta la pipa al nonno. porta la pipa al nono
(Du-i pipa bunicului.)

- prepoziia da indic originea, proveniena, calitatea permanent, separarea i
ndeprtarea, fie real, fie imaginar.
Lo zio tornato da Roma ieri. lo dzio e tornato da Roma ieri
(Unchiul s-a ntors de la Roma ieri.)

Ho conosciuto una ragazza dagli occhi azzuri.
O conoiuto una ragaa dali ochi adzuri.
(Am cunoscut o fat cu ochi albatri.)

Paolo lodato da tutti. Paolo e lodato da tuti
(Paolo este ludat de toi.)

La terra illuminata dal sole. la tera e iluminata dal sole
(Pmntul este luminat de soare.)









27
Formele prepoziiilor articulate

DI
Di + il = del

Il libro del ragazzo il libro del ragao (Cartea biatului)

Di + lo = dello

Il libro dello scolaro il libro delo scolar (Cartea elevului)

Di + l = dell

Il colore dellargento il colore del argento (Culoarea argintului)

Di + i = dei

I libri dei ragazzi I libri dei ragai (Crile bieilor)

Di + gli = degli

I libri degli scolari I libri deli scolari (Crile elevilor)


Di + la = della

Il libro della scolara il libro dela scolara (Cartea elevei)


Di + le = delle

I libri delle scolare I libri dele scolare (Crile elevelor)


28
A
A + il = al

Al medico al medico (medicului)

A + lo = allo

Allo scolaro alo scolaro (elevului)

A + l = all

Allargento al argento (argintului)

A + i = ai

Ai ragazzi ai ragai (bieilor)

A + gli = agli

Agli scolari ali scolari (elevilor)


A + la = alla

Alla scolara - ala scolara (elevei)

A + le = alle

Alle scolare ale scolare (elevelor)





29
IN
In + il = nel

Nel sacco nel saco (n saco)


In + lo = nello

Nello studio nelo studio (n birou)


In + l = nell

Nellarmadio nel armadio (n ifonier)


In + i = nei

Nei sacchi nei sachi (n sacoe)

In + gli = negli

Negli armadi neli armadi (n ifoniere)


In + la = nella

Nella borsa nela borsa (n geant)


In + le = nelle

Nelle borse nele borse (n geni)

30
SU

Su + il = sul
Sul banco sul banco (pe banc)

Su + lo = sullo

Sullo studio sulo studio (pe birou)

Su + l = sull

Sullasfalto sul asfalto (pe asfalt)

Su + i = sui

Sui banchi sui banchi (pe bnci)

Su + gli = sugli

Sugli stadi suli stadi (pe stadioane)


Su + la = sulla

Sulla tavola sula tavola (pe mas)

Su + le = sulle

Sulle tavole sule tavole (pe mese)






31
DA
Da + il = dal
Dal cinema - dal cinema (de la cinema)

Da + lo = dallo
Dallo spettacolo - dalo spetacolo (de la spectacol)

Da + l = dall
Dallufficio - dal uficio (de la serviciu)


Da + i = dai
Dai nonni - dai noni (la bunici)

Da + gli = dagli
Dagli stadi dali stadi (de la stadioane)

Da + la = dalla
Dalla nonna dala nona (la bunica)


Da + le = dalle
Dalle amiche dale amiche (la prietene)








32
Atenie !
1. Prepoziia da indic micarea dinspre sau ctre o persoan
Vado dal medico, dalla nonna etc. vado dal medico, dala nona
(Merg la medic, la bunica etc.)
Vengo dallo spettacolo vengo dalo spetacolo
(Vin de la spectacol)
2. Vedo Maria vedo Maria
(O vd pe Maria)
n acest caz cuvntul pe nu se traduce





















33
Lectia 5

Partea 1
In continuare vom studia substantivele din limba italiana, atat din punct de vedere
teoretic gramatical, cat si din punct de vedere practic. Dvs. Va trebui sa le puteti
folosi in propozitii de sine statatoare, independent de functia lor teoretica. Cu alte
cuvinte, invatati niste notiuni in anumite contexte, dar trebuie sa le puteti folosi si in
fraze construite de dvs.


SUBSTANTIVUL (IL NOME)

Substantivul este partea de vorbire care denumete fiine, lucruri, fenomene ale
naturii etc.

I. GENUL SUBSTANTIVELOR

Spre deosebire de limba romn, care are trei genuri (feminin, masculin,
neutru), limba italian are doar dou genuri: masculin i feminin.
Elementele care ne ajut s determinm genul unui substantiv n limba italian
sunt sensul i desinena (terminaia).
n funcie de sens, sunt de genul masculin substantivele care denumesc:
- fiine de sex masculin:

lo scrittore lo scritore (scriitorul)
il padre il padre (tatl)

luomo luomo (brbatul)
il gatto il gato (pisoiul)



34
- copaci, pomi fuctiferi:
il ciliegio il ciliegio (cireul)
il melo - il melo (mrul)
il pino - il pino (pinul)
il pioppo - il piopo (plopul)
lulivo - lulivo (mslinul)


EXCEPIE -sunt feminine:
la vite - la vite (via de vie)
la palma - la palma (palmierul)

- metale i elemente chimice:
loro - loro (aurul)
largento largento (argintul)
il ferro - il fero (fierul)
il bronzo - il brondzo (bronzul)
lossigeno - losigeno (oxigenul)
lidrogeno lidrogeno (hidrogenul)
luranio luranio (uraniul)

- lunile anului i zilele sptmnii:
lagosto - lagosto (luna august)
il dicembre il dicembre (luna decembrie)

il lunedi il lunedi (ziua de luni)
il sabato il sabato (ziua de smbt)



35
EXCEPIE este feminin:
la domenica la domenica (ziua de duminic)

- muni, mri, fluvii i lacuri:
i Carpazi I Carpai (munii Carpai)
gli Appennini - li Apenini (munii Apenini)
il Mediterraneo il Mediteraneo (marea Mediteran)
lo Jonio - lo Ionio (marea Ionic)
lAtlantico - latlantico (oceanul Atlantic)
il Po - il Po (fluviul Po)
il Tevere il Tevere (fluviul Tevere)
il Tamigi il Tamig i(Tamisa)
il Danubio il Danubio (Dunrea)

EXCEPIE sunt feminine:
le Alpi - le Alpi (munii Alpi)
le Ande - le Ande (munii Anzi)
la Senna - la Sena (fluviul Sena)
la Loira - la Loira (fluviul Loara).

- punctele cardinale:
il Nord (il Settentrione) il nord, il setentrione
il Sud (il Mezzogiorno, il Meridione) il sud, il medzogiorno, il meridione
lEst (il Levante, lOriente) lest, il levante, loriente
lOvest (lOccidente) lovest, locidente





36
Sunt de genul feminin substantivele care denumesc:
- fiine de gen feminin:
la madre la madre (mama)
la scrittrice la scritrice (scriitoarea)
la donna la dona (femeia)
la gatta la gata (pisica)
la leonessa la leonesa (leoaica)

- fructe:
la pera la pera para
larancia larancia portocala
la banana la banana banana
la pesca - la pesca piersica
la ciliegia la ciliegia cireaa

EXCEPIE sunt masculine:
il limone il limone lmia
il mandarino il mandarino - mandarina

- tiine i noiuni abstracte:
la matematica la matematica (matematica)
la chimica la chimica (chimia)
lastronomia lastronomia (astronomia)
la psicologia la psicologia (psihologia)
la biologia la biologia (biologia)
la linguistica la linguistica (lingvistica)
la bont la bonta (buntatea)
la giustizia la giustiia (dreptatea)
la pace la pace (pacea)

37
- state i regiuni:
lItalia litalia - Italia
la Francia - la francia - (Frana)
la Spagna la spania - (Spania)
la Toscana - la toscana - (provincia Toscana)
la Calabria - la calabria - (provincia Calabria)


EXCEPIE sunt masculine:
il Belgio il belgio (Belgia)
il Per il peru (Peru)
lEgitto legito (Egiptul)
gli Stati Uniti li stati uniti (Statele Unite)
il Piemonte il piemonte (provincia Piemonte)
il Friuli il friuli (provincia Friuli)
il Lazio il laio (provincia Lazio).














38
Partea a 2-a
Daca ati memorat informatiile anterioare, puteti trece la urmatoarea etapa. Este
important sa invatati cuvintele, pentru ca va trebui sa le puteti folosi si dvs. In alte
contexte
- continente, orae i insule:
lEuropa - leuropa
lAsia - lasia
la Milano la milano
la Tokio la tochio
la Sicilia la sicilia
la Sardegna - la sardenia (provincia Sardinia)

EXCEPIE sunt masculine:
il Cairo il cairo (oraul Cairo)
il Madagascar il madagascar (insula Madagascar).

Dup desinen, sunt de genul masculin:
- substantivele terminate n o:
il libro il libro (cartea)
il quadro il cuadro (tabloul)
il treno il treno (trenul)
il prezzo il preo (preul)
il discorso il discorso (discuia)

EXCEPIE sunt feminine:
la mano la mano (mna)
la radio la radio (radioul)
la moto la moto (motocicleta)
la foto la foto (fotografia)
lauto lauto (automobilul).

39
- substantivele terminate n consoan:
il bar il bar (barul)
il film - il film (filmul)
il tram il tram (tramvaiul)
il gas il gas (gazul)
il computer il computer (computerul)
lo sponsor lo sponsor (sponsorul)
lo slogan lo slogan (sloganul)
lananas lananas (ananasul)

EXCEPIE sunt feminine:
la star la star (vedeta)
la miss. la mis

- numeroase substantive terminate n e:
il mare il mare (marea)
il dente il dente (dintele)
il piede il piede (laba piciorului)
il fiume il fiume (fluviul)
lamore lamore (dragostea)

Sunt de genul feminin:
- substantivele terminate n a:
la casa la caza (casa)
la sedia la sedia (scaunul)
la luna la luna (luna)
la terra la tera (pmntul)



40
EXCEPIE sunt masculine:
1. unele substantive de origine greac, terminate n ma:
il poema il poema (poemul)
il problema il problema (problema)
il teorema il teorema (teorema)
il diploma il diploma (diploma)
il dramma il drama (drama)
lo stemma lo stema (stema, emblema)

2. substantivele :
il pigiama il pigiama (pijamaua)
il nulla il nula (nimicul)

3. unele substantive proprii: Luca, Andrea, Cosma, Barnaba etc.
- substantivele terminate n i:
la crisi la crizi (criza)
lanalisi lanalizi (analiza)
la tesi la tezi (teza)

la sintesi la sintezi (sinteza)
loasi - loazi(oaza)

EXCEPIE sunt masculine:
il brindisi il brindizi (toastul)
il bisturi il bisturi (bisturiul)
lalibi lalibi (alibiul).




41
- numeroase substantive terminate n e:
la nave la nave (nava)
la neve la neve (zpada)
la notte la note (noaptea)
la chiave la chiave (cheia)

- substantivele terminate n t i t:
la bont la bonta (buntatea)
la civilt la civilta (civilizaia)
la verit la verita (adevrul)
la virt la virtu (virtutea)
la giovent la gioventu (tinereea)
la servit la servitu (servitutea)

















42
Lectia 6

Partea 1

II. NUMRUL SUBSTANTIVELOR

Ca i n limba romn, n limba italian sunt dou numere: singular i plural
Trecerea unui substantiv de la singular la plural se face prin schimbarea terminaiei.
innd seama de acest lucru, se poate distinge urmtoarea schem care cuprinde trei
clase de substantive:

singular plural
Feminin: -a (la casa)
La caza - casa
le case
le caze - casele


Clasa I
Masculin: -a (lartista)
Lartista - artistul
gli artisti
li artisti - artitii
Feminin: -o (la mano)
La mano - mna
le mani
le mani - minile Clasa II
Masculin: -o (il libro)
Il libro - cartea
i libri
I libri - crile
Feminin: -e (la madre)
La madre - mama
le madri
le madri - mamele Clasa III
Masculin: -e (il fiore)
Il fiore - floarea
i fiori
I fiori - florile






43
Observaii:
Printre substantivele feminine terminate n a, substantivul ala (arip) are pluralul
ali, iar substantivul arma (arm) are pluralul armi.
Substantivul suola (talp) are pluralul le suole i le suola.

Clasa I
a) Substantivele masculine terminate n ca i ga formeaz pluralul n chi i ghi,
astfel:
Il duca I duchi Il duca I duchi Ducele - ducii
Lo stratega Gli strateghi Lo stratega li strateghi Strategul - strategii
Il monarca I monarchi Il monarca I monarchi Monarhul - monarhii
Il patriarca I patriarchi Il patriarca I patriarchi Patriarhul - patriarhii

Iar dac sunt feminine, fac pluralul n che i ghe, astfel:
Lamica Le amiche Lamica le amiche Prietena prietenele
La monaca Le monache La monaca le monache Clugria clugriele
La spiga Le spighe La spiga le spighe Spicul spicele
La riga Le righe La riga le righe Linia - liniile

b) Substantivele terminate n cia i gia, cu vocala -i neaccentuat fac pluralul n
ce i ge, dac c sau g sunt duble sau dac sunt precedate de o consoan:
La faccia le facce - la facia le face - faa feele

La coscia le cosce - la coia le coe - coapsa coapsele

La doccia le docce - la docia le doce- duul duurile

La quercia le querce - la cuercia le cuerce - stejarul stejarii

La minaccia le minacce - la minacia le minace - ameninarea ameninrile
44

La traccia le tracce - la tracia le trace - urma urmele

La goccia le gocce - la gocia le goce- pictura picturile

La fascia le fasce - la faa le fae - faa feele

Excepii:
la reggia le reggie - la regia le regie - regia -regiile
la foglia le foglie - la folia le folie foaia - foile

c) Dac consoanele c i g sunt precedate de o vocal, formeaz pluralul n cie i
gie (pronunate de fapt ce i ge)
la valigia le valigie - la valigia le valige - valiza - valizele
la camicia le camicie - la camicia le camice - cmaa - cmile

d) Substantivele terminate la singular n cia i gia cu vocala i accentuat
formeaz pluralul n cie i gie, pstrnd vocala i accentuat:
La farmacia le farmacie La farmacia le farmacie Farmacia farmaciile

La bugia le bugie La bugia le bugie Minciuna minciunile

La fantasia le fantasie La fantazia le fantazie Fantezia fanteziile

La magia le magie La magia le magie Vraja- vrjile

La poesia le poesie La poezia le poezie Poezia poeziile



45
Observaie:
Majoritatea substantivelor terminate n a sunt feminine, dar mai sunt i unele
excepii, mai ales cele de origine greac de gen masculin, care fac pluralul n i.
Exemple:
Il tema I temi il tema I temi tema temele

Il problema I problemi il problema I problemi problema problemele

Il diploma I diplomi il diploma I diplomi diploma diplomele

Il delta I delti il delta I delti delta - deltele
Il dramma I drammi il drama I drami drama dramele

Il pigiama I pigiami il pigiama I pigiami pijamaua pijamalele

Il razzista I razzisti il raista I raisti rasistul rasitii

Il despota I despoti il despota I despoti despotul despoii

Lo schema gli schemi lo schema li schemi schema schemele

Il programma - I programmi il programa I programi programul programele

Il turista I turisti il turista I turisti turistul turitii

Il clima I climi il clima I climi clima climele

Il poema I poemi il poema I poemi poemul poemele

Il pilota I piloti il pilota I piloti pilotul piloii
46

Lautista gli autisti lautista li autisti oferul oferii

Il nazista I nazisti il nadzista I nadzisti nazistul nazitii

Il profeta I profeti il profeta I profeti profetul profeii

Il monarca I monarchi il monarca I monarchi monarhul monarhii

Il ciclista I ciclisti il ciclista I ciclisti ciclistul ciclitii

Il monogramma I monogrammi il monograma I monogrami
monograma - monogramele

Il pianista I pianisti il pianista I pianisti pianistul - pianitii
Latleta gli atleti latleta li atleti atletul - atleii

Clasa II
a) Dintre substantivele terminate la singular n co i go, majoritatea formeaz
pluralul n chi i ghi:
Il carico I carichi il carico I carichi ncrctura ncrcturile

Il fuoco I fuochi il fuoco I fuochi focul focurile

Il rango I ranghi il rango I ranghi rangul rangurile

Il luogo I luoghi il luogo I luoghi locul locurile

Il lago I laghi il lago I laghi lacul - lacurile

47

Substantivele care au accentul pe antepenultima silab, formeaz pluralul n ci i
gi:
Il medico I medici il medico I medici medicul medicii

Il sindaco I sindaci il sindaco I sindaci primarul primarii

Lo storico gli storici lo storico li storici istoricul istoricii

Laustriaco gli austriaci laustriaco li austriaci austriacul austriecii

Il Greco I Greci il greco I greci grecul grecii

Lastrologo gli astrologi lastrologo li astrologi astrologul astrologii

Il teologo I teologi il teologo I teologi teologul - teologii

Unele substantive au ambele forme de plural, adic n chi, -ghi i n ci, -gi:
Il mago I magi I maghi Il mago I magi I maghi Vrjitorul vrjitorii

Il selvatico I selvatici I selvatichi Il selvatico I selvatici I selvatichi
Slbaticul - slbaticii

b) Substantivele terminate n io (unde i este accentuat), formeaz pluralul n mod
normal, adic n ii:
Lo zio gli zii lo dzio li dzii unchiul unchii




48
c) Substantivele terminate n io (unde i este neaccentuat), pierd pe al doilea i la
plural:
Il figlio I figli il filio I fili fiul fiii

Il raggio I raggi il ragio I ragi raza razele

Locchio gli occhi lochio li ochi ochiul ochii

Il bacio I baci il bacio I baci srutul sruturile

Lo studio gli studi lo studio li studi biroul birourile

Il desiderio I desideri il deziderio I dezideri dorina dorinele

Loperaio gli operai loperaio li operai muncitorul muncitorii

Lesempio gli esempi lezempio li ezempi exemplul - exemplele

d) Unele substantive care se termin n o fac pluralul n a i atrag articolul
feminin:
Il paio le paia il paio le paia perechea perechile

Luovo le uova luovo le uova oul oule

Il grido le grida il grido le grida strigtul strigtele

Il dito le dita il dito le dita degetul degetele

Il riso le risa il rizo le risa orezul boabele de orez

49
Observaie: Exist trei substantive care au plural neregulat:
Il dio I dei il dio I dei zeul zeii

Luomo gli uomini luomo li uomini omul oamenii

Il tempio I templi il tempio I templi templul templele

Unele substantive rmn invariabile la plural, astfel:
Lauto le auto lauto le auto maina mainile

La radio le radio la radio le radio radioul radiourile

La foto le foto la foto le foto fotografia fotografiile

La birro le birro la biro le biro pixul pixurile

Clasa III
Substantivele repartizate n aceast clas pot fi de genul masculin sau de genul
feminin. Ele au la singular terminaia e, iar la plural terminaia i:
Il cane I cani il cane I cani cinele cinii

La madre le madri la madre le madri mama mamele

Il cuore I cuori il cuore I cuori inima inimile

Il fiore I fiori il fiore I fiori floarea florile

La nave le navi la nave le navi nava navele

Il nipote I nipoti il nipote I nipoti nepotul - nepoii
50

Unele substantive terminate la singular n ie rmn neschimbate la plural:
La serie le serie la serie le serie seria seriile

La specie le specie la specia le specie specia speciile

La carie le carie la caria le carie caria cariile

La barbarie le barbarie la barbaria le barbarie barbaria barbariile

Excepii:
leffigie le effigi lefigie le efigi efigia efigiile

la superficie le superfici la superficie le superfici suprafaa suprafeele

la moglie le mogli la molie le moli nevasta - nevestele














51
Partea a 2-a
Substantivele invariabile
n limba italian exist cteva categorii de substantive care nu schimb forma la
plural, i anume:
a) Substantivele terminate n vocal accentuat:
La virt le virt la virtu - le virtu virtutea virtuile

La qualit le qualit la cualita la cualita calitatea calitile

La citt le citt la cita le cita oraul oraele

La velocit le velocit la velocita le velocita viteza vitezele

La realt le realt la realta le realta realitatea realitile

Il caff I caff il caf I caf cafeaua cafelele

La bont le bont la bonta le bonta buntatea buntile

Lutilit le utilit lutilita le utilita utilitatea utilitile


b) Substantive formate dintr-o singur silab, de tipul:
Il re I re il re I re regele regii

Il t I t il te I te ceaiul - ceaiurile




52
c) Substantivele de origine strin, terminate n consoan:
Il film I film il film I film filmul filmele

Il gas I gas il gas I gas gazul gazele

Il lapis I lapis il lapis I lapis pixul pixurile

Il set I set il set I set setul- seturile

Il bazar I bazar il badzar I badzar bazarul bazarurile

Il tram I tram il tram I tram tramvaiul tramvaiele

Lo sport gli sport lo sport li sport sportul sporturile

Il tunnel I tunnel il tunel I tunel tunelul tunelele

Lautobus gli autobus lautobus li autobus autobuzul - autobuzele

d) Nu i schimb forma la plural nici substantivele care se termin n i, n general
feminine, de tipul:
La diagnosi le diagnosi La diagnozi le diagnozi
Diagnosticul diagnosticele

La sintassi le sintassi La sintasi le sintasi Sintaxa sintaxele

La parentesi le parentesi La parentezi le parentezi Paranteza parantezele

La crisi le crisi La crizi le crizi Criza crizele

Lipotesi le ipotesi Lipotezi le ipotezi Ipoteza ipotezele
53
MODULO 2

MODULUL 2

Lecia 1
Partea 1

Iat cteva cuvinte i expresii folosite pentru a spune unde locuii


LINDIRIZZO Lindirio ADRESA
via via strada
numero numero numrul
citt cita oraul
distretto distreto judeul
paese paeze ara
abitare abitare a locui
Dove abiti tu ? - dove abiti tu ? - Unde locuieti tu ?
Dove abita Lei ? - dove abita lei ? - Unde locuii dvs. ?

Exemplu de rspuns:
Io abito in via Pavese, numero 7 (sette), nella citt Craiova, distretto Dolj. Il
mio paese si chiama Romania.
Io abito in via Paveze, numero sete, nela cita Craiova, distreto Dolj. Il mio paeze si
chiama Romania.

(Eu locuiesc pe strada Pavese, la numrul 7, n oraul Craiova, judeul Dolj. ara mea
se numete Romnia.)

54
Iat acum membrii familiei i relaiile ntre acetia.
LA FAMIGLIA - la familia - FAMILIA

la famiglia
i genitori
i parenti
il padre
la madre
il figlio
la figlia
il fratello
la sorella
lo zio
la zia
il cugino
la cugina
il nonno
la nonna
il nipote
la nipote
i nonni materni
i nonni paterni
la familia
i genitori
i parenti
il padre
la madre
il filio
la filia
il fratelo
la sorela
lo dzio
la dzia
il cugino
la cugina
il nono
la nona
il nipote
la nipote
i noni materni
i noni paterni
familia
prinii
rudele
tatl
mama
fiul
fiica
fratele
sora
unchiul
mtua
vrul
verioara
bunicul
bunica
nepotul
nepoata
bunicii materni
(prinii mamei)
bunicii paterni
(prinii tatlui)

SINONIME: la madre = la mamma la mama
Il padre = il pap = il babbo il babo



55
Partea a 2-a
Dup de am vzut care sunt meseriile cele mai cunoscute, le vom nva pe cele din
domeniul sanitar, nsoite de unele expresii utile.
Este important s lucrai acest exerciiu pn cnd toate cuvintele vor fi bine
reinute.
PROFESII N DOMENIUL SANITAR I MIC VOCABULAR
(PROFESSIONI SANITARIE E BREVE VOCABOLARIO)
il medico il medico = medicul

assistente generalista asistente generalista = asistent/ generalist/

infermiere professionale - infermiere profesionale = infirmier/ profesionist/

qualificato/a cualificato,-a = calificat/

il pediatra il pediatra = medicul pediatru

il dentista - il dentista = dentistul

il laringoiatra il laringoiatra = laringologul

loculista - loculista = oculistul

il neurologo - il neurologo = medicul neurolog

lo psichiatra lo psichiatra = psihiatrul

il microbiologo - il microbiologo = microbiologul

il ginecologo - il ginecologo = ginecologul
56

il laboratorio - il laboratorio = laboratorul

il fisioterapista - il fizioterapista = fizioterapeutul, kinetoterapeutul
il malato - il malato = bolnavul

essere curato - esere curato = a fi ngrijit

il gabinetto - il gabineto = cabinetul (medical)

lambulatorio - lambulatorio = dispensarul, policlinica

mi fa male - mi fa male = m doare

il certificato medico - il certificato medico = certificatul medical

lospedale - lospedale = spitalul

il paziente il paiente = pacientul

un consulto medico - un consulto medico = o consultaie medical

indicare - indicare = a indica, a arta

lo specialista - lo specialista = specialistul

lintervento chirurgicale lintervento chirurgicale = intervenia chirurgical

loperazione - loperaione = operaia

57
il policlinico - il policlinico = policlinica

guarire - guarire = a (se ) vindeca

il rimedio il rimedio = remediul

durante la giornata - durante la giornata = n timpul zilei

durante la notte - durante la note = n timpul nopii

liniezione - linieione = injecia

indolore - indolore = nedureroas

gli anestetici - li anestetici = anestezicele

la ricetta - la riceta = reeta

preparare - preparare = a prepara

la pasticca - la pastica = pastila

le medicine - le medicine = medicamentele

il calmante - il calmante = calmantul

il purgante - il purgante = purgativul

lunguente - lunguente = unguentul

58
la malattia - la malatia = boala

una malattia cronica una malatia cronica = o boal cronica
una malattia acuta - una malatia acuta = o boal acut

S vedem acum prile corpului omenesc. Ca i la exerciiul anterior, este important
s ascultai i s repetai pn cnd toate cuvintele vor fi memorate bine.

CORPUL OMENESC (IL CORPO UMANO)

LA TESTA CAPUL

il viso il vizo = faa

il collo il colo = la gola la gola = gtul

la testa la testa = capul

gli occhi - li ochi = ochii

la bocca - la boca = gura

il naso il nazo = nasul

i capelli - I capeli = pru
l
i denti - I denti = dinii

la fronte la fronte = fruntea

il mento - il mento = brbia
59

IL TRONCO TRUNCHIUL

il braccio (plural-le braccia) il bracio / le bracia = braul / braele

la vita - la vita = mijlocul

il gomito il gomito = cotul

lanca - lanca = oldul

la coscia la coia = coapsa

il ginocchio il ginochio = genunchiul

la gamba - la gamba = piciorul (de la genunchi n jos)

il piede - il piede = piciorul (n ntregime)

il tallone - il talone = clciul

la spalla - la spala = umrul

VOCABULAR MEDICAL VOCABOLARIO MEDICALE
I muscoli = muchii

I reni = rinichii

Gli intestini = intestinele

La milza = splina
60

Il fegato = ficatul

Allesterno = n exterior

Allinterno = n interior

Lo scheletro = scheletul

Il petto = pieptul

Dentro la cassa toracica = n cavitatea toracic

I polmoni = plmnii

Lo stomaco = stomacul

Le reni = alele

Lo stomaco = stomacul

Il sistema nervoso = sistemul nervos

Laddome = abdomenul

La pancia = pntec, burt

La schiena = spinarea

La spina dorsale = ira spinrii
61

La colonna vertebrale = coloana vertebral

La scatola cranica = cutia cranian

La circolazione del sangue = circulaia sngelui


ALCUNE MALATTIE DEI BAMBINI UNELE BOLI ALE COPIILOR
La tonsillite = amigdalita

Il morbillo = pojar, rujeol

La varicella = varicela

La scarlattina = scarlatina

Gli orecchioni = oreion












62
Lecia 2

Partea 1
Ne ntoarcem la studiul unor elemente gramaticale. Acest lucru nu ar trebui s
comporte probleme, avnd n vedere lexicul deja nvat. Toate problemele de
gramatic trebuie bine aprofundate. V recomandm s nu trecei la etapa
urmtoare pn cnd lecia de zi nu este bine tiut.

ADJECTIVUL (LAGGETTIVO)

Adjectivul este partea de vorbire flexibil care arat o nsuire a unui obiect,
nsoind i determinnd substantivul care exprim numele acelui obiect.
El variaz dup numr, gen i caz, potrivit cu substantivul determinat, i are
forme deosebite pentru a exprima grade de comparaie.
n expresiile vita felice, isola lontana, popolo eroico, cuvintele felice, lontana,
eroico sunt adjective, deoarece arat cte o nsuire a obiectelor al cror nume este
exprimat de ctre substantivele vita, isola, popolo; ele nsoesc i determin aceste
substantive.

Adjectivele se mpart n:
1) adjective calificative aggettivi qualificativi adic adjectivele proprui-zise;
2) adjective determinative aggettivi determinativi care exprim o determinare
posesiv, demonstrativ, nehotrt, interogativ sau o cantitate. Deci, exist
adjective: posesive, demonstrative, nehotrte, interogative i numeralele.






63
ADJECTIVELE CALIFICATIVE GLI AGGETTIVI QUALIFICATIVI
Adjectivele calificative exprim:
A) nsuiri fizice ale obiectelor cu privire la dimensiunile, forma, culoarea, greutatea,
temperatura, gustul lor etc.: piccolo, grande, largo, stretto, lungo, corto, rotondo,
sottile,quadrato, pesante, leggero, bianco, nero, rosso, caldo, freddo, amaro,
dolce etc.

B) nsuiri fizice i psihice n legtur cu vrsta, vigoarea, sntatea: vecchio,
giovane, debole, sano, vigoroso, gigante, tenero, superbo etc.

C) nsuiri n legtur cu starea intelectual, caracterul: generoso, intelligente,
sereno, fiero, orgoglioso, giusto, mite, onesto, disonesto etc.

D) nsuiri de natur general: chiaro, tenebroso, utile, caro, semplice, complicato,
sereno, drammatico, eroico etc.

n limba italian, adjectivele calificative, dup terminaii, se mpart n dou clase:

Clasa I: Adjective cu dou terminaii
- o pentru masculin singular ( buono pl. buoni)
- a pentru feminin singular (buona pl. buone)
un uomo alto (un om nalt)
una donna alta (o femeie nalt)

Clasa aIIa: Adjectivele cu o singur terminaie, adic cu o singur form pentru
masculin i pentru feminin
Singular grande plural grandi
Un albero grande (masculin)
Una casa grande (feminin)

64
Pe lng acestea, exist adjective invariabile (care nu se schimb) att n gen, ct i n
numr:
a) pari, impari: lotta impari, forze impari, numero pari, cifre pari

b) adjectivele compuse cu o prepoziie: dabbene, perbene, dappoco, avvenire: un
impiegato dappoco (un funcionar incapabil); tutte due erano impiegati dabbene
(amndoi erau funcionari cumsecade); nel tempo avvenire si annunzia un bel
tempo (pe curnd se anun un timp frumos); nei giorni avvenire termineremo
insieme il lavoro (n zilele urmtoare vom termina lucrarea mpreun)

c) unele adjective care indic o culoare: un vestito rosa (un costum roz); guanti
marrone (mnui maro); scarpe blu (pantofi albatri); marmo verde antico
(marmur de un verde antic); guance rosa pallido (obraji de un roz palid); tinta
verde mare (nuan de un verde marin)


Formarea pluralului La formazione del plurale
a) adjectivele care se termin n co la singular, primesc la plural terminaia ci sau
chi:
amico amici
nemico nemici
greco greci
magnifico magnifici
teorico teorici
pubblico pubblici
bianco bianchi
dimentico dimentichi



65
b) adjectivele terminate n go primesc la plural ghi:
analogo-analoghi
prodigo-prodighi

c) adjectivele feminine terminate n ca sau ga primesc la plural terminaia che sau
ghe:
poca poche
magnifica magnifiche

d) adjectivele terminate n io (i neaccentuat), la plural se termin n i simplu:
contrario contrari
proprio propri
ampio ampi
vario vari

e) adjectivele compuse schimb la plural numai terminaia celui de-al doilea termen:
reazioni fisico chimiche
popolazioni gallo-romane
lotte greco-romane
linee aerodinamiche

Acordul adjectivului Laccordo dellaggettivo
Adjectivul se acord cu substantivul su n gen i numr:
Tempo fresco
Edificio magnifico
La scuola spaziosa
La strada popolata
Una bella villa tante belle ville
Un uomo buono molti uomini buoni

66

Partea a 2-a
Dup ce am vzut o prezentare general a adjectivelor, formarea pluralului i felul
n care se acord cu obiectul determinat, vom trece la studierea gradelor de
comparaie.

Comparaia adjectivelor La comparazione degli aggettivi
Aceeai nsuire o pot avea dou sau mai multe obiecte n grade diferite:
Le scoperte scientifiche del nostro secolo sono pi concrete di quelle del secolo
passato.
(Descoperirile tiinifice ale secolului nostru sunt mai concrete dect cele ale
secolului trecut.)
La produzione industriale di oggi nel mondo maggiore di quella di ieri.
(Producia industrial de azi n lume este mai mare dect cea de ieri.)

Formele pe care le ia adjectivul pentru a arta c o nsuire poate exista n
grade diferite la dou sau mai multe obiecte sau chiar la acelai obiect (n momente
diferite), se numesc grade
de comparaie.

n limba italian, gradele de comparaie sunt aceleai ca i n limba romn.
1.Gradul pozitiv il grado positivo cnd adjectivul exprim prin forma lui o
nsuire a obiectului, fr ca acesta s fie comparat cu alte obiecte care prezint
aceeai nsuire, sau cu el nsui n momente diferite:
un libro buono, uno studio fruttuoso, una terra fertile, una lezione utile

2.Gradul comparativ il grado comparativo care exprim o comparaie, stabilind
un raport de superioritate, inferioritate sau egalitate ntre dou sau mai multe obiecte
cu aceeai nsuire sau ntre nsuirile aceluiai obiect n momente diferite.

67
Gradul comparativ este deci:
- de superioritate (di maggioranza): pi alto, pi buono
- de inferioritate (di minoranza): meno alto, meno buono
- de egalitate (di uguaglianza): tanto alto quanto, cos alto come

Comparativul de superioritate primul termen de comparaie este obiectul
principal la care se refer adjectivul comparativ ( i poate fi subiectul sau
complementul frazei respective); al doilea termen de comparaie este un complement
introdus de prepoziia di sau de conjuncia che.
De exemplu, n propoziia io sono pi diligente di Pietro primul termen de
comparaie este subiectul, comparaia este exprimat prin adjetivul comparativ pi
diligente, al doilea termen de comparaie fiind introdus prin prepoziia di.

Alte exemple:
La televisione pi complessa del cinematografo. (Televiziunea este mai complex
dect cinematograful.)
Il pioppo pi alto della quercia. (Plopul este mai nalt dect stejarul.)

Cnd se compar dou nsuiri ale aceluiai substantiv, termenul de comparaie nu
mai este di, ci conjuncia che:
Mario pi intelligente che studioso. (Mario este mai inteligent dect studios).


Comparativul de inferioritate se exprim cu meno di sau meno che
Giovanni meno sportivo di Renato (Giovanni este mai puin sportiv dect Renato)
Roma meno moderna che monumentale (Roma este mai puin modern dect
monumental)



68
Comparativul de egalitate se exprim cu tantoquanto sau coscome:
Giuseppe tanto studioso quanto suo fratello. (Giuseppe este tot att de studios pe ct
este i fratele su.)
Questo edificio cos alto come quellaltro. (Acest edificiu este tot att de nalt pe ct
este i cellalt.)
Acelai comparativ se mai poate exprima i cu locuiunile non pi di, non
meno di sau al pari di:
Le rose sono profumate non pi dei gigli. (Trandafirii nu sunt mai parfumai dect
crinii.)
Sono appassionato di quel lavoro al pari di te. (Sunt ndrgostit de munca aceea la fel
ca i tine)
Maria dilligente al pari di Luisa. (Maria este tot att de silitoare ca i Luisa.)

Gradul superlativ il grado superlativo arat c nsuirea unui obiect este la cel
mai nalt nivel
Ca i n limba romn, n limba italian superlativul este de dou feluri: relativ i
absolut.

Superlativul relativ indic o nsuire la cel mai nalt grad sau la cel mai sczut,
fa de alte lucruri sau persoane. Se formeaz cu ajutorul expresiilor il pi (cel mai)
sau il meno (cel mai puin):

Gradul pozitiv Gradul comparativ Gradul superlativ relativ
Pi buono Il pi buono buono
Meno buono Il meno buono

Termenul de comparaie se formeaz cu prepoziia di sau fra:
Quei due fratelli sono i pi coraggiosi fra i loro compagni di classe. (Cei doi frai sunt
cei mai curajoi dintre colegii lor de clas.)
Lui il medico pi buono dellospedale. (El este cel mai bun medic din spital.)
69
Superlativul absolut exprim cel mai nalt grad al unei caliti, fr alt
confruntare cu ali termeni sau alte caliti. El se formeaz cu ajutorul terminaiei
issimo adugat rdcinii adjectivului (fr ultima vocal):
Dolce dolcissimo
Alto altissimo
Puro purissimo
Breve brevissimo
Atenie la adjectivele terminate n co i go:
Poco pochissimo
Largo larghissimo
Excepii: pratico praticissimo; amico amicissimo

Observaii:
Unele adjective nu admit nici un fel de superlativ, deoarece exprim o calitate care nu
tolereaz o gradare. Aa se ntmpl cu adjectivele care indic materia din care este
fcut un lucru: ferreo (din fier), marmoreo (din marmur), aureo (din aur) etc., sau cu
cele care indic naionalitatea sau cetenia: romeno, italiano etc., cu cele care indic
forme geometrice: quadrato (ptrat), sferico (rotund), rettangolare (dreptunghiular),
precum i cu adjectivele care prin ele nsele au un sens superlativ: eterno (etern,
venic), immortale (nemuritor), finale (final), immenso (imens) etc.

Forme neregulate de comparativ i superlativ
Urmtoarele adjective, pe lng forma regulat de comparativ i superlativ, au o alt
form, neregulat, motenit din limba latin:
Gradul pozitiv Gradul comparativ Gradul superlativ
buono migliore ottimo
cattivo peggiore pessimo
grande maggiore massimo
piccolo minore minimo
alto superiore supremo
basso inferiore infimo

70

Lectia 3

Partea 1
Dup ce am vzut cum exprimm nsuirile unui obiect, vom trece la studierea
adjectivelor pe tipuri. Ascultai, apoi nvai:

Adjectivele posesive Gli aggettivi possessivi
Adjectivul posesiv se identific, n mare parte, n form, cu pronumele posesiv. El
este deci un pronume posesiv care nsoete un substantiv. i are dublu rol: pe de o
parte indic obiectul posedat, iar pe de alt parte indic persoana care posed
obiectul. Adjectivul se acord n gen i numr cu substativul su.
Formele adjectivului posesiv sunt urmtoarele:

Un singur obiect i un singur posesor
Pers. I Pers. II Pers. III
Masculin mio tuo suo
Feminin mia tua sua

Un singur obiect i mai muli posesori
Pers. I Pers. II Pers. III
Masculin nostro vostro loro
Feminin nostra vostra loro


Mai multe obiecte i un singur posesor
Pers. I Pers. II Pers. III
Masculin miei tuoi suoi
Feminin mie tue sue

71
Mai multe obiecte i mai muli posesori
Pers. I Pers. II Pers. III
Masculin nostri vostri loro
Feminin nostre vostre loro


Exemple:
Il mio libro interessante = Cartea mea este interesant

Il suo fiore profumato = Floarea sa este parfumat

Sono obbediente con la nostra maestra = Sunt asculttor cu profesoara noastr

La ma cognata arriva domani = Cumnata mea sosete mine

Mio figlio un bravo ragazzo = Fiul meu este un biat de isprav

Mio padre mi ha insegnato molte cose utili = Tatl meu m-a nvat multe lucruri
folositoare

I miei fratelli sono adesso ingegneri = Fraii mei sunt acum ingineri

Questo regalo da parte nostra = Acest cadou este din parte noastr

Abbiamo sentito la sua straordinaria voce = Am ascultat vocea sa extraordinar





72
Partea a 2-a
Vom studia mpreun adjectivele demonstrative. Ele sunt importante pentru c ajut
i la exprimarea distanei de la un obiect la altul.

Adjectivele demonstrative
Arat apropierea sau deprtarea vorbitorului fa de obiectul despre care vorbete, se
acord n gen i numr cu substantivul pe care l determin.

APROPIERE
singular plural
masculin feminin masculin feminin
questo questa questi queste

DEPRTARE
singular plural
masculin feminin masculin feminin
quello quella quelli quelle

Exemple:
Guarda questa bella casa ! (Privete aceast cas frumoas !)
Quel cane corre tutto il tempo (Cinele acela alearg tot timpul)
Quello studente non arriva mai a tempo (Acel student nu ajunge niciodat la timp)
Quellamico mi da fastidio (Prietenul acela m plictisete)
Non conosco quella strada (Nu cunosc strada aceea)
Questa famiglia viene spesso al ristorante (Familia aceasta vine des la restaurant)
Prestami questo volume per solo un giorno (mprumut-mi acest volum pentru o
singur zi)
Prendi questo giornale (Ia ziarul acesta)
Quello spettacolo finisce tardi (Spectacolul acela se termin trziu)

73
Lecia 4

Partea 1
n continuare vom nva cteva expresii uzuale. Unele v sunt deja cunoscute din
leciile anterioare, altele sunt noi. Ascultai cu atenie i repetai imediat. Acest
exerciiu trebuie reluat cel puin de dou ori:

EXPRESII UZUALE MODI DI ESPRIMERSI
Buon giorno = bun ziua

Buona sera = bun seara

Che c ? = ce este ?

Chi ? = Cine ?

Quanto costa ? = Ct cost ?

Che ore sono ? = Ct este ceasul ?

Si = Da

No = Nu

Non capisco = nu neleg

Non so = nu tiu

Non posso = Nu pot

74
Sono della Romania = Sunt din Romnia

Vengo dalla Romania = vin din Romnia

Sono romeno / romena = sunt romn / romnc

Signore, per favore = domnule, v rog
Per qui, prego = pe aici, v rog

Attenzione ! = Atenie !

Prego ? = Poftim ?

Che cosa desidera ? = Ce dorii ?

Con permesso = Nu v suprai

Mi dica, per favore= Spunei-mi, v rog

Mi dia, per favore= dai-mi, v rog

Come si chiama ? = Cum v numii ?

Mi chiamo = M numesc

La prego di parlare pi forte = mai tare

-pi adagio = mai rar

Se vuole ripetere = V rog s repetai
75

Se vuole scrivere = V rog s scriei

Vorrei parlare al direttore = A dori s vorbesc cu directorul

A chi mi devo rivolgere ? = Cui trebuie s m adresez ?

Va bene. Daccordo = Bine. De acord

Non so di che cosa si tratta = Nu tiu despre ce este vorba

Mi scusi, devo andarmene = m scuzai, trebuie s plec

Non vorrei avere dei guai = Nu a vrea s am neplceri

Acum vom nva culorile.
CULORILE I COLORI
Bianco bianco = alb

Nero - nero = negru

Azzuro / blu - adzuro / blu = albastru

Bigio / color sabbia bigio / color sabia = bej

Giallo - gialo = galben

Grigio - grigio = gri

Marrone - marone = maro, cafeniu
76

Arancione - arancione = portocaliu

Rosso - roso = rou

Verde - verde = verde

Scuro - scuro = nchis (nuan)

Moro, mora - moro, mora = brunet, brunet

Biondo, bionda - biondo, bionda = blond, blond

Le bionde sono belle, ma le more sono bellissime.
Blondele sunt frumoase, dar brunetele sunt foarte frumoase.















77
Partea a 2-a
La primul modul am nvat pronumele personal n formele sale simple. innd cont
de cunotinele pe care le-ai acumulat pn acum, n continuare vom studia
pronumele personal cu toate completrile.

PRONUMELE PERSONAL continuare
Pronumele personal cu funcie de obiect (complement)
Il pronome personale in funzione di complemento
Amintii-v c pronumele personal cu funcie de subiect are trei persoane, fiecare cu
dou numere (singular i plural):

persoana numr Pronume personal
I Sg. Io
II Sg. Tu
III masc.
- fem.
Sg. Lui, egli / esso
Lei, ella / essa
I Pl. Noi
II Pl. Voi
III masc.
- fem.
Pl. Loro, essi
Loro, esse

Pronumele cu funcie de complement poate fi:
- complement direct n cazul Acuzativ, cu sau fr prepoziie
- complement indirect n Dativ

Ca i n limba romn, pronumele cu funcie de complement pot avea forme:
- accentuate, atunci cnd sunt aezate dup verb
- neaccentuate, cnd sunt aezate naintea verbului



78
Persoana Subiect
(cine?)
Complement direct (cine,
pentru cine, de la cine etc.)
Complement indirect
(cui?)
Singular accentuat neaccentuat accentuat neaccentuat
Mi A me Mi Me Io I
Ti A te Ti Te Tu II
Gli A lui Lo Lui, egli,
esso
Lui, esso III masc.
Le A lei La Lei, essa - fem.
Lei, ella,
essa
Plural
I
II
III masc.
- fem.
Noi
Voi
Loro, essi
Loro, esse
Noi
Voi
Loro
loro
Ci
Vi
Li
Le
A noi
A voi
A loro
A loro
Ci
Vi
Loro
Loro

Atenie !
1. Complementul indirect form neaccentuat loro se pune ntotdeauna dup
verb.

2. Nu confundai pronumele neaccentuate la, lo, gli cu articolul hotrt.

3. Pronumele neaccentuate la, lo pierd vocala n faa formelor verbului avere (ho,
hai, ha, hanno): lho, lha, lhai, lhanno

4. La imperativ, infinitiv, gerunziu i participiu formele mi, ci, ti, vi, gli, le, la, lo, le,
li se aeaz dup verb i se unesc cu acesta:
Telefonami stasera ! (Telefoneaz-mi disear !)
Non volevo parlarti. (Nu voiam s i vorbesc.)
Incontrandolo per la strada, non lo avevo riconosciuto. (Cnd l-am ntlnit pe strad,
nu l-am recunoscut.)
79
5. Formele scurte ale verbelor dare (da), fare (fa), dire (di), stare (sta), andare
(va) dubleaz consoana pronumelor: mi, ci. la, lo, le:
Dalle la mano ! (D-i mna !)
Dicci la verit ! (Spune-ne adevrul !)
Stalle accanto ! (Stai lng ea !)
Fammi sentire la sua storia ! (Spune-mi povestea ta !)
Fallo partire ! (F-l s plece !)

6. Cnd avem dou pronume neaccentuate, atunci mi, ti, ci, vi devin me, te, ce, ve:
Me la dai o no ? (Mi-o dai sau nu ?)
Te la racconta ? (i povestete ?)
Ce la porta ? (Ne-o aduce ?)
Ve la spiega lui stesso. (V povestete el nsui.)

7. Pronumele lei cu formele neaccentuate la, le scrise cu majuscul si pronumele
loro sunt folosite ca i pronume de politee. n acest caz se scriu cu majuscul,
indiferent unde s-ar afla:
E venuta anche Lei, Signora ? (Ai venit i dvs., doamn ?)

Benvenuto a Lei, Signore ! (Bine ai venit, domnule !)

Non ho visto Loro, Signori, da pi di un anno, vero ? (Nu v-am mai vzut, domnilor,
de mai bine de un an, e adevrat ?)

Quanto Le devo pagare ? (Ct trebuie s v pltesc ?)

Desideravo incontrarLa pi presto. (Doream s v ntlnesc ct mai repede.)



80
Lecia 5

Partea 1
Ascultai cu atenie, apoi repetai.
Urmtoarele verbe sunt foarte importante, deoarece cu ele se pot forma o multitudine
de fraze.


Verbul A VREA (Il verbo VOLERE)
Io voglio = eu vreau
Tu vuoi = tu vrei
Lui vuole = el vrea
Lei vuole = ea vrea
Noi vogliamo = noi vrem
Voi volete = voi vrei
Loro vogliono = ei/ele vor



Verbul A MERGE (Il verbo ANDARE)
Io vado = eu merg
Tu vai = tu mergi
Lui va = el merge
Lei va = ea merge
Noi andiamo = noi mergem
Voi andate = voi mergei
Loro vanno = ei/ele merg



81
Verbul A STA (Il verbo STARE)
Io sto = eu stau
Tu stai = tu stai
Lui sta = el st
Lei sta = ea st
Noi stiamo = noi stm
Voi state = voi stai
Loro stanno = ei/ele stau


EXPRESII:
Stare attento = a fi atent
Stare buono = a sta cuminte
Stare bene = a se simi bine
Stare male = a se simi ru

ncercai s nvai aceste verbe pe de rost.

n continuare, vom vedea cteva caracteristici generale ale verbelor.

IL VERBO VERBUL

Verbul este partea de vorbire flexibil care exprim o aciune sau prezint, sub form
de aciune, o stare, apariia unei caracteristici ori modificarea unei caracteristici, o
atitudine.
Iat cteva exemple extrase din revista italian de cultur Il contemporaneo:
a) O aciune propriu-zis:
Il cavallo correva velocemente. (Calul alerga repede)
Ci vedemmo per la prima volta e facemmo conoscenza il 9 settembre 2000.
(Ne-am vzut pentru prima dat i am fcut cunotin pe 9 septembrie 2000)

82
b) O stare prezent sub form de aciune:
Si alza lentamente dalla sedia, scaglia il primo fulmine e subito dopo, scoppia
luragano.
(Se ridic ncet de pe scaun, dezlnuie primul fulger i apoi izbucnete uraganul)

c) O realitate:
Dobbiamo insistere nellaffermare che le sole forze capaci di difenderci sono ormai la
poesia, larte, la filosofia, il pensiero scientifico.
(Trebuie s insistm n a afirma c singurele fore capabile s ne apere sunt poezia,
arta, filosofia i gndirea tiinific.)

d) O atitudine:
Il suo viso, adesso, quello di un mattino di primavera,ancora gocciolante per la
tempesta notturna.
(Chipul su este acum acela al unei diminei de primvar, plin nc de picturile
rmase de pe urma furtunii din timpul nopii.)
Aceste aciuni i procese sub form de aciuni se pot ntmpla n prezent, n
trecut sau n viitor, fiind realizate de o persoan, un animal, un obiect sau orice alt
noiune.

VERBI TRANSITIVI E INTRANSITIVI
VERBE TRANZITIVE I INTRANZITIVE

Verbele a cror aciune se rsfrnge asupra unui obiect se numesc verbe
tranzitive ( i verbi transitivi)
Ex.: Quando dunque un amico si procura quella consolazione di deporre un segreto
nel seno di unaltro, da a costui la voglia di procurarsi la stessa consolazione anche
lui.
(Cnd un prieten simte satisfacia de a trece o tain n sufletul altuia, i insufl
acestuia dorina de a avea la rndul lui aceeai bucurie.)
83
Verbele a cror aciune nu se rsfrnge asupra unui obiect sunt intranzitive (i verbi
intransitivi)
Ex.: Il ragazzo ando via presto. (Biatul plec repede)
Camminava lentamente. (Mergea ncet)
E arrivata improvvisamente. (A sosit pe neateptate)

Observaii: Exist verbe ca andare, camminare, venire, arrivare, a cror aciune se
poate prezenta terminat din momentul n care aceasta ncepe:
Il treno arriva. (Trenul sosete)
Il padre viene. (Tatl vine)
Il figlio va via. (Fiul pleac)

Exist n schimb verbe care admit i construcia unui obiect direct, i pe aceea a unui
obiect indirect:
Ubbidire a qualcuno = a se supune cuiva
Ubbidire qualcuno = a supune pe cineva
Perdonare a qualcuno = a ierta pe cineva
Perdonare qualcuno = a ierta cuiva ceva
Insultare a qualche cosa = a insulta ceva, a nu fi respectuos fa de un lucru
Insultare qualcuno = a insulta pe cineva
Creedere a qualcuno = a crede pe cineva
Credere qualcuno = a crede cuiva ceva

Alte verbe sunt tranzitive sau intranzitive dup sens:
Finire un lavoro = a termina un lucru, o lucrare, o munc
Finire = a avea sfrit, a se termina
Il film finisce presto = Filmul se termin repede
Rovinare una casa = a distruge o cas
Rovinarsi = a cdea n ruin, a se distruge
Lui si rovinava per la trascuratezza = El se distrugea din neglijen
84

Partea a 2-a
Vom vedea mpreun tipurile de raporturi care se pot stabili ntre o aciune i
autorul ei, apoi vom studia clasificarea verbelor dup terminaie.
Ascultai i nvai:
LE FORME VERBALI DIATEZELE

Diatezele sunt formele verbale care arat raportul dintre aciune i autorul ei.
a) Diateza activ la forma attiva arat c aciunea este ndeplinit de subiectul
gramatical:
Giovanni studia molto. (Giovanni studiaz mult)
I corsi iniziano oggi. (Cursurile ncep astzi)

b) Diateza pasiv la forma passiva- arat c aciunea este suferit de subiectul
gramatical (exprimat prin cazul nominativ); subiectul logic, care face aciunea,
poate fi exprimat sau subneles. Aceast diatez este alctuit n general din verbe
perifrastice compuse cu verbul auxiliar a fi (essere) i participiul trecut al
verbului de conjugat:
Lo studente premiato fu appaludito da tutti.
(Studentul premiat a fost aplaudat de toi.)

Laltro, per I suoi fatti, fu criticato da tutti.
(Altul, pentru faptele sale, a fost criticat de toi.)

Observaie: Diateza pasiv nu exist dect la verbele tranzitive.

c) Diateza reflexiv la forma riflessiva arat c subiectul svrete i, n acelai
timp, sufer aciunea. Diateza aceasta are uneori valoare activ, alteori valoare
pasiv.

85
Dup cazul pronumelui, verbele reflexive sunt de dou tipuri: cu pronumele n
acuzativ i cu pronumele n dativ.
I. Verbele reflexive cu pronume n acuzativ pot avea valori diferite:
a) aciune fcut de subiectul gramatical se rsfrnge tot asupra lui (pronumele
servind drept complement direct): mi, ti, si, ci, vi:
Io mi preparo per la partenza al mare. (Eu m pregtesc pentru plecarea la mare.)

b) aciunea este fcut de dou sau mai multe subiecte, fiecare dintre ele suferind
efectele aciunii fcute de cellalt sau cellalte (riflessivo reciproco):
Loro si lamentavano uno con laltro di un libro cattivo che avevano letto.
(Ei se plngeau unul altuia pentru o carte proast pe care o citiser)

c) se arat o aciune impersonal:
Si partiva allalba e si camminava presto. (Se pleca n zori i se mergea repede.)

II. Verbele reflexive cu pronumele n dativ pot avea diferite valori (riflessivi
impropri).
a) reflexiv obiectiv riflessivo obiettivo:
Mi ricordo facilmente quel giorno. (mi amintesc uor ziua aceea.)

b) reflexiv dinamic riflessivo dinamico:
Pensava in che modo farsi il piacere di conoscere tutti I segreti dellastronomia.
(Se gndea n ce fel s-i fac bucuria de a cunoate toate secretele astronomiei.)

c) reflexiv reciproc riflessivo reciproco:
Noi tutti ci auguriamo buone vacanze. (Noi toi ne urm vacan plcut.)

d) reflexiv participativ riflessivo participativo:
Finalmente poterono soddisfarsi tutti I gusti letterari.
(n sfrit au putut s-i satisfac toate gusturile literare.)
86

Forma pronominal care din punct de vedere gramatical nu se deosebete de
cea reflexiv, dat fiind faptul c verbul este precedat de acelai pronume (mi, ti, si, ci,
vi), este caracteristic unor verbe intranzitive care au exclusiv sens pronominal: n
limba italian nu se poate spune nici io pento, nici io impadronisco, nici io lagno, ci:
io mi pento (eu m ciesc), io mi impadronisco (eu pun stpnire pe), io mi lagno (eu
m vait, eu m plng).

nsoirea acestor verbe cu pronume este absolut necesar. Astfel sunt verbele lagnarsi
( a se plnge), impadronirsi ( a pune stpnire), pentirsi ( a se ci) etc.

Pronumele mi, ti, si, ci, vi, n acest caz, nu au nici un fel de funcie; ele dau
verbului forma pronominal.


I MODI MODURILE

Formele verbale prin care se arat felul cum consider vorbitorul aciunea
exprimat de verb, se numesc moduri. Modurile verbale pot prezenta aciunea
legat de persoana care o svrete, avnd forme flexionare pentru exprimarea
persoanei i a numrului modi finii sau pot prezenta aciunea fr referire
la persoan, deci fr forme reflexionare de persoan i numr - modi indefinii.

n limba italian exist urmtoarele moduri verbale:
Finiti o definiti: indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo.
Infiniti o indefiniti: infinito, participio, gerundio.

Fiecare mod are timpurile sale: simple i compuse. Primele sunt forme
verbale constituite dintr-un singur verb, iar celelalte sunt forme verbale compuse
din verbul auxiliar i participiul trecut al verbului de conjugat.
87


CONJUGRILE - LE CONIUGAZIONI

In limba italian, verbele se mpart n trei conjugri, corespunztoare terminaiei
infinitivului prezent:
conjugarea I: n -are: studiare, chiamare, cantare etc.
conjugarea II: n -ere (infinitiv lung i infinitiv scurt, cuprinznd,
contopite, conjugrile a IIa i a III-a, din limba latin): temere, leggere, credere,
vedere etc.
conjugarea III: n -ire: sentire, dormire, venire etc.
Vocalele a (conjugarea I)
e (conjugarea II)
i (conjugarea III) se numesc vocali caratteristiche.
















88
Lecia 6

Partea 1
nainte de a cunoate formarea verbelor regulate, este necesar prezentarea
verbelor auxiliare.



I VERBI AUSILIARI VERBELE AUXILIARE

Verbele auxiliare au rolul de instrumente gramaticale n morfologie, ajutnd
la formarea modurilor i timpurilor compuse ale celorlalte verbe.

n limba italian, verbele auxiliare (ajuttoare) sunt: essere (a fi) i avere (a avea).

Verbul avere este auxiliarul caracteristic pentru timpurile compuse ale
diatezei active a verbelor tranzitive, iar verbul essere este auxiliarul caracteristic
pentru toate timpurile diatezei pasive, ac i pentru timpurile compuse ale diatezei
reflexive.

Pentru timpurile compuse ale diatezei active verbe intranzitive, nu exist
norme sigure; acestea se pot conjuga fie cu essere, fie cu avere.








89
USO DEGLI AUSILIARI NTREBUINAREA VERBELOR AJUTTOARE

a) Verbele tranzitive la diateza activ au drept auxiliar verbul avere:
abbiamo cantato, abbiamo letto.
b) Dintre verbele intranzitive, unele au ca auxiliar verbul essere, altele verbul
avere, iar altele fie un auxiliar, fie pe cellalt:
sono diventato (am devenit), eravamo giunti (ajunseserm);
abbiamo litigato (ne-am certat), hanno vissuto (au trit);
ho corso (am alergat), sono corso (am alergat);
ha volato (a zburat), volato (a zburat).
c) Verbele reflexive se conjug, fr excepie, cu auxiliarul essere:
Dopo il lavoro, mi sono lavato le mani. (Dup lucru, mi-am splat minile).
Ci siamo aiutati reciprocamente. (Ne-am ajutat reciproc.)
5I dimostrato un uomo operoso. (S-a dovedit un om harnic.)
d) Verbele servile i verbi servili care nu au neles de sine stttor i cer un
alt verb la modul infinitiv ca: dovere, potere, vaiere au drept auxiliar verbul
avere, dac infinitivul cere auxiliarul avere, i essere dac infinitivul cere ca
auxiliar pe essere:
Ho voluto chiamare un amico. (Am vrut s chem un amic.)
Dar:
Sono dovuto ritornare subito a scuola. (A trebuit s m ntorc ndat la coal.)
Sarebbero dovuti giungere con il treno delle dieci.
(Ar fi trebuit s soseasc cu trenul de ora zece.)
Regula aceasta nu e strict. Se pot ntlni construcii ca:
Non ho potuto venire. (Nu am putut veni.) sau:
Ho dovuto andarmene. (A trebuit s plec.)
90
Observaie. Cnd verbele servile nsoesc un verb reflexiv, au ca auxiliar verbul
essere, dac pronumele preced verbul, iar dac pronumele este unit cu
infinitivul, au ca auxiliar verbul avere.
I due amici non hanno voluto riconciliarsi.'(Cei doi amici nu au vrut s se
mpace.)
I due amici non si sono voluti riconciliare. (Cei doi amici nu au vrut s se mpace.)


n cepem studierea timpurilor verbale. Acestea trebuie nvate foarte bine, deoarece
pe ele se bazeaz comunicarea.

LINDICATIVO INDICATIVUL

Este modul realitii, al siguranei. Indicativul are opt timpuri, i anume:
i tempi semplici: presente, inperfetto, passato remoto, futuro semplice;
i tempi composti: passato prossimo, trapassato prossimo, trapassato remoto,
futuro anteriore.

Il presente dellindicativo timpul prezent
Orice form verbal a timpurilor simple rezult dintr-o parte care rmne
invariabil tot timpul conjugrii, ea constituind tema (il tema), i o alt parte care
variaz dup mod, timp i persoan, constituind desinena (la desinenza)
terminaia.

Prezentul indicativ al verbelor regulate se formeaz din tema infinitivului i are
urmtoarele forme:



91
Conjugarea I (La prima coniugazione)
Amare
Io am-o
Tu am-i
Lui am-a
Noi am-iamo
Voi am-ate
Loro am-ano

Conjugarea a II-a (La seconda coniugazione)
Temere
Io tem-o
Tu tem-i
Lui tem-e
Noi tem-iamo
Voi tem-ete
Loro tem-ono

Conjugarea a III-a (La terza coniugazione)
Sentire
Io sent-o
Tu sent-i
Lui sent-e
Noi sent-iamo
Voi sent-ite
Loro sent-ono




92
Conjugarea a III-a incoativ (La terza coniugazione incoativa)
Finire
Io fin-isc-o
Tu fin-isc-i
Lui fin-isc-e
Noi fin-iamo
Voi fin-ite
Loro fin-isc-ono

Exist verbe care nu se supun regulilor obinuite de formare a modurilor i
timpurilor, datorit unor cauze care in de istoria limbii italiene. Aceste verbe se
numesc neregulate.
Iat cteva exemple (n total sunt aproximativ 40):

ANDARE (A MERGE)
Io vado = eu merg
Tu vai
Lui va
Lei va
Noi andiamo
Voi andate
Loro vanno

DARE (A DA)
Io do = eu dau
Tu dai
Lui da
Lei da
Noi diamo
Voi date
Loro danno

FARE (A FACE)
Io faccio = eu fac
Tu fai
Lui fa
Lei fa
Noi facciamo
Voi fate
Loro fanno



93
BERE (A BEA)
Io bevo = eu beau
Tu bevi
Lui beve
Lei beve
Noi beviamo
Voi bevete
Loro bevono

Prezentul // presente indic:
a) o aciune care se ntmpl n momentul vorbirii:
Adesso piove lentamente. (Acum plou ncet.)
b) o aciune care s-ar putea ntmpla oricnd (aa cum este cazul n proverbe
sau n
poveti prezentul gnomic il presente gnomico).
Chi si somiglia, si piglia. (Cine se aseamn, se adun).
Chi perde piede, non ce lo rimette. (Tot pitu-i priceput.)
Chi non rischia, non rosica. (Cine nu risc, nu ctig.)
c) o aciune care s-a efectuat n trecut, dar este adus n prezent, pentru a o
face
mai vie prezentul istoric // presente storico:
Quello stesso giorno, il 13 di novembre, arriva un espresso al signor podesta
di Lecce e gli presenta un dispaccio del signor capitano di giustizia. (n aceeai
zi, 13 noiembrie, sosete un curier la primarul din Lecce i i prezint o
depe de la cpitanul de justiie. Manzoni, I Promessi Sposi".)
d) formule permanente:
Si parla italiano. (Se vorbete limba italian.)
Qui non si entra. (Aici nu se intr.)
Lasciale ogni speranza voi chentrate. (Lsai orice speran voi ce intrai.)
Si vende a contanti. (Se vinde cu bani pein.)
Si noleggia. (Se nchiriaz; de nchiriat.)
94
e) o aciune situat n viitor (de obicei, alturi de cuvinte sau propoziii care
precizeaz momentul viitor):
Domani faccio una passeggiata con Paolo. (Mine fac o plimbare cu Paolo.)
Fra quattro ore, parte anche il mio treno.
(Peste patru ore pleac i trenul meu.)
L'esame in settembre. (Examenul este n septembrie.)

Imperfectul Limperfetto
Imperfectul indicativului i are originea n imperfectul indicativului
latin. Desinenele: -va, -vi, -vamo, -vate, -vano adugate temei nsoite de
vocala caracteristic, sunt aceleai la toate conjugrile:

Conjugarea I:
Io am-a-vo
Tu am-a-vi
Lui am-a-va
Noi am-a-vamo
Voi am-a-vate
Loro am-a-vano

Conjugarea a IIa
Io tem-e-vo
Tu tem-e-vi
Lui tem-e-va
Noi tem-e-vamo
Voi tem-e-vate
Loro tem-e-vano

Conjugarea a IIIa
Io sent-i-vo
Tu sent-i-vi
Lui sent-i-va
Noi sent-i-vamo
Voi sent-i-vate
Loro sent-i-vano

Io fin-i-vo
Tu fin-i-vi
Lui fin-i-va
Noi fin-i-vamo
Voi fin-i-vate
Loro fin-i-vano
95

Imperfectul l'imperfetto arat o aciune care dureaz n trecut.
Questo cappello le dava un'aria irragionevolmente giovane. (Aceast plrie i
ddea un aer foarte tineresc. G.Bcrto, Un incontro a Venezia".)

Imperfectul din limba italian, ca i acela din limba romn , are valori
temporale independente sau valori care sunt n legtur cu alte timpuri:

1. independente (n limba romn valori absolute):
a) Exprim o aciune care dureaz n trecut, neterminat n momentul la care
se refer vorbirea:
Una giovane aveva prese un dia molte tortore, e portavale a vendere.
(O tnr prinsese ntr-o zi multe turturele i le ducea la vnzare.)
b) Exprim o ac{iune care s-a repetat n trecut (imperfetto iterativa):
Facevo cartoccetti-tutto il giorno, al ponte nuovo, all'imbocco del traforo
del Gianicolo e riuscivo si e no a campare.
(Fceam pungi toat ziua, pe podul cel nou, la intrarea n galeria Gianicolo,
i reueam oarecum s-o scot la capt. Moravia, I Racconti romani".)


c) Exprim o aciune ncheiat n trecut (imperfectul cu valoare de perfect):
Per dir vero, se la pena era severissima ed atta ad irritare, avevamo nello
stesso tempo la rara sorte, che buoni fossero tutti coloro che vedevamo.
(Ca s spun adevrul, dac pedeapsa era foarte sever i n stare s
scoat din srite pe oricine, aveam n acelai timp marele noroc c toi
cei pe care i vedeam, erau buni. S.Pellico, Le mie prigioni".)
96

2. n legtur cu alte timpuri (timpuri de relaie):
Aciunea redat de imperfect este de obicei n raport de simultaneitate fa de
o aciune petrecut n trecut:
Pompeo Lagumina si precipito sulla spianata con quella lettera in mano: il suo
spirito era come ubriacato dal dispetto.
(Pompeo Lagumina se repezi pe esplanad cu scrisoarea n mini: sufletul i
era ca i beat de mnie L.Pirandello, Novelle per un anno".)
Observaie. n vorbirea curent, imperfectul se folosete n locul prezentului,
pentru a imprima o form atenuat a unei solicitri:
Volevo chiedere a Lei un permesso. (Vroiam s v cer o ngduin.)
Dicevo che la mia opinione questa. (Spuneam c prerea mea este aceasta.)

















97
Partea a 2-a
Spernd c ai nvat leciile anterioare, vom continua studierea timpurilor
verbale la indicativ. Recomandm din nou s nu ncepei o lecie nou pn
cnd cea anterioar nu a fost bine fixat.

Perfectul simplu Il passato remoto
Formare:
Conjugarea I
Io am-ai
Tu am-ati
Lui am-
Noi am-ammo
Voi am-aste
Loro am-rono

Conjugarea a II-a
Io tem-ei
Tu tem-esti
Lui tem-
Noi tem-emmo
Voi tem-este
Loro tem-rono

Conjugarea a III-a
Io sent-ii
Tu sent-isti
Lui sent-
Noi sent-immo
Voi sent-iste
Loro sent-rono

Io fin-ii
Tu fin-isti
Lui fin-
Noi fin-immo
Voi fin-iste
Loro fin-rono
Verbul credere are urmtoarele terminaii:
Io cred-etti
Tu cred-esti
Lui cred-ette
Noi cred-emmo
Voi cred-este
Loro cred-ettero
98

Perfectul simplu il passato remoto arat:
a) o aciune petrecut i ncheiat n trecut:
Salut e se ne and. (Salut i plec.)
L'anno scorso visitai Firenze. (Anul trecut vizitai Florena.)
b) aciuni scurte, ntr-o nsuire:
Si lev, si vest, si cacci un altro librone sotto il braccio e scese su la spinata.
(Se scul, se mbrc, i vr o alt carte groas sub brae i cobor n vale
Pirandello, Novelle per un anno".)
c) evenimente istorice petrecute cu certitudine, ntr-o cronologie precis:
Questa lotta del popolo dur un secolo intero.
(Aceast lupt a poporului dur un secol ntreg).


Perfectul compus il passato prossimo
La formazione del passato prossimo
Perfectul compus se formeaz cu ajutorul participiului trecut al verbului
de conjugat i unul din verbele auxiliare a fi" sau a avea":
ho cantato, ho creduto, ho sentito.

n general, verbele tranzitive se conjug cu auxiliarul a avea (avere): ho creduto
tutto; ho sentito una grande gioia.

n schimb, unele verbe intranzitive i verbele pronominale i reflexive se conjug
cu auxiliarul a fi" (essere):
Sono arrivato poco f, dalia provincia. (Am sosit adineaori din provincie.)
In quel momento sono entrati tutti quanti. (n acel moment au intrat toi.)
Mi sono servito del tuo libro. (M-am folosit de cartea ta.)
99
Deci:
verbe tranzitive
cantare aver ho cantato
credere aver ho creduto
finire aver finito: ho finito
verbe intranzitive
entrare Essere -- sono
cadere Essere sono
partire Essere sono

Perfectul compus il passato prossimo arat o aciune ntmplat ntr-un
timp trecut, neterminat, sau o aciune ale crei efecte dureaz nc:
Sono venuto a vedere come lavorate. (Am venit s vd cum lucrai.)

n dialoguri se ntlnesc perfectul simplu i perfectul compus, n ordine alternativ:
Ho detto per celia, grid questo sul viso di Renzo, spingendolo verso il letto,
per celia; m'hai inteso che ho detto per celia?
(Am spus-o, n glum, strig acesta n faa lui Renzo, mpingndu-1 spre pat,
n glum; nu ai neles c am spus-o n glum? Manzoni, I Promessi
Sposi".)
Mai mult ca perfectul il trapassato
Mai mult ca perfectul il trapassato prossimo se formeaz cu imperfectul
auxiliarului a avea (avere) la verbele tranzitive sau al auxiliarului a fi (essere) la
verbele intranzitive, reflexive i pronominale, i cu participiul trecut al verbului de
conjugat:
parlare: io avevo parlato andare: io ero andato, -a
credere: io avevo creduto cadere: io ero caduto, -a
sentire: io avevo sentito partire: io ero partito, -a
100

Trecutul anterior Il trapassato remoto
Se introduce n propoziii temporale care depind de conjuncii, ca: dopo
che (dup ce), tosto che (ndat ce), appena (abia), appena che (ndat ce).
a) Arat o aciune petrecut ntr-un trecut ndeprtat:
Dopo che ebbe finito, si diparti contenta (Dup ce termin, plec
mulumit.)
Appena io ebbi finito il mio compito, egli entr. (ndat ce terminai
compoziia, intr el.)

b) nsoit de un adverb i poate preciza intensitatea:
In un attimo, ebbe finito. (ntr-o clip, termin.)

Se formeaz cu perfectul simplu al unuia dintre verbele auxiliare i cu
participiul trecut al verbului de conjugat:
parlare: io ebbi parlato andare: io fui andato, -a
credere: io ebbi creduto cadere: io fui caduto, -a
sentire: io ebbi sentito partire: io fui partito, -a






101
Viitorul Il futuro semplice
Viitorul deriv dintr-o form perifrastic, folosit n latina popular, constituit
din infinitivul prezent i din indicativul prezent al verbului a avea (avere) (n
limba latin habeo, -ere):
Cantare + ro = canter
Credere + ro = creder
Sentire + ro = sentir
Aadar, desinenele (terminaiile) -o, -ai, -, -emo, -ete, -anno se unesc temei
infinitivului trunchiat (la verbele de conjugarea I, vocala caracteristic se schimb
n -e):
Persoana Conjugarea I Conjugarea a II-a Conjugarea aIII-a
Io Parler- Temer- Dormir-
Tu Parler-ai Temer-ai Dormir-ai
Lui Parler- Temer- Dormir-
Noi Parler-emo Temer-emo Dormir-emo
Voi Parler-ete Temer-ete Dormir-ete
Loro Parler-anno Temer-anno Dormir-anno

Observaie. Prin analogie cu avr (avere), unele verbe se modific prin sincop: vorr
(volere), cadr (cadere), vedr (vedere), morr (morire).
Italiana veche reduce de asemenea pe e ntre cei doi r: dimorr (dimorare = a locui),
deliber (deliberare = a delibera.)



102

a) Viitorul arat o aciune care se va ntmpla cndva, mai curnd sau mai trziu:
Ma questa la nostra Europa? Se in essa sopravviver la cultura,
astrattamente, non potranno soprawivere gli uomini.
(Dar aceasta este Europa noastr? Dac n ea va supravieui cultura n mod
abstract, oamenii nu vor putea supravieui II Contemporaneo".).

b) Exprim o ndoial, o nesiguran:
Non ho visto niente. Sar lui? No, non lo so chi sar.
(Nu am vzut nimic.
S fie el? Nu, nu tiu cine o fi.)
Chi canter stasera? (Cine va cnta ast-sear?)
Non avrai tu quello che mi occorre? (Nu vei avea tu ceea ce mi trebuie?)

c) Exprim un ndemn, o rugminte n locul imperativului:
Voi non farete questo. (Voi nu vei face aceasta.)
Tu vedrai senz'altro il risultato del tuo lavoro.
(Tu vei vedea, desigur,rezultatul muncii tale.)

d) Exprim o propunere cu oarecare condescenden:
Mi permetter di offrirLe questo libro. (mi voi permite s v ofer aceast
carte.)
Io dir che questo progetto non va. (Eu voi spune c acest proiect nu este
bun.)



103
Viitorul anterior Il futuro anteriore

Viitorul anterior se formeaz din viitorul simplu al auxiliarului essere sau avere
mpreun cu participiul trecut al verbului de conjugat:

Parlare: io avr parlato Andare: io sar andato,-a
Temere: io avr temuto Cadere: io sar caduto,-a
Sentire: io avr sentito Partire: io sar partito,-a
Viitorul anterior il futuro anteriore arat o aciune care se va ntmpla n
viitor, dar naintea unei alte aciuni, tot viitoare:
Quando avrai terminato il canto, lo ricomincerai.
(Cnd vei fi terminat cntecul, l vei rencepe.)

Appena avr scritto questo lavoro, penser ad altri.
(Dup ce voi fi scris aceast lucrare, m voi gndi la altele.)


a) Se folosete adeseori dup un verb dubitativ (n locul conjunctivului trecut):
Speriamo che il direttore avr dato (abbia dato) attenzione al mio progetto.
(S sperm c directorul va fi dat atenie proiectului meu.)


b) Alteori, viitorul anterior poate exprima o nesiguran, o posibilitate, folosire
pe care gramatica limbii romne o consider a fi caracteristic unui alt mod,
i anume prezumtivului.
Lo avr incontrato, chi sa? (l va fi ntlnit, cine tie?)
L'avr mandato? (l va fi trimis?)

104

Conjunctivul Il congiuntivo
Conjunctivul // congiuntivo exprim:
a) o aciune posibil sau dorit:
Nondimeno, dove son cinque o sei persone, difficile che non se ne trovi una
vogliosa di comparire e di parlare. (Cu toate acestea, unde sunt cinci sau ase
persoane, e greu s nu se gseasc una, doritoare s ias i s vorbeasc.
S.Pellico, Le mie prigioni".)

e) exprim un sfat, un ndemn, o chemare:
Andiamo insieme. (S mergem mpreun)
Facciamo questo subito. (S facem lucrul acesta imediat.)

f) exprim o ndoial:
Che faccia questo, o no ? (S fac acest lucru sau nu ?)
g) exprim o concesie:
Finisca una volta il lavoro cominciato da tanto tempo !
(S se termine o dat munca nceput de atta timp !)
De cele mai multe ori este precedat de conjuncia che, sau depinde de conjunciile
se, affinch, quantunque, etc.

Are patru timpuri: Presente, Imperfetto, Passato, Trapassato






105

MODULO 3

MODULUL 3

Lecia 1
Partea 1

Acum vom nva cum s exprimm direcia i poziia. Acest exerciiu ar trebui
reluat de cteva ori. Nu este greu, dar este important.


DIRECIE. POZIIE DIREZIONE. POSIZIONE
Dove ? - dove = Unde ?
- qui cui = aici
- l - la = acolo
- lass - lasu = sus
- laggi - lagiu = jos
- di fronte a - di fronte a = vizavi (de)
- a destra - a destra = la dreapta
- a sinistra a sinistra = la stnga
- avanti - avanti = nainte
- indietro - indietro = napoi
- di fronte - di fronte = n fa
- dietro - dietro = n spate




106
107

Acum vom vedea cum se exprim coordonatele temporale.

TIMPUL IL TEMPO
Quando ? cuando = Cnd ?
- oggi - ogi = azi
- domani - domani = mine
- dopodomani - dopodomani = poimine
- ieri - ieri = ieri
- laltro ieri - laltro ieri = alaltieri
- stamattina - stamatina = azi diminea
- questo pomeriggio - cuesto pomerigio = azi dup-amiaz
- ieri sera - ieri sera = asear
- ora, adesso - ora / adeso = acum
- stasera - stasera = disear
- di buonora, presto - di buonora / presto = devreme
- tardi - tardi = trziu
- la mattina - la matina = diminea
- al pranzo - al prandzo = la prnz
- la sera - la sera = seara
- tra unora - tra unora = peste o or
- tra mezzora / un quarto dora - tra medzora / un cuarto dora
= peste o jumtate de or / un sfert de or
- tra due giorni - tra due giorni = peste dou zile
- tra una settimana - tra una setimana = peste o sptmn
- tra un mese - tra un meze = peste o lun
- tra le ore e - tra le ore e = ntre orele i
- la settimana prossima - la setimana prosima = sptmna viitoare
- il mese prossimo - il meze prosimo = luna viitoare
- lanno prossimo - lano prosimo = anul viitor
108

ZILELE SPTMNII I GIORNI DELLA SETTIMANA
Luned - lunedi = Luni

Marted - martedi = Mari

Mercoled - mercoledi = Miercuri

Gioved - giovedi = Joi

Venerd - venerdi = Vineri

Sabato - sabato = Smbt

Domenica - domenica = Duminic














109
Partea a 2-a

Dup ce ai nvat zilele sptmnii, vom vedea cum se exprim n limba italian
lunile anului

LUNILE ANULUI I MESI DELLANNO
Gennaio genaio = Ianuarie

Febbraio - febraio = Februarie

Marzo maro = Martie

Aprile - aprile = Aprilie

Maggio - magio = Mai

Giugno - giunio = Iunie

Luglio - lulio = Iulie

Agosto - agosto = August

Settembre - setembre = Septembrie

Ottobre - otobre = Octombrie

Novembre - novembre = Noiembrie

Dicembre - dicembre = Decembrie


110

Vom vedea acum anotimpurile n limba italian.
LE STAGIONI (ANOTIMPURILE)
La primavera - la primavera = Primvara
Lestate - lestate = Vara

Lautunno - lautuno = Toamna
Linverno - linverno = Iarna

Iat cteva expresii referitoare la vreme. Dac le vei nva bine, vei constata c
putei i dvs. s formulai fraze despre acest subiect.

VREMEA IL TEMPO
Fa molto freddo - fa molto fredo = este foarte frig
- fuori - fuori = afar
- dentro dentro = nuntru
Oggi fa - ogi fa = astzi este
- molto caldo - molto caldo = foarte cald
- vento - vento = vnt
- fresco - fresco = rcoare
Fa bel tempo / brutto tempo - fa bel / bruto tempo = este timp frumos / timp urt
C il sole - ce il sole = este soare
Piove - piove = plou
Nevica - nevica = ninge
Tira vento - tira vento = bate vntul









111

Acum vom vedea exprimarea orei i cteva expresii utile referitoare la momentele
zilei. Unele au fost deja predate n leciile anterioare, deci se presupune c le
cunoatei. Un exerciiu bun de recapitulare ar fi s ncercai singuri s formulai
fraze cu aceste expresii, folosindu-le att pe cele deja nvate, ct i pe cele noi.

CHE ORE SONO ? (CT ESTE CEASUL ?)
Sono le otto - sono le oto = Este ora opt (fix).
Mezzo - medzo = jumtate
Sono le sette e mezzo - sono le sete e medzo = Este ora apte i jumtate
Quarto - cuarto = sfert
Sono le sei e un quarto - sono le sei e un cuarto = Este ora ase i un sfert
Sono le nove e cinque - sono le nove e cincue = Este ora nou i cinci minute
E mezzogiorno - e medzogiorno = Este ora 12 ziua.
E mezzanotte - e medzanote = E ora 12 noaptea.
Manca un quarto fino alle dieci - manca un cuarto fino ale dieci =
Este ora 10 fr un sfert
(Mai este un sfert de or pn la 10.)
Lalba - lalba = zorii zilei
Il mattino - il matino = dimineaa
La mattinata - la matinata = dimineaa devreme
Il mezzogiorno - il medzogiorno = prnzul
Il pomeriggio - il pomerigio = dup-amiaza
Il tramonto = la sera il tramonto / la sera = seara
La notte - la note = noaptea






112
Lecia 2

Partea 1
Este foarte posibil ca, ajuni n Italia, s avei nevoie s v deplasai dintr-un ora
ntr-altul. Acest lucru se poate face cu trenul, ns trebuie s avei un bagaj de
vocabular suficient care s v permit s v descurcai. Aceste expresii trebuie
nvate bine.

CLTORIA CU TRENUL VIAGGIO IN TRENO

Che treno avrei oggi per? - che treno avrei ogi per
= Cu ce tren a putea s plec astzi la?

C un treno diretto fino a? - ce un treno direto fino a
= Am tren direct pn la

Con questo treno posso andare direttamente fino a?
- con cuesto treno poso andare diretamente fino a =
Cu acest tren pot s merg direct pn la?

Mi potrebbe aiutare a trovare? - mi potrebe aiutare a trovare..
= M putei ajuta s gsesc?
- lufficio informazioni - luficio informaioni = biroul de informaii
- la biglietteria - la bilieteria = casa de bilete
- il binario numero - il binario numero = peronul nr.

Vorrei un biglietto - vorei un bilieto = a dori un bilet
- per il rapido - per il rapido = la rapid
- per il locale - per il locale = la personal
- per il direttissimo (lIntercity) - per il diretisimo / lintersiti
= la acceleratul internaional

113
Tre biglietti di seconda classe per il diciannove Agosto, per favore
- tre bilieti di seconda clase per il dicianove agosto, per favore
= trei bilete la clasa a doua pentru data de nousprezece august, v rog

Per favore, due biglietti di prima classe fino a
Per favore, due bilieti di prima clase fino a
= v rog, dou bilete la clasa nti pn la

Devo comprare separatamente il posto prenotato ?
Devo comprare separatamente il posto prenotato
= trebuie s cumpr separat tichetul de loc ?

Per quanto tempo posso interrompere il viaggio ?
Per cuanto tempo poso interompere il viagio
= ct timp pot s ntrerup cltoria ?

Un biglietto per il vagone-letto, per cortesia
Un bilieto per il vagone leto, per cortezia
= un bilet la vagonul de dormit, v rog

Quanto costa il biglietto ? - cuanto costa il bilieto = ct cost biletul ?

Dove si trova il deposito-bagagli ? dove si trova il depozito bagali
= unde este biroul de bagaje ?

Questa ? - cuesta e = aceasta este ?
- una carrozza diretta - una caroa direta = un vagon direct
- una carrozza per fumatori / non-fumatori
una caroa per fumatori / non-fumatori
= un vagon pentru fumtori / nefumtori
114

C ancora un posto libero qui ? - ce ancora un posto libero cui
= mai este un loc liber aici ?

Ha un orario dei treni ? - a un orario dei treni = avei un mers al
trenurilor ?

Il treno ferma a? - il treno ferma a = trenul oprete la?

Questo treno ha vagone-ristorante ? - cuesto treno a vagone ristorante
= acest tren are vagon-restaurant ?

Che stazione questa ? - che staione e cuesta = ce gar este aceasta ?
Quanto sta qui il treno ? - cuanto sta cui il treno = ct st trenul aici ?

A che ore arriviamo a? - a che ora ariviamo a= la ce or ajungem la?

A quale stazione devo cambiar treno ? a cuale staione devo cambiar treno
= n ce gar trebuie s schimb trenul ?

Dove luscita ? - dove e luita = unde este ieirea ?









115
Partea a 2-a

Ne ntoarcem la completarea cunotinelor de gramatic i vom continua cu
modurile i timpurile verbului. n continuare vom studia conjunctivul prezent
.
Conjunctivul prezent Il congiuntivo presente
Formare: verbele de conjugarea I au la primele trei persoane de la singular ,
desinena i, adugat direct temei, iar verbele celorlalte dou conjugri au
desinena a (verbele incoative de conjugare a III-a au desinena isca)

Persoana Conjugarea I Conjugarea a II-a Conjugarea a III-a Conjugarea a III-a
(incoativ)
Io Parl-i Ved-a Sent-a Fin-isca
Tu Parl-i Ved-a Sent-a Fin-isca
Lui Parl-i Ved-a Sent-a Fin-isca
Noi Parl-iamo Ved-iamo Sent-iamo Fin-iamo
Voi Parl-iate Ved-iate Sent-iate Fin-iate
Loro Parl-ino Ved-ano Sent-ano Fin-iscano

a) n propoziii independente, prezentul conjunctiv are valori absolute, exprimnd
o aciune care se va petrece ntr-un viitor foarte apropiat de momentul vorbirii:
Giochiamo insieme una partita a scacchi.
(S jucm mpreun o partid di ah.)

b) n relaie, conjunctivul prezent exprim de asemenea o aciune care se va
petrece ntr-un viitor foarte apropiat de momentul aciunii cu care se afl n relaie:
Prima devi vedere se lui ti reggia.
(n primul rnd trebuie s vezi dac el te susine.)

116
Conjunctivul imperfect Il congiuntivo imperfetto

Formare: Tema verbului + vocala caracteristic + desinene (terminaii)
Pers. Conjugarea I Conjugarea a II-
a
Conjugarea a III-
a
Conjugarea a III-a
(incoativ)
Io Cant-a-ssi Cred-e-ssi Sent-i-ssi Fin-i-ssi
Tu Cant-a-ssi Cred-e-ssi Sent-i-ssi Fin-i-ssi
Lui Cant-a-sse Cred-e-sse Sent-i-sse Fin-i-sse
Noi Cant-a-ssimo Cred-e-ssimo Sent-i-ssimo Fin-i-ssimo
Voi Cant-a-ste Cred-e-ste Sent-i-ste Fin-i-ste
Loro Cant-a-ssero Cred-e-ssero Sent-i-ssero Fin-i-ssero


Conjunctivul perfect Il congiuntivo passato
Se formeaz cu ajutorul conjunctivului prezent al auxiliarului i cu participiul
trecut al verbului de conjugat:

Persoan
a
Conjugarea I Conjugarea a II-
a
Conjugarea a III-a
Io Abbia parlato Abbia venduto Sia partito
Tu Abbia parlato Abbia venduto Sia partito
Lui Abbia parlato Abbia venduto Sia partito
Noi Abbiamo parlato Abbiamo
venduto
Siamo partiti
Voi Abbiate parlato Abbiate venduto Siate partiti
Loro Abbiano parlato Abbiano venduto Siano partiti



117
Conjunctivul perfect poate avea dou valori:
a) Valoare absolut, cnd exprim o aciune situat n trecut, fa de momentul
vorbirii:
Come puoi, senza che abbia visto qualcuno, parlare di lui ?
(Cum poi, fr s fi vzut pe cineva, s vorbeti de el ?)

b) Valoare relativ, cnd exprim o aciune anterioar aciunii cu care este n
relaie:
Non possibile che lui abbia intrappreso qualche cosa, senza dirlo.
(Nu este posibil ca el s fi ntreprins ceva, fr s spun.)


Conjunctivul mai mult ca perfect Il congiuntivo trapassato
Conjunctivul mai mult ca perfect se formeaz din imperfectul
conjunctiv al auxiliarului i din participiul trecut al verbului de conjugat:

Conjugarea I Conjugarea aII-a Conjugarea a III-a
che io avessi parlato che io avessi venduto che io fossi partito, -a
che tu avessi parlato che tu avessi venduto che tu fossi partito, -a
che egli avesse parlato che egli avesse venduto che egli fosse partito, -a
che noi avessimo parlato che noi avessimo venduto che noi fossimo partiti, -e
che voi aveste parlato che voi aveste venduto che voi foste partiti, -e
che essi avessero parlato che essi avessero venduto che essi fossero partiti, -e





118
Exprim aciunea trecut a conjunctivului imperfect; ca i acesta, mai
mult ca perfectul se traduce:
a) fie cu condiionalul (optativ) trecut:
Che se invece di romper la folia si fossero sparpagliati loro tra quella, si
sarebbero trovati a sua discrezione...
(C dac n loc de a strbate mulimea s-ar fi rspndit printre cei de
acolo, s-ar fi aflat la discreia sa. Manzoni, I Promessi Sposi".)

b) fie cu conjunctivul trecut:
Tu non avresti voluto, eh, che il pane fosse stato a buon mercato?
(Tu n-ai fi vrut, eh, ca pinea s fi fost ieftin? Manzoni, I Promessi
Sposi".)


Vom vedea acum situaiile care cer folosirea conjunctivului.

ntrebuinarea conjunctivului Luso del congiuntivo
n limba italian, modul conjunctiv este folosit n urmtoarele situaii:
a) Dup urmtoarele verbe i locuiuni verbale impersonale: si dice, basta,
importa, pare, giusto, probabile, necessario, difficile, bisogna, sembra,
non vero etc.
Si dice che questo autunno sia lungo e caldo
(Se spune c toamna aceasta este lung i clduroas.)

E necessario che tu partecipi alla conversazione di stasera.
(E necesar ca tu s participi la conversaia de ast-sear.)


119
b) Dup verbe ca: sembrare, parere, sperare, desiderare, credere, dubitare,
temere, volere, stupire, suporre, ammettere i n general dup alte asemenea
verbe care exprim o ndoial, o team, o dorin, o uimire, o aparen, o
speran, o impresie etc.
Voglio che tu sia pi attento alla lezione.
( Vreau ca tu s fii mai atent la lecie.)

Spero che lui ottenga a quel concorso risultati ottimi.
(Sper ca el s obin la concursul acela rezultatele cele mai bune.)

Temo che non venga in ritardo.
(M tem s nu vin cu ntrziere.)

c) Dup adjectivele la gradul superlativ (relativ), ca: lunico, il solo, il
peggiore, lottimo, il massimo, de care depinde o alt propoziie:
Lunico pensiero che io abbia questi giorni di terminare il libro in tempo.
(Singurul gnd pe care l am n aceste zile este s termin cartea la timp.)

Roma la citta pi interessante che esista, per i suoi monumenti antichi.
(Roma, pentru monumentele sale antice, este cel mai interesant ora care exist.)

T. aveva listinto duna grande dignit formale; era questo il solo freno di cui
disponesse per moderare le proprie passioni.
(T. avea instinctul unei mari demniti formale; acesta era singurul fru de care
dispunea pentru a-i potoli pasiunile. A. Moravia, Romanzi brevi)



120
d) Dup unele pronume i adverbe care exprim un sens nesigur, vag:
dovunque (oriunde), per quanto (orict, pe ct), qualunque (oricare):
Qualunque siano le difficolt attuali, la democrazia trionfer dappertutto.
(Oricare sunt dificultile actuale, democraia va triumfa pretutindeni.)

e) n propoziii cu sens interogativ sau negativ:
E forse qualcuno che non sappia aprezzare leconomia di mercato ?
(Este poate cineva care nu ite s preuiasc economia de pia ?)

Non vedo nessuno che neghi questa realt.
(Nu vd pe nimeni care s nege aceast realitate.)

f) n propoziii secundare, cnd acestea preced propoziiile principale:
Che tu mi sia amico fedele, di ci sono convinto.
(C tu mi eti prieten credincios, de acest lucru sunt convins.)

Che lui lavori con passione, non ne dubita nessuno.
(C el muncete cu pasiune, nu se ndoiete nimeni.)

g) Dup urmtoarele conjuncii:
- bench, sebbene, quantunque, nonostante che, anche, per quanto (toate se traduc
prin dei, cu toate c):
Per quanto insistano i nemici a denigrarci, il nostro ideale umanista sta fermo
sulle sue decisioni.
(Orict insist dumanii s ne denigreze, idealul nostru umanist i menine ferm
hotrrile.)

121
- a condizione che, a patto che (cu condiia ca), nel caso che, caso mai , ove (n
caz c), purch (numai s), basta che (e deajuns ca), qualora (dac cumva
atunci cnd)
La presenza del nostro amico sar utile, purch arrivi in tempo.
(Prezena prietenului nostru va fi util, numai s ajung la timp.)

Caso mai facessimo tardi, non ci aspettate.
(n caz c vom ntrzia, nu ne mai ateptai.)

- perch, affinch, accioch, acci (s, ca s)
Vi diamo questa bibliografia affinch studiate meglio.
(V dm aceast bibliografie pentru ca s studiai mai bine.)

Venite presto perch non perdiate il posto.
(Venii repede pentru ca s nu pierdei locul.)














122
Lecia 3

Partea 1
Continum s nvm modurile i timpurile verbului. Acum vom studia modul
Condiional.

CONDIIONALUL IL CONDIZIONALE
Condiionalul s-a format n mod analog cu viitorul I, adic din unirea infinitivului
prezent (trunchiat) al verbului, i din formele reduse ale perfectului simplu al
verbului a avea (avere).
(Viitorul s-a format din unirea infinitivului prezent al verbului cu prezentul
indicativ al verbului avere).
Conjugarea I Conjugarea a II-a Conjugarea a III-a
cantare + ebbi = canterei temerei sentirei
cantare + avesti = canteresti terneresti sentiresti
cantare + ebbe = canterebbe temerebbe sentirebbe
cantare + avemmo = canteremmo temeremmo sentiremmo
cantare + aveste = cantereste temereste sentireste
cantare + ebbero = canterebbero temerebbero sentirebbero

n limba italian, condiionalul exprim:
a) dorin:
Parlerei a Maria volentieri. (Bucuros a vorbi cu Maria.)
Desidererei vedere questo libro. (A dori s vd aceast carte.)
b) o prere:
Secondo alcuni, l'esame sarebbe facile. (Dup unii, examenul ar fi uor.)
c) o ndoial:
Che cosa metterei dentro? (Ce-a pune nuntru?)
Chi potrebbe essere? (Cine ar putea fi?)
123
d) o opinie, cu o oarecare nesiguran (cu valoare de indicativ):
Vorrei dire anch'io quello che penso su quel problema.
(A vrea s spun i eu ceea ce gndesc n problema aceea.)
e) o dorin neexprimat:
Avrebbe lavorato ancora, ma era troppo tardi.
(Ar fi lucrat mai mult, dar era prea trziu.)
f) are valoare de conjunctiv n propoziiile interogative:
Vi dico una storia? Perch non ve la direi (V spun o poveste? De ce s
nu v-o spun?)
Condiionalul trecut Il condizionale passato
Se formeaz din condiionalul prezent al auxiliarului essere sau avere
i din participiul trecut al verbului de conjugat:
Conjugarea I Conjugarea a II-a Conjugare a III-a
Io avrei parlato Io avrei venduto Io sarei partito
Tu avresti parlato Tu avresti venduto Tu saresti partito
Lui avrebbe parlato Lui avrebbe venduto Lui sarebbe partito
Noi avremmo parlato Noi avremmo venduto Noi saremmo partiti
Voi avreste parlato Voi avreste venduto Voi sareste partiti
Loro avrebbero parlato Loro avrebbero venduto Loro sarebbero partiti

Condiionalul trecut exprim o aciune care ar fi fost posibil n trecut.
Folosirea conjunciei condiionale SE" i periodul ipotetic
L'uso della congiunzione condizionale SE" e il periodo ipotetico
Conjuncia condiional se (dac) cu sens ipotetic cere un regim
special:
124
1. Dac aciunea este la un timp prezent, propoziia principal are verbul
la
condiional prezent, iar propoziia secundar, introdus prin se, are
verbul la conjunctiv imperfect (congiuntivo imperfetto):
Se tu meritassi, ti loderemmo.
(Dac ai merita, te-arn luda.)

Se facesse bel tempo, farei una gita in campagna.
(Dac ar fi timp frumos, a face o plimbare la ar.)
2. Dac aciunea este la un timp trecut, propoziia principal are verbul
la condiional trecut, iar propoziia secundar, introdus prin se, cere
verbul la conjunctiv mai mult ca perfect (congiuntivo trapassato):
Se tu avessi meritato, ti avremmo lodato.
(Dac ai fi meritat, te-am fi ludat.)

Se fosse stato bel tempo, avrei fatto una gita in campagna.
(Dac ar fi fost timp frumos, a fi fcut o plimbare la ar.)
Conjunctivul imperfect sau conjunctivul mai mult ca perfect se folosesc
de asemenea dup conjuncia come se (ca i cum). Verbul care urmeaz se
traduce cu modul condiional.
a) Aciunea prezent:
Mi parla come se fossi uno dei suoi.
(mi vorbete ca i cum a fi unul dintre ai si.)
b) Aciunea trecut:
Mi parlava come se fossi stato uno dei suoi.
(mi vorbea ca i cum a fi fost unul dintre ai si.)

125
II periodo ipotetico schematico
1. Dac verbul din propoziia principal este la condiional prezent, verbul
din propoziia secundar este la imperfectul sau mai mult ca perfectul
conjunctivului:
Tu ti divertiresti se leggessi quel libro
(Te-ai distra dac ai citi cartea aceea)

Tu lo accetteresti se lo avessi conosciuto meglio
(Tu l-ai accepta dac I-ai cunoate mai bine)
2. Dac verbul din propoziia principal este la condiional trecut, verbul
din propoziia secundar este la mai mult ca perfectul conjunctivului:
Tu ti saresti divertito se avessi letto quel libro
(Te-ai fi distrat dac ai fi citit cartea aceea)

Tu lo avresti accettato se lo avessi conosciuto meglio
(Tu l-ai fi acceptat dac l-ai fi cunoscut mai bine)












126
Partea a 2-a

Vom studia acum modurile nepersonale (nepredicative) ale
verbului atunci cnd avem un verb, dar acesta nu are
funcie d predicat, adic nu exprim aciunea ndeplinit de
subiect.

INFINITIVUL LINFINITO

Infinitivul l'infinito este modul care arat o
aciune sau o stare nedeterminat:
Mi venne voglia della campagna: stendermi nell'erba, guardare il cielo, non
pensare a nulla.
(Mi-a venit dorul de ar: s m ntind pe iarb, s privesc cerul i s nu m
mai gndesc la nimic. Moravia, ,J Racconti romani".)
a) Poate forma complemente i propoziii directe, indirecte i
circumstaniale:
Si tratta del come spendere quattrini.
(Este vorba de felul cum s cheltuieti banii Moravia-, I Racconti
romani".)

Si sono recati... per pregarlo di fare presente al precedente...
(S-au dus la el... pentru a-1 ruga s fac cunoscut celui dinainte... Moravia,
J Racconti romani".)

Cio allo scopo di consentire al Parlamente di pronunciarsi.
(Aceasta cu scopul de a da Parlamentului posibilitatea s se pronune.
Moravia, I Racconti romani".)
127


b) Poate avea funcie de subiect:
L'unico mezzo che rimane ormai di arrivare al pi presto.
(Unicul mijloc care rmne acum este s ajung ct mai curnd posibil.
Moravia, I Racconti Romani)

c) Deoarece exprim o aciune general, este folosit n expresii, mai ales n
cele referitoare la conduit:
vivere intensamente (a tri intens); tenere la destra (a ine dreapta)-
pigliarsela come viene (a primi o situaie aa cum vine); parlar da
padrone (a face pe stpnul); menarla buona (a ngdui, a trece peste);
andare di bene in meglio (a merge din ce n ce mai bine).

d). Este folosit, ca i indicativul prezent, n proverbe, sentine, maxime:
Cascar dalla padella nella brace.
(A cdea din lac n pu.)

Cavar la castagna con lo zampino del gatto.
(A scoate castane din foc cu minile altuia.)

Promettere mari e monti.
(a promite marea cu sarea.)

e) Poate fi folosit cu valoare de imperativ negativ (imperativo proibitivo):
Non mentire! (S nu mini!)
Non gridare! (S nu strigi!)
Levati quinci, e non mi dar pi lagna!
128
(Ridic-te de aici i nu mi te mai plnge! Dante, L'Inferno".)
(n limba romn, acest imperativ se folosete rar, fiind o influen a
limbii franceze; vezi Caragiale: m rog, a nu se csca!)

f) Infinitivul are de multe ori funcia unui substantiv comun (cf. lb.
romn, vechea form de infinitiv lung): // piacere, il mangiare, il dormire,
l'andare
II suo andare era modesto.
(Mersul su era modest. Dante, Jl Purgatorio".)

// voler bene a lui mi spingeva a vederlo.
(Iubirea pentru el m mpingea s-1 vd.).

I viveri, in campagna, sono in abbondanza.
(La ar, alimentele sunt n abunden.)

Un parlare ambiguo, un tacere significativo, un restare a mezzo, uno
stringer d'occhi...
(O vorbire ambigu, o tcere semnificativ, o oprire la jumtate, o nchidere
de ochi... Manzoni, ,J Promessi Sposi".)
Infinitivul este modul care exprim ideea verbului, fr determinare de
timp, numr i persoan. El este format din tema originar a verbului i din
desinena caracteristic conjugrii respective:
am-are (I); tem-ere (II); sent-ire (III)




129
Fiecare din desinenele infinitivului cuprinde n ea vocala caracteristic
respectivei conjugri:
-a- (I) -e- (II) -i- (III)
am-a-re tem-e-re sent-i-re

Infinitivul verbelor neregulate este foarte diferit; multe din acestea
constituie forma contras a infinitivului lor latin: trarre (trahere), porre
(ponere), offrire (offerire), condurre (conducere), fare (facere), dire (dicere);
unele au rmas cu ambele forme: sciorre i sciogliere; porre i ponere.

Infinitivul trecut Linfinito passato
Arat o aciune mplinit, terminat:
Ero convinto di aver fatto tutto.
(Eram convins c fcusem totul.)

Partiremo domani, dopo aver gi sistemato tutto.
(Vom pleca mine, dup ce vom fi aranjat totul.)

Venne da me, dopo essersi preparato due giorni per lesame.
(A venit la mine dup ce s-a pregtit dou zile pentru examen.)
Infinitivul trecut se formeaz din infinitivul simplu al auxiliarului (essere sau
avere) i din participiul trecut al verbului de conjugat: aver parlato; aver
temuto; esser partita,-a.



130
Lecia 4
Partea 1
MODUL IMPERATIV IL MODO IMPERATIVO
Imperativul este modul prin care se exprim:
a) ordinul (n vederea ndeplinirii sau mpiedicrii unei aciuni):
Non venite prima! (Nu venii mai nainte!)
Fate presto! (Grbii-v!)
Finiscila! (Sfrete o dat!; termin!)

b) ndemnul:
Andiamo insieme a quello spettacolo.
(S mergem mpreun la acel spectacol.)

Lavoriamo tutti, per terminare il progetto in tempo.
(S lucrm cu toii, pentru a ndeplini proiectul la timp.)
c) rugmintea:
Mi dia, per l'avore, il Suo consiglio.
(Dai-mi, v rog, sfatul dumneavoastr.)

Ti prego, abbi pazienza !
(Te rog, ai rbdare !)

Formele imperativului verbelor regulate sunt identice cu cele ale
conjunctivului prezent la persoana a IlI-a singular i la persoana I i a IlI-a
plural.
n ceea ce privete persoana a II-a singular, aceasta este identic cu
aceeai form a prezentului indicativ, la verbele de conjugarea a II-a i a III-a.
131
La verbele de conjugarea I, persoana a II-a a imperativului are desinena -
a adugat direct la tem: canta, lavora, studia etc.
Persoana a II-a plural este de asemenea identic cu aceeai persoan a
prezentului indicativ.
Aadar:

lavorare credere sentire finire
lavora credi senti finisci
lavori creda senta finisca
lavoriamo crediamo sentiamo finiamo
lavorate credete sentite finite
lavorino credano sentano finiscano
Formele imperativului verbelor auxiliare respect aceeai regul de formare;
cu excepia persoanei a II-a singular, la care imperativul este sii pentru verbul
essere i abbi pentru avere:

essere avere
sii abbi
sia abbia
siamo abbiamo
siate abbiate
siano abbiano
Imperativul cu sens negativ la persoana a II-a singular se exprim prin
forma infinitivului prezent, precedat de negaia non:
Npn cantare cosi forte.
(Nu cnta att de tare.)
132

Non lasciare il lavoro che potresti far oggi, per domani.
(Nu lsa lucrul pe care l-ai putea face azi, pe mine.)

Cteva verbe uzuale - andare, stare, fare, dire, dare - folosite la imperativ
alturi de pronume:
fammi il piacere e rinunzia
f-mi plcerea i renun

fagli il tema di domani, perch lui stanco
f-i tema pentru mine, pentru c el este obosit

dagli tutto e lascialo andare
d-I tot i las-l s plece

stammi sempre vicino e non ti rincrescer
stai mereu lng mine i nu-i va prea ru

digli che l'aspetto fra due giorni.
spune-i c l atept peste dou zile









133
Vom studia n continuare participiul verbelor, mod care ne ajut s formm
unele moduri personale ale verbului i timpurile lor.

PARTICIPIUL TRECUT IL PARTICIPIO PASSATO

Participiul trecut formeaz (mpreun cu unul din verbele ajuttoare essere
sau avere) diferite timpuri verbale compuse: il trapassato prossimo, il passato
prossimo, il trapassato remoto, il futuro anteriore, formele verbale ale diatezei
pasive etc.

Terminaia participiului trecut este to (-ta); ea se adaug la tema verbelor,
dup vocala caracteristic:
Conjugarea I am-a-to
Conjugarea a II-a tem-u-to
Conjugarea a III-a sent-i-to
Dup cum se observ, la conjugarea a II-a vocala caracteristic se schimb n u.

Acordul participiului trecut cu subiectul sau cu obiectul direct din propoziie se
face astfel:
a) Cnd un verb se conjug cu auxiliarul a avea (avere), participiul trecut al
acestui verb rmne neschimbat:
Ho fatto un lungo cammino.
(Am fcut un drum lung.)

Il figlio gli ha dato molti disturbi.
(Fiul i-a produs multe necazuri.)

b) Cnd verbul se conjug cu auxiliarul a fi (essere), fiind intranzitiv, participiul
trecut se acord cu subiectul n gen i numr:
134
La scuola si riaperta in un nuovo edificio.
(coala s-a deschis ntr-o cldire nou.)

Le lagrime le erano cadute lentamente, una ad una.
(Lacrimile i czuser ncet, una cte una.)

c) Cnd obiectul direct este aezat naintea verbului, acordul se poate face i n
cazul verbelor conjugate cu auxiliarul avere:
I ragazzi che ho visti ieri erano suoi.
(Copiii pe care i-am vzut ieri erau ai si.)

Le scuole che ho visitate sono tutte moderne.
(colile pe care le-am viizitat sunt toate moderne.)

I concerti che abbiamo ascoltati questanno furono ottimi.
(Concertele pe care le-am asculata n acest an au fost foarte bune.)

d) Acordul este obligatoriu cnd naintea verbului se repet pronumele personal al
obiectului direct:
Le vacanze che abbiamo passate questestate insieme mi rimarranno per sempre.
(Zilele de vacan pe care le-am petrecut mpreun vara aceasta mi vor rmne n
minte pentru totdeauna.)

Questa risposta lho ricevuta ieri.
(Rspunsul acesta l-am primit ieri.)

e) n propoziiile cu verbe la diateza reflexiv, acordul participiului trecut cu
obiectul direct nu este obligatoriu:
Mi sono riveduti gli amici con piacere = Mi sono riveduto gli amici con piacere
135
(Mi-am revzut prietenii cu plcere.)

Mi sono chiamati gli amici a visitare la scuola = Mi sono chiamato gli amici a
visitare la scuola
(Mi-am chemat prietenii s viziteze coala.)

Partea a 2-a

IL MODO GERUNDIO MODUL GERUNZIU
- gerunziul este un mod nepersonal (nu are forme diferite pentru persoane)
- n limba italian are dou timpuri: prezent i trecut

IL GERUNDIO PRESENTE
- se formeaz de la infinitiv
PORTARE portando (aducnd)
LAVARSI lavandosi (splndu-se)
LEGGERE - leggendo (citind)
PROTEGGERSI proteggendosi (protejndu-se)
APRIRE aprendo (deschiznd)
VESTIRSI vestendosi (mbrcndu-se)

Forma de gerunziu a unor verbe neregulate
Avere - avendo
Essere - essendo
Bere bevendo
Stare stando
Dare dando
Dire dicendo
Fare facendo
136
Volere volendo
Condurre conducendo
Produrre producendo
Tradurre traducendo
Porre ponendo
Proporre proponendo
Venire venendo
Atenie !
Stare + verb la gerunziu nu se traduce cu gerunziu
Che stai facendo ? = ce faci?
Sto scrivendo una lettera = Scriu o scrisoare.
Che stavi mangiando poco fa? = Ce mncai adineauri?
Stavo mangendo una mela = Mncam un mr.


IL GERUNDIO PASSATO
Formare:
Gerunziul prezent al verbului ajuttor essere sau avere + participiul trecut al
verbului de conjugat
PORTARE avendo portato
LEGGERE avendo letto
APRIRE avendo aperto
AVERE avbendo avuto
ESSERE essendo stato
VENIRE essendo venuto
LAVARSI essendosi lavato

- gerunziul trecut nu exist n limba romn
- se traduce cu gerunziul prezent sau cu un alt timp
137

Ex.: Essendosi lavato, si sentito meglio.
Splndu-se s-a simit mai bine
Dup ce s-a splat s-a simit mai bine

Gerunziul se unete cu pronumele personale i reflexive.
Sentendosi male = simindu-se ru
Lavandomi I capelli = splndu-mi prul
Vedendolo nella mia casa= vzndu-l n casa mea
Scambiandola per unaltra= lund-o drept alta


Pentru a fixa ceeea ce ai nvat pn acum, ncercai s rezolvai urmtoarele
exerciii. Ele nu sunt dificile, se numesc exerciii de rutin, dar sunt foarte
utile, deoarece, rezolvndu-le, aceast problem de gramatic va deveni un
automatism vei putea construi propoziii i fraze corecte fr s v mai gndii
la modul de formare.

Esercizi
Forma il gerundio presente e passato dei seguenti verbi:
Ballare
Sospirare
Ricominciare
Fiorire
Abbracciare
Partire
Tremare
Riposare
Riscaldare
Spedire
Odiare
Amare
Sentire
Perdere
Guardarsi



138


Traduci in romeno:
Perdendo le chiavi non ho potuto aprire la porta.
Non sapevo cosa dire riconoscendola in quella compagnia.
Scrivendogli pi spesso renderai felice il nonno.
Avendo sbagliato la strada tornato indietro.
Imparando di pi abbiamo avuto voti migliori.
Spendendo tanti soldi diventeremo poveri.

Traduci in italiano:
Aa trece timpul: muncind n zilele lucrtoare i odihnindu-ne n cele de
srbtoare.
Traversnd strada n fug i nerespectnd semaforul nu facem bine.
Primvara bate un vnt plcut rcorind aerul.
Toamna frunzele cad lsnd copacii goi (nudi).
Iarna sufl un vnt rece nghend totul i aducnd disperare celor sraci.
Fiind nscut de Crciun acest copil a fost botezat Cristian.











139

Lecia 5

Partea 1


La intrarea pe teritoriul Italiei este posibil s fii oprii la vam i s vi se pun
cteva ntrebri. Iat nite elemente de vocabular care v vor permite s facei
fa acestei situaii.

Alla frontiera = La frontier

Viaggio con passaporto turistico. = Cltoresc cu paaport turistic

Ho il visto per unanno. = Am viz pentru un an

Sono venuto,-a a lavorare in Italia. = Am venit s muncesc n Italia

Quanto tempo desidera trattenersi ? = Ct timp dorii s rmnei ?

Vorrei prolungare il mio visto fino al = A vrea s-mi prelungesc viza pn la

Dove posso domandare la prolonga del visto ?
= Unde pot solicita prelungirea vizei ?

Mi serve = Am nevoie de
- un visto dentrata = viz de intrare
- un visto di transito = viz de tranzit

Dove si fa il controllo dei bagagli ? = Unde se face controlul bagajelor ?

140
Qui si fa il controllo dei bagagli a mano. = Aici se face controlul bagajelor de
mn

Quali sono i suoi bagagli ? = Care sunt bagajele dvs. ?

Questi sono i miei bagagli. = Acestea sunt bagajele mele.

Non ho bagagli pesanti. = Nu am bagaje grele.

Favorisca aprire questa valigia. = V rog s deschidei aceast valiz.

Non ho su di me = Nu am asupra mea
-gioielli = bijuterii
-armi = arme
-droga = droguri

Non ho niente da dichiarare. = Nu am nimic de declarat.

Questi sono pochi regali. = Acestea sunt cteva cadouri.

Questa roba per il mio uso personale.
= Acestea sunt lucruri pentru uzul meu personal

Non sapevo che venissero percepite tasse doganali per questi oggetti.
= Nu tiam c se pltesc taxe vamale pentru aceste obiecte.

Quanto la dogana per = Ct este taxa vamal pentru

Quanto ho da pagare ? = Ct trebuie s pltesc ?
141

Mi aiuti, per piacere, a compilare la dichiarazione doganale.
= Ajutai-m, v rog, s completez declaraia vamal.

Cosa devo scrivere qui ? = Ce trebuie s scriu aici ?

Cosa c scritto qui ? = Ce scrie aici ?
Quali oggetti bisogna menzionare nella dichiarazione doganale ?
= Ce obiecte trebuie trecute n declaraia vamal ?

Dati anagrafici
Date personale
Sono della Romania. Sunt din Romnia
Sono / mi chiamo Sunt / M numesc
Cognome Nume de familie
Nome Prenume
Data e luogo di nascita Data i locul naterii
Il nome alla nascita / prima di sposarmi Numele anterior cstoriei
Domicilio attuale Domiciliul actual
Citt / Comune Oraul / Municipiul
Quartierevianumero Cartierulstradanumrul
Pianoappartamento Etajulapartamentul
Cittadinanza
Cetenia
Nazionalit Naionalitatea
Sono cittadino, -a romeno, -a Sunt cetean,- romn,-c
142
Quanti anni ha ? Ci ani avei ?
Ho anni. Amani


Cnd vei ajunge la locul de munc vei traversa, probabil, o perioad relativ
dificil, n primul rnd din cauza schimbrilor de mediu nconjurtor (civilizaie,
mod de gndire, ambient, oameni etc.) Pentru a depi mai uor aceast
tranziie, vom vedea n continuare cteva elemente de vocabular cu ajutorul
crora v va fi mai uor s legai o conversaie cu colegii i s cerei unele
informaii.
Al luogo di lavoro
La locul de munc
Sono infermiere qualificato, -a Sunt infirmier,- calificat,-
Ho qualificazione di assistente medico-
generalista
Am calificare de asistent medico-
generalist
Sono laureato,-a della scuola postliceale
sanitaria
Am terminat coala postliceal sanitar
Ho lavorato nellospedale municipale Am lucrat n spitalul municipal
Sono fisioterapista Sunt fizioterapeut / kinetoterapeut
Non ho mai lavorato, per sono una
persona che si addatta facilmente.
Nu am lucrat niciodat, dar sunt o
persoan care se adapteaz uor
Si lavora pure il sabato ? Se lucreaz i smbta ?
Quale il giorno di pagamento ? Care este ziua de plat a salariului ?
Che documenti ci vogliono per essere
assunto ?
Ce documente sunt necesare pentru
angajare ?


143

Partea a 2-a

n continuare vom vedea cteva exemple de dialoguri situaionale n spital, care
v vor ajuta i s nelegei cum se folosete vocabularul nvat, dar i cum s v
purtai i s vorbii cu pacientul. Putei folosi acest exerciiu i pentru traducere,
dar i pentru pronunie.

Paziente: Infermiere, stanotte mi sono svegliata con tosse e con un senso di
mancanza daria. Sentivo come una costrizione nel petto. Mi sono alzata e ho
aperto la finestra.
Infermiere: E si sentita meglio cambiando posizione ?
P: No, la sensazione continuata per un po, poi sono stata meglio e mi sono
riaddormentata.
I: Ha mai sofferto dasma ?
P: Mia madre mi ha detto che da bambina avevo lasma, ma io non ricordo.
I: Ha mai sofferto dallergie ?
P: No !
I: Lei fuma ?
P: Qualche sigaretta, ogni tanto.

(Dopo la visita del medico)

I: il medico mi ha detto di aver sentito qualche sibilo al torace. Ha avuto di recente
la bronchite o linfluenza ?
144
P: Ho avuto la febbre e la tosse il mese scorso. La tosse mi continuata fino a
circa una settimana fa.
I: Vedo che il medico Le ha prenotato una spirometria in ospedale.
P: Che devo fare ?
I: Una spirometria un esame per vedere se asma.
P: Oh, no!
I: Non deve preoccuparsi. E possibile che sia solo la conseguenza di uninfezione
virale delle vie respiratorie. Alcune persona hanno una sensibilit particolare a
certi stimoli, ma spesso migliorano spontaneamente e non hanno bisogno di fare
nessuna terapia. E meglio per essere prudenti. Andiamo insieme al gabinetto
dove Lei dovr fare la spirometria.



Per meglio capire Pentru a nelege mai bine:
Stanotte stanote = azi-noapte
Un senso di un senso di = o senzaie de
Mancanza daria mancana daria = lips de aer
Una costrizione una costriione = o sufocare
Mi sono riaddormentata - mi sono riadormentata = am adormit din nou
Asma - asma = astm
Da bambina da bambina = cnd eram mic
145
Qualche sigaretta cualche sigareta = cteva igri
Ogni tanto oni tanto = din cnd n cnd
Qualche sibilo cualche sibilo = unele rezonane
Bronchite bronchite = bronit
Influenza influena = grip
Febbre febre = febr
Tosse - tose = tuse
Prenotare - prenotare = a planifica
Spirometria - spirometria = spirometrie
Ci serve - ci serve = ne trebuie
Conseguenza conseguena = urmare
Infezione virale - infeione virale = infecie viral
Le vie respiratorie - le vie respiratorie = cile respiratorii
A certi stimoli - a certi stimoli = la anumii stimuli
Migliorarsi miliorarsi = a se simi mai bine
Spontaneamente - spontaneamente = n mod spontan
Nessuna terapia - nesuna terapia = nici o terapie





146
Infermiere: Buongiorno. Cosa ha fatto alla gamba ?
Paziente: Sono caduto. Credevo di essermi slogato la caviglia e mi sono messo
una crema per le slogature. Il dolore per aumentato e ho pensato di farmi
visitare da un medico.
I: Quando successo ?
P: Ieri sera.
I: Si fasciato per immobilizzare larticolazione ?
Si fatto degli impacchi freddi ?
P: S, ho messo del ghiaccio e ho fasciato la caviglia, ma non servito.
I: Dalla mobilit dellosso direi che non si tratta di una semplice distorsione, ma
piuttosto di una frattura. Aspettiamo il medico per vedere cosa dice lui e poi
vedremmo se il caso di ingessare.

Per meglio capire Pentru a nelege mai bine:
Credevo di essermi slogato la caviglia credevo di esermi slogato la cavilia =
credeam c mi-am ntins un ligament la glezn

una crema per le slogature una crema per le slogature =
un unguent antiinflamator

di farmi visitare da un medico di farmi vizitare da un medico =
s merg s m vad un medic
147
fasciare faiare = a bandaja
larticolazione - larticolaione = articulaia
degli impacchi freddi deli impachi fredi = comprese reci
distorsione distorsione = ntindere
frattura fratura = fractur
ingessare ingesare = a pune n ghips




Lecia 6

Partea 1
Textele urmtoare sunt un exerciiu de pronunie i de traducere. Cuvintele v
sunt n majoritate cunoscute, din leciile anterioare.

Personaggi: Franco, Tonio
- Ciao, Franco !
- Ciao, Tonio !
- Come mai tu qui, nella salla daspetto del medico ?
- Sono venuto a prendere i risultati delle analisi per mia madre. Lei ha la gastrite
e sta male. E a te, che sei un tipo sportivo, che cosa ti successo ?
148
- S, vero che avevo una salute di ferro, ma con questa brutta stagione ho preso
un raffreddore. Matocca a me di entrare dal medico. Ciao !
- Ciao, Tonio !
Personaggi: Tonio, il medico
- Buongiorno, dottore !
- Buongiorno ! Accomodati ! Che disturbi hai ?
- Non mi sento bene. Ho la nausea, il mal di testa e di gola. Provo una grande
stanchezza.
- Da quanto tempo ?
- Da due giorni. Laltroieri sono uscito di casa senza giacca e senza ombrello e
mi ha sorpreso la pioggia. Probabilmente ho preso un raffreddore.
- Tossisci ? Respiri con fatica ?
- S, ma non tanto.
- Hai la febbre ? Ecco il termometro, misuriamola. S, 38 con 5 linee. Vediamo
la gola. E rossa.
- E grave ?
- No, niente di grave. Avevi ragione, un raffreddore, ma non si deve scherzare
perch pu diventare grave, specialmente per i polmoni. Che cosa hai preso
quando ti sei sentito male ?
- Alcune aspirine, ma questa volta senza effetto.
- Torna a casa, mettiti a letto, a caldo. Continua a prendere aspirine, una dopo
ogni pasto, bevi 3-4 t caldi al giorno e molto succo di limone. Ecco anche la
149
ricetta per delle iniezioni, che devono essere fatte la sera, prima di andare a
letto. Niente antibiotici.
- Grazie, dottore ! ArrivederLa.

Per meglio capire:
La salla daspetto la sala daspeto = sala de ateptare
Gastrite gastrite = gastrit
Che cosa ti successo che coza ti e suceso = ce i s-a ntmplat
Una salute di ferro una salute di fero = o sntate de fier
La brutta stagione la bruta stagione = timpul urt
Raffreddore rafredore = rceal
Tocca a me toca a me = este rndul meu
Che disturbi hai che disturbi ai = ce te supr
La nausea la nauzea = senzaie de vom
Stanchezza stanchea = oboseal
Con fatica con fatica = cu greutate
Non tanto non tanto = nu din cale-afar
Iniezoni inieioni = injecii
Niente antibiotici niente antibiotici = fr antibiotice

Exerciiu: formai propoziii cu expresiile: niente di grave, non c da scherzare,
tocca a me, aver mal di testa, mettersi a letto, stare male.
150

Partea a 2-a
Textul urmtor presupune acelai exerciiu de pronunie i traducere ca i textele
anterioare.

LATTESA DEL MEDICO
Personaggi: Marco, mamma
- Mamma, resterai accanto a me, vero, quando verr il medico ?
- Non aver paura, caro, il dottore non fa niente e lo sai !
- Eh, s ! Lo dici sempre che non fa niente, poi magari come lultima volta mi
ordiner le punture e mi far stare una settimana a letto !
- Su, tranquillizzati ! Vedrai, questa volta te la caverai in due o tre giorni.
- Speriamo, mamma, non ho proprio voglia di stare a letto tanti giorni E poi,
quelle medicine cattive
- Su, Marco, ora basta, stai tranquillo e quando arriva il medico comportati da
uomo.
- Ma la guarder, la gola ?
- Eh, s, che vuoi, importante guardarti la gola
- Lhai preparato, il cucchiaio ?
- S, Marco, ho preparato tutto. Stai calmo !
- Sento una macchina che arriva. Sar lui ?
- No, Marco, presto, ha detto che arriver dopo le cinque.
151
- Allora, mamma, raccontami qualcosa, vieni vicino a me !
- Daccordo, Marco, vengo subito; ma come sei affettuoso con la tua mamma
quando non stai bene !

Per meglio capire:
Accanto a me acanto a me = lng mine
Le punture / le iniezioni le punture / le inieioni = injeciile
Non ho voglia di non o volia di = nu am chef s
Comportati da uomo comportati da uomo = poart-te ca un brbat
Il cucchiaio il cuchiaio = lingura

Aceleai cerine i pentru textele urmtoare.
Personaggi: Pietro, il medico
- Pronto ! Pronto ! Casa Ricciarelli ?
- S. Chi parla ?
- Sono Pietro, il figlio della signora Silvana Tardini.
- S, Pietro, ti conosco. Sono il dottor Ricciarelli. Dimmi, che successo ?
- Buongiorno, signor dottore. La mia mamma malata. Ha febbre, brividi e mal
di stomaco. E molto pallida.
- E a letto, la tua mamma ?
- S, signor dottore.
- Vengo subito, Pietro, stai tranquillo !
152
- Grazie, signore ! ArrivederLa.
- Arrivederci, a fra poco.
*
- Le fa male qui o qui ?
- Mi fa male da tutte le parti, dottore.
- Da quando ha la febbre ?
- Da circa tre ore.
- Sembra unindigestione. Ha mangiato qualcosa che non Le piaciuto ?
- Ho mangiato un hamburger che poi non mi sembrato troppo fresco.
- Stia attenta a ci che mangia in citt. Le do un vomitivo. Beva molto t di
cammomila, senza zucchero. Se non Le passa, mi richiami. ArrivederLa.
- Grazie, dottore, arrivederLa.
- Pietro, va in farmacia con questa ricetta. Devi prendere una medicina per la
tua mamma.
- Va bene, dottore. Quanto coster ?
- Non costa nulla. E gratis perch unemergenza. Arrivederci.
- ArrivederLa. Aspetti, La accompagno io.





153
Per meglio capire:
Brividi brividi = vom, vrsturi
Indigestione indigestione = indigestie
Vomitivo vomitivo = vomitiv
Cammomila camomila = mueel
Zucchero uchero = zahr
















154
MODULO 4

MODULUL 4

Lecia 1

Partea 1

Una din obligaiile dvs. ca i asisteni este s v ngrijii de alimentaia
pacienilor. n continuare vom vedea cteva cuvinte i expresii care se refer la
felurile de mncare i preferine alimentare.

ALIMENTI BEVANDE (ALIMENTE BUTURI)
Voglio fare colazione volio fare colaione
= vreau s iau micul dejun

Una tazza di latte - una taa di late
= o ceac de lapte

Caff caf = cafea

T - te = ceai

Latte late = lapte

Caffelatte - cafelate = cafea cu lapte

Pane con burro - pane con buro = pine cu unt

Formaggio - formagio = brnz

Yogurt iogurt = iaurt

155
Marmellata - marmelata = marmelad, gem

Miele - miele = miere
Voglio qualcosa di dolce - volio cualcoza di dolce
= vreau ceva dulce

Non mangio niente di dolce - non mangio niente di dolce
= nu mnnc nimic dulce

Il t ha zucchero ? - il te a uchero
= ceaiul are zahr ?

Un uovo sodo - un uovo sodo
= un ou fiert

Biscotti - biscoti = biscuii

Ho tanta fame - o tanta fame = mi-e foarte foame

Ho sete - o sete = mi-e sete

Si pu fare colazione qui ? - si puo fare colaione cui
= se poate lua micul dejun aici ?

Voglio un po di tutto - volio un po di tuto
= vreau cte puin din toate

Voglio uninsalata leggera - volio uninsalata legera
= vreau o salat uoar
156
Di solito, mangio - di solito, mangio
= de regul / de obicei, mnnc
Non sono abituato/a di mangiare la mattina -
non sono abituato/a di mangiare la matina=
nu obinuiesc s mnnc dimineaa

Prendo solo caff - prendo solo caf
= iau / servesc doar o cafea

Le patate fritte - le patate frite
= cartofii prjii

Pollo fritto / arrosto - polo frito / arosto
= pui fript / prjit

Il dessert - il desert = desertul

Lantipasto - lantipasto = aperitivul, gustarea

La bevanda - la bevanda = butur alcoolic

La bibita - la bibita = butur rcoritoare

Il succo - il suco = sucul

Il sugo - il sugo = sosul

La salsa - la salsa = sosul cu condimente aromatice

157
La minestra - la minestra
= ciorba de legume, cu orez sau paste

Il minestrone - il minestrone = ciorba foarte deas, de legume

La zuppa - la dzupa = ciorba (n general)

Il brodo - il brodo = ciorba de carne

Risotto - rizoto = pilaf de orez

Gli gnocchi - li niochi = glutile

Larrosto - larosto = friptura

Il panettone, il pandoro - il panetone, il pandoro
= variteti de cozonac

Il gelato - il gelato = ngheata

La merenda - la merenda = gustarea








158

Partea a 2-a

LETTERA AD UN AMICO LONTANO
Caro amico italiano,
Ho trovato il tuo indirizzo su un giornalino che mi ha portato uno mio zio.
Ora ti scrivo e spero che mi risponderai. Io so moltissime cose sullItalia. Seguo
anche I programmi della TV italiana perch abbiamo la televisione via cavo.
Io sono romeno e il mio paese si chiama Romania. Si trova nel Sud-Est
dellEuropa. Confina a Nord con Ucraina, ad Est con la Repubblica Moldavia, ad
Ovest con lUngheria e a Sud con la Serbia e la Bulgaria. Per arrivare in Italia si
deve attraversare lUngheria e lAustria (o la Serbia e la Slovenia).
Molti scambiano la Romania per lUngheria o la Bulgaria perch non
conoscono bene questa parte dellEuropa. Ma la Romania molto pi grande e poi
il popolo romeno lunico popolo neolatino di questa parte del mondo. E sai
perch ? Perch il suo territorio, che nei tempi antichi si chiamava Dacia, stato
conquistato dai Romani e trasformato in provincia romana. Sul territorio del mio
paese ci sono mole testimonianze di civilt romana di quasi 2000 anni fa. E anche
il nome di Romania una testimonianza della nostra origine. Vedi, dunque, che
il popolo romeno e quello italiano sono popoli fratelli.
Il rilievo della Romania vario: I monti Carpazi formano una corona nel
centro del paese. Essi ci offrono molte richezze: legno dei boschi, carbone, gas
metano, sale ed acque minerali. Ci sono poi fertili pianure, soleggiate colline e
meravigliose valli come la valle dellOlt e del Prahova.
Il fiume pi grande il Danubio, il quale, come probabilmente lo sai, il
maggiore fiume dellEuropa Centrale e viene dalla Germania, attraversando
lAustria, lUngheria e la Serbia. Serve da confine naturale tra il mio paese e la
Bulgaria e poi sbocca nel Mar Nero, formando un famoso delta, che il paradiso
159
degli uccelli acquatici. Purtroppo ora il delta in pericolo a causa
dellinquinamento.
Il Mar Nero bagna il Sud-Est della Romania. Il litorale romeno bello e
visitato da molti turisti, per solo da giugno a settembre, prch nel resto dellanno
fa freddo. Il Mar Nero non cos caldo e ricco di pesci come I mari che
circondano lItalia.
La capitale del mio paese si chiama Bucarest. Io ci sono andato molte volte.
E una citt molto grande ma non tanto bella. Mio cugino che ci abita dice che
troppo grande e affollata e poi dinverno fa troppo freddo e destate fa troppo
caldo. Per ha dei belli parchi e un bellissimo Museo del Villagioo allaperto.
Altre citt grandi sono Yassy, Cluj-Napoca, Constanza-porto al Mar Nero,
Timisoara, Craiova.
Io abito in una citt pi piccola, in una zona di collina. Mi piace la mia citt.
Abito con la madre, il padre, due sorelle e il nonno paterno, proprio come nel
telefilm italiano Nonno Felice ! Destate vado in campagna, dai nonni materni.
La Romania non cos grande come lItalia. Ha una popolazione di circa 23
milioni di abitanti. Il clima quasi come nellItalia del Nord. Abbiamo 4 stagioni
con un inverno freddo e rigido (ma non come in Russia!), con vento e neve. La
stagione pi bella la primavera quando tutto verde e fresco. In pianura si
coltivaqno grano, granoturco e girasole e in collina la vita e gli alberi da frutta,
specialmente meli e prugni. Si coltivano poi ortaggi vari e patate.
Caro amico lontano, aspetto la tua risposta.
Saluta da mia parte la tua famiglia. Ti abbraccio.
Cristian





160
Per meglio capire:
Si deve - si deve = trebuie

Scambianoper - scambiano per = confundcu

Di quasi 2000 anni fa - di cuazi due mila ani fa = de acum 2000 de ani

Serve da confine - serve da confine = servete drept hotar

Ricco di - rico di = bogat n

A causa di - a cauza di = din cauza

Ci sono andato - ci sono andato = am mers ( acolo)

Ci abita - ci abita = locuiete (acolo)

Allaperto - alaperto = n aer liber

Proprio come - proprio come = chiar ca

La pianura - la pianura = cmpia

La collina - la colina = dealul

La montagna - la montania = muntele

Rigido - rigido = aspru

Il grano il grano = grul
161

Il granoturco - il granoturco = porumbul

Il girasole - il girasole = floarea-soarelui



Modi di dire con la parola volta - Expresii cu cuvntul volta
La prima volta - la prima volta = prima dat

Lultima volta lultima volta = ultima oar

Una volta - una volta = odat, odinioar

Ogni volta, qualche volta - oni volta, cualche volta = cteodat, uneori

La prossima volta - la prosima volta = data viitoare

La scorsa volta - la scorsa volta = data trecut

Ogni volta che - oni volta che = de fiecare dat cnd

Di volta in volta - di volta in volta = din cnd n cnd

A volte - a volte = uneori

Molte volte - molte volte = de mai multe ori


162
1. Metti al plurale:
Una testimonianza antica
La civilt umana
Una pianura fertile
Una valle meravigliosa
Il fiume lungo
La collina soleggiata
Il villaggio romano
La citt affollata
Una primavera fresca
Un ortaggio verde
Un uccello acquatico
Labitante giovane

2. Coniuga ai tempi che conosci: trovare un amico; conquistare la libert

3. Traduci in romeno:
Ti ho scambiato per tuo fratello. Somigliate molto. Non ti devi offendere. Sei
proprio come lui.
La tua risposta non arriva. Probabilmente non hai ricevuto la mia ultima lettera.
Vogliamo giocare allaperto. Purtroppo sono pochi spazi e zone per il gioco dei
ragazzi.
Nel nostro paese sono moltissimi giornali per adulti, ma pochissimi per bambini.
Qualche volta mi piace leggere un bel libro di viaggi. Lultima volta quando ho
letto uno era su Cristoforo Colombo.




163
3. Traduci in italiano:
Am gsit aceast adres ntr-o revist italieneasc i am hotrt s scriu o
scrisoare. Poate voi primi rspuns.
Urmrii programele televiziunii italiene prin cablu ? Dau filme distractive i
multe jocuri (telequiz).
Odinioar oraele erau mai mici i mai puin aglomerate. Acum unele sunt imense.
De fiecare dat cnd nv ceva nou m simt mulumit. Vreau s devin ziarist.


Lecia 2

Partea 1

LA TELEFONATA
Personaggi: Giorgio, Daniele, giornalaio, impiegata, Adriano, zio
- Daniele, hai per caso un gettone? Devo fare una telefonata.
- Il gettone non ce lho, ma possiamo ottenerlo alledicola. Vieni, compreremo
anche dei giornali.
- Mi scusi, ha lultimo numero della Gazzetta dello Sport?
- Mi rincresce, ma esaurito. Posso raccomandarti invece queste riviste di
integrammi per il passatempo o quelle di computer.
- Ma cosa pu dirmi su questa rivista? E in italiano, no ?
- Si tratta di musica, di spettacoli, recensioni su film, classifiche musicali
internazionali, divertimenti. Costa solamente cento mila lei.
- Me la dia, per favore e La prego di aggiungere alcuni getton per il telefono.
- Ecco il resto e la rivista
- Da dove vuoi telefonare, dallufficio telefonico o da un telefono pubblico ?
- Preferisco andare allufficio perch voglio parlare anche con mio cugino a
Braov. Andiamo !
164
Qualche minuto pi tardi.
- Ecco la cabina telefonica pert comunicazioni interurbane.
- Devo formare prima il prefisso di Braov e poi il numero di mio
cuginoEcco!Ma questo telefono non funziona. Proviamo un
altroNeanche questo! Cosa devo fare?
- Vai dallimpiegata e chiedile una comunicazione con Braov tramite il
centralino.
- Signorina, per favore, desidero telefonare a questo numero di Braov.
- Aspetta qualche minutoVai alla cabina numero 5. E in comunicazione.
Parla, per cortesa.
- GraziePronto, Adrian, sei tu ? Sono Giorgio.
- Ciao, Giorgio! Come stai? Ti aspettavamo da noi.
- Proprio questo volevo dirti: arriver domani sera alle 9. Puoi aspettarmi alla
stazione?
- Certamente. Non mancher. Non vedo lora di incontrarti. Senti, posso
chiederti un favore? Telefona alla zia Anna e dille che purtroppo non stato
possibile visitarla la settimana scorsa, ma verr di sicuro questo week-end e le
porter anche la ricetta promessa.
- Che coincidenza! Proprio a loro volevo telefonare anchio. Ciao, ci vediamo a
presto (allimpiegata) Mi dica quanto Le devo pagare ?
- Cento cinquanta mila lei. Ecco l ricevuta.
- Daniele, puoi aspettare ancora due minuti?Pronto? Casa Ionescu ? Zio, sono
io, Giorgio. Ho parlato alcuni secundi fa con Adriano. Voleva comunicarvi che
solamente il sabato prossimo potr venire a Bucarest a portare anche la ricetta
promessa alla zia. Sei tanto gentile a comunicare questo messaggio alla zia?
Grazie ed arrivederci.
- Arrivederci, nipotino. Vieni a visitarci pi spesso.
- Andiamo, Daniele. Ti ringrazio per la compagnia.

165


Per meglio capire:
Per caso per cazo = din ntmplare

Fare una telefonata fare una telefonata = a da un telefon

Mi rincresce - mi rincree = mi pare ru, regret

Me la dia, per favore - me la dia, per favore = dai-mi-o, v rog

Comunicazione interurbana - comunicaione interurbana = legtur interurban

Tramite il centralino - tramite il centralino = prin central

Chiedere un favore - chiedere un favore = a cere un serviciu, o favoare

1. Immagina una conversazione in cui devi usare le seguenti parole o espressioni:
comunicazione interurbana, informazione, per cortesa, messaggio, per caso,
La prego, la settimana prossima, me la dia, non funziona.

2. Traduci in romeno:
Personaggi: il professore, Giorgio
- Pronto! Casa Ionescu? Desidero parlare al signor professore. Sono Giorgio,
uno dei suoi allievi. E Lei, professore ?
- Sono proprio io, Giorgio. Che cosa successo ?
- Professore, mi dispiace tanto, ma devo darLe una brutta notizia. Io non potr
presentarmi domani al concorso. Sto male: ho la febbre, mi fa male la testa, la
166
gola. Mi rincresce tanto che non potr partecipare. Tanta fatica per niente ! Mi
creda
- Stai tranquillo, Giorgio. La salute prima di tutto ! Anche a me dispiace avere
un allievo in meno a questimportante gara, ma non la fine del mondo. E la
tua fatica non affatto inutile. Participerai unaltra volta.
- Le chiedo ancora una volta scuse per il disturbo e Le prometto di non mancare
alla prossima gara. La posso cercare domani alle 5 per sapere i risultati del
concorso ?
- Certamente. Arrivederci.
- ArrivederLa, professore.

2. Sostituisci le forme pronominali toniche con quelle atone:
Hai scritto a me?
anno chiesto a loro dove vanno?
Non dicevate a noi quelle belle parole.
Non aspettate pi lei.
Hanno incontrato lui per la strada.
Non erano obbligati di accompagnare noi.
Ha domandato a voi quella rivista?

3. Sostituisci con le forme toniche:
Ci avete comunicato troppo tardi lora della partenza.
Mi aveva dato un buon consiglio.
Li aveva dimenticato dopo tanto tempo.
Gli aveva scritto.
Vi mancavano le forze per una simile gara.
Parlava loro, ma pensava ad altri.
Le portava un grande rispetto.
Non ti ho scritto, ma mi ricordo spesso di te.
167

4. Completa con i pronomi che mancano:
Le nostre amiche non visto.
ho detto che non potete telefonare a questora.
Perch non rispondono ?
Oggi non parler pi a Maria; non risponder nemmeno al saluto.
dar una bella camicetta.

5. Traduci in italiano:
Spune-i c am terminat cartea i i-o voi da mine.
F-mi plcerea s vii cu noi la mare.
Nu putea s-i cear favoarea aceea tocmai lui.
l minea pentru c nu putea s-i spun adevrul.
Ne-au chemat s ascultm programul mpreun cu ei.
La ce or v pot gsi (pe dvs.) ?
Ct v datorez (dvs.) ?


























168
Partea a 2-a



IL CARNEVALE
Che cos il Carnevale? E una bella e allegra festa mascherta con origini
assai antiche. Presso tutti I popoli, o quasi, ci sono o almeno cerano usanze e riti
dove I partedipanti portavano le maschere. Anche oggi a molti piace mascherarsi,
soprattutto ai bambini e ai giovani. E molto divertente nascondere la faccia e fare
scherzi senza essere riconosciuti.
Da dove viene questa parola carnevale? Da due parole latine: carnis e
vale, cio addio carne! Perch? Perch il Carnevale una manifestazione, una
festa, che dura una settimana prima della Quaresima. La Quaresima indica il lungo
periodo di sei settimane quando non si mangia pi la carne o altri prodotti animali.
Non si mangia pi di grasso e in vece si mangia di magro, cos si dice nel
popolo. Si mangia solo pane, pasta, riso, frutta, ortaggi, legumi, olive, funghi,
noci, uva secca, fichi secchi. Sono proibiti anche I vari divertimenti: I balli, gli
spettacoli, le nozze. E il periodo che precede la Settimna della Passione e della
morte di Ges Cristo e perci tutti devono abbandonare I cibi buoni e I
divertimenti, devono fare penitenza e purificare il loro corpo e la loro anima per la
grande gioia della Festa Pasquale.
Oggi si ripetono ancora queste usanze? Certo, nei monasteri e tra le prsone
pi anziane. Il digiuno stato quasi dimenticato, ma il carnevale rimasto.
Quando si svolge? Generalmente a fine febbraio. Esso dipende dalla data della
Pasqua che variabile, cio non ogni anno alla stessa data come il Natale o altre
feste.
Dove si svolge il Carnevale? In tuti I paesi di religione cattolica e in alcuni
protestanti. Anche in Romania si svolgeva una volta, probabilmente solo nelle
grandi citt. Prove ne sono alcune commedie di Vasile Alecsandri e di Ion Luca
Caragiale. Oggi si svolge solo in poche localit fra la popolazione protestante e
cattolica, ma con poco fasto.
169
In Europa, lItalia lo festeggia con il pi grande fasto in molte citt, e
specialmente a Venezia. Ma il pi famoso carnevale del mondo a Rio de Janeiro
in Brasile, paese cattolico.
In Italia il Carnevale una grandissima festa. Tutti si mascherano, girano
per la strada o di casa in casa, ballando, cantando o suonando le trombette. Si
divertono a lanciare stelle filanti e manciate di coriandoli che cadono a terra come
una pioggia a colori. Per chi non ha un costume basta un buffo naso, uno strano
cappellino e una mascherina che copre gli occhi. Ma generalmente si indossano
anche costumi veri e molte volet anche costosi. I costumi sono diversi: personaggi
delle fiabe come Cappucetto Rosso, Cenerentola, Peter Pan, Pinocchio,
Biancaneve e I sette nani, Alladino ecc.; dei film Zorro, Trazan, Superman,
Dracula, Robin Hood, Batman. Ci sono poi: re, regine, principi, principesse,
moschettieri, pirati, zingare, cow-boys, sceriffi, estra terrestri, samurai, indiani,
pellirossa ecc. Ma le pi amate sono le maschere tradizionali italiane, vecchie da
centinaia di anni che rappresentano I personaggi della Commedia dellArte: le
belle signorine Rosaura, Isabella, Corallina, I belli cavallieri Leandro, Cinzio
Lelio; Colombina, la serva astuta e carina e I servi Arlecchino, Brighella e
Pulcinella, furbacchioni e pigroni. Ci sono poi Pantalone e Balanzone - vecchi e
avari, il Capitano Spaventa fanfarone, dei quali tutti ridono.
Il Carnevale italiano anche un buon affare perch attira migliaia di turisti.
E bello e divertente visitare lItalia, e specialmente Venezia, durante il Carnevale.



Per meglio capire
Origini assai antiche - origini asai antiche = origini destul de vechi

Presso tutti I popoli - preso tuti I popoli = la toate popoarele

La Quaresima - la cuarezima = Presimile, Postul Mare (al Patelui)
170

Si mangia di grasso - si mangia di graso = se mnnc de dulce
di magro - di magro = de post
la Settimana della Passione - la setimana dela pasione = Sptmna Patimilor

la Festa Pasquale - la festa pascuale = Srbtoarea Patelui

devono fare penitenza - devono fare penitena = trebuie s se ciasc

prove ne sono - prove ne sono = dovezi (ale acestui fapt) sunt; ca dovad

a terra (per terra) - a ter / per tera = pe jos

centinaia - centinaia = sute

migliaia - miliaia = mii

manciate di coriandoli - manciate di coriandoli = pumni di confetti

la Commedia dellArte - la comedia del arte = teatru popular specific Italiei

furbo - furbo = mecher

astuto - astuto = inteligent

pigro - pigro = lene



171
1. Coniuga ai tempi che conosci I verbi: festeggiare, girare, mascherare, svolgere,
proibire.


2. Metti al plurale:
la maschera nera
lo scherzo brutto
lusanza specifica
il carnevale divertente
il ballo mascherato
il rito antico
lo spettacolo proibito
la signorina carina
il vecchio fanfarone
la volpe astuta
loliva verde
il fico secco
il fungo comestibile
il pane fresco

3.Metti al femminile:
un giovane astuto
un frate cattolico
un servo furbacchione
un vecchio fanfarone
un re spagnolo
un signore mascherato
un cavaliere gentile
un indiano ricco
172
un principe tedesco
uno zingaro cantante

4. Traduci in italiano:
Carnavalul se desfoar mai ales n rile de religie catolic.
n timpul carnavalului aproape toi se mascheaz.
Cei care fac ru trebuie s se pociasc.
Srbtoarea Patelui este foarte frumoas.
n Moldova i Bucovina sunt multe mnstiri vestite.
Am citit povestea Alb ca Zpada i cei apte pitici.
Alb ca Zpada era bun i frumoas, cei apte pitici erau buni i harnici.
Pinocchio era caraghios, lene i ludros, dar nu era ru.
La teatrul de ppui, Pinocchio ntlnete pe Colombina, Arlecchino i Pulcinella.

5. Traduci in romeno:
- Ciao, Sorina! Perch sei cos allegra? Che c di nuovo?
- Non lo sai ancora? La nostra classe organizzer un carnevale, lultimo sabato
dellanno.
- Magnifico. Possiamo portare anche altri invitati?
- Non lo so. Domandiamo a Georgiana. E lei che ha avuto lidea. Come ti
mascheri?
- Io? Mi mascher di Zorro. Ho un cappello speciale e anche la spada. E tu?
- Ah! Io non te lo dico. Sar una sorpresa! Sai che ci sar anche un rinfresco:
dolci, paste varie e bibite.
- Va bene, porte anchio qualcosa. Dobbiamo organizzarci bene,
altrimentiaddio divertimento! Spero che ci sar della buona musica, sai
quanto mi piace ballare.
- Lo spero anchio!

173
Lecia 3

Partea 1


UNA REGIONE ITALIANA LAZIO
Personaggi: il professore, Tonio, Adriana
- Oggi parleremo di una delle regioni pi famose dellItalia il Lazio. Che ne
sapete?
- E il nome di una squadra di calcio.
- S, una squadra di Roma.
- Perch si chiama cos?
- Proprio perch non solo la capitale dItalia, ma anche il capoluogo di questa
regione Lazio che gli antichi Romani chiamavano Latium e che la culla
del popolo romano. Sapete dove si trova?
- Nel centro della Penisola Italiana, verso il Mare Tirreno
- Molto bene. Sei brava come sempre. A Nord del Lazio ci sono altre due
regioni famose la Toscana e lUmbria. Il nome di Lazio deriva da quello dei
Latini, gli antichi abitanti di questa regione. Lungo il mare ci sono molte
pianure. Il resto della regione zona di collina. Ci sono due grandi laghi: il
lago di Bolsena e il lago di Bracciano. Il pi grande fiume
- Lo so io. E il Tevere, che attraversa Roma. Tutte le citt si costruivano vicino
a un fiume.
- Perch? Ah, capisco, perch gli uomini hanno bisogno sempre di acqua per
vivere.
- Il fiume era anche una via di trasporto per uomini e merci, soprattutto nei tempi
quando non cerano n treni, n macchine, n aerei.
- Sul Tevere c anche una grande isola a forma di barca, chiamata LIsola
Tiberina.
174
- Il Lazio una regione ricca?
- Non tanto. Un tempo nella campagna romana vivevano pastori e contadini.
Oggi ci sono grandi e piccole aziende specializzate nellallevamento del
bestiame.
- C, perci, una imortante produzione di latte, burro, formaggio e carne. Dei
formaggi famosa la mozzarella.
- Che animali si allevano?
- Peore, mucche, buoi e buffali.
- E che si coltiva in questa regione? Si coltiva il grano?
- Grano, riso e altri cereali, poco. Ma nelle pianure si coltivno tabacco e ortaggi,
specialmente pomodori. Sapete che lItalia occupa il primo posto nel mondo
per la coltivazione dei pomodori. Poi in collina si coltiva la vite e lolivo. Che
vuoi dire, Adrina?
- Roma la pi antica citt dellEuropa. E chiamata anche la Citt Eterna o la
Citt delle Sette Colline. Da Roma partono molte strade costruite dagli
antichi romani. Si dice che tutte le strade conducono a Roma
- S, perch era la capitale di un immenso impero lImpero Romano. Anche
oggi una citt molto importante. Vicino a Roma ci sono molte fabbriche:
chimiceh, di materiali da costruzione, di medicinali. A Roma c poi lindustria
cinematografica degli studi chiamati Cinecitt, cio la citt del cinema. I pi
famosi film itliani sono stati girati qui.
- So che tutti I turisti che vanno in Italia vogliono visitare Roma. Perch?
- Perch molto antica, molto famosa e anche bella. Ha bellissimi palazzi,
giardini, musei e monumenti. Ha bellissime fontane, piazze e chiese. A Roma
risiedono il Presidente della Repubblica Italiana, il Governo e il Parlamento
Italiano. Nel centro di Roma c anche la Citt del Vaticano, un piccolissimo
stato indipendente (il pi piccolo del mondo), che ha la propria bandiera e
propri ambasciatori in altri paesi. Dalla Citt del Vaticano il Papa governa la
Chiesa Cattolica di tutto il mondo.
175
- Nel Lazio non ci sono altre citt? Solo Roma?
- S che ci sono, ma nessuna cos grande e cos famosa come Roma, n come
altre citt italiane conosciute da voi tutti come Venezia, Milano, Torino,
Napoli, Firenze ecc. Possiamo per ricordare: Viterbo, Latina, Rieti e
Frosinone. Poi Civittavecchia e Ostia che sono vicine al mare e Montefiascone
e Frascati che sono famosi per I loro vini.
- So che Roma ha una bella legenda. Ce la racconta?
- Ve la racconter la prossima lezione.

Per meglio capire:
Che ne sapete = ce tii despre asta
Lungo il mare = de-a lungul mrii
Non tanto = nu prea
In collina = pe deal
C poi = mai exist
(I film) sono stati girati = (filmele) au fost turnate
risiedono = i au reedina
s, che ci sono = ba sigur c sunt
pecora = oaie
mucca = vac
buoio (pl. Buoi) = bou (pl. boi)
buffalo = taur
il bestiame = animalele (n general)
allevamento = creterea
la vite = via de vie
ce la racconta (Lei)= ne-o povesti (dvs.)



176
1. Metti al femminile, poi al plurale (maschile e femminile):
Un pastore vecchio
Un contadino povero
Un presidente famoso
Un ambasciatore tedesco
Un abitante latino
Un sopravvivente fortunato
Un popolo antico
Una capitale europea
La regione ricca
Il capoluogo lontano
Lo studio cinematografico
La merce cara

2. Coniuga ai tempi che conosci I verbi: condurre e governare

3. Forma delle frasi con le espressioni: lungo il mare, c poi, non tanto, ho
bisogno, un tempo, a forma di, in collina

4. Traduci in italiano:
Roma are dou echipe de fotbal vestite: Lazio i Roma.
Acest ora este capitala regiunii Lazio, dar n acelai timp al ntregii Italii.
Este numit i oraul etern pentru c este foarte vechi.
Este numit de asemenea i "oraul celor apte coline pentru c s-a dezvoltat pe
apte coline: Capitolino (Campidoglio), Palatino, Aventino, Quirinale, Viminale,
Esquilino, Celio.
Mai trziu s-au creat i alte dou coline: Giannicolo i Monte Mario.
La Roma se afl Preedintele, Guvernul i Parlamentul italian.
n centrul Romei se afl un stat foarte mic, Cetatea Vaticanului, unde i are
reedina Papa.





177
Partea a 2-a
LA LEGGENDA DI ROMA
Personaggi: il professore, Giorgio, Sandra, Alberto
- Molte grandi citt hanno uno stemma. Sapete qual lo stemma di Roma?
- S, una lupa!
- Una semplice lupa?
- No, una lupa che allatta due bambini.
- Chi erano quei due bambin?
- Erano due gemelli, Romolo e Remo, I leggendari fondatori della Citt Eterna
- Dunque lo stemma ricorda la leggenda di questa citt, regina dellantichit
- Professore, ce la racconti!
- Va bene. State attenti. Ora ve la racconto. I Romani, popolo guerriero e molto
fiero, sostenevano la loro origine divina. Infatti la leggenda parla di due
gemelli che erano figli di una principessa chiamata Rhea Silvia. Ma sapete chi
era il padre dei bambini?
- No!
- Era il dio Marte, il dio della guerra. La leggenda comincia quando I bambini
erano appena nati. Vivevano in una fortezza chiamata Albalonga, dove regnava
il loro nonno Numitore. Ma uno zio cattivo, Amulio, fratello di Numitore,
voleva il regno per s. Cos che ha fatto imprigionare il nonno e la madre dei
piccoli e ha voluto uccidere I bambini neonati. Ha ordinato a un serve di
buttarli nel fiume Tevere. Ma il servo ha avuto piet dei bambini. Li ha messi
in una cesta e li ha abbandonati alla corrente del fiume, pregando gli dei di
salvarli. Dopo un po la cesta si fermete nei rami di un salice che si piegava
sul fiume. Una lupa che aveva sete scesa al fiume
- La lupa li ha mangiati?
- Che dici? Se li mangiava, la leggenda non esisteva pi. Stai zitto e ascolta! La
lupa li ha allattati ogni giorno finch un pastore gli ha trovati e li ha portati a
casa sua, allevandoli come I propri figli.
178
- Posso continuare io?Diventati dei giovanotti coraggiosi e forti, hanno
conosciuto la loro storia. Sono andati ad Albalonga, hanno ucciso il crudele zio
e hanno liberato la madre e il nonno. Per premiarli il nonno gli ha dato il
permesso di fondare una nuova citt.
- Sapete dove?
- No
- Proprio sulla riva del Tevere nel luogo dove erano stati trovati dalla lupa. Ma la
fondazione della citt stata insanguinata da una lite e una lotta tra I due
fratelli. Durante la lotta Remo stato ucciso e la citt stata chiamata Roma,
proprio dal nome di Romolo. Era nellanno 753 a.C.
- Io so che nei primi tempi Roma era piccola, con case povere. Nemmeno
Romolo, che stato il primo dei sette re che ha avuto la citt prima di diventare
Repubblica, aveva un palazzo.
- S, hai ragione, prima, nei tempi antichi, Roma era come un villaggio modesto.
Poi, poco a poco, si sono costruiti tutti I palazzi, I monumenti, I templi famosi.
- Perch Roma si costruita su sette colline?
- Dapprima si costruita su una collina, il Palatino, e poi sulle altre.
- Perch non costruivano in pianura?
- Perch cos potevano difendersi meglio dai nemici. E, allora, vi piaciuta la
leggenda?
- S, ma vera?
- Come tutte le leggende!

Per meglio capire
Ha fatto imprigionare = a pus s fie ntemniai
Alla corrente del fiume = n voia rului
Nemmeno Romoloaveva = nici mcar Romulusnu avea
a.C. = nainte de Cristos
La fortezza = fortrea
179
Il dio = zeul
La lite = cearta
Il salice = salcia
La cesta = coul
Allattare = a alpta

1. Metti al plurale:
Lantichit romana
La lite dura
Il regno antico
La fortezza dacica
Il salice piangente
La cesta pesante
Lo stemma complicato
Il permesso accordato
La bella leggenda
Lo zio cattivo

2. Metti al femminile:
Il bimbo neonato
Il fratello gemello
Il dio crudele
Il fondatore generoso
Il servo fedele
Luomo guerriero
Un re fiero
Un giovane forte
Il proprio figlio
Un lupo affamato
180

3. Traduci in italiano:
Romanii erau cei mai viteji i mndri lupttori din antichitate.
Ei considerau c se trag (discendere) din gemenii Romulus i Remus, fiii zeului
Marte.
Acetia fuseser alptai de o lupoaic.
De aceea Romanii erau rezisteni i plini de curaj.
Noi am citit despre copiii crescui de lup.
De exemplu Mowgli din Cartea Junglei.

4. Traduci in romeno:
Personaggi: Giovanna, Adriana
- Ti piacerebbe visitare Italia?
- Certo! Come no! A chi non piacerebbe?
- E che citt italiane ti piacerebbe vedere?
- Per primo, Roma, perch se ne parla tanto e voglio vedere la Citt del
Vaticano, dove sta il Papa, I Fori Romani e la Colonna Traiana
- E poi?
- Poi, Venezia, che unica nel mondo. Sono molto curioso di vedere come vive
la gente in una citt che invece di trade ha canalli.
- E poi ancora?
- Se mi restano dei soldi, anche Firenze e Siena, delle quali ho sentito che sono
molto belle.
- E altri paesi dellEuropa o del mondo ti piacerebbe visitare? Se avrai soldi, si
capisce!
- S, senzaltro. Vorrei visitare la Francia perch conosco un po il francese e poi
la Grecia, lEgitto e il Brasile perch mi appassiona lAmazzonia. E sai? Prima
o poi li visiter! Almeno lo spero!

181

1. Traduci in italiano:
Trebuie s-i menii promisiunea fcut prinilor ti.
i amintea cu plcere vacana petrecut la mare.
Suntem n stare s nvm singuri o limb strin?
Era o zi binecuvntat: atta soare, un cer att de albastru!
Te vei ci mai trziu dac nu i spui acum adevrul.
De la nceput nelese ce voia s-I comunice.
Aveai obligaia s-l nsoeti.



2. Traduci in romeno:
Ormai vi presenter I miei amici.
Guardando la vetrina del negozio, gli veniva lacquolina in bocca.
Non sei stata attenta alla lezione! Te ne pentirai pi tardi!
Neanche lombra dellamica che aspettavo con tanta impazienza.
Qualche volta mi domando se non inutile lo studio di alcune materie.

3. Traduci in italiano:
Aceste cri sunt foarte interesante.
Oraul acesta este cel mai mare din ar.
Casele din cartierul meu sunt mai nalte dect cele din cartierul tu.
Merele sunt mai dulci dect perele.
Mario este mai nalt dect Giorgio, dar mai puternic dect Giulio.
Bieii sunt mai puin silitori dect fetele.
Prietenii mei sunt foarte simpatici.
coala mea este tot att de frumoas ca i a ta.
Rochiile noastre sunt la fel de moderne ca ale voastre.
182

4. Traduci in romeno:
- Ciao, Giorgio! Non vedevo lora dincontrarti. Ho una bella notizia per te: fra
quattro settimane arriver il nostro amico Nino da Roma.
- Veramente questa una bella notizia! Come lhai saputa?
- Ho ricevuto due giorni fa una lettera. Ti ho telefonato ieri sera, ma non eri a
casa. Scrive che fra qualche giorno ci telefoner per dirci il giorno preciso del
suo arrivo.
- Ti ricordi che impazienti lo aspettavamo un anno fa? Non lo conoscevamo, non
sapevamo come era e come pensava. Proprio due giorni fa guardavo le foto
durante la nostra gita in montagna e ora, fra poco, ci divertiremo di nuovo
insieme.
- Allora, cominciamo a fare dei progetti per questa nuova visita!


Lecia 4

Partea 1

LA PI GRANDE ISOLA ITALIANA LA SICILIA
Personaggi: Pap, mamma, Carlo
Oggi la mamma ha comprato le prime arance della stagione.
- Queste arance hanno fatto un lungo viaggio.
- Perch? Da dove vengono?
- Vengono dalla Sicilia.
- Sai che le arance piacciono agli elefanti?
- Scherzi, pap?
- No, non scherzo. Devi sapere, Carlo, che una volta le arance crescevano solo in
India e in Cina, nelle foreste, e gli elefanti mangiavano quei frutti saporiti. Per
questo gli indiani chiamavano quei frutti negarania, che vuol dire che
183
piacciono agli elefanti. Molto tempo dopo, sono arrivati in India gli Arabi e
hanno portato poi nelle loro terre le piatine di aranci. E passato ancora tanto
tempo e gli Arabi sono arrivati dallAfrica in Sicilia, che non era poi molto
lontana come tu lo sai. Hanno piantato le piantine e nella terra fertile della
Sicilia sono cresciuti gli aranci. I loro frutti hanno cambiato il nome: arancia
in italiano, naranja in spagnolo e orange in francese, tedesco e inglese
con pronuncia diversa, per e si coltivano ora in tutti I paesi del Mar
Mediterraneo.
- Ora che abbiamo parlato di Sicilia, dimmi ancora altre cose su questisola che
appartiene allItalia ed allo stesso tempo la pi grande isola del Mediterraneo.
Si trova proprio alla punta dello stivale italiano.
- Essa forma una regione con statuo di autonomia speciale come la Sardegna e
alcune regioni del Nord. Il capoluogo Palermo, importantissimo porto. Altre
citt-porti sono: Messina, Catania, Siracusa, Agrigento e Trapani. Nellinterno
dellisola citt importanti sono: Caltanissetta, Enna e Ragusa. Nei porti siciliani
c un traffico intenso di navi italiane, greche, africane e di altre nazionalit. La
Sicilia una regione molto fertile specialmente nelle piccole pianure e sulle
colline vicine alle coste. Linterno della isola invece arido, perch piove
raramente. I monti sono privi di vegetazione, I pascoli sono poveri; si allevano
pecore e capre. In alcune zone si coltiva il grano, dai pi antichi tempi.
- Abbiamo parlato di arance. Le arance siciliane sono buone perch in Sicilia c
molto sole. Il clima dellisola mitissimo: non fa quai mai freddo. Perci
molto addatto alla coltivazione di tutti gli agrumi: aranci, limoni, mandarini,
pompelmi. Nelle pianure si coltivano ancora pomodori, verdure e cotone e
sulle colline mandorli, olivi e vite. In Sicilia si estrae petrolio e si lavora nelle
raffinerie. Unaltra industria quella delle saline. Il sale non si estrae dalla
terra ma dellacqua del mare. Lungo le coste del mare si pratica la pesca,
specialmente quella del tonno e del pesce-spada.
184
- In Sicilia c un grande volcano attivo: lEtna. Quando non in eruzione, la sua
cima coperta di neve. La Sicilia molto visitata dai turisti. Questi trovano l
alberghi molto belli, un mare caldo, giardini fioriti, aranceti e uliveti ma anche
bellissimi monumenti di architettura antica, medioevale e rinascimentale. Molti
secoli fa la Sicilia stata dominata da Greci, poi da Romani, pi tardi da Arabi
e ancora pi tardi dai Normanni che venivano dal Nord dellEuropa. Cos che
in quella meravigliosa isola si trovano segni di molte civilt.
- Quanto vorrei visitare quellisola!
- Un giorno o laltro ci decideremo e faremo una brava vacanze nel paese degli
aranci. Io lo conosco perch lho visitato. Mio nonno era siciliano. Intanto
vediamo se sono buone le arance comprate dalla mamma!


Per meglio capire
passato ancora tanto tempo = a trecut mult timp
Non era poi molto lontana = nu era chiar aa de departe
Aranceti / uliveti = livezi de portocali / mslini
Quanto vorrei = ct a vrea
Allo stesso tempo = n acelai timp
Un giorno o laltro = ntr-una din zile

Modi di dire con la parola cambiare
Cambiare di opinione = a-i schimba prerea
Cambiare di abitudini = a-i schimba obiceiurile
Cambiare casa = a se muta
Cambiare mestiere = a-i schimba meseria
Cambiare nome = a-i schimba numele
Cambiare soldi = a schimba bani

185
1. Traduci in italiano:
Copiilor nu prea le plac grape-fruit-urile pentru c sunt puin amare.
Citricele se cultiv n ri mai calde precum Italia, Grecia, Spania, Israel etc.
Punile munilor notri sunt foarte frumoase i potrivite pentru creterea oilor.
i n Romnia exist unele construcii medievale: ceti i mnstiri.
Monumentele renascentiste din Italia sunt vestite n toat lumea.
Persoanele care i schimb mereu prerile nu sunt demne de ncredere.

2. Traduci in romeno:
- Ciao, Susanna! Ho saputo che hai avuto la fortuna di fare un viaggio in Italia.
E vero?
- S, proprio vero. E stato un sogno!
- Quanto tempo ci sei stata? E da chi?
- Due settimane, da una zia, la sorella di mia madre.
- Che citt hai visitato?
- Mia zia abita a Verona. Dunque ho visitato Verona, Venezia, Roma e altre citt
pi piccole.
- Quale ti piaciuta di pi?
- Venezia, certo. Ho fatto un bellissimo viaggio e in pi ho migliorato il mio
italiano.
- Che fortunata! Anchio desidero pi che mai fare un simile viaggio!

Fare il medico una professione che richiede sacrifizi, generosit, amore per gli
uomini.
Il libro che ho finito di leggere mi ha spinto alla riflessione.
Questo non argomento da discutere tra bambini.
Le decisioni importanti sono il frutto della meditazione.
Mio fratello ha inclinazione per il disegno.
Larditezza dello studente ha salvato la vita del bambino.
186

Ascultai cu atenie textul i repetai. Este recomandabil s l i tzraducei, ns
este mai mul un exerciiu de pronunie:
- Cosa fai qui da solo, Giorgio?
-
- Ah, ora capisco! Si tratta di quel voto che hai preso oggi in matematica. Su:
comportati da uomo! Queste cose succeddono anche ad altri e
- Ma come dirlo ai miei genitori? Sai che da piccolo avevo I migliori voti della
classe ed ora
- Di! Digli tutta la verit, e comprenderanno che non la fine del mondo. Poi
diligente come sei, sar facile per te migliorarti la situazione.
- Grazie, gi mi sento meglio. Ti sei comportato da vero amico.

Partea a 2-a

LA NATURA IN PERICOLO
Personaggi: Elena, Lucia, trasmissione TV
Elena guarda una trasm,issione televisiva. Ad un tratto si sente lo squillo del
campanello dellingresso. Elena va ad aprire. E la sua amica.
- Ciao, Elena. Ti disturbo? Cosa stavi facendo?
- Ho acceso per caso il televisdore e questo documentario sullecologia mi ha
impressionato moltissimo: io non badavo a queste cose finora.
- Ma io conosco e seguo da molto tempo La Linea Verde su RAI UNO. E
davvero interessante. Ascoltiamo cosa dice lo speaker.
- La natura in pericolo: le risorse naturali acqua, aria, suolo, piante ed
animali sono mal utilizzate, supersfruttate per irresponsabilit e mancanza di
comprensione e coscienza, per profitto immediato di pochi nei confronti
dellumanit.
- Terribili immagini! Finalmente la gente dovr rendersi conto che non solo
lutilizzazione spensierata delle risorse un grosso pericolo, ma anche
187
linquinamento della terra, dellaria e dellacqua. Ho visto anche altre
trasmissioni sulla Linea Verde che segnalavano I pericoli rappresentati dal
fumo e delle sostanze chimiche emmesse nellaria e nelle acque dei fiumi, dei
laghi, dei mari. Ti ricordi quella disgrazia avvenuta durante la guerra del Golfo,
tutti quegli uccelli bagnati in petrolio?
- Ma anche da noi si vedono o sincontrano casi in cui a causa dellinconscienza
di certe persone o proprio di imprese sono uccisi I pesci, si inquinano le acque
con rifiuti chimici o casalinghi. E poi guarda le nostre strade, I parchi, I campi
intorno alle citt. Mi sento sopraffatta dalla vergogna quando vedo tanta
immondizia.
- E non sei lunica a sentire e a pensare cos. Per sono pochi quelli che agiscono
in questo senso. Ognuno di moi potrebbe contribuire alla conservazione
dellambiente. E la nostra vita in gioco.
- Ma che cosa si pu fare concretamente?
- Per prima non buttare dei rifiuti intorno alle case e sulle strade, piantare degli
alberi, dei fiori, conservare il verde, mantenere la pulizia, risparmiare la carta
ecc. Poi si possono organizzare dei gruppi ecologistici che agiscano come il
famoso Greenpeace (che combatte contro I rifiuti e gli esperimenti nucleari,
contro linquinamento dei mari con petrolio), su piano locale per mantenere
puliti I parchi, I boschi, le montagne.
- Ho visto proprio qualche giorno fa alla TV un tale gruppo che in autunno ha
raddunato I rifiuti che li Hanno dimenticati persone maleducate nei pi dei
posti dei monti Bucegi, e poi altri gruppi che facevano la stessa cosa sulle rive
e nelle acque del fiume Mures.
- Li ho visti anchio, ma ho sentito anche il fatto che invece di accordare a loro
tutto lappoggio, alcuni li prendevano in giro. E questo atteggiamento
unaltra prova di mancanza di rispetto e di civilt. Sporcano le strade, I fiumi, I
boschi, distruggono il verde, non piantono nemmeno un fil derba e poi si
domandano perch ci sono tante malattie nuove, tanti virus, tanta siccit e tanta
188
fame. Non capiscono che il pianetta Terra condiviso dalluomo con tutti gli
altri esseri viventi: piante, animali, microorganismi e che tutto esiste solo in
armonia. Rotta questarmonia, la terra e la natura si ribellano contro luomo.

Per meglio capire
Trasmissione televisiva = transmisiune / emisiune TV
Ad un tratto = deodat
Cosa stavi facendo = ce fceai
Ascendere la TV = a deschide televizorul
Linea Verde = emisiune cu coninut ecologic la televiziunea italian
lo speaker = crainicul
risorse mal utilizzate e supersfruttate = surse prost utilizate i super-exploatate
mancanza di comprensione = lips de nelegere
mancanza di conscienza = lips de contiin
mancanza di rispetto = lips de respect
mancanza di civilt = lips de civilizaie
linquinamento = poluarea
rifiuti chimici = reziduuri chimice
rifiuti casalinghi = reziduuri casnice, gunoaie
intorno a = n jurul
sopraffatta dalla vergogna = copleit de ruine
persona maleducata = persoan prost-crescut, necivilizat
certe persone = anumite persoane, unele persoane
accordare appoggio = a acorda jutor, sprijin
prendere in giro = a rde, a-i bate joc de cineva
conservazione dellambiente = pstrarea mediului nconjurtor
Green peace = (engl.) pacea verde


189
Modi di dire con la parole male:
Portarsi male = a se comporta urt
Risponder male = a rspune nepoliticos; greit
Finir male = a ajunge ru, a sfri ru
Maleducato = lipsit de educaie
Malcondotto = prpdit, ajuns ru
Malcontento = nemulumit
Malconoscente = ingrat, nerecunosctor
Malcurante = neglijent, neatent
Malcurato = nengrijit, prost ngrijit
Malefico = duntor; rufctor; nefast

1. Traduci in romeno:
Per irresponsabilit di alcuni genitori, le nostre strade sono piene di bambini senza
casa.
Devi fare attenzione ai tuoi vestiti; sono cari.
La sporcizia delle strade una vera vergogna.
Luso di alcune sostanze vietato.
Quei ragazzi sono privi di educazione.
Limmagine di quellincendio era tremenda.
Io ascolto attentamente le trasmissioni sportive.
Gli amici avevano in comune tanti ricordi e tanti sogni.
Incontr il suo amico allingresso del negozio.
Ai vostri anni voi mostrate una certa irresponsabilit.
Mio fratello un ragazzo spensierato.
La sporcizia delle acque dei fiumi e dei mari prova di inconscienza degli uomini.
Avevano raddunato tutte le frutta.
Noi dobbiamo risparmiare lacqua.
Lumidit dellaria qualche volta dannosa alla salute.
190
La conservazione della natura anche opera della gente.
Niente segnalava la futura disgrazia.
La famiglia godeva un certo benessere.
Quella corsa irresponsabile lo port verso la distruzione dellautomobile.
I rifiuti si vedevano dappertutto.
Si portava male con tutti.
Finir male.
Malcontento del risultato, se ne and in fretta.
Laria pura della montagna, larmonia della natura lo facevano sentire un forte
desiderio di vivere in questi meravigliosi posti.



Lecia 5

Partea 1

CERA UNA VOLTA UN FIUME
Cera una volta un fiume che scorreva in una valle tutta verde e piena di
campi rigogliosi che I contadini lavoravano dalla mattina alla sera.
I raccolti erano buoni, la gente era felice e la vita trascorreva con serenit,
un giorno dopo laltro, un anno dopo laltro.
Il fiume dissettava gli alberi e I campi seminati e cos in quella valle non
cera mai siccit, nemmeno nei mesi caldi dellestate.
Un giorno, per, in quella valle costruirono delle industrie e non ebbero
nessun riguardo del fiume. Usarono lacqua senza risparmio e rovesciarono nel
suo letto quintali e quintali di sostanze velenose.
Pian piano il fiume divenne triste e in pochi anni il suo corso divenne
sempre pi piccolo, sempre pi lento, sempre pi malato. Poi un bel giorno il
191
fiume non ce la fece pi, e quando I contadini, sul far della sera, portarono ad
eddeverare le bestie, il fiume era scomparso dalla valle.
Per giorni e giorni I contadini cercarono il corso dellacqua e, quando si
resero conto che il fiume non cera pi, piansero come bambini.

Per meglio capire:
Nel suo letto = n albia sa
Non ebbero riguardo = nu avur respect
Un bel giorno = ntr-o bun zi
Sul far della sera = la cderea serii
Per giorni e giorni = zile ntregi
Si resero conto = i ddur seama

2. Traduci in italiano:
Norii se risipeau.
Multe lucruri neplcute se pot ntmpla din cauza nenelegerii dintre fii i prini.
Poluarea distruge echilibrul existent n natur.
Curenia e prima condiie a sntii.
Resursele solului i ale rurilor nu sunt infinite.
Lipsa de nelegere i de respect sunt rezultatul lipsei de educaie.
Murdria adunat e o adevrat agresiune mpotriva sntii.
E nevoie s acordm ajutor chiar i persoanelor nerecunosctoare.
n timpul rzboiului din Golf mii de psri au murit din cauza petrolului risipit n
mare.
Trebuie s luptm mpotriva polurii aerului., solului i a apelor.
n faa pericolului distrugerii naturii stau organizaii ecologice care, ns, nu pot
realiza ceva fr sprijinul nostru, al tuturor.
Ctre sfritul secolului Pmntul va deveni mai arid din cauza folosirii
substanelor chimice i polurii solului.
192

Partea a 2-a


IN CHIESA
Nella classe di Adriana venuta questanno una ragazza molto simpatica e carina,
Maria Pia. Adriana vuole diventarle amica. Cerca sempre la sua compagnia degli
intervalli, discute e gioca con lei. Vuole invitarla anche a casa sua. Un giorno,
dopo le lezioni, le telefona
- Pronto, sono Adriana. Sei tu, Pia?
- S, sono io. Dimmi, ti ascolto.
- Voglio invitarti domanica mattina da me. Ho una nuova cassetta con un bel
film, cos almeno mi ha detto mio fratello, che lha vista. Vuoi venirci?
- Grazie mille, ma non posso. Noi ogni domenica andiamo in chiesa per la messa
- Come mai? Noi andiamo in chiesa solo la notte di Pasuqa oppure quando
ricordiamo il nonno o altri morti della famiglia.
- Tu non sai che io sono cattolica? Anche mia madre cattolica e tutta sua
famiglia, perch I genitori di lei, cio I miei nonni, erano italiani.
- Ah, s? Allora si capisce, devi proprio andarci. Per mi dispiace, speravo di
passare la domenica con te.
- Senti, perch non vieni con noi? La chiesa al centro, si chiama la Chiesa di
San Giuseppe.
- Va benissimo, unottima idea, cos vedr come sono le chiese cattoliche. A
che ora?
- Alle 9. Ma meglio parlarne ancora sabato sera. Ciao!
- Ciao! Ci sentiamo ancora per telefono! Ti chiamer sempre io!
(Domenica pomeriggio)
- Ora che hai visto la nostra chiesa e hai ascoltato la messa ed anche la predica
del prete, che te ne pare?
193
- A dire la verit, sono molto commossa. E una chiesa imponente, bella. Non ci
sono tante icone come da noi, ma pi pulita e la gente mi pare pi civile, pi
rispettuosa. Ho visto crocefissi e la statua della Vergine Maria, che nelle chiese
ortodosse non ci sono.
- S, voi avete solo le icone, ma alcune di esse sono molto belle.
- Il prete cattolico pi modesto, cio vestito pi semplicemente del nostro. I
preti ortodossi, quando fanno la messa, soprattutto nelle grandi chiese, nei
giorni di feste particolari sono vestiti proprio da re, di oro e dargento, con
certe corone che sono una meraviglia.
- Daccordo. Hai notato ancora altre differenze?
- Ho visto che il segno della croce si fa diversamente: dallalto (dalla fronte) in
basso, a sinistra e a destra. Invece da noi si fa dallalto in basso e poi da destra
a sinistra. Anche le dita si tengono in modo diverso.
- Hai ragione. Ma queste sono cose poco importanti, di forma. Sai alcune
differenze essenziali tra la fede cattolica e quella ortodossa? In fin dei conti
siamo sempre cristiani.
- No, non lo so. Devo chiedere al signore che ci insegna le lezioni di religione.
- Neppure io conosco differenze grandi. Ma ecco quello che so: presso I cattolici
il Battesimo del bimbo non si fa introducendolo nudo in un vaso; e solo
bagnato un po sulla fronte con acqua santa. A 9 10 anni si fa la Prima
Comunione che presso gli ortodossi non si fa. Il rito delle nozze diverso e non
permesso il divorzio. I preti cattolici non si sposano, non devono avere
famiglia per poter dedicarsi ai fedeli e a Ges Cristo. Il prete come un
secondo padre per tutti noi. Noi veneriamo di pi la Santa Famiglia e Ges
Bambino.
- E le feste?
- Abbiamo quasi le stesse feste: il Natale, la Quaresima, la Domenica delle
Palme, la Pasqua, lAssunzione della Vergine.
194
- Per noi, ortodossi, la festa pi importante la Pasqua, la Resurrezione di Ges.
E per voi?
- Per noi il Natale, la nascita di Ges Cristo, il Bambino Santo. Da noi per il
Natale si fa il Presepio. Sai cos?
- No.
- A Natale ti inviter da me e vedrai.
- Fate lAlbero di Natale?
- Come no, si capisce, ma quella non unusanza religiosa. Quando nato Ges
non cera nessun albero vicino a lui, e poi, figurati a Gerusaleme, in Palestina,
dove non c la neve e non ci sono n alberi!
- E altre differenze?
- Differenze fondamentali ci sono, ma non le conosco. Devi domandare
llinsegnante di religione: lui lo sa di sicuro. Limportante che ognuno deve
avere una fede propria, ma deve rispettare anche la fede degli altri. Io credo che
Dio uno solo, soltanto la forma di venerarlo diversa.
- Anchio. Sono contenta di averti accompagnata in chiesa. Ciao, ci vediamo
domani a scuola.
- Ciao. Una volta verr anchio con te nella chiesa dove vai tu a pregare.

Per meglio capire:
Vuole diventarle amica = vrea s-I devin prieten
Cercala sua compagnia = caut s stea cu ea
Vuoi venirci = vrei s vii (la mine)
Come mai? = cum aa? Cum oare? Cum de?
Ricordiamo il nonno =l pomenim pe bunicul
Deviandarci = trebuie s mergi (acolo)
Va bene / va benissimo = bine / foarte bine; e-n regul
meglio parlarne = e mai bine s vorbim (despre asta)
Ci sentiamo ancora (per telefono) = mai vorbim noi (la telefon)
195
Ti chiamer (per telefono) = o s te sun
Che te ne pare = ce prere ai (despre asta)
In fin dei conti = la urma urmelor
A dire la verit = ca s spun drept
Presso I cattolici / gli ortodossi = la catolici / la ortodoci
Figurati ! = nchipuiete-i! Ce s zic!
Sono contenta di averti accompagnata = sunt mulumit c te-am nsoit
Vestiti da re = mbrcai ca nite regi

Modi di dire con la parola santo:
Santa Messa = Slujba religioas
Acqua Santa = ap sfinit; agheasm
Settimana Santa = Sptmna Patimilor
Olio Santo = uleiul sfinit, mir
Citt Santa = Oraul sfnt (Ierusalim)
Non essere uno stinco di santo = a nu fi u de biseric
Non sapere a che santo rivolgersi = a nu ti ce s mai faci; a nu ti ncotro s-o iei
Fare il santo = a face pe sfntul (ipocrit)
Essere come il diavolo e lacqua santa = a se nelege precum cinele cu pisica
Scherza con I fanti e lascia stare I santi = a nu glumi cu cele sfinte
Le ha prese di santa ragione = le-a ncasat pe bun dreptate

1. Metti al plurale:
Una chiesa cattolica
Una persona civile
Un edificio imponente
Una statua meravigliosa
Unicona ortodossa
Un parocco cattolico
Un insegnante gentile
Unamessa semplice
Una predica emozionante
Una compagnia piacevole
Un compagno antipatico
Un santo italiano
196

2. Traduci in italiano:
S spun drept nu m simt bine.
La urma urmelor faci ce vrei.
Fiecare e liber de a avea propria credin.
E mai bine s vorbim acum (despre asta).
Cum de nu i-ai pregtit nc nici o tem?
nchipuie-i c Edi le-a ncasat pe bun dreptate.
tii bine c el nu e u de biseric.
Se nelege cu fratele lui precum cinele cu pisica.
Uneori face pe sfntul, dar nimeni nu-l mai crede.
La Srbtoarea Sfintei Marii preoii erau mbrcai ca nite regi.
Am fost foarte emoionat i pe bun dreptate.

3. Traduci in romeno:
Personaggi: un turista, unsignore, una signorina
- Mi scusi, questa la chiesa Stavropoleos?
- A dire la verit, non lo so. Non sono di Bucarest. Sono qui di passeggio.
- No, non questa. Questa la chiesa St. Maria. La chiesa che Lei cerca un
po pi lontano. Lei deve attraversare la via verso lUniversit, la vede?
- S, conosco ldificio dellUniversit. E poi?
- Poi deve andare fino alla via Calea Victoriei. Arrivato l, deve girare a
sinistra e andare fino al Museo di Storia. La chiesa proprio dietro al museo.
- Grazie, signorina.





197
Lecia 6

Partea 1


SANTI PATRONI DITALIA
Chi sono I santi? I santi sono stato uomini che nella vita terrestre hanno
realizzato fatti straordinari, anche miracoli, che sono stati vicinissimi a Dio e lo
hanno amato moltissimo.
Gli uomini hanno dedicato ai Santi le chiese, li hanno venerati e hanno
battezzato I bambini con I loro nomi. Li hanno eletti come protettori della propria
patria, delle citt, delle arti e dei mestieri. Ogni chiesa ha un suo santo. La pi
famosa chiesa della cristianit a Roma, nella citt del Vaticano, ed dedicata a
San Pietro, lapostolo di Cristo e il primo Papa. Molte chiese sono dedicate a
Santa Maria Vergine.
I Santi protettori venerati in un paese, in una localit o da una categoria di
persone si chiamano Santi patroni. I pescatori hanno un Santo patrono, I cacciatori
unaltro, I minatori, I medici unaltro e cos via.
LItalia ha due patroni: San Francesco dAssisi e Santa Caterina da Siena.
San Francesco dAssisi (1182 1226) nato ad Assisi, in Umbria, una
regione dellItalia Centrale. Egli era figlio di un ricco mercante e amava la vita
allegra e le feste. Ma in seguito ad una visione ha rinunciato a quella vita ed ha
cominciato unaltra, di penitenza e di carit, predicando, curando I malati e
seguendo la via del Signore. Era vestito di un povero saio, viveva come il pi
povero dei poveri. Perci stato chiamato Il Santo poverello o il poverello di
Cristo. Amava tutte le creature del Signore: le piante, gli animali, la terra. Anche
gli animali e gli uccelli capivno le sue parole. I buoni e I cattivi lo ascoltavano e lo
seguivano.
San Francesco ha fondato lordinedi frati franciscani.
198
Santa Caterina da Siena (1347 1380) nata a Siena, in Toscana. Siena
una bellissima citt, non molto lontana da Firenze. Il padre di Caterina faceva il
tintore. Lei era una bambina molto docile, affettuosissima, non partecipava ai
giochi e ai divertimenti degli altri bambini, preferendo pensare a Ges Cristo: a 7
anni ha avuto una visione di Ges tra I santi.
I genitori volevano sposarla presto ma lei rifiutava dicendo che era
promessa al Signore Ges. Per salvarsi dal matrimonio un giorno si tagliata le
trecce, cosa molto grava per una ragazza di quei tempi. Per castigo, stata chiusa
in casa lungamente, ma lei era umile e docile e alla fine I genitori le hanno
permesso di farsi suora.
Ha imparato a leggere e a scrivere solo dopo I ventanni (perch a quei
tempi solo I ragazzi studiavano) e ha scritto lettere piene di saggezza e di amore
per Dio, a Principi, a Re, a Papi.
Curava I malati e I moribondi, fermava I banditi e gli uomini armati solo
con le parole.
E andata a piedi ad Avignone, in Francia, dove risideva, in quel tempo, il
Papa: riuscita a parlare con lui pregandolo di tornare a Roma, lunica citt che
meritava di essere sede dei Papi. E lo ha convinto.

Per meglio capire:
Li hanno eletti = I-au ales
In seguito ad una visione = n urma unei viziuni
La via del Signore = Calea Domnului
Vestito di un saio = mbrcat ntr-o ras
Lordine dei frati = ordinul clugrilor
Per castigo = drept pedeaps



199
Le feste religiosi pi importanti in Italia sono:
- la Befana il 6 gennaio (Boboteaza)
- San Giuseppe il 19 marzo (Sfntul Iosif)
- La Quaresima (Postul Patelui)
- La Domenica delle Palme data variabile (Floriile)
- La Pasqua data variabile (Patele)
- LAscensione di Ges Cristo data variabile (nlarea Domnului)
- I santi Pietro e Paolo il 29 Giugno (Sfinii Petru i Pavel)
- LAssunzione di Maria Vergine il 15 agosto (nlarea Sf. Marii)

I santi pi venerati in Italia sono:
Santa Maria Vergine, madre di Ges Cristo. L8 settembre si festeggia la
Nativit della Vergine e il 15 agosto (a Ferragosto) si festeggia lAssunzione della
Vergine. A Lei sono dedicate numerosissime chiese come Santa Maria Maggiore
(Roma), Santa Maria del Carmine (Napoli) ecc. Ma la pi famosa la cattedrale
(il Duomo) Santa Maria del Fiore di Firenze.
San Francesco dAssisi, fondatore dellordine dei francescani. La pi
famosa chiesa dedicata a lui proprio ad Assisi: la Basilica di San Francisco,
molto vecchia.
Santa Caterina da Siena, Santa Patrona di Siena e dellItalia. A Siena c il
Santuario Cateriniano.
Santa Chiara nata ad Assisi ed stata amica di San Francesco, ha fondato
lordine delle clarisse.
SantAntonio da Padova nato nel Portogallo, ma ha predicato in Italia. E
il Santo Patrono della citt di Padova; invocato per ritrovare gli oggetti perduti e
per guarire I malati e le vittime degli infortuni.
San Pietro, il pi famoso apostolo di Ges Cristo. Si chiamava in realt
Simone ed era pescatore. E considerato il fondatore della chiesa cristiana e il
primo Papa.
200
San Giovanni Battista quello che predicava in deserto e annunciava
larrivo del Messia; fu quello che battezz per compiere le profezie.
San Giuseppe lo sposo di Santa Maria e padre terrestre di Ges Cristo; era
falegname.
San Gennaro e stato vescovo, molti secoli fa. E Santo Patrono della citt di
Napoli.


Partea a 2-a
Dup ce ai parcurs acest modul, care este destul de dificil, deoarece ai nvat
multe cuvinte i expresii noi, este nevoie s facei o recapitulare a cunotinelor
acumulate pn acum. Rezolvai exerciiile care urmeaz. Lucrai cu mare
atenie. Dac ai reinut tot ce s-a predat n acest modul, pachetul de exerciii nu
ar trebui s v pun probleme. Dac ns vi se pare c nu reuii s le rezolvai,
este recomandabil s reluai studiul, punnd accent pe leciile mai dificile sau cu
mai multe elemente de vocabular. V reamintim c ideal este s nu trecei la alt
lecie pn cnd cele anterioare nu sunt bine tiute.


RIPASSO RECAPITULARE

1. Traduci in romeno:
E destate. Il sole brilla. Il tempo assolutamente meraviglioso.
Bruno si sveglia, si laza e fa una corsa sulla spaggia.
Che sciochezza ! dice la nonna. Dappertutto gente che corre.
Nessuno non rispetta pi il sonno degli altri.
Tanto in citt quanto in campagna fa molto caldo.
Dallinizio dellestate nessuna pioggia.
A mezzogiorno proprio insopportabile.
Tutti sognano la freschezza della primavera.


201
2. Traduci in italiano:
Ce se ntmpl ? Nu vezi ? Nu se ntmpl nimic interesant n casa asta.
n schimb vecinilor li se ntmpl mereu numai lucruri ciudate.
i dai seama de ceea ce faci ?
E adevrat, mi dau seama, dar nu pot face altfel.
i spun c mi-e tare fric. Nu ai de ce, eu sunt aici i te voi ajuta.
mi place s mnnc puin, dar foarte gustos.
Lor le plac mncrurile italieneti: spaghetti, tortellini, pizza.
Nu-mi plac prea mult orele de limbi strine, dar tiu c sunt foarte utile.
Cum e vremea azi? Aa i aa. E vnt, e cea, dar nu e foarte frig.

3. Metti a tutti I tempi dellindicativo il verbo scritto fra parentesi:
Luigi (attraversare) la strada.
Carlo (andare) spesso in montagna.

4. Qual il femminile delle parole?
Imperatore
Difensore
Montone
Leone

5. Coniuga a tutti I tempi verbali: cantare, dire, scrivere, lavarsi, avere.







202

MODULO 5
MODULUL 5




APPARATO CUTANEO
APARATO CUTANEO
APARATUL CUTANAT (PIELEA)
TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Bulbo pilifero Bulbo pilifero Bulbul firului de pr
Capello Capelo Pr
Cuoio capelluto Cuoio capeluto Pielea capului
Cute Cute Piele uman, epiderm
Derma Derma Derm
Epiderme Epiderme Epiderm
Ghiandola Ghiandola Gland
Mucosa Mucoza Mucoas
Pelle Pele Piele
Pelo Pelo Fir de pr de pe corp
Unghia Unghia Unghie

203
OSSA ED ARTICOLAZIONI
OSA ED ARTICOLAIONI
OASE I ARTICULAII

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Anfiartrosi Anfiartrozi Amfiartroz
Apofisi Apofizi Apofiz
Bacino Bacino Bazin
Cartillagine Cartilagine Cartilagiu
Colonna vertebrale Colona vertebrale Coloana vertebral
Diafisi Diafizi Diafiz
Diartrosi Diartrozi Diartroz
Enartrosi Enartrozi Enartroz
Epifisi Epifizi Epifiz
Gabbia toracica Gabia toracica Cutia toracic
Legamento Legamento Ligament
Liquido sinoviale Licuido sinoviale Lichid sinovial
Menisco Menisco Menisc
Midollo osseo Midolo oseo Mduva osoas
Osso pl. ossa Oso, osa Os, oase
Pelvi Pelvi Bazin format de oasele
204
pelviene
Periostio Periostio Periost
Scheletro Scheletro Schelet
Sinartrosi Sinartrozi Sinartroz
Sinovia Sinovia Sinovie
Sutura Sutura Sutur
Tendine Tendine Tendon
Troclea Troclea Parte proeminent a
umrului care se
articuleaz pe osul
antebraului
Vertebra Vertebra Vertebr











205
I MUSCOLI
I MUSCOLI
MUCHII

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Abduttore Abdutore Muchi abductor
Aponeurosi Aponeurozi Aponevroz
Costrittore Costritore Muchi constrictor
Dilatatore Dilatatore Muchi dilatator
Elevatore Elevatore Muchi elevator
Estensore Estensore Muchi extensor
Fibra muscolare Fibra muscolare Fibr muscular
Fibrilla Fibrila Fibril
Flessore Flesore Muchi flexor
Involontario Involontario Involuntar
Liscio Liio Neted
Rotatore Rotatore Muchi rotator
Striato Striato Striat
Volontario Volontario Voluntar

206
APPARATO BUCALE E DIGESTIVO
APARATO BUCALE E DIGESTIVO
APARATUL BUCAL I DIGESTIV

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Amigdala Amigdala Amigdal
Ano Ano Anus
Appendice Apendice Apendice
Arcata dentaria Arca dentaria Arcad dentar
Bocca Boca Gur
Canino Canino Canin
Cardias Cardias Cardie
Cieco Ceco Orb
Cistifellea Cistifelea Vezic biliar
Coleciste Coleciste Colecist
Coledoco Coledoco Coledoc
Colon Colon Colon
Crasso Craso Gros
Intestino crasso Intestino craso Intestin gros
Dente Dente Dinte
Digiuno Digiuno Nemncat; lips de hran;
207
post
Duodeno Duodeno Duoden
Epiglottide Epiglotide Epiglot
Esofago Esofago Esofag
Faringe Faringe Faringe
Fegato Fegato Ficat
Gengiva Gengiva Gingie
Ghiandola salivare Ghiandola salivare Gland salivar
Gola Gola Gt
Ileo Ileo Ileus, ocluzie intestinal
Incisivo Incisivo Incisiv
Intestino Intestino Intestin
Labbro, labbra Labro, labra Buz, buze
Lingua Lingua Limb
Mandibola Mandibola Mandibul
Mascella Maela Maxilar
Molare Molare Molar
Palato Palato Palat
Pancreas Pancreas Pancreas
Papilla gustativa Papila gustativa Papil gustativ
Parotide Parotide Glanda parotid
208
Piloro Piloro Pilor
Premolare Premolare Premolar
Setto Seto Sept, diafragm
Sigma Sigma Ansa sigmoid
Stomaco Stomaco Stomac
Tenue Tenue Subire
Intestino tenue Intestino tenue Intestin subire
Tubo digerente Tubo digerente Tub digestiv
Ugola Ugola Omuor, epiglot
Velo palatino Velo palatino Vl palatin
Velo pendulo Velo pendulo Vlul palatului













209
n continuare vei studia cteva noiuni teoretice referitoare la ngrijirea
bolnavului, plecnd de la nevoile eseniale i ajungndu-se pn la obiectivele i
interveniile asistentei.

Atenie - este mai bine s lucrai pe fragmente mici, pentru a evita
oboseala i pentru a asimila mai bine informaiile, cuvintele i expresiile noi.
Succes !






I BISOGNI FONDAMENTALI


Generalit

Senza dubbio, ci sono certi bisogni fondamentali comuni per tutti esseri
umani, che devono soddisfatti per raggiungere ad un livello ottimo di benessere.
Questo concetto parte dallesistenza di alcune necessit fisiologiche ed aspirazioni
delluomo i bisogni fondamentali.


NEVOILE FUNDAMENTALE
Generaliti
Fr ndoial, sunt anumite nevoi fundamentale comune pentru toate fiinele
omeneti, care trebuie s fie satisfcute pentru a se ajunge la un nivel optim de
sntate. Acest concept pleac de la existena unor necesiti fiziologice i aspiraii
ale omului nevoile fundamentale.






210
I bisogni fondamentali e le dimensioni bio-psico-sociali, culturali e spirituali


Questo concetto ha come punto di partenza il definire i 14 bisogni
fondamentali, con le componenti bio-psico-sociali, culturali e spirituali delluomo.
Il paziente deve avere una certa indipendenza nel soddisfare questi bisogni e
linfermiere lo deve aiutare.

Linfermiere deve sapere che un bisogno fondamentale una necessit
vitale, essenziale dellessere umano per assicurarsi lo stato di benessere, nel
difendersi dal punto di vista fisico e mentale.

Nevoile fundamentale i dimensiunile bio-psiho-sociale, culturale i spirituale

Acest concept are drept punct de plecare definirea celor 14 nevoi
fundamentale, cu componentele bio-psiho-sociale, culturale i spirituale ale
omului.
Pacientul trebuie s aib o oarecare independen n satisfacerea acestor nevoi i
asistenta trebuie s l ajute.

Asistenta trebuie s tie c o nevoie fundamental este o necesitate vital,
esenial a omului pentru a-i asigura starea de sntate, pentru a se proteja din
punct de vedere fizic i mental.







211
I 14 bisogni fondamentali sono:
1. respirare
2. alimentarsi e idratarsi
3. eliminare
4. muoversi, guardarsi una buona posizione
5. dormire, rilassarsi
6. vestirsi e svestirsi
7. mantenersi la temperatura del corpo nelle limiti normali
8. essere pulito, proteggersi i tegumenti
9. evitare pericoli
10. comunicare
11. azionare secondo i propri valori
12. realizzarsi
13. riposarsi
14. studiare

Cele 14 nevoi fundamentale sunt::

1. a respira
2. a se alimenta i a se hidrata
3. a elimina
4. a se mica, a-i pstra o bun poziie
5. a dormi, a se odihni
6. a se mbrca i a se dezbrca
7. a-i menine temperatura corpului n
limite normale
8. a fi curat, a-i proteja tegumentele
9. a evita pericolele
10. a comunica
11. a aciona urmnd propriile valori
12. a se realiza
13. a se relaxa
14. a studia






212
Breve presentazione dei bisogni

Scurt prezentare a nevoilor

1. Respirare
- Laspetto bio-fisiologico di questo bisogno si manifesta tramite la respirazione
polmonare e tissolare.
- La dimensione psico-socio-culturale dipende dai seguenti elementi:
lemozione, la furia, la paura, la tristezza ecc., gli esercizi di meditazione, di
yoga, il fumare ecc. Il bisogno di respirare comporta certe particolarit al
nuovo-nato, agli sportivi, dopo interventi chirurgicali ecc.


1. A respira
- Aspectul bio-fiziologic al acestei nevoi se manifest prin respiraia pulmonar
i tisular
- Dimensiunea psiho-socio-cultural depinde de urmtoarele elemente: emoie,
furie, fric, tristee etc., exerciii de meditaie, yoga, fumat etc. Nevoia de a
respira comport anumite particulaiti la nou-nscut, la sportivi, dup
intervenii chirurgicale etc.



2. Bere e mangiare
- La dimensione bio-fisiologica implica certi meccanismi, movimenti dal mano
alla bocca, masicazione, deglutizione, digestione, e anche il necessario calorico
e di altre sostanze nutrienti (es.: ad un diabetico o ad un anemico).
- La dimensione psico-socio-culturale si manifesta nei costumi riguardanti la
razza, la religione, la nazionalit.
213
Questo bisogno in relazione con altri bisogni: comunicare, eliminare, sentirsi
utile ecc. Si modifica con il stato di maturit dellassistito.

2. A bea i a mnca
- Dimensiunea bio-fiziologic implic anumite mecanisme, micri de la mn la
gur, masticaie, deglutiie, digestie, i chiar necesarul de calorii i alte
substane hrnitoare (de exemplu la un diabetic sau la un anemic)
- Dimensiunea psiho-socio-cultural se manifest n obiceiurile referitoare la
ras, religie, naionalitate
Aceast nevoie este n relaie cu alte nevoi: a comunica, a elimina, a se simi util
etc. Se modific proporional cu gradul de maturitate al pacientului.

3. Eliminare
Questo bisogno comprende leliminazione renale, intestinale, respiratoria e
cutanea, in certe situazioni: gli orifici (tracheostomia, colostomia) che servono
come vie di eliminazione.
Laspetto bio-fisiologico nello stesso tempo meccanico, chimico, ormonale,
nervoso e dipende dallet e dallo stato di salute dellassistito
Le dimensioni psico-socio-culturali sono numerose: le emozioni buone o mali
influenzano la frequenza urinaria, la qualit e la quantit delle materie fecali, il
sudare e lespirazione di CO2.
Lattitudine dei genitori riguardante la pulizia, le esigenze della pulizia sono
in stretta conessione con il piano socio-culturale.

3. A elimina
Aceast nevoie cuprinde eliminarea renal, intestinal, respiratorie i
cutanat, n anumite situaii: orificiile (traheostomia, colostomia) care servesc
drept ci de eliminare.
214
Aspectul bio-fiziologic este n acelai timp mecanic, chimic, hormonal,
nervos i depinde de vrst i de starea de sntate a pacientului.
Dimensiunile psiho-socio-culturale sunt numeroase: emoiile bume sau rele
influeneaz frecvena urinar, calitatea i cantitatea materiilor fecale, transpiraia
i expiraia de CO2.
Atitudinea prinilor cu privire la curenie, exigenele n materie de curenie
sunt n strns legtur cu planul socio-cultural.


4. Muoversi e mantanersi in una buona posizione
Dal punto di vista bio-fisiologico, lindipendenza differente al bambino
piccolo e alladulto, al paraplegico paralizzato o al sportivo.
Il sistema muscolare e scheletrico, cardiovascolare, nervoso influenzano la
libert di movimento e di addattarsi o di evitare certe posture.
Dal punto di vista psico-socio-culturale, le variazioni individuali sono
importanti. Il movimento e la posizione del corpo riflettano lo stato di spirito
dellassistito, il linguaggio corporale esprime la vitalit psichica, lunit dello
somatico con lo psichico. I costumi sociali e le attitudini culturali determinato il
camminare di una giovane, la sua educazione.
Lindipendenza necessaria ai moltissimi movimenti durante la giornata in
rapporto diretto con altri bisogni; ad esempio, per sentirsi utili e realizzarsi le
necessit il medico e loperaio comune hanno delle attivit diverse e differenti.
I problemi di salute determinano dei bisogni individuali nel campo della
motricit (movimento), ad esempio il camminare con le stampelle, il cambiare di
posizione ogni ora ecc.




215
4. A se mica i a-i menine o bun poziie
Din punct de vedere bio-fiziologic, independena este diferit la copilul mic
i la adult, la paraplegicul paralizat sau la sportiv
Sistemul muscular i scheletic, cardiovascular, nervos influeneaz
libertatea de micare i de adaptare sau de evitare a anumitor posturi.
Din punct de vedere psiho-socio-cultural, variaiile individuale sunt
importante.
Micarea i poziia corpului reflect starea de spirit a pacientului, limbajul
corporal exprim vitalitatea psihic, unitatea somaticului cu psihicul. Obiceiurile
sociale i atitudinile culturale determin mersul unei tinere, educaia ei.
Independena necesar numrului mare de micri pe durata zilei este n
raport direct cu alte nevoi; de exemplu pentru a se simi utili i a-i ndeplini
necesitile medicul i muncitorul au activiti diverse i diferite.
Problemele de sntate determin nevoile individuale n domeniul motricitii
(micrii), de exemplu mersul cu crjele, schimbarea poziiei la fiecare or etc.



5. Dormire e rilassarsi
Il sonno-il rilassarsi, dal punto di vista biologico e fisiologico sono diversi e
dipendenti dallet e dallo stato di salute: il bambino piccolo ha bisogno di pi di
sonno che ladolescente, il convalescente che si ricupera dopo una crisi cardiaca
ha bisogno di un riposo differente di quello di una persona che ha sofferto un
incidente ed ha una gamba fratturata.
La qualit del sonno, come quella del riposo mentale e fisico, associata ai
sistemi secondari cardiovascolare, gastro-intestinale, neuro-muscolare; una
persona priva di sonno e, nello stesso tempo, di sogni notturni, manifesta
intorbidimenti fisici e psichici.
Dal punto di vista psico-socio-culturale, il sonno e il riposo sono influenzati
dagli emozioni e dagli obbligazioni sociali; certi gruppi socio-culturali utilizzano
216
droga per non dormire, gli addetti della meditazione e della yoga utilizzano delle
pratiche culturiste per favorizzare il riposo totale.




5. A dormi i a se odihni
Somnul-odihna, din punct de vedere biologic i fiziologic sunt diferite i
depind de vrst i de starea de sntate: copilul mic are nevoie de mai mult somn
dect adolescentul, convalescentul care se recupereaz dup o criz cardiac are
nevoie de un alt tip de odihn comparativ cu o persoan care a suferit un accident
i are un picior fracturat.
Calitatea somnului, ca i aceea a odihnei mentale i fizice, este asociat
sistemelor secundare cardiovascular, gastro-intestinal, neuro-muscular; o persoan
lipsit de somn i, n acelai timp, de vise nocturne, manifest tulburri fizice i
psihice.
Din punct de vedere psiho-socio-cultural, somnul i odihna sunt influenate de
emoii i de obligaii sociale; anumite grupuri socio-culturale folosesc droguri
pentru a nu dormi, adepii meditaiei i ai yoga folosesc practici culturiste pentru a
favoriza relaxarea total.


6. Vestirsi e svestirsi
Le manifestazioni di questo bisogno sono vari.
Dal punto di vista bio-fisiologico, le attivit di ogni giorno necessarie
allindipendenza in questo campo richiedono una certa capacit neuro-muscolare e
sottolineano le differenze tra i giovani e gli anziani. Quando una persona non sta
bene di salute, vestirsi e svestirsi possono diventare problemi personali: la donna
che ha sofferto una mammectomia si preoccupa della protesi e dei suoi vestiti,
217
lemiplegico cerca dei vestiti che possano essere utilizzati leggermente con una
sola mano.
Dal punto di vista psico-socio-culturale questo bisogno si manifesta tramite
laffermare della personalit e della sessualit nel scegliere i vestiti; certi gruppi
socio-culturali e religiosi hanno delle esigenze particolari: velo, turbante ecc.
Rispettare il pudore di una persona, tenendo conto dellet, del sesso,
dellappartenenza ad un gruppo socio-culturale significa utilizzare delle coperture,
degli asciugamani ecc. Linfermiere deve aiutare lassistito senza offenderlo.


6. A se mbrca i a se dezbrca
Manifestrile acestei nevoi sunt diverse.
Din punct de vedere bio-fiziologic activitile zilnice necesare independenei n
acest domeniu cer o anumit capacitate neuro-muscular i subliniaz diferenele
ntre tineri i btrni. Cnd o persoan nu are o sntate bun, mbrcarea i
dezbrcarea pot deveni probleme personale: femeia care a suferit o mamectomie
este preocupat de protez i de hainele sale, hemiplegicul caut haine care s
poat fi folosite cu uurin cu o singur mn.
Din punct de vedere psiho-socio-cultural aceast nevoie se manifest prin
afirmarea personalitii i a sexualitii n alegera hainelor; anumite grupuri socio-
culturale i religioase cer anumite elemente:vl, turban etc.
A respecta pudoarea unei persoane innd cont de vrst, de sex, de apartenea
la un grup socio-cultural presupune folosirea de paravane, de prosoape etc.
Asistenta trebuie s ajute pacientul fr s l jigneasc.







218
7. Mantenere la temperatura del corpo tra limiti normali
Mantenere la temperatura giusta soprattutto una funzione bio-fisiologica della
persona: let cambia la temperatura del corpo cos come la tolleranza ai cambi
dipende dal medio ambiente. La temperatura del corpo dipende dallesercizio,
dalla maniera di vestirsi, dallo stato di idratarsi, dal controllo ipotalamico e dal
ritmo biologico.
La componente psichica si manifesta nellinfluenza delle emozioni sulla
temperatura. Cos, lansiet pu crescere la temperatura del corpo e questa
emozione, come tutte le altre, collegata alla situazione socio-culturale
dellassistito.


7. A-i menine temperatura corpului n limite normale
A menine temperatura corect este mai ales o funcie bio-fiziologic a
persoanei: vrsta schimb temperatura corpului la fel cum tolerana la schimbri
depinde de mediul ambient. Temperatura corpului depinde de exerciiu, de felul de
a se mbrca, de starea de hidratare, de controlul hipotalamic i de ritmul biologic.
Componenta psihic se manifest n influena emoiilor asupra temperaturii.
Stfel, anxietatea poate crete temperatura corpului i aceast emoie, ca toate
celelalte, este n legtur cu situaia socio-cultural a pacientului.


8. Essere pulito e proteggersi i tegumenti
Lindipendenza nel campo delligiene personale collegata alla capacit fisica
di fare i movimenti necessari e ai fattori biologici, come let e il sesso. I bisogni
individuali sono differenti alladolescente, allanziano, ad una ragzza nel periodo
di ciclo.
La salute psichica ed emozionale si rifletta nello stato dellepiderma,
nellattenzione che uno accorda ai capelli, alla pettinatura ecc.; quando il bisogno
219
di pulizia soddisfatto, il sentimento di benessere presente. Le emozioni
influenzano il sudare e le secrezioni, le norme di pulizia sono diverse da un
gruppo socio-culturale allaltro, e, nellinterno dello stesso gruppo, da un periodo
allaltro.


8. A fi curat i a proteja tegumentele
Independena n planul igienei personale este n legtur cu capacitatea fizic de a
face micrile necesare i cu factorii biologici, cum ar fi vrdta i sexul. Nevoile
individuale sunt diferite la adolescent, la btrn, la o fat n perioada ciclului.
Sntatea fizic i emoional se reflect n starea epidermei, n atenia pe care
o persoan o acord prului, pieptnturii etc.; cnd nevoia de curenie este
satisfcut, sentimentul de stare de bine este prezent. Emoiile influeneaz
transpiraia i secreiile, normele de curenie sunt diferite de la un grup socio-
cultural la altul i, n interiorul aceluiai grup, de la o perioad la alta.



9. Evitare i pericoli
I pericoli possono venire dal medio interno e da quello esterno. Sul piano bio-
fisiologico, lindipendenza significa evitare certi alimenti e medicinali e guidarsi
nel svolgere certe attivit.
Ad un assistito nellospedale, il bisogno di evitare i pericoli pu essere
soddisfatto con il semplice gesto di innalzare le sbarre del letto o, se necessario,
separare lassistito dagli altri o proteggere lassistito che pensa suicidarsi.
Dal punto di vista psico-socio-culturale per assicurare la securit psichica la
presenza di un parente amato o di unaltra persona importante per lassistito pu
evitare i pericoli. La separazione socio-culturale pu essere evitata tramite vari
mezzi: ascoltare musica, visitare una persona che parla la stessa lingua o
220
appartiene alla stessa communit etnica, rispettare i propri costumi, rispettare la
propria cultura.

9. A evita pericolele
Pericolele pot veni din mediul intern i din cel extern. Pe plan bio-
fiziologic, independena nseamn a evita anumite alimente i medicamente i a
avea grij n desfurarea anumitor activiti.
La un bolnav n spital, nevoia de a evita pericolele poate fi satisfcut prin
simplul gest de a nla grilajul patului sau, dac este necesar, de a separa bolnavul
de ceilali sau de a proteja bolnavul care se gndete la sinucidere.
Din punct de vedere psiho-socio-cultural pentru a asigura securitatea psihic
prezena unei rude dragi sau a unei alte persoane importante pentru bolnav poate
evita pericolele. Izolarea socio-cultural poate fi evitat prin diverse mijloace:
ascultare de muzic, vizitarea unei persoane care vorbete aceeai limb sau
aparine aceleiai comuniti etnice, respectarea propriilor tradiii, respectarea
propriei culturi.



10. Comunicare con i simili
E il bisogno fondamentale comune a tutti gli esseri umani.
La dimensione biologica si manifesta in tutte le espressioni verbali o non-verbali
che sottolineano le caratteristiche sessuali: il camminare, la posizione, i vestiti.
Dal punto di vista fisiologico, la comunicazione verbale comprende
larticolazione, la fonazione (anche il gesto della mano che scrive); la
comunicazione non-verbale dipende dalla capacit psichica di cambiare le
attitudini corporali, di fare dei gesti, di avere un viso espressivo.
Le componenti psico-socio-culturali si manifestano nel scegliere il
contenuto esprimato: sentimenti, idee, emozioni ecc.
221
La comunicazione collegata alla sessualit. Questa componente
importante dellessere umano viene esprimata dallinfanzia allanzianit,
nellaffermarsi e nel scegliere i vestiti, nelle relazioni sociali.
Sano o malato, bambino o adulto, ogni persona ha moltissime cose da
comunicare.
Quando unassistito non pu soddisfare questo bisogno, linfermiere deve
aiutarlo ad esprimersi e deve cercare per lui nuovi mezzi di esprimersi.

10.Comunicarea cu semenii
Este nevoia fundamental comun tuturor fiinelor umane.
Dimensiunea biologic se manifest n toate expresiile verbale sau non-
verbale care subliniaz caracteristicile sexuale: mersul, poziia, hainele. Din puct
de vedere fiziologic, comunicarea verbal cuprinde articulaia, fonaia (inclusiv
gestul minii care scrie); comunicarea non-verbal depinde de capacitatea psihic
de a schimba atitudinie corporale, de a face gesturi, de a avea o figur expresiv.
Componentele psiho-socio-culturale se manifest n alegerea coninutului
exprimat: sentimente, idei, emoii etc.
Comunicarea este legat de sexualitate. Aceast component important a
fiinei umane este exprimat din copilrie pn la btrnee, n afirmarea proprie i
n alegerea hainelor, n relaiile sociale.
Sntos sau bolnav, copil sau adult, fiecare individ are foarte multe lucruri de
comunicat.
Cnd un bolnav nu i poate satisface aceast nevoie, asistenta trebuie s l
ajute s se exprime i trebuie s caute pentru el noi mijloace de exprimare.






222
11. Praticare la propria religione
La componente bio-fisiologica dellindipendenza in questo campo si esprime
tramite movimenti, gesti, attitudini necessarie al culto: la confessione pu
significare sedersi nei ginocchi o passare un periodo di mangiare di magro, certe
religioni richiedono la pratica della circumcisione, nelle altre vietato mangiare
alcuni piatti e sopportare degli interventi medicali. Levoluzione delle pratiche
religiose dipende dai fenomeni psico-sociali e dalle relazioni interculturali: il
servizio religioso pu essere celebrato il sabato, in alcune chiese le pratiche sono
pi libere e democratiche.
Lalterazione dello stato di salute significa il crescere o il diminuire della fede.
Nel curare lassistito di tutte le et, il rispettare di questo bisogno fondamentale
richiede allinfermiere una educazione liberale.

11.Practicarea propriei religii
Componenta bio-fiziologic a independenei n acest domeniu se exprim prin
micri, gesturi, atitudini necesare cultului: pocina poate nsemna aezarea n
genunchi sau o perioad de post, anumite religii practic circumcizia, la altele
este interzis consumul unor feluri de mncare i suportarea unor intervenii
medicale. Evoluia practicilor religioase depinde de fenomenele psiho-sociale
i de relaiile interculturale: serviciul religios poate fi celebrat smbta, n unele
biserici practicile sunt mai libere i democratice.
Alterarea strii de sntate poate nsemna creterea sau scderea credinei. n
ngrijirea pacientului de toate vrstele, respectarea acestei nevoi fundamentale cere
din partea asistentei o educaie liberal.







223
12. Essere occupato per essere utile
Lungo la vita, la persona ha bisogno di realizzarsi, di studiare, di lavorare.
Queste attivit possono essere collegate al sesso (biologiche), per la pi parte
dipendono dalla capacit fisiologica e dello sviluppo psico-sociale dellindividuo.
Le norme culturali influenzano il soddisfare di questo bisogno: in una societ
industrializzata, persone ambiziose richiedono, per sentirsi utile, altre cose che
quelle che valorizzano lespressione artistica e filosofica.
Lindipendenza in questo campo diversa dalluomo politico al compositore,
dalla madre disoccupata ad una modello.
Un problema di salute pu diminuire, temporario o permanente, i mezzi che
lassistito utilizza per sentirsi utile. Il soddisfare questo bisogno collegato ad altri
bisogni: studiare, comunicare, muoversi.

12.A fi ocupat pentru a fi util
De-a lungul vieii, persoana are nevoie s se realizeze, s studieze, s lucreze.
Aceste activiti pot fi legate de sex (biologice), dar majoritatea depind de
capacitate fiziologic i de dezvoltarea psiho-social a individului. Normele
culturale influeneaz satisfacerea acestei nevoi: ntr-o societate industrializat,
persoane ambiioase cer, pentru a se simi utile, alte lucruri dect cele care
apreciaz expresia artistic i pe aceea filosofic.
Independena n acest domeniu este diferit de la omul politic a compozitor,
da la mama casnic la manechin.
O problem de sntate poate scdea, temporar sau permanent, mijloacele pe
care pacientul le utilizeaz pentru a se simi util. Satisfacerea acestei nevoi este
legat de altele: a studia, a comunica, a se mica.






224
13. Riposarsi
E un bisogno fondamentale e comune a tutti gli esseri umani ed variabile
nelle sue manifestazioni al bambino e alladulto, da unindividuo allaltro.
Lindipendenza nelle attivit ha delle componenti bio-fisiologiche: una persona
nata cieca non avr le stesse preoccupazioni come gli altri, lo stato di salute
fisiologica pu decidere tra lo sci e la lettura. I fenomeni psico-sociali e culturali
possono influenzare il soddisfare del bisogno (societ, TV).
Possono esistere delle influenze anche nella vita sentimentale. Cos, un colerico
pu liberarsi da uno stato nervoso giocando il tennis con forza, unaltro che gioca
pallacanestro con i suoi bambini si sentir meno ansioso.
Questo bisogno non sparisce quando una persona malata, al contrario, il
periodo di rilassarsi e di riposarsi deve tenere conto della situazione di ognuno.


13.A se relaxa
Este o nevoie fundamental i comun tuturor fiinelor omeneti i este variabil
n manifestrile sale de la copil la dult, de la un individ la altul.
Independena n activiti are componente bio-fiziologice: o persoan nscut
oarb nu va avea aceleai preocupri cu ceilali, starea de sntate poate decide
ntre schi i lectur. Fenomenele psiho-sociale i culturale pot influena i satisface
nevoia (societate, TV).
Pot exista influene i n viaa sentimental. Astfel, un coleric se poate elibera de o
stare nervoas jucnd tenis cu putere, un altul care joac volei cu copiii si se va
simi mai puin anxios.
Aceast nevoie nu dispare atunci cnd o persoan este bolnav, dimpotriv,
periada de odihn i de relaxare trebiue s in cont de situai n care se gsete
fiecare.



225
14. Studiare
Il bisogno di scoprire, di soddisfarsi la curiosit, di imparare, comune a tutti,
anche se pi notevole ai bambini e durante gli anni di formazione scolare.
Lintelligenza (componente biologica) e lintegrit dei sensi (componente
fisiologica) sono i principali elementi che contribuiscono al soddisfare di questo
bisogno.
Laspetto psico-socio-culturale si manifesta tramide il desiderio di sapere e di
conoscere il valore accordato alleducazione dal gruppo socio-culturale.
Per quanto riguarda la salute di una popolazione, i bisogni di studiare sono
vari.
Il pi piccolo problema di salute significa lapparizione dei bisogni di sapere
particolari. Un paziente deve imparare come cambiarsi il bendaggio, unaltro deve
imparare come farsi linsulina e rispettare il regime di alimentazione anche se
deve partecipare alle cene di affari ecc.
Il bisogno di sapere e collegato con il bisogno di essere utile e con quello di
rilassarsi, ma pu anche essere la condizione essenziale di stabilire lindipendenza
di soddisfare tutti i bisogni.


14.A studia
Nevoia de a descoperi, de a satisface curiozitatea, d a nva, este comun
tuturor, chiar dac este mai pregnant la copii i n timpul anilor de formare
colar.
Inteligena (component biologic) i integritate simurilor (component
fiziologic) sunt elementele principale care contribuie la satisfacerea acestor
nevoi.
Aspectul psiho-socio-cultural se manifest prin dorina de a ti i de a cunoate
valoarea acordat educaiei de ctre grupul socio-cultural.
n ceea ce privete sntatea unei populaii, nevoile de a studia sunt diferite.
226
Cea mai mic problem de sntate nseamn apariia unor nevoi particulare de
nvare. Un pacient trebuie s nvee cum s i schimbe pansamentul, un latul
trebuie s nvee cum s i fac insulina i cum s respecte regimul alimentar
chiar dac trebuie s participe la cine de afaceri etc.
Nevoia de a ti este legat de nevoia de afi util i de aceea de a se relaxa,
dar poate fi i condiia esenial de a stabili independena de a astisface toate
nevoile.



Il soddisfare interamente i bisogni di una persona permette il mantenere nello
stato di equilibrio dei suoi vari processi fisiologici e psicologici.

Satisfacerea n ntregime a nevoilor unei persoane permite meninerea strii de
echilibru ntre diversele procese fiziologice i psihologice


Il bisogno = stato che richiede un apporto, la mancanza di una cosa necessaria,
desiderata, utile.

Nevoia = stare care cere un aport, lipsa unui lucru necesar, dorit, util.


Lomeostasia = uno stato di equlibrio e di autoreglaggio che si istalla tra vari
processi fisiologici della persona. Questo concetto si estende anche ai processi
psico-sociologici.

Homeostazia = o stare de echilibru i autoreglaj care se instaleaz ntre diversele
procese fiziologice ale persoanei. Acest concept se extinde i la procesele psiho-
sociologice.
227


Il non-soddisfare di un bisogno sul piano fisiologico o su quello psicologico pu
ripercuotersi negli altri bisogni.

Nesatisfacerea unei nevoi pe plan fiziologic se poate repercuta asupra altor nevoi.


Esempio di autoreglaggio (il sudore con febbre); - uneliminazione insufficiente
dellacido urico pu provocare un certo grado di acidosi metabolica che il bisogno
di respirare tratarr di compensare tramite una respirazione rapida e profonda,
stimolando cos uneliminazione pi grande di CO2 ed un possibile ristabilire
dellequilibrio acido-basico.

Exemplu de autoreglaj (transpiraia cu febr); - o eliminare insuficient de acid
uric poate provoca un anumit grad de acidoz metabolic pe care nevoia de a
respira va ncerca s o compenseze printr-o eliminare mai mare de CO2 i o
posibil restabilire a echilibrului acido-bazic.


Esempio con effetto meno favoravole nel processo di autoreglaggio: - una
persona che non capace di muoversi avr lappetito basso, la capacit
polmonare riddotta, la motilit intestinale debole ci che significa che
lomeostasia dei processi fisiologici e psicologici pu essere perturbata.

Exemplu cu efect mai puin favorabil n procesul de autoreglaj: - o persoan
care nu se poate mica va avea apetitul sczut, capacitatea pulmonar redus,
motilitatea intestinal slab ceea ce nseamn c homeostazia proceselor
fiziologice i psihologice poate fi perturbat.
228


LINDIPENDENZA E LA DIPENDENZA NEL SODDISFARE I BISOGNI
FONDAMENTALI

INDEPENDEA I DEPENDENA N SATISFACEREA NEVOILOR
FUNDAMENTALE

Per mantenere unequilibrio fisiologico e psicologico, il paziente deve raggiungere
ad un livello minimo di soddisfare i suoi bisogni.

Pentru a menine un echilibru fiziologic i psihologic, pacientul trebuie s ajung
la un nivel minim de satisfacere a nevoilor sale.

Lindipendenza alladulto
Raggiungere ad un livello medio nel soddisfare i bisogni (un buon equilibrio
fisiologico e psicologico) tramite azioni che compie lindividuo stesso, da solo,
senza laiuto di unaltra persona. Lindipendenza significa il soddisfare un o pi
bisogni tramite azioni proprie, compiute dalla persona stessa.
Per i bambini, lindipendenza viene considerata anche quando i bisogni sono
compiuti con laiuto degli altri, secondo let e lo sviluppo fisico del bambino.

Independena la adult
Atingerea unui nivel minim de satisfacere a nevoilor (un bun echilibru fiziologic i
psihologic) prin aciuni pe care le ndeplinete individul nsui, singur, fr
ajutorul unei alte persoane. Independena nseamn satisfacera uneia sau mai
multor nevoi prin aciuni proprii, ndeplinite de persoana nsi.
Pentru copii, independena se consider i atunci cnd nevoile sunt ndeplinite cu
ajutorul celorlali, dup vrsta i dezvoltarea fizic a copilului.



229
La dipendenza
E lincapacit della persona di addottare dei comportamenti o di compiere
da solo, senza laiuto di unaltra persona, delle azioni che permettano un livello
accettabile nel soddisfare i suoi bisogni.
Lorigine probabile di questa dipendenza una mancanza di forza (quando
lassistito non capace), mancanza di volont (quando non vuole), mancanza di
informazione (quando non sa come agire per soddisfarsi i bisogni fondamentali).
Osservazione: Linfermiere sa che la sua propria esperienza non basta nel
vasto campo della salute. Ad esempio, nel caso di un paziente che soffre per
mancanza di soldi, di casa, di calore lintervento dellinfermiere limitato. Per
questo, lei riconosce la competenza di altri professionali con i quali lavora in
collaborazione.

Dependena
Este incapacitatea persoanei de a adopat comportamente sau de a ndeplini
singur, fr ajutorul unei alte persoane, aciuni care s i permit un nivel
acceptabil de satisfacere a nevoilor.
Originea probabil a acestei dependene este o lips de for (cnd pacientul
nu este capabil), lips de voin (cnd nu vrea), lips de informare (cnd nu tie
cum s acioneze pentru a-i satisface nevoile fundamentale).
Observaie: Asistenta tie c propria experien nu este suficient n vastul
domeniu al sntii. De exemplu, n cazul unui pacient care sufer din cauza
lipsei de bani, de cas, de cldur intervenia asistentei este limitat. Din acest
motiv, ea recunoate competena altor profesioniti cu care lucreaz n
colaborare.





230
ATTENZIONE !
Il concetto di livello medio nel soddisfare i bisogni significa che c un
certo grado di insoddisfazione senza che si possa parlare di dipendenza della
persona.

Ad esempio: una persona indipendente se utilizza corettamente, senza
laiuto degli altri, un aparecchio, un dispositivo, una protesi (auditiva, oculare,
dentare, stampella, sacco di stomia, membro artificiale ecc.), lo che permette avere
uno stato di benessere. La dipendenza il momento nel quale una persona ha
bisogno di aiuto per utilizzare un aparecchio, un dispositivo, una protesi. Unaltra
precizzazione: lassistito non deve essere qualificato come dipendente, ma
piuttosto come persona con un problema di dipendenza.



ATENIE !
Conceptul de nivel mediu de satisfacere a nevoilor nseamn c este un
anumit grad de insatisfacie fr s se poat vorbi de o dependen a persoanei.

De exemplu: o persoan este independent dac folosete corect, fr ajutorul
celorlali, un aparat, un dispozitiv, o protez (auditiv, ocular, dentar, crj,
sac de stomie, membru artificial etc.), lucru care i permite s aib o stare de
bine. Dependena apare n momentul n care o persoan are nevoie de ajutor
pentru a folosi un aparat, un dispozitiv, o protez. O alt precizare: pacientul nu
trebuie calificat drept dependent, ci mai degrab ca o persoan cu o
problem de dependen.




231
La manifestazione di dipendenza

Quando un bisogno fondamentale insoddisfatto perch c una difficolt,
appaiono una o pi manifestazioni di dipendenza. Questi sono segni notevoli di
una certa incapacit della persona di rispondere lui stesso a questo bisogno.

Ad esempio: lincapacit di una persona di proteggersi i tegumenti pu condurre a
lapparizione di lesioni o di rossetti; lincapacit di comunicare pu condurre alla
separazione sul piano sociale.

La dipendenza di una persona deve essere considerata non solamente nel rapporto
con la sua intensit, ma anche nel rapporto con la sua durata (da qualche giorno a
qualche anno).

Cos, la dipendenza pu essere moderata o totale, temporarea o permanente.



Manifestarea de dependen

Cnd o nevoie fundamental este nesatisfcut din cauza unei dificulti, apar una
sau mai multe manifestri de dependen. Acestea sunt semne evidente ale unei
anumite incapaciti a persoanei de a rspunde singur acestei nevoi.

De exemplu: incapacitatea unei persoane de a-i proteja tegumentele poate
conduce la apariia unor leziuni sau roeli; incapacitatea de comunicare poate duce
la izolarea pe plan social.

232
Dependena unei persoane trebuie considerat nu doar n raport cu intensitatea sa,
ci i n raport cu durata sa (de la cteva zile la civa ani).

Astfel, dependena poate fi moderat sau total, temporar sau permanent.



La classificazione dei livelli di dipendenza

Il livello di dipendenza (lindice di gravit) dellassistito si pu determinare dopo
la valutazione della funzione di indipendenza / dipendenza di ogni bisogno
fondamentale, come segue:
Livello 1 La persona indipendente ed autonoma
Livello 2 La persona presenta una dipendenza moderata
Livello 3 La persona presenta una dipendenza maggiore
Livello 4 La persona presenta una dipendenza totale



Clasificarea nivelurilor de dependen

Nivelul de dependen (indicele de gravitate) a pacientului se poate determina
dup evaluarea funciilor de independen / dependen ale fiecrei nevoi
fundamentale, dup cum urmeaz:
Nivelul 1 Persoana este independent i autonom
Nivelul 2 Persoana prezint o dependen moderat
Nivelul 3 Persoana prezint o dependen major
Nivelul 4 Persoana prezint o dependen total


233
Importanza pratica
La valutazione del livello di dipendenza dellassistito si utilizza come uno
strumento di misura per orientarci nel processo di cura. Cos, segnalare e seguire il
livello di dipendenza ci permette di aprezzare il risultato ottenuto dopo il
trattamento e gli interventi di cura.


Importana practic
Evaluarea nivelului de dependen a pacientului se folosete ca instrument de
msur pentru a ne orienta n procesul de ngrijire. Astfel, semnalarea i urmrirea
nivelului de dependen ne permite s apreciem rezultatul obinut dup tratament
i interveniile de ngrijire



Il livello dellintervenire dellinfermiere
La dipendenza pu trovarsi sullaspetto biologico, psicologico, culturale e
spirituale dell'essere umano.
Ci sono 4 forme di dipendenza:
- potenziale
- attuale
- dicrescente
- permanente






234
Nivelul de intervenie al asistentei
Dependena se poate gsi sub aspect biologic, psihologic, cultural i spiritual al
fiinei umane.
Exist 4 forme de dependen:
- potenial
- actual
- descrescnd
- permanent




Potenziale
Se c un problema di dipendenza a causa di certe predisposizioni, allora si tratta
di una dipendenza poteziale ed necessario unintervento.
Esempio: ad unassistito anemico, imobilizzato, a causa della pressione possono
formarsi delle ferite. Unazione preventiva pu evitare questo problema di
dipendenza.


Potenial
Dac exist o problem de dependen din cauza unor anumite predispoziii,
atunci este vorba de o dependen potenial i este necesar o intervenie.
Exemplu: la un pacient anemic, imobilizat, din cauza presiunii se pot forma rni.
O aciune de prevenire poate evita aceast problem de dependen.







235
Attuale
Nello stesso tempo, se il problema presente, la dipendenza attuale.
In questo caso, le azioni saranno corettive.



Actual
n acelai timp, dac problema este prezent, dependena este actual.
n acest caz, aciunile vor fi corective.







Dicrescente
Quando la dipendenza dellassistito viene ridotta, il ruolo dellinfermiere di
sostenere questo progresso e di aiutare lassistito a trovarsi di nuovo il grado
ottimale di autonomia.


Descresctoare
Cnd dependena pacientului se reduce, rolul asoistentei este de a susine acest
progres i de a ajuta pacientul s-i regseasc gradul optim de autonomie.








236
Permanente
Se, anche con laiuto dellinfermiere, il problema rimane presente, la dipendenza
diventa permanente o cronica (nella paraplegia). Il ruolo dellinfermiere , in
questo caso, di supplire quello che lassistito non pu fare indipendentemente e di
aiutarlo ad addattarsi a questi limiti.


Permanent
Dac, chiar cu ajutorul asistentei, problema rmne prezent, dependena rmne
permanent sau cronic (n paraplegie). Rolul asistentei este, n acest caz, de a
suplini ceea ce pacientul nu poate face independent i de a-l ajuta s se adapteze la
aceste limite.


IL PROCESSO DI CURA PROCESUL DE NGRIJIRE


Definizione:
E un metodo organizzato e sistematico, che permette delle cure individualizzate.
Il processo di cura centrato sulle reazioni particolari di ogni individuo (o gruppo)
ad una modificazione reale o potenziale di salute.
E un processo intelettuale composto di varie tappe ordenate, per ottenere un
migliore stato di salute dellassistito.

Definiie:
Este o metod organizat i sistematic, permind ngrijiri individualizate.
Procesul de ngrijire este centrat pe reaciile particulare ale fiecriu individ (sau
grup) la o modificare real sau potenial de sntate.
Este un proces intelectual compus din diverse etape ordonate, pentru a obine o
stare mai bun de sntate a pacientului.
237



Le tappe nel processo di cura
Nel processo di cura ci sono 5 tappe:
1. Raccogliere i dati
2. Analizzare ed interpretare i dati (problemi, diagnostici di cura)
3. Pianificare gli interventi (oggettivi)
4. Realizzare gli interventi (la loro applicazione)
5. La valutazione



Etapele procesului de ngrijire
n procesul de ngrijire exist 5 etape:
1. Culegera datelor
2. Analizarea i interpretarea datelor (probleme, diagnostice de ngrijire)
3. Planificarea interveniilor (obiective)
4. Realizarea interveniilor (aplicarea lor)
5. Evaluarea





1. Raccogliere i dati
E la fase iniziale, il cominciare del processo di cura. E un processo continuo,
cio linfermiere osserva, domanda e raccoglie dei dati sullassistito tutto il tempo.
Dal momento che lassistito entra nellospedale, nel centro di salute o nella casa di
riposo, raccogliere dei dati permette allinfermiere di stabilire le azioni di cura.
Linfermiere deve informarsi sullassistito anche prima di vederlo: deve leggere il
dossier, domandare al medico le informazioni pi importanti.
238



1. Culegerea datelor
Este faza iniial, nceputul procesului de ngrijire. Este un proces continuu, adic
asistenta observ, ntreab i adun date despre pacient tot timpul.
Din momentul n care pacientul intr n spital, centru de sntate sau cas de
tratament, culegerea datelor permite asistentei s stabileasc aciunile de ngrijire.
Asistenta trebuie s se informeze despre pacient chiar nainte de a-l vedea: trebuie
s citeasc dosarul, s solicite medicului informaiile cele mai importante.


Tipo di informazioni
- dati oggettivi osservazioni dellinfermiere
- dati soggettivi forniti dallassistito
- dati contenenti delle informazioni del passato
- dati contenenti delle informazioni attuali
- dati riguardanti la vita dellassistito, i suoi costumi, i suoi amici o il medio
dove vive



Tipuri de informaii
- date obiective observaii ale asistentei
- date subictive furnizate de ctre pacient
- date coninnd informaii din trecut
- date coninnd informaii actuale
- date despre viaa pacientului, obiceiurile sale, prieteni sau mediul n care
triete

239



La cura dellassistito comincia dalle informazioni raccolte. Lo scopo delle
investigazioni di risolvere i problemi che lassistito non pu risolvere da solo
identificare i problemi.
Lidentificazione dei problemi di cura dellassistito ha come punto di partenza
conoscere lassistito.
- conoscere le defficienze delassistito
- conoscere quello che lassistito aspetta nei confronti di: cura, salute, soggiorno
nellospedale


ngrijirea pacientului ncepe de la informaiile strnse. Scopul investigaiilor este
de a rezolva problemele pe care pacientul nu le poate rezolva singur
identificarea problemelor
Identificarea problemelor de ngrijire a pacientului are drept punct de plecare
cunoaterea pacientului
- cunoaterea deficienelor pacientului
- cunoaterea a ceea ce pacientul ateapt cu referire la: ngrijire, sntate,
ederea n spital

Tutte le informazioni raccolte appartengono a due grandi gruppi:
- dati certi
- dati variabili

Toate informaiile strnse constituie dou mari grupe:
- date certe
- date variabile

240


Dati certi
Informazioni generali: cognome, nome, et, sesso, stato civile ecc.
Caratteristiche individuali: razza, lingua, religione, cultura, occupazione ecc.
Costumi personali: alimentazione, ritmo di vita ecc.
Evenimenti biografici riguardanti la salute: malattie anteriori, gravidanze,
interventi chirurgicali, incidenti ecc.
Elementi fisici e reazionali: gruppo di sangue, protesi, allergie ecc.
Medio: famiglia, amici ecc.

Date certe
Informaii generale: nume, prenume, vrst, sex, stare civil etc.
Caracteristici individuale: ras, limb, religie, cultur, ocupaie etc.
Obiceiuri personale: alimentaie, ritm de via etc.
Evenimente biografice referitoare la sntate: boli anterioare, sarcini, intervenii
chirurgicale, accidente etc.
Elemente fizice i reacionale: grupa de snge, proteze, alergii etc.
Mediu: familie, prieteni etc.

Dati variabili
Sono dati in continua modificazione ed evoluzione e che richiedono una
costante valutazione da parte dellinfermiere.
Stato fisico: temperatura, pressione arteriale, respirazione, appetito o
anoressia, leliminazione, sonno, movimento, reazioni allergiche, infiammazioni,
infezioni, stanchezza, intensit del dolore, reazioni al trattamento, alle medicine
ecc.
241
Condizioni psico-sociali: ansiet, stress, conforto, stato depressivo, stato di
coscienza, grado di autonomia, capacit di comunicazione, accettto o non-accetto
dello stato nel quale si trova ecc.


Date variabile
Sunt date n continu modificare i evoluie i cer o evaluare constant din
partea asistentei.
Stare fizic: temperatura, tensiunea arterial, respiraia, apetitul sau
anorexia, eliminarea, somnul, micarea, reaciile alergice, inflamaiile, infeciile,
oboseala, intensitatea durerii, reaciile la tratament, la medicamente etc.
Condiii psiho-sociale: anxietate, stress, confort, stare depresiv, stare de
contien, grad de autonomie, capacitate de comunicare, acceptare sau
neacceptare a strii n care se gsete etc.

Questi dati sono alla disposizione dellintera squadra e costituiscono uno
strumento di lavoro che deve essere attualizzato, seguendo levoluzione dello stato
dellassistito.

Aceste date sunt la dispoziia ntregii echipe i constituie un instrument de lucru
care trebuie actualizat, urmrind evoluia strii pacientului.

1. IL DIALOGO INFERMIERE ASSISTITO
E una forma speciale di interazione verbale che si svolge tra linfermiere e la
persona alla quale serve aiuto o cura.
E uno strumento di personalizzazione delle cure (strumento di conoscere la
personalit dellassistito)
Dobbiamo tenere conto di alcuni fattori importanti:
- scegliere il momento giusto per lassistito
242
- rispettare i momenti di stanchezza e di riposo
- rispettare il periodo di sofferenza dellassistito
Linfermiere deve organizzarsi il lavoro per permettere allassistito di esprimersi
nel suo ritmo
Il dialogo ha come punto di partenza labilit dellinfermiere di stabilire una
comunicazione eficace e chiara.

1.DIALOGUL ASISTENT PACIENT
Este o form special de interaciune verbal care se desfoar ntre asistent i
persoana care are nevoie de ajutor sau ngrijire
Este un instrument de personalizare a ngrijirilor (instrument de cunoatere a
personalitii pacientului).
Trebuie s inem cont de unii factori imoprtani:
- alegerea momentului potrivit pentru pacient
- respectarea momentelor de oboseal i odihn
- respectarea intervalului de suferin a pacientului.
Asistenta trebuie s i organizeze munca pentru a-I permite pacientului s se
exprime n ritmul su.
Dialogul are ca punct de plecare abilitatea asistentei de a stabili o comunicare
eficace i clar.



Le abilit di facilitare il dialogo Abilitile de a facilita dialogul

A) Avere la domanda giusta
Le domande possono essere chiuse o aperte
Le domande chiuse aspettano una risposta limitata s o no.
Esempio: Ha dormito bene ?
Le domande aperte permettono allassistito di esprimersi.
243
Esempio: Mi dica perch arrivato allospedale o Mi pu dire cosa fa di solito
per dormire ? o Mi dica, per favore, se ha avuto dei problemi gravi con questa
malattia o Perche non mangia mai carne ?

A) A avea ntrebarea cea mai bun
ntrebrile pot fi deschise sau nchise.
ntrebrile nchise ateapt un rspuns limitat da sau nu.
Exemplu: Ai dormit bine ?
ntrebrile deschise permit pacientului s se exprime.
Exemplu: Spunei-mi de ce ai ajuns la spital sau Putei s-mi spunei ce facei
de obicei pentru a dormi ? sau Spunei-mi, v rog, dac ai avut probleme grave
cu aceast boal sau De ce nu mncai niciodat carne ?

B) Labilit di confermare le conclusioni riguardanti lasssitito, per evitare il
soggettivismo dellosservazione
Esempio: Mi ha detto che sono due giorni da quando sente nausea


B)Abilitatea de a confirma concluziile privitoare la pacient, pentru a evita
subiectivismul observaiei
Exemplu: Mi-ai spus c avei senzaii de grea de dou zile


C) Labilit di ottenere la risposta necessaria, quando lassistito dimentica da dove
ha cominciato.
Esempio: Vedo che preoccupato dalla digestione, ma mi pu dare dettagli sulla
qualit del sonno ?


244
C)Abilitatea de a obine rspunsul necesar, cnd pacientul uit de unde a nceput.
Exemplu: Vd c suntei preocupat de digestie, dar mi putei da detalii despre
calitatea somnului ?


D) Labilit di fare una sintesi.
Esempio: Lo che mi ha detto dimostra che non si pu mai rilassare a causa nella
nervosit


D)Abilitatea de a face o sintez.
Exemplu: Ceea ce mi spunei demonstreaz c nu v putei niciodat relaxa din
cauza nervozitii.

E) Labilit di praticare unascoltare attivo.
Risponde allassistito con calore e con interesse, per mostrare che si capisce lo che
lui sta vivendo.
Linfermiere non deve offendere lassistito, le domande non devono essere troppo
personalizzate e la persona assistita deve eesere convinta che non necessario
rispondere se non vuole, ma sarebbe meglio farlo, per ottenere il livello giusto di
assistenza da parte dellinfermiere.


E)Abilitatea de a practica o ascultare activ.
Rspunde pacientului cu cldur i interes, pentru a-i arta c se nelege ceea ce
triete el.
Asistenta nu trebuie s supere pacientul, ntrebrile nu trebuie s fie prea
personalizate, iar pacientul trebuie convins c nu este necesar s rspund dac nu
vrea, dar ar fi mai bine s o fac, pentru a obine nivelul cel mai bun de asisten.

245

2. ANALISI ED INTERPRETAZIONE DEI DATI
Per analizzare i dati serve lidentificazione dei bisogni specifici, non solamente di
quelli che caratterizzano ogni essere umano.
Ad esempio, il bisogno di essere pulito comune a tutti, ma il bisogno di docciarsi
ogni giorno personale, particolare per una certa persona.
Unaltra persona, per sentirsi indipendente, ha bisogno di lavarsi i capelli ogni
giorno ecc.
Lidentificazione dei bisogni particolari si fa con la partecipazione dellassistito,
lo che pu condurre le azioni dellinfermiere agli interventi individualizzati.



2.ANALIZA I INTERPRETAREA DATELOR
Pentru a analiza datele este nevoie de identificarea nevoilor specifice, nu doar a
acelora care caracterizeaz orice fiin omeneasc.
De exemplu, nevoia de a fi curat este comun tuturor, dar nevoia de a face du n
fiecare zi este personal, particular pentru o anumit persoan
O alt persoan, pentru a se simi independent, simte nevioa s i spele prul n
fiecare zi etc.
Identificarea nevoilor particulare se face cu participarea bolnavului, ceea ce poate
conduce aciunile asistentei ctre intervenii individualizate.







246
Lanalisi
Lanalisi si fa tramite:
- lesaminare dei dati
- la classificazione dei dati: dati di indipendenza (che permettono il soddisfare
autonomo dei bisogni); dati di dipendenza
- stabilire i problemi di cura
- riconoscere i legami e le priorit



Analiza
Analiza se face prin:
- examinarea datelor
- clasificarea datelor: date de independen (care permit satisfacerea autonom a
nevoilor); date de dependen
- stabilirea problemelor de ngrijire
- recunoaterea legturilor i prioritilor



Linterpretazione
Significa spiegare lorigine o la causa del problema di dipendenza, cio definire le
sorse di difficolt.

Interpretarea
nseamn explicarea originii sau cauzei problemei de dependen, adic definirea
sursei de dificultate.


247

Lanalisi e linterpretazione dei dati conduranno linfermiere allo stabilire del
diagnostico di cura.

Analiza i interpretarea datelor vor conduce asistenta la stabilirea diagnosticului
de ngrijire.



3. IL PIANO DI CURA - PLANUL DE NGRIJIRE

Definizione: Il piano di cura significa stabilire una scheda per gli interventi,
prevvedere e tappe, i mezzi di sviluppo ed evitare gli incidenti.

Definiie: Planul de ngrijire nseamn stabilirea unei scheme de intervenii,
prevederea etapelor, mijloacelor de desfurare i evitarea accidentelor.


Il piano di cura tiene conto anche dalle prescrizioni medicale. Il piano di cura
comprende:
- gli oggettivi di cura
- gli interventi

Planul de ngrijire ine cont i de prescripiile medicale. Planul de ngrijire
cuprinde:
- obiectivele de ngrijire
- interveniile


248
Il piano di cura permette allinfermiere di giudicare le emergenze e
limportanza dei problemi di dipendenza, e cos sar in grado di decidere le
priorit che deve rispettare durante una giornata di lavoro.
Questo piano viene formato tenendo conto di tutte le informazioni e della
partecipazione di tutti i collaboratori della squadra medicale per chiarire i
problemi dellassistito e per orientarsi tutti nelle azioni necessarie.

Planul de ngrijire permite asistentei s judece urgenele i importana
problemelor de dependen, i astfel va fi n stare s decid prioritile pe care
trebuie s le respecte n timpul unei zile de munc.
Acest plan se formeaz innd cont de toate informaiile i de participarea
tuturor colaboratorilor din echipa medical pentru a clarifica problemele
bolnavului i pentru a se orienta mpreun ctre toate aciunile necesare.



Importante: Come il piano di cura viene stabilito con punto di partenza i
bisogni e le capacit dellassistito, questo ha diritto di partecipare alle decisioni
riguardanti gli interventi, ha diritto di avere unopinione sulle cure che vuole.
Loggettivo principale delle cure di permettere allassistito di raggiungere un
grado ottimale di indipendenza nel soddisfare i propri bisogni.

Important: Deoarece planul de ngrijire este stabilit plecnd de la nevoile i
capacitile pacientului, acesta are dreptul de a participa la deciziile referitoare la
intervenii, are dreptul de a avea o opinie referitoare la ceea ce dorete. Obiectivul
principal al ngrijirilor este de a permite pacientului s ating un grad optim de
independen n satisfacerea propriilor nevoi.


249
E essenziale se possibile di collaborare con lassistito nel preparare il
piano di cura e nellelaborare le priorit.
Linfermiere deve informare lassistito sulle azioni che vuole applicare e
sollecitare il suo accordo.


Este esenial n cazul n care este posibil s colaborai cu pacientul n
pregtirea planului de ngrijire i n elaborarea prioritilor.
Asistenta trebuie s informeze pacientul despre aciunile pe care dorete s le
aplice i trebuie s i solicite acordul.




Esempio: Unassistito debole, che sta da molto tempo a letto. Linfermiere pu
chiedere permesso come segue: Nel piano di cura che ho fatto per Lei
necessario alzarsi. Oggi utilizzaremmo la poltrona, dove Lei si deve sedere, ma,
per evitare gli eventuali problemi di respirazione, sarebbe bene di non rimanere l
pi di 30 minuti.
E daccordo di vedere come si sente in questa nuova situazione ?
In certi casi, il piano di cura si pu fare interamente con la collaborazione
dellassistito, ma non sempre possibile. Ci sono momenti quando meglio che
lassistito non sappia tutti gli oggettivi, perch poterbbero essere rischi di
trasmettere allassistito uno stato di nervosit, di ansiet.




250
Exemplu: Un pacient slbit, care st de mult timp la pat. Asistenta poate s
cear permisiune dup cum urmeaz: n planul de ngrijire pe care l-am fcut
pentru dvs. este necesar s v ridicai. Azi vom folosi fotoliul, unde dvs. va trebui
s v aezai, dar pentru evitarea eventualelor probleme de respiraie ar fi bine s
nu stai mai mult de 30 minute.
Suntei de acord s vedem cum v simii n aceast nou situaie ?
n unele cazuri, planul de ngrijire se poate face n ntregime cu colaborarea
pacientului, dar nu este ntotdeauna posibil. Sunt momente n care este mai bine ca
pacientul s nu cunoasc toate obiectivele, pentru c poate aprea riscul de a-I
transmite o stare de nervozitate, de anxietate.




4. ESECUZIONE (APPLICAZIONE DELLE CURE)
Lapplicazione delle cure costituisce il momento della realizzazione cosciente e
volontaria degli interventi nel piano di cura per ottenere il risultato ottimo.
Lapplicazione pratica delle azioni ha come scopo aiutare lassistito a mantenersi
o di riacquistare un certo livello di indipendenza. Nellapplicazione pratica degli
interventi sono antrenati lassistito, linfermiere, la squadra medicale, la famiglia.


4.EXECUIA (APLICAREA NGRIJIRILOR)
Aplicarea ngrijirilor constituie momentul realizrii contiente i voluntare a
intervniilor n planul de ngrijire pentru a obine rezultatul optim.
Aplicarea practic a aciunilor are drept scop ajutarea pacientului s menin sau
s obinun anumit grad de independen. n aplicarea practic a interveniilor sunt
antrenai pacientul, asistenta, echipa medical, familia.


251
Lassistito : risponde alle azioni nel piano di cura, collabora (fa degli esercizi, si
sforza di compiere le azioni richieste ecc.)

Pacientul: rspunde la aciunile din planul de ngrijire, colaboreaz (face exerciii,
face eforturi pentru a ndeplini aciunile cerute etc.)



Linfermiere: verifica queste azioni, informa lassistito sui progressi, manifesta
empatia, aiuta a tutte le cure necessarie allassistito.

Asistenta verific aceste aciuni, informeaz pacientul asupra progreselor,
manifest empatie, ajut la toate ngrijirile necesare pacientului.



La squadra medicale: assicura il completare e lefficacit dellattivit
professionale.

Echipa medical: asigur completarea i eficacitatea activitii profesionale.



La famiglia: sta accanto allassistito e, se necessario, lo aiuta.

Familia: i este alturi pacientului i, dac este necesar, l ajut.





252
Lesecuzione delle cure e la relazione infermiere assistito

Questa relazione deve avere come elemento essenziale la comunicazione:
funzionale, terapeutica e pedagogica:
- funzionale: per facilitare il dialogo di ogni giorno
- pedagogica: linfermiere deve insegnare lassistito come azionare per
riabilitarsi dal punto di vista fisico e psichico e come prevenire gli incidenti
- terapeutica: si deve stabilire una relazione di accetto reciproco, unattitudine di
rispetto, una comprensione empatica nei confronti dellassistito
Linfermiere deve comprendere che, pi male si sente lassistito (si trova in uno
stato critico, sente ansiet e dolore ecc.) pi bisogno ha di comprensione, di calore
umana, di essere capito e aiutato.




Executarea ngrijirilor i relaia asistent pacient

Aceast relaie trebuie s aib drept element esenial comunicarea:
funcional, terapeutic i pedagogic:
- funcional: pentru a facilita dialogul de fiecare zi
- pedagogic: asistenta trebuie s l nvee pe pacient cum s acioneze pentru a
se reabilita din punct de vedere fizic i psihic i cum s previn accidentele
- terapeutic: trebuie s se stabileasc o relaie de acceptare reciproc, o atitudine
de respect, o nelegere empatic cu privire la pacient
Asistenta trebuie s neleag c, cu ct mai ru se simte pacientul (se gsete n
stare critic, simte anxietate i durere etc.) cu att mai mult are nevoie de
nelegere, de cldur uman, de a fi neles i ajutat.

253
Nel suo lavoro per lassistito, linfermiere deve comunicare con lui quando:
- arriva allospedale in uno stato critico o con dolore
- parla con lui e sostiene il dialogo per raccogliere dei dati
- si fanno le cure di ogni giorno, momento nel quale linfermiere deve spiegare
tutto allassistito, perch questo sia informato sui trattamenti, sui esami e sui
interventi che dovr sopportare ecc.

n munca sa pentru pacient, asistentul trebuie s comunice cu acesta cnd:
- sosete la spital n stare critic sau cu durere
- vorbetemcu el i susine dialogul pentru culegerea de date
- se fac ngrijirile de fiecare zi, pentru ca acesta s fie informat asupra
tratamentelor, asupra examenelor i interveniilor pe care va trebui s le suporte
etc.



Questa comunicazione verbale e non-verbale deve essere una comunicazione
terapeutica, una relazione di aiuto per il paziente
Lattitudine di ascoltare, larte di formulare delle domande e di rispondere ai
problemi (nellinteresso dellassistito) sono alcune delle caratteristiche di questa
forma di comunicazione.

Aceast comunicare verbal i non-verbal trebuie s fie o comunicare
terapeutic, o relaie de ajutor pentru pacient.
Atitudinea de ascultare, arta de a formula ntrebri i de a rspunde la probleme
(n interesul pacientului) sunt cteva caracteristici ale acestei forma de
comunicare.


254
Iat cteva definiii care trebuie nvate ca atare, pe dinafar, deoarece
pot constitui subiect de examen n Italia. Sunt extrase din materialele de studiu
(suport de curs) care au fost editate de Collegio Infermieri di Emilia Romagna.
Atenie: dac se ntmpl s uitai o fraz sau un cuvnt, le putei nlocui
cu altele cu acelai neles, fr a schimba sensul comunicrii.
SITUAZIONI O REAZIONI DURANTE IL PERIODO DELLE CURE
QUANDO LINFERMIERE DEVE STARE ATTENTA

SITUAII SAU REACII N TIMPUL PERIOADEI DE NGRIJIRE CND
ASISTENTA TREBUIE S MANIFESTE ATENIE


Lansiet: un sentimento strano e di tensione che lassitito sente. Pu
presentarsi in forma acuta, come dolore, paura, irrequietezza ecc. Pu produrre
certe modificazioni del polso, della respirazione, della pressione arteriale, il
crescere dei segni vitali. Linfermiere deve sapere come diminuire lansiet
dellassistito, aiutandolo a rilassarsi.

Anxietatea: este un sentiment straniu i de tensiune pe care l simte
pacientul. Se poate prezenta n form acut, sub form de durere, fric, nelinite
etc. Poate produce anumite modificri ale pulsului, ale respiraiei, ale tensiunii
arteriale, creterea semnelor vitale. Asistenta trebuie s tie cum s micoreze
anxietatea pacientului, ajutndu-l s se relaxeze.

Lo stress: uno dei problemi pi comuni oggi. Si manifesta dal punto di
vista fisico e psichico. Lo stress psicologico viene da una mancanza di equilibrio
tra le esigenze che lindividuo deve soddisfare e la sua capacit di rispondere.
Dallaltra parte, il sentimento di non avere bastante tempo fa che la vita sia una
corsa rapida. Lo stress pu essere la causa di vari problemi di salute sul piano
255
psicologico (ansiet, paura di non sbagliarsi, depressione) e sul piano fisico, se
certi bisogni non sono soddisfatti; la fame, la sete, il freddo, linconforto ecc. Lo
stress pu fare male allo stomaco esempio lulcera dello stress ecc. Linfermiere
pu aiutare lassistito tramite supporto psicologico e dialogo.



Stressul: este una din problemele cele mai frecvente azi. Se manifest din
punct de vedere fizic i psihic. Stressul psihologic vine de la o lips de
echilibru ntre exigenele pe care individul trebuie s le satisfac i capacitatea
sa de a rspunde. Pe de alt parte, sentimentul de a nu avea suficient timp face
ca viaa s fie o curs rapid. Stressul poate fi cauza a diverse probleme de
sntate pe plan psihologic (anxietate, frica de a nu grei, depresie) i pe plan
fizic, dac anumite nevoi nu sunt satisfcute: foamea, setea, frigul, disconfortul
etc. Asistenta poate ajuta pacientul prin sprijin psihologic i dialog.




La paura: lansiet quasi sempre collegata alla paura. La paura il
sentimento che una persona ha nei confronti di un pericolo fisiologico o
psicologico. Questo sentimento importante e si manifesta quando si tratta di un
trattamento complicato (o anche semplice), di interventi chirurgicali o della
possibilit di morire.. Quando linfermiere osserva che lassistito ha paura,
importante che lei sappia dimostrare comprensione, la sua volont di ascolatrlo e
di assicurarlo che tutto andr bene.




256
Frica: anxietatea este aproape ntotdeauna legat de fric. Frica este
sentimentul pe care l are o persoan n faa unui pericol fiziologic sau psihologic.
Acest sentiment este important i se manifest atunci cnd este vorba de un
tratament comlicat (sau chiar simplu), de intervenii chirurgicale sau de
posibilitatea de a muri. Cnd asistenta observ c pacientului i este fric, este
important ca ea s i arate nelegere, dorina de a-l asculta i de a-l asigura c totul
va fi bine.



Il dolore: una sensazione spiacevole percepita in uno o pi punti
dellorganismo. E collegata alle reazioni psicologiche (ansiet, depressione, furia
ecc.), alle preoccupazioni sociali (irrequietezza, preoccupazione per il futuro, per
la famiglia) e le domande con carattere religioso diventano pi frequenti. Ci sono
varie forme di dolore, ma si pu fare una classificazione semplice: il dolore acuto
e il dolore cronico. Il ruolo dellinfermiere di amministrare le medicine, di
accordare delle cure per migliorare lo stato di male fisico, ma la comunicazione
terapeutica con gli assistiti che manifestano una sofferenza importantissima.

Durerea: este o senzaie neplcut, perceput ntr-unul sau mai multe puncte din
organism. Este legat de reacii psihologice (anxietate, depresie, furie etc.), de
preocupri sociale (nelinite, preocupare pentru viitor, pentru familie etc.), iar
ntrebrile cu caracter religios devin mai frecvente. Exist diverse forme de
durere, dar se poate face o clasificare simpl: durerea acut i durerea cronic.
Rolul asistentei este de a administra medicamentele, de acorda ngrijirile pentru
mbuntirea strii de ru fizic, dar comunicarea terapeutic cu bolnavii care
manifest o suferin este foarte important.



257
La solitudine: la malattia, linfirmit e lanzianit non sono sempre attraenti. Le
persone anziane, i malati cronici e le persone negli ospedali psichiatrici vivono
lesperienza della solitudine e dellisolazione. La solitudine lo stato
dellindividuo che si trova solo con s stesso. A volte questi momenti sono
benefici per lessere umano. Ma devessere unequilibrio tra il grado di intimit
(dal quale la persona ha bisogno per conservare la sua dignit) e i legami sociali
(che sono necessari per sviluppare la personalit). La solitudine frequente e
prolongata delle persone malate conduce alle allienazioni mentali ed afettivi. Il
ruolo dellinfermiere per aiutare la persona sola di stabilire una relazione di
aiuto, di stabilire un medio di rispetto, di comprensione e di confidenza. La
relazione di aiuto non significa dare dei consigli alla persona, ma sostenerla nella
sua difficolt con calore umana e con comprensione.

Singurtatea: boala, infirmitatea i btrneea nu sunt ntotdeauna atractive.
Btrnii, bolnavii cronici i persoanele internate n spitalele de psihiatrie triesc
experiena singurtii i a izolrii. Singurtatea este starea individului care se
gsete singur cu el nsui. Uneori aceste momente sunt benefice pentru fiinele
omeneti. Dar trebuie s existe un echilibru ntre gradul de intimitate (de care
persoana are nevoie pentru a-i pstra demnitatea) i legturile sociale (care sunt
necesare pentru dezvoltarea personalitii). Singurtatea frecvent i prelungit a
persoanelor bolnave conduce la alienri mintale i afective. Rolul asistentului n
ajutarea persoanei singure este de a stabili un mediu de respect, de nelegere i de
ncredere. Relaia de ajutor nu nseamn a da sfaturi persoanei, ci a o susine n
dificultile sale cu cldur uman i cu nelegere.



Limobilit: o il diminuire dellativit normale (pu affettare la percezione
dellimmagine e dellapprezarsi).

258
Imobilitatea: sau diminuarea activitii normale (poate afecta percepia imaginii
i a propriei aprecieri).

Lallontanamento: si tratta degli assistiti nelle case di salute che capiscono che
non c posto per le loro opinioni, la loro ansiet, la loro capacit di decisione, il
loro diritto allinformazione e anche per la loro personalit, con le proprie
caratteristiche.

nstrinarea: este vorba despre pacienii din casele de sntate care neleg c nu
este loc pentru opiniile lor, pentru anxietatea lor, pentru capacitatea lor de decizie,
pentru dreptul lor la informaie i chiar pentru personalitatea lor, cu caracteristicile
proprii.


Il sentimento di impotenza: la situazione nella quale lassistito condennato a
costatare linutilit delle cure, realizza che nessuno pu fare di pi per lui.

Sentimentul de neputin: situaia n care pacientul este condamnat s constate
inutilitatea ngrijirilor, realizeaz c nimeni nu mai poate face nimic pentru el.

Il modificare del disegno corporale: un cambio progressivo: il dimagrire,
lobesit, la menopausa ecc. possono produrre ad alcune persone delle
trasformazioni importanti. Per lurto pi grande formato da una malattia
diformante come lartrite, la paralisia o gli interventi chirurgicali mutillanti
(lamputazione delle membra, dei seni, degli organi genitali ecc.) Queste
situazioni che toccano laspetto corporale e alle quali lassistito si rassegna con
difficolt lo fanno vivere dei sentimenti di perdita, di perdere la propria
confidenza.

259

Modificarea aspectului corporal: o schimbare progresiv: slbirea, obezitatea,
menopauza etc. pot produce la unele persoane transformri importante. Dar ocul
cel mai mare l constituie o boal deformant ca artrita, paralizia sau interveniile
chirurgicale mutilante (amputarea membrelor, snilor, organelor genitale etc.)
Aceste situaii care implic aspectul corporal i la care pacientul se resemneaz cu
dificultate l fac s triasc sentimente de frustrare, de pierdere a ncrederii de
sine.



Perdere unessere caro, una posizione, uno statuto o un vantaggio, crea una
difficolt materiale, spirituale o emotiva.

Pierderea unei fiine dragi, a unei poziii, a unui statut sau a unui avantaj creeaz
o dificultate material, spiritual sau emotiv.


Il lutto: dopo la morte di una persona cara una perdita con delle conseguenze
importanti.

Doliul: dup moartea unei persoane dragi este o pierdere cu consecine importante



ATTENZIONE !
Per assicurare le cure richieste per ogni assistito, linfermiere deve sapere come
applicare vari metodi di azionare nel diminuire le sofferenze della persona malata
e di assicurare il conforto e lo stato di benessere.

260

ATENIE !
Pentru asigurarea ngrijirilor cerute pentru fiecare pacient, asistenta trebuie s tie
cum s aplice diverse metode de acionare pentru a diminua suferinele persoanei
bolnave i pentru a-i asigura confortul i starea de bine.


Lapplicazione delle cure costituisce un buon momento per linfermiere che vuole
informare lassistito sui problemi di salute, sul suo trattamanto o sui costumi di
vita che non sono adequati al soddisfare i bisogni fondamentali.


Aplicarea ngrijirilor constituie un moment bun pentru asistenta care dorete s
informeze bolnavul despre problemele de sntate, despre tratament i despre
obiceiurile sale de via care nu sunt adecvate pentru satisfacerea nevoilor
fundamentale.




Insegnare lassistito un atto essenziale e necessario. Questo atto di insegnare pu
essere specifico (esempio insegnare lassistito come farsi uniniezione) o pu
contenere altri consigli pratici.


nvarea pacientului este un act esenial i necesar. Acest act de nvare poate fi
specific (de exemplu cnd un bolnav nva cum s-i fac o injecie) sau poate
conine alte sfaturi practice.

261

Prima di cominciare questo processo, dobbiamo valutare le conoscenze
dellassistito ed il suo desiderio di sapere. Lassistito deve essere sostenuto a
formulare domande. Linfermiere pu, ad esempio, dire: Aspetto tutte le
domande alle quali Lei vuole sapere la risposta, anche se sembrano stupide. Noi
tutti ci sentiamo a volte limitati, Lei non il solo, tutte le domande sono
importanti, anche quelle che non sembrano.


nainte de a ncepe acest proces, trebuie s evalum cunotinele pacientului i
dorina sa de a ti. Pacientul trebuie ncurajat s pun ntrebri. Asistenta poate
spune, de exemplu: Atept toate ntrebrile la care dvs. dorii s aflai rspuns,
chiar dac vi se par prosteti. Toi ne simim limitai uneori, nu suntei singurul,
toate ntrebrile sunt importante, chiar i acelea care nu par.

5. LA VALUTAZIONE DELLE CURE
La valutazione significa apprezare il progresso dellassistito dopo le intervenzioni
dellinfermiere.
La valutazione una condizione assoluta della qualit delle cure. Se gli interventi
non si sono finalizzati favorevolmente, allora linfermiere deve sapere perch il
risultato non quello che aspettava e deve trovare delle soluzioni per corettare la
situazione

Si valutano:
1. Il risultato ottenuto o il cambio osservato cio la reazione dellassistito alle
cure;
2. La soddisfazione dellassistito stesso.


262
5.EVALUAREA NGRIJIRILOR
Evaluarea nseamn aprecierea progresului fcut de pacient dup interveniile
pacientului.
Evaluarea este o condiie absolut a calitii ngrijirilor. Dac interveniile nu au
un rezultat final favorabil, atunci asistenta trebuie s tie de ce rezultatul nu este
cel pe care l atepta i ztrebuie s gseasc soluii pentru a corecta situaia.

Se evalueaz:
1. Rezultatul obinut sau schimbarea observat adic reacia pacientului la
ngrijiri;
2. Gradul de satisfacie al pacientului nsui.






















263


MODULO 6
MODULUL 6


APPARATO RESPIRATORIO
APARATO RESPIRATORIO
APARATUL RESPIRATOR

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Albero bronchiale
Albero bronchiale Arbore bronic
Alveolo Alveolo Alveol
Apice
Apice
1. vrf, culme
2. partea de sus a
plmnului
Bronchiolo Bronchiolo Bronhiol
Bronco Bronco Bronhie
Corde vocali Corde vocali Corzi vocale
Laringe Laringe Laringe
Lobo Lobo Lob
Narice Narice Nar
264
Naso Nazo Nas
Pleura Pleura Pleur
Polmone Polmone Plmn
Setto nasale Seto nazale Sept nazal
Trachea Trachea Trahee



APPARATO CIRCOLATORIO E LINFATICO
APARATO CIRCOLATORIO E LINFATICO
APARATUL CIRCULATOR I LIMFATIC

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Aorta Aorta Aort
Arco aortico Arco aortico Cros aortic
Arteria Arteria Arter
Atrio Atrio Atriu, auricul
Capillare Capilare Capilar
Carotide Carotide Carotid
Circolazione Circolaione Circulaie
Coronaria Coronaria Coronar
265
Cuore Cuore Inim
Emazie Emaie Hematie
Endocardio Endocardio Endocard
Ganglio linfatico Ganglio linfatico Ganglion limfatic
Ghiandola linfatica Ghiandola linfatica Gland limfatic
Globulo bianco Globulo bianco Globul alb
Globulo rosso Globulo roso Globul roie
Glomo carotideo Glomo carotideo Sinus carotidian
Linfa Linfa Limf
Linfonodo Linfonodo Ganglion limfatic
Milza Mila Splin
Miocardo Miocardo Miocard
Mitrale Mitrale Mitral
Orecchietta Orechieta Auricul
Pericardio Pericardio Pericard
Piastrina Piastrina 1. trombocit
2. tbli
Safena Safena Ven (de la picior)
Sangue Sangue Snge
Tonsilla Tonsila Amigdal
Tricuspide Tricuspide Care se termin n trei
266
puncte
Valvola Valvola 1. valvul
2. valv, supap
Vaso Vazo 1. vas de snge
2. vas, vaz
Vena Vena Ven
Vena cava Vena cava Vena cav
Vena porta Vena porta Vena port
Ventricolo Ventricolo Ventricul













267
APPARATO GENITALE E URINARIO
APARATO GENITALE E URINARIO
APARATUL GENITAL I URINAR

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Bacinetto renale Bacineto renale Bazinet renal
Clitoride Clitoride Clitoris
Dotto deferente Doto deferente Canal deferent
Endometrio Endometrio Endometru
Epididimo Epididimo Epididim
Fornice vaginale Fornice vaginale Cavitate vaginal
Frenulo Frenulo Frenulum
Glande Glande Glandul
Gonade Gonade Gonad
Imene Imene Himen
Miometrio Miometrio Miometru
Ovaia Ovaia Ovar
Parametrio Parametrio Parametru
Pelvi renale Pelvi renale Bazin renal
Pene Pene Penis
Prepuzio Prepuio Prepu
268
Prostata Prostata Prostat
Rene Rene Rinichi
Salpinge Salpinge Tromp uterin
Scroto Scroto Scrot
Testicolo Testicolo Testifcul
Tuba Tuba Tromp
Uretere Uretere Ureter
Uretra Uretra Uretr
Utero Utero Uter
Vagina Vagina Vagin
Vescica Veica Vezic
Vulva Vulva
Vulv










269
APPARATO ENDOCRINO

APARATO ENDOCRINO
APARATUL ENDOCRIN
TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Capsula surrenale Capsula surenale Capsul suprarenal
Epifisi Epifizi Epifiz
Follicolo Folicolo Folicul
Ganglio Ganglio Ganglion
Ghiandola pineale Ghiandola pineale
Gland pineal
Ipofisi Ipofizi Hipofiz
Isola pancreatica Izola pancreatica Insul pancreatic
Pancreas Pancreas Pancreas
Paratiroide Paratiroide Paratiroid
Surrene Surene Suprarenal
Timo Timo Timus
Tiroide Tiroide Tiroid






270
Aceste noiuni trebuie nvate bine, ele pot constitui subiect de examen n Italia !


TECNICHE DI VALUTARE E SODDISFARE I BISOGNI
FONDAMENTALI

TEHNICI DE EVALUARE I SATISFACERE A NEVOILOR
FUNDAMENTALE
A. Apprezzare la necessit della tecnica e la sua performanza per gli assistiti:
- linfermiere deve conoscere quello che indicato e vietato ad ogni procedura
- ogni procedura vietata quella per la quale ci sono delle ragioni che la risposta
dellassistito sia opposto
- in alcune situazioni una procedura pu essere vietata a causa dei cambi nello
stato di salute dellassistito.

A. Aprecierea necesitii tehnicii i a performanei acesteia pentru pacieni:
- asistenta trebuie s cunoasc indicaiile i contraindicaiile fiecrei proceduri
- orice procedur contraindicat este aceea pentru care exist motive ca
rspunsul pacientului s fie advers
- n unele situaii o procedur poate fi contraindicat din cauza unor schimbri n
starea de sntate a pacientului



B. Effettuare la tecnica con competenza:
- linfermiere deve migliorarsi le azioni e le procedure a lei conosciute, con base
scientifica
- linfermiere deve capire la ragione di ogni tappa





271
B. Efectuarea tehnicii cu competen:
- asistenta trebuie s i perfecioneze aciunile i procedurile pe care le cunoate,
cu baz tiinific
- asistenta trebuie s neleag raionamentul fiecrei etape





C. Preparare il luogo dello sviluppo:
- alcune tecniche richiedono la modificazione del medio (temperatura, luce)
- necessario avere un letto accessibile e che permetta il muovere dellassistito
in varie posizioni, assicurale il conforto e prevenire gli incidenti


C.Pregtirea locului de desfurare:
- unele tehnici presupun modificarea mediului (temperatur, lumin)
- necesitatea unui pat accesibil, care s perit micarea pacientului n diferite
poziii, asigurarea confortului i prevenirea accidentelor



D. Assicurare lequipaggiamento necessario:
- riguardante la tecnica compiuta
- assicurare il crescere dellefficienza ed il diminuire del tempo necessario e
dellenergia tramite la sua preparazione vicino allassistito ed a mano
dellinfermiere

D.Asigurarea echipamentului necesar:
- n funcie de tehnica executat
- s asigure creterea eficienei i reducerea timpului necesar i a energiei prin
pregtirea lui lng pacient i la ndemna asistentei


272


E. Assicurare lintimit dellassistito:
- si far vedere solamente la parte necessaria alleffetuare la tecnica
- si utilizzar copertura di protezione
- non si faranno degli apprezzamenti sullaspetto fisico dellassistito o sul suo
odore.

E.Asigurarea intimitii pacientului:
- se va descoperi numai partea necesar efecturii tehnicii
- se va utiliza paravan de protecie
- nu se vor face aprecieri asupra aspectului fizic al pacientului sau asupra
mirosului su



F. La preparazione psichica dellassistito:
- spiegare la tecnica (gli assistiti sono meno capaci di siopportare il dolore e lo
stress se non conoscono quello che segue), in parole semplici, senza
esagerazioni
- lasssistito deve avere il diritto di domandare e di ricevere una risposta
imediata


F.Pregtirea psihic a pacientului
- explicarea tehnicii (pacienii sunt mai puin capabili s suporte durerea sau
stressul dac nu tiu ce urmeaz), n cuvinte simple, fr exagerri
- pacientul trebuie s aib dreptul de a pune ntrebri i de a primi imediat
rspuns





273
G. La preparazione fisica dellassistito
- assicurare la posizione (quando non capace aiutarlo e mantenerlo nella
stessa posizione per prevenire gli incidenti)


G.Pregtirea fizic a pacientului:
- asigurarea poziiei (cnd nu este capabil ajutarea i meninerea n aceeai
poziie pentru a preveni accidentele)



H. Rispettare le misure di aspepsia:
- materiali e strumenti disinfettati e sterilizzati, secondo le richieste
- equipaggiamento di protezione
- lavarsi le mani prima e dopo lesecutare di ogni tecnica


H.Respectarea msurilor de aspepsie:
- materiale i instrumente dezinfectate i sterilizate
- echipament de protecie
- splat pe mini nainte i dup executarea fiecrei tehnici


I. Rispettare il comportamento regolare dellassistito:
- assicurare le ore di sonno
- assicurare il tempo necessario fra le tecniche, perch lassistito possa sentire la
sensazione di indipendenza


I.Respectarea comportamentului obinuit al fiecrui pacient:
- asigurarea orelor de somn
- asigurarea timpului necesar ntre tehnici, pentru ca pacientul s poat simi
senzaia de independen

274


J. La cura dopo la procedura:
- posizione confortevole
- mantenere in riposo per una durata giusta

J.ngrijirea dup procedur:
- poziie confortabil
- meninerea n repaus timp corespunztor



K. Pulire, disinfettare e sterilizzare lequipaggiamento utilizzato

K.Curirea, dezinfectarea i sterilizarea echipamentului utilizat



L. Preparare gli esemplari ottenuti per il laboratorio

L.Pregtirea mostrelor obinute pentru laborator



M. Notare le tecniche e gli incidenti

M.Notarea tehnicii i a incidentelor












275
IL BISOGNO DI RESPIRARE E DI AVERE UNA BUONA CIRCOLAZIONE
La valutazione delle funzioni vitali


NEVOIA DE A RESPIRA I A AVEA O BUN CIRCULAIE
Evaluarea funciilor vitale




Le funzioni vitali includono: la respirazione, il pulso, la pressione arteriale e la
temperatura. Loro sono frequentemente utilizzate come indici dello stato di salute
o di malattia.

Funciile vitale includ: respiraia, pulsul, tensiunea arterial i temperatura. Ele
sunt frecvent folosite ca indici ai strii de sntate sau boal.




Quando vengono misurate le funzioni vitali

Cnd se msoar funciile vitale

- Quando c un cambio nello stato di salute di una persona
- Quando lasssitito entra nellospedale (allinternarsi, durante il periodo del
soggiorno e allesternarsi)
- Prima e dopo procedure invasive di diagnostico
- Prima e dopo interventi chirurgicali
- Prima e dopo lamministrazione delle medicine che hanno effetti sul sistema
respiratorio e cardiovascolare (esempio la digitala)
- Prima e dopo lefettuare degli interventi di cura che possono influenzare le
funzioni vitali






276

- Cnd intervine o schimbare n starea de sntate a persoanei
- Cnd pacientul intr n spital (la internare, pe perioada ederii i la externare)
- nainte i dup proceduri invazive de diagnostic
- nainte i dup intervenii chirurgicale
- nainte i dup administrarea medicamentelor care au efect asupra sistemului
respirator i cardiovascular (exemplu digitala)
- nainte i dup efectuarea interveniilor de ngrijire care pot influena funciile
vitale



Il ruolo dellinfermiere nel misurare le funzioni vitali
- preparare I materiali e gli strumenti giusti e funzionali
- preparare lassistito dal punto di vista fisico ed emozionale
- assicurare le condizioni migliori (silenzio, temperatura ottima, umidit giusta)
- conoscere le variazioni normali delle funzioni
- conoscere gli antecedenti medicali ed I trattamenti seguiti
- rispettare la frequenza di valutazione delle funzioni vitali
- comunicare al medico le modificazioni pi importanti delle funzioni vitali


Rolul asistentei n msurarea funciilor vitale
- pregtirea materialelor i instrumentelor corecte i funcionale
- pregtirea pacientului din punct de vedere fizic i emoional
- asigurarea celor mai bune condiii (linite, temperatura cea mai bun,
umiditatea corect)
- cunoaterea variaiilor normale ale funciilor
- cunoaterea antecedentelor medicale i tratamentelor urmate
- respectarea frecvenei de evaluare a funciilor vitale
- s comunice medicului modificrile cele mai importante ale funciilor vitale

277

OSSERVARE E MISURARE LA RESPIRAZIONE
OBSERVAREA I MSURAREA RESPIRAIEI

SCOPO
- valutare la funzione respiratoria dellassistito come indice dellevoluzione della
malattia

ELEMENTI DA APREZZARE
- il tipo di respirazione
- lamplitudine dei movimenti respiratori
- il ritmo
- la frequenza


SCOP
- evaluarea funciei respiratorii a pacientului ca indice al evoluiei bolii

ELEMENTE DE APRECIAT
- tipul respiraiei
- amplitudinea micrilor respiratorii
- ritmul
- frecvena


MISURARE IL PULSO
MSURAREA PULSULUI

SCOPO
- valutare la funzione cardio-vasculare

ELEMENTI DA APREZZARE
- la ritmicit
- la frequenza
- la celerit
- lamplitudine
278




SCOP
- evaluarea funciei cardio-vasculare

ELEMENTE DE APRECIAT
- ritmicitatea
- frecvena
- celeritatea
- amplitudinea





MISURARE LA PRESSIONE ARTERIALE
MSURAREA TENSIUNII ARTERIALE

SCOPO
- valutare la funzione cardio-vasculare (forza di contrazione del cuore, resistenza
determinata dallelasticit dei vassi)

ELEMENTI DA APREZZARE
- la pressione arteriale sistolica (massimale)
- la pressione arteriale diastolica (minimale)


SCOP
- evaluarea funciei cardio-vasculare (fora de contracie a inimii, rezistena
determinat de elasticitatea vaselor)

ELEMENTE DE APRECIAT
- tensiunea arterial sistolic (maximal)
- tensiunea arterial diastolic (minimal)

279
METODI DI DETERMINAZIONE
- palpatorio
- auscultatorio

METODE DE DETERMINARE
- palpatorie
- auscultatorie


GLI INTERVENTI PER MANTENERE O FAVORIZZARE LESPANSIONE
PULMONARE

INTERVENII PENTRU MENINEREA SAU FAVORIZAREA
EXPANSIUNII PULMONARE

ESERCIZI PER LA RESPIRAZIONE
- La respirazione profonda
- La respirazione diafragmatica

EXERCIII PENTRU RESPIRAIE
- Respiraia profund
- Respiraia diafragmatic



LINCITAZIONE SPIROMETRICA
- con spirometro di debito
- con spirometro di volume

INCITAIA SPIROMETRIC
- cu spirometru de debit
- cu spirometru de volum





280

IL DRENAGGIO TORACICO
- il drenaggio dei liquidi, del sangue o dellaria dalla cavit pleurale per
ristabilire una pressione neganiva che possa facilitare lespansione del pulmone

DRENAJUL TORACIC
- este drenajul lichidelor, sngelui sau aerului din cavitatea pleural pentru a
restabili o presiune negativ care s poat facilita expansiunea plmnului




GLI INTERVENTI PER MANTENERE LIBERE LE VIE RESPIRATORIE

INTERVENII PENTRU A MENINE LIBERE CILE RESPIRATORII


LINTUBAZIONE
- Lintubazione orofaringiana
- Lintubazione tracheale


INTUBAIA
- Intubaia orofaringian
- Intubaia traheal




LASPIRAZIONE OROFARINGIANA O NASOFARINGIANA
- si fa per pulire le vie respiratorie superiori
- si valutano I sintomi che indicano la presenza delle secrezioni nelle vie
respiratori

ASPIRAIA OROFARINGIAN SAU NASOFARINGIAN
- se face pentru a curi cile respiratorii superioare
- se evalueaz simptomele care indic prezena secreiilor n cile respiratorii

281
LA TRACHEOSTOMIA
- unincisione chirurgicale con lo scopo di ottenere una via artificiale di
respirare

TRAHEOSTOMIA
- este o incizie chirurgical care are drept scop obinerea unei ci artificiale de
respiraie

LASPIRAZIONE TRACHEO-BRONCHICA
- si fa per evitare lostruzione delle vie respiratorie, determinata dal stopare delle
secrezioni
- si fa per prevenire linfezione pulmonare


ASPIRAIA TRAHEO-BRONIC
- se face pentru a evita obstrucia cilor respiratorii, determinat de stoparea
secreiilor
- se face pentru a preveni infecia pulmonar

INTERVENTI PER FAVORIZZARE LOSSIGENAZIONE TISSULARE
INTERVENII PENTRU FAVORIZAREA OXIGENRII TISULARE

OSSIGENOTERAPIA
- assicurare una quantit giusta di ossigeno nei tessuti tramite il combattere
dellipossia


METODI DI AMMINISTRARE LOSSIGENO
- tramite sonda nasale
- tramite masca
- con gli occhiali per lossigeno
- con la copertura di ossigeno




282
OXIGENOTERAPIA
- asigurarea unei cantiti corecte de oxigen n esuturi prin combaterea hipoxiei


METODE DE ADMINISTRARE A OXIGENULUI
- prin sond nazal
- prin masc
- cu ochelarii de oxigen
- cu cortul de oxigen


IL BISOGNO DI BERE E DI MANGIARE
LALIMENTAZIONE DELLASSISTITO

NEVOIA DE A BEA I DE A MNCA
ALIMENTAIA PACIENTULUI

- Lalimentazione normale
- Lalimentazione dietetica
- I pasti
- La scheda di mangiare
- Lalimentazone attiva
- Lalimentazione passiva
- Lalimentazione artificiale
- Lalimentazione con sonda gastrica
- Lalimentazione parenterale

- alimentaia normal
- alimentaia dietetic
- mesele
- programul de mas
- alimentaia activ
- alimentaia pasiv
- alimentai artificial
- alimentaia cu sond gastric
- alimentaia parenteral


283


LIDRATAZIONE E LA MINERALIZZAZIONE DELLORGANISMO
- Lacqua
- Lomeostasia
- Stabilire le necessit idrice e minerali
- Vie di idratazione dellorganismo: orale, duodenale, rettale, sottocutanea
- La perfusione venosa


HIDRATAREA I MINERALIZAREA ORGANISMULUI
- apa
- homeostazia
- stabilirea necesitilor hidrice i minerale
- ci de hidratare a organismului: oral, duodenal, rectal, subcutanat
- perfuzia venoas



IL BISOGNO DI ELIMINARE
- misurare la diuresi
- segnalare la diuresi
- cattare le materie fecali
- segnalare le materie fecali
- cattare lurine
- cattare la sputa
- cattare il vomito

NEVOIA DE A ELIMINA
- msurarea diurezei
- notarea diurezei
- captarea materiilor fecale
- notarea materiilor fecale
- captarea urinei
- notarea urinei
- captarea sputei
- captarea vomei
284

AZIONI SPECIFICHE

ACIUNI SPECIFICE

- Laspirazione gastrica: vuotare lo stomaco dal suo contenuto - tramite un tubo
introdotto nello stomaco e mantenere lo stomaco vuoto tramite alcune azioni di
aspirazione


- Aspiraia gastric: golirea stomacului de coninut printr-un tub introdus n
stomac i meninerea stomacului gol prin anumite aciuni de aspiraie





- Il tubaggio intestinale: laspirazione intestinale continua, tramite lintrodurre
nella bocca o nel naso di una sonda di plastico, fino allintestino, fuori I limiti
del duodeno


- Tubajul intestinal: aspiraia intestinal continu, prin introducerea n gur sau
n nas a unei sonde de plastic, pn la intestin, dincolo de limitele duodenului.


- La stomia: creare - tramite unintervento chirurgicale - unapertura (stoma) per
realizzare una comunicazione tra un organo cavitare e un tegumente o la
realizzazione di una nuova apertura tra due formazioni


- Stomia: crearea printr-o intervenie chirurgical a unei deschideri (stomii)
pentru a realiza o comunicare ntre un organ cavitar i un tegument sau realizarea
unei noi deschideri ntre dou formaiuni.




285

- Lano artificiale: apertura intestinale artificiale creata tramite unintervento
chirurgicale, per eliminare il contenuto dellintestino


- Anusul artificial: deschidere intestinal artificial creat printr-o intervenie
chirurgical, pentru a elimina coninutul intestinului



MODULO 7
MODULUL 7

IL SISTEMA NERVOSO
IL SISTEMA NERVOZO
SISTEMUL NERVOS

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Aracnoide Aracnoide Arahnoid
Bulbo rachidiano Bulbo rachidiano Bulb rahidian
Cervelleto Cerveleto Cerebel, creier mic
Cervello Cervelo Creier
Corpo calloso Corpo calozo Corp calos
Dura madre Dura madre Dura mater
286
Emisfero Emisfero Emisfer
Encefalo Encefalo Encefal
Fibra nervosa Fibra nervoza Fibr nervoas
Gran simpatico Gran simpatico Marele simpatic
Meninge Meninge Meninge
Midollo alungato Midolo alungato Bulb rahidian
Midollo spinale Midolo spinale Mduva spinrii
Nervo Nervo Nerv
Neurone Neurone Neuron
Pia madre Pia madre Pia mater
Plesso Pleso Plex
Ponte di Varolio Ponte di varolio Puntea lui Varolio
Vago Vago 1. Nervul vag
2. Vag, graios








287


AGENTI PATOGENI
AGENTI PATOGENI
AGENI PATOGENI

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Acaro Acaro Acarien
Bacillo Bacilo Bacil
Batterio Baterio Bacterie
Cocco Coco 1. coc
2. ou de gin
3. coenil
4. cocos
5. specie de ciuperc
Diplococco Diplococo Diplococ
Fungo Fungo Ciuperc
Insetto Inseto Insect
Micete Micete Miceliu
Rickettsia Richetsia Rickettsia
Spirillo Spirilo Spiril
288
Stafilococco Stafilococo Stafilococ
Streptococco Streptococo Streptococ
Verme Verme 1. vierme
2. (pl.) limbrici
Vibrione Vibrione Vibrion
Virus Virus Virus

SINTOMI
SINTOMI
SIMPTOME

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Abulia Abulia Abulie
Acetonemia Acetonemia Acetonemie
Acetonuria Acetonuria Acetonurie
Acidosi Acidozi Acidoz
Acrocianosi Acrocianozi Acrocianoz
Aerofagia Aerofagia Aerofagie
Afasia Afazia Afazie
Affanno Afano 1. gfial
2. nelinite, anxietate
289
Afonia Afonia Afonie
Agitazione Agitaione Agitaie
Albuminuria Albuminuria Albuminurie
Alcalesi Alcalezi Alcalez
Allergia Alergia Alergie
Allucinazione Alucinaione Halucinaie
Amenorrea Amenorea Amenoree
Amnesia Amnezia Amnezie
Anemia Anemia Anemie
Anoressia Anoresia Anorexie
Ansia Ansia Team, nelinite
Anuria Anuria Anurie
Apatia Apatia Apatie
Apiressia Apiresia Apiretie
Apnea Apnea Apnee
Aritmia Aritmia Aritmie
Ascite Aite Ascit
Asfissia Asfisia Asfixiere
Astenia Astenia Astenie
Autismo Autismo Autism
Balbuzie Balbuie Blbial
290
Bolla Bola Bic, bul
Cachessia Cachesia 1. anemie
2. paliditate
Capogiro Capogiro Ameeal
Catalessi Catalesi Catalepsie
Catarro Cataro 1. inflamaie, catar
2. guturai
Catatonia Catatonia Catatonie
Cecit Cecita Orbire
Cefalea Cefalea Cefalee
Cheilofagia Cheilofagia Cheilofagie
Cianosi Cianozi Cianoz
Ciclotimia Ciclotimia Ciclotimie
Claudicazione Claudicaione chioptare
Colemia Colemia Prezena bilei n snge
Colica Colica Colic
Coma Coma Com
Costipazione Costipaione Constipaie
Crampo Crampo Cramp
Diarrea Diarea Diaree
Disappetenza
Dizapetena
Inapeten, lipsa poftei de
291
mncare
Disidratazione Dizidrataione Deshidratare
Dismenorrea Dismenorea Dismenoree
Dispepsia Dispepsia Dispepsie
Dispnea Dispnea Dispnee
Dolore Dolore Durere
Ecchimosi Echimozi Echimoz, vntaie
Edema Edema Edem
Ematoma Ematoma Hematom
Ematuria Ematuria Hematurie
Emoglobinuria Emoglobinuria Hemoglobinurie
Emorragia Emoragia Hemoragie
Emottisi Emotizi Hemoptizie
Empiema Empiema Pung de puroi ntr-o
cavitate
Enuresi Enurezi Enuresis
Epistassi Epistasi Epistaxis, hemoragie
nazal
Esantema Ezantema Exantem
Esostosi Ezostozi Exostoz
Euforia Euforia Euforie, stare euforic
292
Estrasistole Estrasistole Extrasistol
Facies Facies 1. facies
2. aspect, nfiare
Febbre Febre Febr
Fibrillazione Fibrilaione Fibrilaie
Flittena Fliteria Bic provocat de
arsur
Fotofobia Fotofobia Fotofobie
Gastrospasmo Gastrospasmo Gastrospasm
Ginecomastia Ginecomastia Ginecomastie
Glicosuria Glicozuria Glicozurie
Idrofobia Idrofobia Hidrofobie
Impotenza Impotena Impoten
Incontinenza Incontinena 1. incontinen
2. necumptare
Insonnia Insonia Insomnie
Ipercloridria Ipercloridia Hiperclordrizie
Iperemesi Iperemezi Hiperemezis
Iperglicemia Iperglicemia Hiperglicemie
Iperpiressia Iperpiresia Hiperpirexie
Ipertermia Ipertermia Hipertermie
293
Ipertricosi Ipertricozi Hipertricoz
Ipocloridria Ipocloridria Hipocloridrie
Ipoglicemia Ipoglicemia Hipoglicemie
Ipossiemia Iposiemia Hipoxemie
Ipotermia Ipotermia Hipotermie
Ipotonia Ipotonia Hipotonie
Ischemia Ischemia Ischemie
Ischialgia Ishialgia Sciatic
Ittero Itero Icter
Laringospasmo Laringospasmo Laringospasm
Lombalgia Lombalgia Lombalgie
Macula Macula Pat
Macula lutea Macula lutea Pat galben pe retin
Malinconia Malinconia Melancolie
Megalomania Megalomania Megalomanie
Menorragia Menoragia Menoragie
Metralgia Metralgia Metralgie
Metrorragia Metroragia Metroragie
Midriasi Midriazi Dilatarea anormal a
pupilei
Miotonia Miotonia Miotonie
294
Nictofobia Nictofobia Nictofobie
Nicturia Nicturia Nicturie
Obesit Obezita Obezitate
Oliguria Oliguria Oligurie
Otoraggia Otoragia Otoragie
Otorrea Otorea Otoree
Papula Papula Papul
Paralisi Paralizi Paralizie
Paresi Parezi Parez
Parestesia Parestezia Parestezie
Piemia Piemia Piemie
Pirosi Pirozi Aciditate, arsur la
stomac
Piuria Piuria Piurie
Pletora Pletora Pletor, abunden de
snge
Pneumotorace Pneumotorace Pneumotorace
Poliuria Poliuria Poliurie
Pollachiuria Polachiuria Polachiurie
Porpora Porpora 1. spuzeal produs de o
hemoragie cutanee
295
2. purpur
Prurigine Prurigine Mncrime, prurit
Prurito Prurito Prurit
Pubalgia Pubalgia Pubalgie
Pustola
Pustola
Pustul
Pustola maligna Pustola maligna Bub neagr
Raucedine Raucedine Rgueal
Rigidit Rigidita Rigiditate
Rigurgito Rigurgito 1. vom uoar
2. sughi
3. revrsare
Rilassatezza Rilasatea Relaxare
Ritenzione ritenione 1. retenie, reinere
2. posedare
3. arestare
4. obstacol
Roseola Rozeola 1. erupie, pat roie
2. roea n obraji
Rush Ru, ra Rush, prurit
Scialorrea ialorea Salivaie abundent
Sclerosi Sclerozi Scleroz
296
Seborrea Seborea Seboree
Sibilo Sibilo Sibilant
Sieronegativit Sieronegativita Seronegativitate
Sieropositivit Sieroposzitivita Seropozitivitate
Singhizzo Singhio Sughi
Soffio Sofio 1. suflu
2. rsuflare
Sordit Sordita Surzenie, surditate
Spasmo Spasmo Spasm
Spasmofilia Spasmofilia Spasmofilie
Stipsi Stipsi Constipaie
Stitichezza Stitichea 1. constipaie
2. plictiseal
Tachicardia Tachicardia Tahicardie
Tartaro Tartaro Tartru
Tenesmo Tenesmo Tenesme
Torpore Torpore 1. amoreal
2. toropeal
Trisma Trisma Trismus
Uremia Uremia Uremie
Vaginismo Vaginismo Vaginism
297
Valgismo Valgismo Valgism
Varismo Varismo Varism
Vertigini Vertigini Vertij, ameeli
Vomito Vomito Vom




PROCEDIMENTI DI DIAGNOSTICARE
PROCEDIMENTI DI DIAGNOSTICARE
PROCEDEE DE DIAGNOSTICARE

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Amniocentesi Amniocentezi Amniocentez
Angiografia Angiografia Angiografie
Arteriografia Arteriografia Arteriografie
Ascoltazione Ascoltaione 1. auscultare
2. ascultare
Audiometria Audiometria Audiometrie
Auscultazione Auscultaione Auscultaie
Autopsia Autopsia Autopsie
298
Biometria Biometria Biometrie
Biopsia Biopsia Biopsie
Cateterismo Cateterismo Cateterism
Clisma Clisma Clism
Cutireazione Cutireaione Reacie alergic a pielii
Diascopia Diascopia Diascopie
Diafanoscopia Diafanoscopia Examinarea unui organ cu
o surs puternic de
lumin
Dissezione Diseione Disecie
Ecografia Ecografia Ecografie
Endoscopia Endoscopia Endoscopie
Esame di laboratorio Ezame di laboratorio Examen de laborator
Esame obiettivo Ezame obietivo Examen obiectiv
Intradermoreazione Intradermoreaione Intradermoreacie
Ispezione Ispeione 1. cercetare, investigaie,
control
2. inspecie
Monitoraggio Monitoragio Monitoraj
Narcoanalisi Narcoanalizi Analiz narcotic
Oscillografia Oilografia Oscilografie
299
Palpazione Palpaione Palpare
Paracentasi Paracentezi Paracentez
Percussione Percusione 1. percuie, btaie uoar
2. ran
3. lovire
Puntura Puntura 1. mpunstur,
neptur
2. junghi, duere
3. pleurit
4. injecie
Radiografia Radiografia Radiografie
Scintigrafia intigrafia Scintigrafie
Sierodiagnosi Sierodianiozi Serodiagnoz
Sondaggio Sondagio Sondaj
Striscio Striio 1. fa
2. fie
Termografia Termografia Termografie
Tomografia Tomografia Tomografie
Toracentesi Toracentezi Toracentez



300

MODULO 8
MODULUL 8

LE MALATTIE PIU FREQUENTI
BOLILE CELE MAI FRECVENTE

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
AIDS Aids SIDA
Anemia Anemia Anemie
Angina pectoris Angina pectoris Angin pectoral
Arresto cardiaco Aresto cardiaco Stop cardiac
Arteriosclerosi Arteriosclerozi Arterioscleroz
Asma bronchiale Asma bronchiale Astm bronic
Bronchite Bronchite Bronit
Calcolosi biliare Calcolozi biliare Litiaz biliar
Calcolosi renale Calcolozi renale Litiaz renal
Cancro Cancro Cancer
Cirrosi epatica Cirozi epatica Ciroz
Colera Colera Holer
Colica renale Colica renale Colic renal
Colite Colite Colit
301
Diabete Diabete Diabet
Difterite Difterite Difterie
Encefalopatia Encefalopatia
Encefalopatie
Epatite Epatite Hepatit
Epilessia Epilesia Epilepsie
Flebite Flebite Flebit
Gastrite Gastrite Gastrit
Gotta Gota Gut, podagr
Influenza Influena Grip
Ipertensione arteriosa Ipertensione arterioza Hipertensiune arterial
Ittero Itero Icter
Lebbra Lebra Lepr
Leucemia Leucemia Leucemie
Morbillo Morbilo Pojar
Morbo Morbo Boal infecioas
Pancreatite Pancreatite Pancreatit
Paratifo Paratifo Paratifos
Parotide Parotide Oreion
Pertosse Pertose Tuse convulsiv
Peste Peste Cium
Poliomielite Poliomielite Poliomielit
302
Polmonite Polmonite Pneumonie
Rabbia Rabia Turbare
Rosolia Rozolia Rujeol, pojar
Spondilolisi Spondilolizi Spondiloz
Tetano Tetan Tetanos
Tisi Tizi Ftizie
Tifo esantematico Tifo ezantematico Tifos exantematic
Tracoma Tracoma Trahom
Tromboflebite Tromboflebite Tromboflebit
Tuberculosi Tuberculozi Tuberculoz
Ulcera Ulcera Ulcer
Ulcera duodenale Ulcera duodenale Ulcer duodenal
Vaiolo Vaiolo Variol, vrsat









303
INTERVENTI TERAPEUTICI

INTERVENII TERAPEUTICE

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Ablazione Ablaione Extirpare, abaliune
Agopuntura Agopuntura Acupunctur
Amputazione Amputaione Amputaie
Analgesia Analgezia Analgezie
Anastomosi Anastomozi Anastomoz
Anestesia Anestezia Anestezie
Artrodesi Artrodezi Artrodez
Aspirazione Aspiraione 1. inspiraie
2. aspirare
3. absorbie
By-pass Bai-pas Lipirea pe o arter a unui
vas
Cauterizzazione Cauteridzaione Cauterizare
Devitalizzazione Devitalidzaione Davitalizare
Dialisi Dializi Dializ
Dilatazione Dilataione Dilatare, dilataie
Drenaggio Drenagio Drenaj
Elettrocoagulazione Eletrocoagulaione Electrocoagulare
304
Emostasi Emostazi Hemostaz
Endovenosa Endovenoza Injecie intravenoas
Enucleazione Enucleaione Enucleare
Escissione Eizione Extirpare
Estrazione Estraione Extracie
Exeresi Eserezi Exerez
Fleboclisi Fleboclizi Fleboliz
Ibernazione Ibernaione Hibernare
Inchiodamento Inchiodamento Blocaj, fixare
Incisione Incizione Incizie
Ingessatura Ingesatura Punere n ghips
Iniezione Inieione Injecie
Innesto Inesto Cuplj din introducerea
unui tub
Inoculazione Inoculaione Inoculare
Inseminazione Inseminaione Inseminare
Insufflazione Insuflaione Insuflaie
Intramuscolare Intramuscolare Intramuscular
Intubazione Intubaione Tubaj
Ipodermoclisi Ipodermoclizi Hipodermoliz
Legatura Legatura Legtur
305
Lifting Lifting Lifting
Medicazione Medicaione ngrijire medical,
medicaie
Neurotomia Neurotomia Neurotomie
Osteosintesi Osteosintezi Osteosintez
Osteotomia Osteotomia Osteotomie
Plastica Plastica 1. operaie plastic
2. plastic
Raschiamento Raschiamento Rzuire
Resezione Rezeione Rezecie
Rivolgimento Rivolgimento 1. modificarea poziiei
ftului pentru uurarea
naterii
2. ntoarcere, nvrtire
Salassi Salasi Flebotomie, operaie de
luare a sngelui
Sottocutanea Sotocutanea Subcutanat
Sutura Sutura Sutur
Taglio Talio 1. incizie
2. tietur
3. margine
306
Terapia radiante Terapia radiante Radioterapie
Trapanazione Trapanaione Trepanaie
Trapianto Trapianto Transplant
Trasfusione Trasfuzione Transfuzie
Vaccinazione Vacinaione Vaccinare
Vasectomia Vasectomia Vasectomie
















307
STRUTTURE

STRUCTURI

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Ambulatorio Ambulatorio 1. policlinic, dispensar
2. ambulator
Astanteria Astanteria 1. camer de gard
2. spital de urgen
Blocco operatorio Bloco operatorio Bloc operator
Camera Camera Camer
Camera iperbarica Camera iperbarica Camer hiperbaric
Camera operatoria Camera operatoria Camer operatorie
Camera sterile Camera sterile Camer steril
Casa di cura Caza di cura Complex de sntate
Clinica Clinica Clinic
Consultorio Consultorio Cabinet de consultaie
Convalescenziario Convaleeniario Sanatoriu pentru
convalesceni
Corsia Corsia 1. salon, camer de spital
2. spaiu
3. culoar
Dispensario Dispensario Dispensar
308
Guardia medica Guardia medica Gard medical
Istituto Istituto Institut
Ospedale Ospedale Spital
Poliambulatorio Poliambulatorio Policlinic
Presidio sanitario Prezidio sanitario ngrijire medical
Pronto soccorso Pronto socorso 1. prim ajutor
2. salvare
Reparto Reparto 1. pavilion, secie
2. raion
Sala di rianimazione Sala di rianimaione Sal de reanimare
Sala operatoria Sala operatoria Sal de operaie
Unit coronarica Unita coronarica Unitate coronarian
Unit di rianimazione Unita di rianimaione Bloc de reanimare









309
STRUMENTI ED APPARECCHI MEDICALI

INSTRUMENTE I APARATUR MEDICAL

TERMINOLOGIE PRONUNIE TRADUCERE
Abbassalingua Abasalingua Apstor de limb
Ago Ago Ac
Ago per sutura Ago per sutura Ac de sutur
Apparecchio per anestesia Aparechio per anestezia Aparat pentru anestezie
Apparecchio per fleboclisi Aparechio per fleboclizi Aparat pentru fleboliz
Apparecchio radiografico Aparechio radiografico Aparat radiografic
Autoclave Autoclave Autoclav
Barella Barela Brancard
Berretto Bereto Bonet
Bisturi Bisturi Bisturiu
Bisturi a lama fissa Bisturi a lama fisa Bisturiu cu lam fix
Bisturi a lama mobile Bisturi a lama mobile Bisturiu cu lam mobil
Bomba al cobalto Bomba al cobalto Aparat de tratament cu
cobalt
Camice Camice Halat
Cannula Canula Canul
Capsula Capsula Capsul
Catetere Catetere Sond, cateter
Cauterio Cauterio Cauter
310
Cerotto Ceroto Leucoplast
Compressa Compresa 1. comprimat
2. compres
Contrattore Contratore Contractor
Cotone idrofilo Cotone idrofilo Vat hidrofil
Cucchiaio Cuchiaio 1. chiuret
2. lingur
Culla termica Cula termica Incubator
Defibrillatore Defibrilatore Defibrilator
Dentiera Dentiera Dentier
Dilatatore Dilatatore Dilatator
Dilatatore uretrale Dilatatore uretrale Dilatator uretral
Divaricatore Divaricatore Dilator
Divaricatore a S Divaricatore a esse Deprttor n form de S
Divaricatore addominale Divaricatore adominale Deprttor abdominal
Elettrocardiografo Eletrocardiografo Electrocardiograf
Endoscopio Endoscopio Endoscop
Enteroclisma Enteroclisma Irigator
Fiala Fiala Fiol
Fonendoscopio Fonendoscopio Endoscop biauricular
Forbici rette Forbici rete Foarfec dreapt
311
Forcipe Forcipe Forceps
Fresa Freza Frez
Guanto chirurgico Guanto chirurgico Mnu chirurgical
Guanto protettivo Guanto protetivo Mnu protectoare
Guanto sterile Guanto sterile Mnu steril
Inalatore Inalatore Inhalator
Incubatrice Incubatrice Incubator
Innesto a contrangolo Inesto a contrangolo Pies contraunghie
(pentru uz stomatologic)
Innesto a manipolo Inesto a manipolo Pies dreapt (pentru uz
stomatologic)
Laccio emostatico Lacio emostatico Garou
Lampada a quarzo Lampada a cuaro Lamp cu cuar
Lampada frontale Lampada frontale Lamp frontal
Lampada scialitica Lampada ialitica Lamp scialitic
Laringofono Laringofono Laringoscop
Laser Laser Laser
Lettino Letino Pat de consultaie
Leva Leva Elevator
Levatartaro Levatartro Instrument de detartraj
Macchina cuore-pulmone Machina cuore-pulmone Main inim-plmn
Martelletto Marteleto Ciocnel
Martello Martelo Ciocan
312
Maschera Maschera Masc
Microscopio Microscopio Microscop
Monitor Monitor Monitor
Nebulizzatore per aerosol Nebulidzatore per aerosol Vaporizator pentru
aerosol
Oftalmoscopio Oftalmoscopio Oftalmoscop
Ortesi Ortezi Ortez
Oscillometro Oilometro Oscilometru
Osteotomo Osteotomo Osteotom
Otoscopio Otoscopio Otoscop
Ottotipo Ototipo Optotip
Otturatore Oturatore Obturator
Passafilo Pasafilo Portac
Pera di gomma Pera di goma Par de cauciuc
Pillola Pilola Pilul
Pinza anatomica Pindza anatomica Pens anatomic
Pinza apribocca Pindza apriboca Deschiztor de gur
Pinza chirurgica Pindza chirurgica Pens chirurgical
Pinza di medicazione Pindza di medicazione Pens dentar
Pinza emostatica Pindza emostatica Pens hemostatic
Pinza fermateli Pindza fermateli Pens Koher
313
Pinza porta aghi Pindza porta aghi Pens pentru ace
Pinza retta per
medicazione
Pindza reta per
medicaione
Pens dreapt pentru
tratament
Pinza tiralingua Pindza tiralingua Pens de tras limba
Polmone dacciaio Polmone daciaio Plmn artificial
Poltrona Poltrona Fotoliu dentar
Portaimpronta Portaimpronta Lingur standard pentru
portamprent
Portamalgama Portamalgama Portamalgam
Presidente chirurgico Prezidente chirurgico Trus chirurgical
Protesi Protezi Protez
Protesi di arto Protezi di arto Protez pentru membre
Rene artificiale Rene artificiale Rinichi artificial
Riflettore Rifletore Lamp, reflector
Riunito Riunito Unit dentar
Scalpello Scalpelo Spatul
Sciroppo iropo Sirop
Sega per amputazioni Sega per amputaioni Fierstru pentru amputri
Seggiolino Segiolino Scaunul medicului
Sfigmomanometro Sfigmomanometro Sfigmomanometru
Siringa Siringa Sering
314
Sonda Sonda Sond
Sonda esofagea Sonda esofagea Sond esofagian
Sonda scanalata Sonda scanalata Sond canelat
Sospensorio Sospensorio Suspensor
Spatola Spatola Spatul
Specchietto Spechieto Oglind dentar
Specillo Specilo Stilet butonat
Stetoscopio Stetoscopio Stetoscop monoauricular
Supposta Suposta 1. supozitor
2. presupunere
Tavolo operatorio Tavolo operatorio Mas de operaie
Tenaglia di estrazione Tenalia di estraione Clete de extracie
Tenda a ossigeno Tenda a osigeno Cort de oxigen
Termocauterio Termocauterio Termocauter
Termometro Termometro Termometru
Tomografo Tomografo Tomograf
Trapano a turbina Trapano a turbina Turbin
Trapano Doriot Trapano doriot Bra Doriot
Tutore ortopedico Tutore ortopedico Tij ortopedic



315
ALLA FARMACIA
LA FARMACIE
Assunzione Asunione 1. luare, administrare
2. angajare
Chemioterapia Chemioterapia Chimioterapie
Contraindicazione Contraindicaione Contraindicaie
Droga Droga Stupefiant, drog
Effetto colaterale Efeto colaterale Efect secundar
Erbario Erbario Ierbar
Farmaco Farmaco Doctorie, medicament
Fitofarmaco Fitofarmaco Produs fitofarmaceutic
Fitoterapia Fitoterapia Fitoterapie
Idiosincrasia Idiosincrazia 1. idiosincrazie
2. repulsie
Incompatibilit Incompatibilita Incompatibilitate
Indicazione Indicaione Indicaie
Mitridatismo Mitridatismo Mitridatism, imunitate la
otrvuri
Omeopatia Omeopatia Homeopatie
Posologia Pozologia Dozaj
Ricetta Riceta Reet
Sinergismo Sinergismo Sinergism
Somministrazione Soministraione Administrare a
medicamentelor